Papadum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Papadum
Papadsbangalore.jpg
Papadum in Bangalore, India
Origini
Altri nomipappadam, papad, papar, pampad, happala, poppadam, appalam
Luogo d'origineIndia India
Dettagli
Categoriacontorno
Ingredienti principalilenticchie, ceci

Il papadum (anche: pappadam, poppadum, pappad, papad) è una sorta di focaccia o cialda croccante, usata come snack o contorno nella cucina indiana[1].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Frittura di papadum nell'olio di cocco

Il papadum è di colore giallo, perché composto da farina di fagioli mungo neri (Vigna mungo) decorticati, alla quale vengono aggiunte delle spezie che lo rendono piccante, come il cumino. Può essere preparato anche con altre farine, come quelle di lenticchie, ceci, riso o patate, ma molto comune è la preparazione con lenticchie e ceci, che ne aumentano il contenuto proteico. Viene fritto nell'olio di cocco, ma può essere preparato a casa con altri olii o al microonde. Di solito è consumato come aperitivo o come snack a fine pasto. Spesso serve anche da accompagnamento a thali o biryani, sbriciolandolo sul riso. È ad elevato contenuto proteico.

È una ricetta tipica dell'India meridionale.[2]

Business[modifica | modifica wikitesto]

Papadum come street food

In India i papadum sono prodotti specialmente in Punjab, Rajasthan, Maharastra e Gujarat; a Guruvayoor, Palakkad e Thiruvananthapuram nel Kerala; nel distretto di Madurai, a Kanchipuram e a Chennai nel Tamil Nadu.

La produzione di papadum viene spesso associata alla emancipazione femminile in India.[3] Molte donne e imprese gestite da donne producono infatti papadum e altri snack. Questo tipo di attività è in grado di generare reddito a fronte di un investimento iniziale minimo. Ad esempio Shri Mahila Griha Udyog Lijjat Papad, oggi una associazione gestita da sole donne che produce e commercializza grandi quantità di papadum, fu fondata al principio degli anni '50 come piccola impresa[4][5] e nel 2005 raggiunse un fatturato equivalente a circa 250.000.000 di dollari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cucina indiana | ComidaDeMama
  2. ^ Sarina Singh, India meridionale, EDT, 2014. URL consultato il 1º giugno 2021.
  3. ^ (EN) Empowering Women in Urban India: Shri Mahila Griha Udyog Lijjat Papad (PDF), in Empowerment Case Studies, World Bank. URL consultato il 23 settembre 2012.
  4. ^ (EN) Malathi Ramanathan, Grassroots Developments in Women's Empowerment in India: Case Study of Shri Mahila Griha Udyog Lijjat Papad (1959–2000) (PDF), su pcr.uu.se. URL consultato il 15 gennaio 2007 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2007).
  5. ^ (EN) Organization - The Beginning, su lijjat.com, Lijjat. URL consultato il 4 febbraio 2006 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).

Galleria di immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]