Murgh makhani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Murgh makhani
Butter Chicken 0000x0000 0.jpg
Murgh makhani e riso (2015)
Origini
Luogo d'origineIndia India
Diffusionemondiale
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principali
  • pollo
  • salsa di pomodoro
  • burro
  • erbe
VariantiPollo tikka, pollo tandoori
 

Il murgh makhani (hindi मुर्ग़ मक्खनी, traslitterato mʊrg məkʰni), letteralmente pollo al burro,[1] è un piatto indiano.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il piatto fu ideato da Kundan Lal Gujral, Kundan Lal Jaggi e Thakur Dass: tre ristoratori punjabi ricordati per aver inaugurato la catena di ristoranti indiana Moti Mahal Delux.[2][3][4][5][6] Il piatto fu ideato "per caso" combinando del pollo avanzato a salsa di pomodoro, burro e panna.[2][7][8] Oggi il pollo al burro è il più famoso piatto indiano del mondo[9][10] e viene anche utilizzato come ripieno per torte salate in Australia e Nuova Zelanda.[11][12]

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Per la preparazione del murgh makhani, un pollo viene marinato per diverse ore in un succo di limone, dahi (yogurt indiano) e una miscela di peperoncino rosso del Kashmir, sale, garam masala, zenzero e aglio tritato.

Il pollo viene solitamente cotto in un tandoor (un tradizionale forno di argilla), ma può essere grigliato, arrostito o fritto in padella. Viene servito con una salsa al curry con burro, pomodori e cipolle che viene fatta bollire lentamente fino a quando l'acqua evapora. La salsa del murgh makhani può essere resa più o meno diluita a seconda della ricetta utilizzata per preparare tale piatto. Le spezie utilizzate per la ricetta includono cardamomo, cumino, chiodi di garofano, cannella, coriandolo, pepe, garam masala e fieno greco. La ricetta può anche essere addensata con pasta di anacardio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prasenjeet Kumar, Cucina Indiana Casalinga in un Lampo, Babel Cube, 2015, "Murgh makhani (pollo al burro)".
  2. ^ a b (EN) ‘Vadiya Khao’: Refugees taught Delhi how to eat out in style, su hindustantimes.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  3. ^ (EN) Partition brought Moti Mahal, a landmark in India’s culinary history, to central Delhi, su sunday-guardian.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  4. ^ (EN) Punjab on a platter, su hindustantimes.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  5. ^ (EN) Autori vari, Delhi Food and Travel Guide: The inside scoop on the best North Indian foods in Delhi, Eat Your World, 2014, "Tandoori Chicken".
  6. ^ (EN) Moti Mahal brings Mughalia cuisines to Kashmir, su greaterkashmir.com. URL consultato il 15 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  7. ^ (EN) ICC 2017 by IFCA - Showcasing the culinary spirit of IndiaKundan, su hospitalitybizindia.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  8. ^ (EN) What If Kundan Lal Hadn't Hit Upon Butter Chicken?, su outlookindia.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  9. ^ (EN) India's most popular curry: Butter chicken, su sbs.com.au. URL consultato il 15 luglio 2019.
  10. ^ (EN) 30/05/2017 10:24 AM IST, su huffingtonpost.in. URL consultato il 15 luglio 2019.
  11. ^ (EN) Rob Broadfield: Taste testing Mrs Mac’s new Perth Stadium range of pies, su thewest.com.au. URL consultato il 15 luglio 2019.
  12. ^ (EN) The best pies in Sydney and regional NSW revealed, su dailytelegraph.com.au. URL consultato il 15 luglio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Monish Gujral, The Moti Mahal Cookbook, Penguin, 2013.
  • (EN) Autori vari, Curry Club Tandoori and Tikka Dishes, Piatkus, 1993.
  • (EN) Autori vari, Curry Club 100 Favourite Tandoori Recipes, Piatkus, 1995.
  • (EN) Autori vari, India: Food & Cooking, New Holland, 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]