Glenn Robinson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glenn Robinson
Dati biografici
Nome Glenn Alann Robinson
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 102 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala piccola
Ritirato 2005
Carriera
Giovanili

1992-1994
Roosevelt High School
Purdue Boilerm. Purdue Boilerm.
Squadre di club
1994-2002 Milwaukee Bucks Milwaukee Bucks 568
2002-2003 Atlanta Hawks Atlanta Hawks 69
2003-2004 Philadelphia 76ers Philadelphia 76ers 42
2005 San Antonio Spurs San Antonio Spurs 9
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Glenn Alann Robinson (Gary, 10 gennaio 1973) è un ex cestista statunitense. Nella NBA ha vestito le maglie dei Milwaukee Bucks, degli Atlanta Hawks, dei Philadelphia 76ers e dei San Antonio Spurs. Il suo soprannome è Big Dog.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

High school[modifica | modifica sorgente]

Robinson si iscrisse alla Roosvelt High School di Gary ed essendo molto più alto e muscoloso dei suoi coetanei, l'allenatore lo faceva giocare da centro. Ben presto però Glenn capì di non avere un futuro come centro e cominciò a esercitarsi su palleggio, tiro da fuori e dribbling, ispirandosi a Scottie Pippen.

College[modifica | modifica sorgente]

Terminato il liceo, Glenn ricevette delle offerte da diversi College, accettando quella di Purdue. Se in campo dominava, altrettanto non si poteva dire sui libri: per problemi scolastici fu costretto a saltare la prima stagione al College. La stagione successiva, 1992-93, Robinson registrò 24,1 punti 9,2 rimbalzi di media che gli valsero l'inserimento nel quintetto All America. La stagione 1993-94 venne giocata a livelli stratosferici: 30,3 punti, 10,9 rimbalzi in 31 gare disputate. Nel 1994 venne nominato giocatore dell'anno e inserito del Quintetto All America.

NBA[modifica | modifica sorgente]

Nello stesso anno (1994) si dichiara eleggibile per il draft NBA, dove viene scelto dai Milwaukee Bucks con la prima scelta assoluta. Nel primo anno da professionista, 1994-95, accumulò statistiche importanti (21,9 punti e 6,4 rimbalzi) ma che non furono sufficienti a garantirgli in titolo di Rookie of the Year. Il trofeo finì nelle mani di Jason Kidd e Grant Hill. Il campionato successivo ottenne numeri simili (21,1 punti e 6,3 rimbalzi). Nella stagione 1997-98 un grave infortunio alla gamba sinistra lo costringe a giocare solo 56 partite. Mentre giocava per i Bucks, Robinson ha registrato alcune delle migliori stagioni nella storia della franchigia. All'inizio della sua carriera, Robinson ha condiviso la zona di attacco con il compagno di squadra e All-Star Vin Baker. Dopo che Baker è partito, insieme a Ray Allen e Sam Cassell ha formato il famoso big three, e ha contribuito a portare i Bucks alle Finali della Eastern Conference del 2001, perdendo contro i Philadelphia 76ers. Robinson è il secondo lungo di tutti i tempi come relaizzatore nella storia dei Milwaukee Bucks, dietro solo a Kareem Abdul-Jabbar, tenendo una media di almeno 20 punti a partita in sette delle sue otto stagioni a Milwaukee. Ha fatto il back-to-back NBA All-Star team nel 2000 e 2001.

Nell'agosto del 2002 viene spedito ad Atlanta in cambio di Toni Kukoč. Resta in Georgia per un anno. Nel 2004 viene acquistato da Philadelphia 76ers. A Philadelphia gioca solo 42 partite su 82, a causa dei continui infortuni, e viene ceduto ai New Orleans Hornets. Questi però lo tagliano subito. Il 5 aprile 2005 riceve un'offerta dai San Antonio Spurs, coi quali disputa le ultime partite della stagione 2004-05, vincendo il titolo NBA. Il 30 giugno 2005 il contratto di Robinson scade e San Antonio non si dimostra mai realmente interessata a rinnovarglielo.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate 1996 fu selezionato per partecipare alle Olimpiadi di Atlanta '96 con la nazionale USA, ma dovette rinunciare per infortunio. Fu sostituito da Gary Payton.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]