Zion Williamson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zion Williamson
RJ Barrett & Zion Williamson - Keenan Hairston (cropped).jpg
Williamson nel 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 129 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Squadra N. Orleans Pelicans
Carriera
Giovanili
2014-2018Spartanburg Day School
2018-2019Duke Blue Devils
Squadre di club
2019-N. Orleans Pelicans0 (0)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 marzo 2018

Zion Williamson (Salisbury, 7 luglio 2000) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i New Orleans Pelicans.

È stato selezionato come prima scelta assoluta al Draft NBA 2019.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Williamson è figlio di Lateef Williamson, defensive lineman nel football alla Mayo High School di Darlington, Carolina del Sud, e di Sharonda Sampson, sprinter a Livingstone. Zion ha frequentato la Spartanburg Day School assieme a suo fratello più giovane, Noah.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Principalmente impiegato come ala grande, Williamson è dotato di una notevole esplosività e di un eccellente controllo del corpo, che lo rendono uno dei giocatori più spettacolari di tutto il panorama cestistico.[1][2] Possiede inoltre una notevole visione di gioco ed è stato spesso lodato per il suo atteggiamento dentro e fuori dal campo. Pecca invece nel tiro da fuori.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High school[modifica | modifica wikitesto]

Williamson ha frequentato la Spartanburg Day School, una piccola scuola situata nell’omonima città della Carolina del Nord. Da freshman conclude la stagione con 24,4 punti, 9,4 rimbalzi e 2,8 assist a partita, ricevendo riconoscimenti statali e regionali[4] e trascinando la squadra fino alla finale statale,[5] vinta invece al termine della seconda, terza e quarta stagione.[6][7][8] Williamson viene poi selezionato per il McDonald's All-American Game e per il Nike Hoop Summit.

Considerato uno dei migliori prospetti dell’intera nazione, riceve numerose borse di studio da importanti college, quali Wofford, Kentucky, Clemson e Duke, che Williamson sceglie il 20 gennaio 2018.[9] Il giocatore aveva anche ricevuto un’offerta da LSU per giocare come tight end a football americano, che venne però presto rifiutata.[10]

College[modifica | modifica wikitesto]

Williamson durante una partita con Duke.

Williamson si unisce ad una squadra che comprende i talentuosi freshman R.J. Barrett e Cameron Reddish, primo e terzo nel ranking della nazione, rendendo Duke la prima università a vantare in squadra i tre migliori prospetti della stessa classe.[11] Dopo una straordinaria preseason, esordisce con la maglia dei Blue Devils nella schiacciante vittoria contro Kentucky, realizzando 28 punti con l’84% dal campo.[12] Diventa poi il secondo giocatore di sempre della Divison I (dopo Ben Simmons) a registrare almeno 30 punti, 10 rimbalzi, 5 assist e 4 palle rubate in una singola partita, nella vittoria contro Wake Forest,[13] per poi infrangere il record di punti in una partita per un freshman di Duke, realizzandone 35 nella sconfitta contro Siracuse.[14]

A febbraio si procura una lieve distorsione al ginocchio dopo la rottura di una scarpa.[15] Il fatto apre un lungo dibattito (che vede esprimersi campioni del calibro di Kobe Bryant e Jalen Rose) sul fatto che il ragazzo debba o meno interrompere la sua stagione collegiale, per evitare nuovi infortuni e compromettere la sua presenza al Draft NBA.[16][17] Williamson tornerà comunque a giocare, trascinando Duke alla vittoria nel torneo ACC[18] e fino alle Elite Eight nel torneo NCAA, dove i Blue Devils vengono eliminati da Michigan State.[19]

Al termine di una fantastica stagione a livello personale, Williamson viene nominato rookie e giocatore dell'anno (terzo giocatore della storia, dopo Marvin Bagley III e Jahlil Okafor, a riuscirci nello stesso anno)[20] e MVP del torneo ACC,[21] oltre a vincere il premio di miglior freshman e di miglior giocatore del college per Sporting News, per la NABC e per Associated Press, l’Oscar Robertson Trophy, il Naismith Trophy (terzo freshman della storia, dopo Kevin Durant e Anthony Davis), il Karl Malone Award e il John R. Wooden Award.[22][23][24][25][26][27][28] Viene inoltre incluso nel primo quintetto All-Conference e in quello All-American.[29][30]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

L'arrivo ai New Orleans Pelicans (2019-)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi dichiarato eleggibile per il Draft NBA[31], viene selezionato senza sorprese come prima scelta assoluta dai New Orleans Pelicans.[32] Disputa la sua prima partita di Summer League contro i New York Knicks, squadra del suo ex compagno al college R.J. Barrett, realizzando 11 punti e 3 rimbalzi in 9 minuti di gioco, prima di essere costretto ad uscire dopo soli 9 minuti a causa di una contusione al ginocchio.[33] Per motivi precauzionali, la squadra della Louisiana decide di fermare Williamson per il resto della Summer League.[34] Il 24 luglio 2019 sigla con Air Jordan il più ricco contratto di sempre per un rookie, battendo il precedente record di LeBron James.[35][36]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

NCAA[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2018-19 Duke Blue Devils 33 33 30,0 68,0 33,8 64,0 8,9 2,1 2,1 1,8 22,6

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Vinson Cunningham, Zion Williamson’s Spectacular Play Glues Us to a Moment, 12 febbraio 2019. URL consultato il 22 giugno 2019.
  2. ^ J. Kyle Mann, The Unbelievability of Zion Williamson, su The Ringer, 15 febbraio 2019. URL consultato il 22 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Draft Profile: Zion Williamson, su The Stepien. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  4. ^ (EN) Kevin Melton, 2015 Boys Basketball All-Area Team, su GoUpstate. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  5. ^ (EN) 16-Year-Old Zion Williamson is the Future of Basketball, su SLAMonline, 10 gennaio 2017. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  6. ^ 404 Not Found, su www.thestate.com. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  7. ^ Mark Hinog, Zion Williamson scored 51 points in a championship game and had another jaw-dropping dunk, su SBNation.com, 25 febbraio 2017. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  8. ^ (EN) VIDEO: The ultimate Zion Williamson senior highlight reel, su USA TODAY High School Sports, 8 maggio 2018. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  9. ^ (EN) Dunking phenom Williamson commits to Duke, su ESPN.com, 21 gennaio 2018. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) Ex-LSU asst. offered Zion football scholarship, su ESPN.com, 15 novembre 2018. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  11. ^ (EN) Duke has the top three basketball recruits in the country. Has that ever happened?, su kentucky. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  12. ^ (EN) Doyel: Meet Duke phenom Zion Williamson, the most unique college basketball player I've ever seen, su USA TODAY. URL consultato il 10 gennaio 2019.
  13. ^ (EN) Zion does it all, hates 'being classified as dunker', su ESPN.com, 9 gennaio 2019. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  14. ^ eu.usatoday.com, https://eu.usatoday.com/story/sports/ncaab/2019/01/14/duke-upset-syracuse-overtime-cameron-indoor-stadium/2577057002/.
  15. ^ Ricky O'Donnell, Zion Williamson is out vs. Virginia Tech, will miss second game with knee sprain, su SBNation.com, 20 febbraio 2019. URL consultato il 5 marzo 2019.
  16. ^ Kobe Bryant on whether Zion Williamson should play after injury: 'Finish your commitment', su Sporting News, 1º marzo 2019. URL consultato il 5 marzo 2019.
  17. ^ ESPN, Zion’s injury isn’t bad enough to shut it down for Duke – Jalen Rose | Get Up!, 21 febbraio 2019. URL consultato il 5 marzo 2019.
  18. ^ (EN) Florida State vs. Duke - Game Recap - March 16, 2019 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 17 marzo 2019.
  19. ^ (EN) Michigan State vs. Duke - Game Recap - March 31, 2019 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 1º aprile 2019.
  20. ^ Duke men's basketball's Zion Williamson beats out R.J. Barrett for ACC Player of the Year, su The Chronicle. URL consultato l'11 marzo 2019.
  21. ^ (EN) MVP Zion leads Duke to ACC title after absence, su ESPN.com, 17 marzo 2019. URL consultato il 17 marzo 2019.
  22. ^ Duke's Zion Williamson is Sporting News Player, Freshman of the Year, su Sporting News, 12 marzo 2019. URL consultato il 12 marzo 2019.
  23. ^ Aaron Beard, Duke's Williamson wins AP men's college player of the year, su AP NEWS, 5 aprile 2019. URL consultato il 5 aprile 2019.
  24. ^ (EN) Zion Williamson named NABC Freshman and Player of the Year, su The Devils Den. URL consultato il 5 aprile 2019.
  25. ^ (EN) Duke's Williamson named Oscar Robertson Player of the Year, in Reuters, 5 aprile 2019. URL consultato il 7 aprile 2019.
  26. ^ (EN) Tyler Conway, Duke's Zion Williamson Named 2019 Naismith Award Winner over Ja Morant, More, su Bleacher Report. URL consultato il 7 aprile 2019.
  27. ^ (EN) Rob Goldberg, Zion Williamson Wins 2019 Wooden Award over Ja Morant, RJ Barrett, More, su Bleacher Report. URL consultato il 15 aprile 2019.
  28. ^ (EN) Duke Basketball: Zion Williamson wins the Karl Malone Award, su Ball Durham, 13 aprile 2019. URL consultato il 15 aprile 2019.
  29. ^ (EN) Duke star Zion Williamson named ACC Player of the Year, su sports.yahoo.com. URL consultato l'11 marzo 2019.
  30. ^ Sporting News' 2018-19 college basketball All-Americans, su Sporting News, 12 marzo 2019. URL consultato il 12 marzo 2019.
  31. ^ Nba, Zion Williamson si dichiara per il draft, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 16 aprile 2019.
  32. ^ (EN) Pelicans pick Zion to open draft, Morant goes 2nd, su ESPN.com, 20 giugno 2019. URL consultato il 21 giugno 2019.
  33. ^ Un terremoto ferma la Summer League. Sospeso il debutto di Zion, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 7 luglio 2019.
  34. ^ (EN) Zion has bruised knee, no more summer league, su ESPN.com, 6 luglio 2019. URL consultato l'8 luglio 2019.
  35. ^ Sky Sport, Zion Williamson, il prescelto di Michael Jordan, su sport.sky.it. URL consultato il 25 luglio 2019.
  36. ^ (EN) Sources: Zion shoe deal richest ever for rookie, su ESPN.com, 24 luglio 2019. URL consultato il 30 luglio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]