Celle Enomondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Celle Enomondo
comune
Celle Enomondo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Asti-Stemma.png Asti
Amministrazione
Sindaco Andrea Bovero (lista civica) dal 2014
Territorio
Coordinate 44°51′28″N 8°07′29″E / 44.857778°N 8.124722°E44.857778; 8.124722 (Celle Enomondo)Coordinate: 44°51′28″N 8°07′29″E / 44.857778°N 8.124722°E44.857778; 8.124722 (Celle Enomondo)
Altitudine 234 m s.l.m.
Superficie 5,59 km²
Abitanti 481[1] (31-12-2010)
Densità 86,05 ab./km²
Frazioni Merlazza
Comuni confinanti Antignano, Asti, Revigliasco d'Asti, San Damiano d'Asti
Altre informazioni
Cod. postale 14010
Prefisso 0141
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 005034
Cod. catastale C440
Targa AT
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti cellesi
Patrono san Rocco
Giorno festivo 16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Celle Enomondo
Celle Enomondo
Celle Enomondo – Mappa
Mappa di localizzazione del comune di Celle Enomondo nella provincia di Asti
Sito istituzionale

Celle Enomondo (Sele in piemontese) è un comune di 477 abitanti della provincia di Asti.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
12 giugno 1985 11 marzo 1988 Eugenio Torchio Democrazia Cristiana Sindaco [2]
11 marzo 1988 6 giugno 1990 Vincenzo Perosino lista civica Sindaco [2]
6 giugno 1990 24 aprile 1995 Piero Montrucchio Democrazia Cristiana Sindaco [2]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Piero Montrucchio centro Sindaco [2]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Piero Montrucchio lista civica Sindaco [2]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Walter Vercelli lista civica Sindaco [2]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Walter Vercelli lista civica Sindaco [2]
26 maggio 2014 in carica Andrea Bovero Sindaco [2]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1882 e il 1935 il comune fu servito dalla tranvia Asti-Canale.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra cittadina è il Colline Alfieri Don Bosco e milita in Promozione.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Colline Alfieri Don Bosco
  • 2007-08 - 4ª nel girone N della Seconda Categoria.
  • 2008-09 - 1ª nel girone P della Seconda Categoria. Promosso in Prima Categoria.
  • 2009-10 - 5ª nel girone F della Prima Categoria. Vince la Coppa Italia battendo il Pianezza in finale. Ripescato in Promozione.
  • 2010. Cambia denominazione in Colline Alfieri Don Bosco.
  • 2010-11 - 7ª nel girone D di Promozione.
  • 2011-12 - 5ª nel girone D di Promozione.
  • 2012-13 - nel girone D di Promozione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte