Leonardo Pieraccioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leonardo Pieraccioni nel 2011

Leonardo Pieraccioni (Firenze, 17 febbraio 1965) è un attore, regista, sceneggiatore, scrittore, comico e cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato per due anni l'indirizzo per perito aziendale, nel 1981 all'età di 16 anni Leonardo partecipa al programma Un ciak per artisti domani presentato dal debuttante Carlo Conti. Proprio con Conti nel 1986 conduce su Teleregione, il varietà Succo d'Arancia e insieme anche a Giorgio Panariello forma il trio comico "Fratelli d'Italia" che furoreggia nei teatri toscani.[1] I tre collaborano poi nel 1989 alla realizzazione del programma Vernice fresca sul circuito televisivo nazionale Cinquestelle.

Fa il suo debutto in Rai nel 1988 partecipando al programma Il piacere dell'estate[2] (Raidue, dal 20 giugno[3] al 16 settembre[3]), e poi alla trasmissione radiofonica Via Asiago Tenda[2]. Segue l'esperienza a DeeJay Television su Italia 1 (1989-90) col nome d'arte di Zeba : esordisce inizialmente con uno sketch comico in cui finge di essere un cameraman passato davanti alla telecamera, per poi acquistare sempre maggiore spazio dentro il programma. Dopo una dura e lunga gavetta nel cabaret, fa la sua prima apparizione a teatro con lo spettacolo comico Leonardo Pieraccioni Show (1990). L'anno successivo Alessandro Benvenuti lo vuole nel suo film Zitti e mosca, che è la prima esperienza cinematografica di Leonardo.

In autunno prende parte come concorrente al concorso per "nuovi talenti" all'interno di Fantastico 12[4] (condotto da Raffaella Carrà e Johnny Dorelli) in cui poi giungerà secondo[2], nonostante il favore dei pronostici alla vigilia della finale[2]. Nel 1992 partecipa come ospite fisso al programma televisivo di taglio giovanile Europop (argomenti trattati: viaggi, musica e cultura varia) condotto da Elisa Jane Satta (ex vj di Videomusic) e in onda su Raidue per 19 puntate[5] a partire dall'8 marzo[5][6] fino al 1º agosto[5]. Nell'estate del 1993 conduce con Brigitta Boccoli Vamos a bailar (8 puntate, dal 6 luglio al 24 agosto[7]), varietà di Raiuno incentrato sui balli latinoamericani[8], nel quale figurano anche l'illusionista Francesco Scimemi e la ballerina brasiliana Naja[7].

I successi di Villaggio vacanze Pieraccioni e Fratelli d'Italia, ottimi esempi di spettacoli comici a teatro, convincono Pieraccioni a provare la carta di regista cinematografico: fa il suo esordio nel grande schermo con I laureati, campione d'incassi nel 1995. La pellicola costa 2 miliardi di lire e ne incassa 15. Oltre allo stesso Pieraccioni, si distingue come attore Massimo Ceccherini, amico e spesso collaboratore di Leonardo. In seguito scrive, dirige e interpreta Il ciclone (in cui presta la voce anche il grande Mario Monicelli) nel 1996, con nel cast i suoi amici di sempre Massimo Ceccherini e Alessandro Haber. Il botteghino premia la pellicola con un incasso di 75 miliardi di lire (circa 28 milioni di euro), entrando nella top ten dei film di maggior incasso di sempre in Italia, venendo poi superato l'anno successiva dal film di Roberto Benigni La vita è bella.

Il successo al botteghino viene replicato l'anno successivo con Fuochi d'artificio, in cui la trama varia ma non il modus operandi, e il pubblico e la critica confermano il loro apprezzamento con un incasso di 70 miliardi, quasi al pari de Il ciclone. Pieraccioni viene considerato uno dei comici migliori del momento. Successivamente dirige due pellicole di discreto successo: Il pesce innamorato (1999) e Il principe e il pirata (2001), questo'ultima vincitore del Nastro d'argento per la miglior colonna sonora. Nonostante buoni riscontri da parte della critica e al botteghino, i due film non riescono a ripetere gli eccezionali numeri dei precedenti Il ciclone e Fuochi d'artificio.

Bisogna aspettare il 2003 quando con Il paradiso all'improvviso che, pur senza stravolgere completamente il suo stile, lo unisce alla spiritosaggine sgrammaticata di Anna Maria Barbera, in arte Sconsolata, torna nella top ten degli incassi della stagione cinematografica corrente, portando a casa la cifra record di 24,6 milioni di euro, sbaragliando la concorrenza di fenomeni del momento come Il Signore degli Anelli - Il ritorno del re (22,4 milioni) e Alla ricerca di Nemo (21,8 milioni), venendo poi superato nuovamente da Roberto Benigni che con il suo Pinocchio incassa ben 26,8 milioni di euro.

Torna nelle sale nel 2005 quando dirige ed interpreta Ti amo in tutte le lingue del mondo, distribuito da Medusa Film, dove Giorgio Panariello interpreta suo fratello e Massimo Ceccherini un frate. La pellicola è nuovamente un successo al botteghino (circa 20 milioni di euro). L'11 aprile 2005 conduce una puntata di Striscia la notizia con Massimo Ceccherini, mentre il 2 marzo 2006 è ospite al Festival di Sanremo, condotto quell'anno dal suo amico Giorgio Panariello. Nel 2007 dirige e interpreta Una moglie bellissima, coinvolgendo ancora una volta Massimo Ceccherini e arruolando nel cast Laura Torrisi, ex concorrente del reality Grande Fratello alla sua prima prova d'attrice, e Gabriel Garko. Anche questo film raggiunge la top ten degli incassi del 2007: il film chiude con quasi 21 milioni di euro, superando solo di poche migliaia di euro la precedente pellicola di Pieraccioni Ti amo in tutte le lingue del mondo.

Successivamente il 18 dicembre 2009 esce il film Io & Marilyn, prodotto da Medusa Film, come di consueto, nel periodo natalizio,[9] nel quale è l'unico a poter parlare col fantasma della famosa attrice Marilyn Monroe. Il film ottiene un buon successo al botteghino, ma incassa molto meno delle precedenti pellicole. Dello stesso perido d'uscita e stesso produttore è il film di Natale 2011: il film dal titolo Finalmente la felicità vede Pieraccioni nei panni di un professore musicista di Lucca, che scopre di avere una sorella adottata a distanza dalla madre, interpretata da Ariadna Romero, nuovamente al fianco di Rocco Papaleo dopo il grande successo de I laureati.

Nel 2013 torna al cinema con il suo nuovo film di Natale Un fantastico via vai, in uscita il 12 dicembre, con Serena Autieri, Massimo Ceccherini e Giorgio Panariello: il film viene promosso al talent di Rai 1 Tale e Quale Show dell'amico Carlo Conti il 6 dicembre durante la finale per la quale è anche membro della giuria insieme a Claudio Lippi, Loretta Goggi e Christian De Sica; si esibisce poi fuori gara con lo stesso Conti e Gabriele Cirilli imitando I Tre Tenori. Dal 22 settembre 2014 conduce per una settimana su Canale 5 Striscia la notizia, in coppia con Maurizio Battista.

A dicembre 2015 comincia le riprese del suo nuovo film, Il professor Cenerentolo, prodotto da 01 Distribution che esce nelle sale a partite dal 7 dicembre 2015[10]. Nel cast ci sono Laura Chiatti, Flavio Insinna e Massimo Ceccherini.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Leonardo è stato fidanzato con Laura Torrisi, conosciuta sul set di Una moglie bellissima, con la quale, il 13 dicembre 2010, ha avuto una figlia, Martina. L'8 ottobre 2014, a seguito delle dichiarazioni postate sul servizio di rete sociale Facebook, la Torrisi dichiara l'interruzione consensuale della relazione con l'ormai ex fidanzato Pieraccioni.[11] Attualmente vive a Firenze.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Pieraccioni dal 1998 è anche autore di racconti: le sue storie sono caratterizzate da un umorismo spesso amaro e da una comicità intrisa di malinconia, pessimismo e tristezza. Ha raccolto i suoi manoscritti nei libri Trent'anni, alta, mora (1998), Tre mucche in cucina (2002) e A un passo dal cuore (2003).

Canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Fin dagli esordi, negli anni ottanta, Pieraccioni è anche autore di canzoni. Collaborando con il cantautore fiorentino Fabrizio Venturi e Massimo Miniati e Nicola Serena degli Interno 31 ha realizzato nel 1989 l'LP Animali di città (cantando anche in coppia con Carlo Conti) ed il 45 giri Ahi, ahi, ahi (I figliol di troia 'e 'un moian mai)[12]. Nel 1992 incide un altro LP, intitolato Il tempo è un pesce che vola, in collaborazione con Gianluca Sibaldi che si è occupato spesso anche delle musiche originali nei suoi film, in cui è inserito anche il brano Firenze. Nel 2013, in occasione del film Un fantastico via vai, Pieraccioni scrive La risata di mia figlia, che viene anche cantata da lui stesso.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

David di Donatello[modifica | modifica wikitesto]

Vinti

Nastro d'argento[modifica | modifica wikitesto]

Vinti

Globo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Vinti

Ciak d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Vinti

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gigi Vesigna, Sorprese VIP, in Oggi, 5 giugno 2013, p. 74-80.
  2. ^ a b c d pag.19 de l'Unità dell'8/1/1992, vd. Archivio Storico Unità [1].
  3. ^ a b dati ricavati dalla scheda del programma sul sito Rai Teche Sito Archivi Multimediali Rai.
  4. ^ pag.20 de l'Unità del 12/10/1991, vd. Archivio Storico Unità [2].
  5. ^ a b c sito Rai Teche Sito Archivi Multimediali Rai.
  6. ^ un bus musicale per Raidue. TMC tutto Michael Jackson
  7. ^ a b dalla scheda di Vamos a bailar sul sito Teche Rai, sezione Varietà 1993-1994 [3].
  8. ^ agenzia del 5/7/1993 sul sito Adnkronos, sezione Archivio [4].
  9. ^ News, interviste e approfondimenti del film Io & Marilyn | MYmovies
  10. ^ La Repubblica, 5 dicembre 2015, http://trovacinema.repubblica.it/film/il-professor-cenerentolo/469078 .
  11. ^ Laura Torrisi e Leonardo Pieraccioni: «tra noi è finita da tempo», vanityfair.it. URL consultato il 9 ottobre 2014.
  12. ^ Canzoni contro la guerra - Leonardo Pieraccioni: Ahi ahi ahi (I figliol di troia 'e 'un moian mai).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN76242623 · LCCN: (ENnr2001013182 · SBN: IT\ICCU\TO0V\309012 · ISNI: (EN0000 0000 8453 4309