Eseosa Desalu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eseosa Desalu
Eseosa Desalu 2015.jpg
Eseosa Desalu ai campionati mondiali militari 2015
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179 cm
Peso 62 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Velocità
Record
60 m 6"76 (indoor - 2015)
100 m 10"33 (2018)
200 m 20"13 (2018)
300 m 32"28 (2014)
400 m 46"87 (2016)
Società Fiamme Gialle
Carriera
Società
2007-2012Flag of None.svg Atletica Interflumina
2013-Fiamme Gialle
Nazionale
2014-Italia Italia8
Palmarès
Giochi del Mediterraneo 1 1 0
Mondiali militari 1 0 0
Europei juniores 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 agosto 2018

Eseosa Fostine Desalu, detto Fausto (Casalmaggiore, 19 febbraio 1994), è un velocista italiano di origine nigeriana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fino ai 17 anni Fausto Desalu ha vissuto a Breda Cisoni (frazione del comune di Sabbioneta, in Provincia di Mantova). I tempi del ragazzo, di origine nigeriana, sono considerati italiani dal 21 febbraio 2012.

Nel 2011 pur ancora nigeriano stabilisce la miglior prestazione italiana allievi sui 60 m hs indoor ad Ancona durante i campionati italiani di categoria. Il 17 luglio dello stesso anno, ad Aosta, realizza il record italiano allievi dei 200 m hs con il tempo di 24"46 e un vento contrario di -3,1 m/s.

Nel marzo 2012 partecipa alla sua prima nazionale nel triangolare Italia, Francia, Germania dove correrà i 200 metri indoor e giungerà 4º con 21"81. Nel luglio dello stesso anno, partecipa ai Mondiali juniores a Barcellona nei 200 m venendo squalificato per invasione di corsia dopo aver passato il turno in batteria. L'anno successivo si piazza 5º nella gara nei 200 m piani e vince il bronzo nella staffetta 4×100 metri ai Campionati europei juniores di Rieti.

Il 15 giugno 2014 ottiene la medaglia d'argento ai Giochi del Mediterraneo under 23 con il tempo di 20"78, dopo aver corso in batteria in 20"65 con +2,1 m/s. Il 14 agosto realizza il primato personale sui 200 m piani con 20"55 in occasione dei campionati europei a Zurigo. Il 7 settembre dello stesso anno corre i 300 m durante il meeting di Rieti, fermando il cronometro a 32"28, terza migliore prestazione italiana di sempre.

Nel maggio 2015 partecipa alla seconda edizione delle IAAF World Relays a Nassau, ma da li in avanti sarà fermato da una pubalgia che gli comprometterà l'intera stagione, compresi gli europei under 23 e i mondiali a Pechino. Ad ottobre partecipa ai giochi mondiali militari a Mungyeong, Corea del Sud. Il 7 ottobre vince la sua batteria in 21"10 realizzando il terzo tempo complessivo. Un paio di ore più tardi, vince la sua semifinale in un buon 20"71 (-0.7), seconda prestazione di carriera. Il giorno seguente vince la finale con il tempo di 20"64 (+1.7).

Apre il 2016 correndo un 400 a Modena e fermando il cronometro a 46"87. In giugno, vince a Rieti il titolo nazionale assoluto sui 200 metri correndo in 20"31, che ne fa il terzo specialista italiano di ogni tempo dietro Pietro Mennea e Andrew Howe. Partecipa quindi ai campionati europei ad Amsterdam, dove beneficia dell'accesso diretto alla semifinale perché detentore di una delle 12 migliori prestazioni in Europa. Nella sua semifinale arriva quarto con il tempo di 20"94 che lo vede eliminato; il 10 luglio non partecipa alla 4×100 m per infortunio. Il 16 agosto prende parte ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016, gareggiando nella batteria di qualificazione dei 200 m piani dove, in prima corsia paga una partenza troppo forte venendo rimontato proprio sul finale, e arriva quinto con il tempo di 20"65, venendo eliminato.

Il 2017 non è un anno fortunato: a causa di un infortunio, che non gli permetterà la qualificazione per i mondiali di Londra, la stagione viene compromessa. Desalu riesce comunque a vincere il titolo italiano dei 200 m piani a Trieste con 20"32 e il vento a favore di 2,2 m/s che non rende il tempo omologabile.

Il 28 giugno 2018, ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona, corre in ottava corsia la batteria dei 200 m in 20"25 con 2,6 m/s di vento a favore, solo Mennea corse più veloce, in tutte le condizioni. Il giorno dopo, Fausto vince l'argento in 20"77, preceduto solo dal campione mondiale Ramil Guliyev. Ai campionati europei di Berlino arriva finalmente la consacrazione di Fausto: l'8 agosto, non essendo tra i primi 12 atleti europei, deve correre la batteria che poi vincerà in 20"39, rallentando vistosamente gli ultimi metri. La sera stessa disputa la semifinale, giungendo secondo in 20"35 dietro alla spagnolo Bruno Hortelano ma precedendo l'olandese Churandy Martina e il britannico, campione europeo 2014, Adam Gemili. Nella finale l'atleta mantovano parte in settima corsia e dopo aver condotto un'ottima gara finisce sesto in 20"13, a pochi centesimi dal podio, diventando così il secondo atleta italiano di tutti i tempi dietro a Pietro Mennea.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2012 Mondiali juniores Spagna Barcellona 200 m piani Batteria sq
4×100 m Batteria 40"41 Miglior prestazione personale stagionale
2013 Europei juniores Italia Rieti 200 m piani 21"16
4×100 m Bronzo Bronzo 40"00
2014 Europei Svizzera Zurigo 200 m piani Semifinale 20"73
4×100 m Finale nf
2015 World Relays Bahamas Nassau 4×100 m 13º 39"23
Mondiali militari Corea del Sud Mungyeong 200 m piani Oro Oro 20"64
2016 Europei Paesi Bassi Amsterdam 200 m piani Semifinale 20"94
Giochi olimpici Brasile Rio de Janeiro 200 m piani Batteria 20"65
2017 World Relays Bahamas Nassau 4×100 m Batteria sq
2018 Giochi del
Mediterraneo
Spagna Tarragona 200 m piani Argento Argento 20"77
4×100 m Oro Oro 38"49 Record dei Giochi Miglior prestazione personale stagionale
Europei Germania Berlino 200 m piani 20"13 Miglior prestazione personale
4×100 m Batteria sq

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]