Montechiaro d'Asti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montechiaro d'Asti
comune
Montechiaro d'Asti – Stemma Montechiaro d'Asti – Bandiera
Montechiaro d'Asti – Veduta
Panorama di Montechiaro d'Asti
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Asti-Stemma.png Asti
Amministrazione
SindacoPaolo Luzi (lista civica Insieme per Montechiaro Luzi sindaco) dall'8-6-2009 (secondo mandato)
Territorio
Coordinate45°00′30″N 8°06′45″E / 45.008333°N 8.1125°E45.008333; 8.1125 (Montechiaro d'Asti)Coordinate: 45°00′30″N 8°06′45″E / 45.008333°N 8.1125°E45.008333; 8.1125 (Montechiaro d'Asti)
Altitudine292 m s.l.m.
Superficie10,14 km²
Abitanti1 300[1] (31-12-2014)
Densità128,21 ab./km²
FrazioniNocciola, Regione Reale
Comuni confinantiCamerano Casasco, Chiusano d'Asti, Cortanze, Cossombrato, Cunico, Montiglio Monferrato, Soglio, Villa San Secondo
Altre informazioni
Cod. postale14025
Prefisso0141
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT005075
Cod. catastaleF468
TargaAT
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 727 GG[2]
Nome abitantimontechiaresi
Patrono[San Bernardo da Mentone (o di Aosta)]
Giorno festivo20 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montechiaro d'Asti
Montechiaro d'Asti
Montechiaro d'Asti – Mappa
Mappa di localizzazione del comune di Montechiaro d'Asti nella provincia di Asti
Sito istituzionale

Montechiaro d'Asti (Monciàir in piemontese) è un comune italiano di 1 300 abitanti della provincia di Asti in Piemonte.

Il comune fa parte dell'Unione Comunale Comunità Collinare Val Rilate.

Il nome deriva dal latino Mons Clarus, pare che la ragione di tale aggettivo fosse legato al colore del terreno piuttosto chiaro.

Inoltre, è il paese di origine della nonna di San Giovanni Bosco.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Nazario e San Celso
  • Chiesa di Santa Maria Assunta in Pisenzana
  • Chiesa di Santa Caterina
  • Chiesa di San Bartolomeo
  • Chiesa Confraternita della SS. Annunziata
  • Chiesa Confraternita della Sant'Anna
  • Chiesa di San Antonino
  • Cappella di San Defendente e di San Rocco

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2014 la popolazione straniera residente era di 139 persone e rappresentano il 10.7% della popolazione residente. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Il comune al corteo storico del palio (2009).

Palio di Asti[modifica | modifica wikitesto]

Montechiaro è uno dei 7 comuni che partecipano al Palio di Asti, antica festa che culmina la terza domenica di settembre con la corsa dei cavalli montati "a pelo", cioè senza sella, in piazza Alfieri ad Asti.
I partecipanti (o confratelli) sono in totale 21, di cui 7 comuni dell'astigiano e 14 rioni e borghi cittadini. Montechiaro ha vinto il Palio nel 1981.

Fiera del Tartufo Bianco[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno, a partire dal 1988, nel mese di novembre si svolge la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco, con esposizioni e degustazioni in piazza del prodotto.

Persone legate a Montechiaro d'Asti[modifica | modifica wikitesto]

Scorcio delle mura esterne dell'abitato

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Montechiaro d'Asti fu attivata nel 1912 lungo la cessata ferrovia Chivasso-Asti, il cui esercizio fu definitivamente sospeso nel 2011.

Tra il 1882 e il 1915 Montechiaro d'Asti fu servito dalla tranvia Asti-Cortanze.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
25 giugno 1985 2 luglio 1990 Giovanni Conti - Sindaco [4]
2 luglio 1990 24 aprile 1995 Giovanni Conti - Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Giovanni Conti - Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Gianmarco Rebaudengo lista civica Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Gianmarco Rebaudengo lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Paolo Luzi lista civica Uniti per Montechiaro Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Paolo Luzi lista civica Uniti per Montechiaro Sindaco [4][5]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/
  5. ^ Comune di Montechiaro - Liste e risultati, La Repubblica,[1] (consultato nel luglio 2014)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guglielmo Visconti, Montechiaro d'Asti, Comune di Montechiaro d'Asti, 2000, ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rioni, Borghi, Comuni del Palio di Asti
Cattedrale · San Martino San Rocco · San Paolo · San Secondo · San Silvestro · Santa Caterina

Don Bosco · San Lazzaro · San Marzanotto · Santa Maria Nuova · San Pietro · Tanaro Trincere Torrazzo · Torretta · Viatosto
Baldichieri · Canelli · Castell'Alfero · Moncalvo · Montechiaro · Nizza · San Damiano

Controllo di autoritàVIAF: (EN240098661