Christian Puggioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Christian Puggioni
[[File:Christian Puggioni
Puggioni at meeting with young team of sampdoria
|frameless|center|260x300px]]
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Benevento
Carriera
Giovanili
19??-19??Angelo Baiardo
19??-1999Sampdoria
Squadre di club1
1999-2000Sampdoria0 (-0)
2000-2001Varese1 (-0)
2001-2002Borgomanero33 (-28)
2003-2004Giulianova18 (-21)
2004-2007Pisa80 (-69)[1]
2007Reggina3 (-5)
2007-2008Perugia33 (-34)[2]
2008-2009Reggina16 (-23)
2009-2010Piacenza41 (-43)
2010-2011Reggina42 (-40)[3]
2011-2015Chievo41 (-49)
2015-2018Sampdoria30 (-47)
2018-Benevento13 (-25)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 maggio 2018

Christian Puggioni (Genova, 17 gennaio 1981) è un calciatore italiano, portiere del Benevento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Christian nasce a Genova il 17 gennaio 1981: il papà Antonello è originario della città di Bosa, provincia di Oristano, mentre la madre Franca è originaria di Santo Stefano d'Aveto.[4][5] È sposato con Elena, da cui ha avuto tre figli: Christopher Gabriel, Emmanuel e Mathias.[6] [7]

È tifoso della Sampdoria: per questo motivo nell'estate 2014 rifiutò di andare a giocare nel Genoa, gesto per cui, in occasione della gara di campionato tra Sampdoria e Chievo Verona, i tifosi della gradinata sud gli dedicarono uno striscione: Onore a chi rispetta il suo primo amore, Puggioni uno di noi. [8]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2007 diventa cittadino onorario di Reggio Calabria ricevendo l'onoreficenza direttamente dal sindaco Giuseppe Scopelliti per evidenti meriti sportivi a seguito della storica salvezza in Serie A della Reggina con una penalizzazione di 11 punti.[9]

Il 26 novembre 2017 viene investito dall'ASI del titolo di Cavaliere dello Sport quale massima attestazione per essere riuscito con la propria capacità, l'impegno lavorativo e l'onestà a rivalutare e mantenere vive le antiche tadizioni sociali e sportive della comunità. [10]


Nell'estate 2017 diventa testimonial per la Insuperabili Onlus e Reset Academy per promuovere le scuole calcio dedicate a ragazzi con disabilità cognitive e relazionali.[11][12]


Attività politica e sindacale[modifica | modifica wikitesto]

È rappresentante sindacale dal 2004 ed è stato nel consiglio direttivo nel quadriennio olimpico 2012/2016. Alle elezioni di maggio 2016 per la presidenza dell'Associazione Italiana Calciatori ha raccolto numerosi consensi, mettendo in forte discussione l'attuale presidente Damiano Tommasi. [13]

Nell'estate 2014 il Chievo Verona prova a imporgli il trasferimento al Genoa in uno scambio di portieri che avrebbe coinvolto anche Albano Bizzarri. Vista la sua fede calcistica blucerchiata, Puggioni si oppone al trasferimento suscitando le ire del presidente Luca Campedelli il quale ne ordina l'immediata messa fuori squadra e l'allontanamento dalla rosa.[14]Costretto ad allenarsi spesso la sera da solo e senza compagni tecnico e staff sanitario, Puggioni intenta una causa di mobbing contro la società clivense. Dopo 8 mesi di allenamenti in solitudine, il collegio arbitrale condannò la societa Chievo Verona per mobbing verso il calciatore. La questione ha fatto giurisprudenza, poichè è stato il primo caso di ricorso all'art.7 dell'accordo collettivo dopo la modifica del predetto articolo attuata dopo il caso Massimo Mutarelli. [15]

La laurea in legge[modifica | modifica wikitesto]

Laureando in legge, il 16 maggio 2015 è relatore al convegno Il mobbing nel calcio tenutosi presso la sede dell'Ordine degli Avvocati di Genova.[16]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Portiere completo, unisce una buona padronanza nel gioco coi piedi alla copertura degli spazi attraverso uscite tempestive. In porta risulta esplosivo ed abile nel comandare il reparto difensivo[17].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi: Samp, Varese, Borgomanero e Giulianova[modifica | modifica wikitesto]

Puggioni inizia a giocare a calcio all’età di 7 anni nell'Angelo Baiardo, società dilettantistica genovese,[18] da dove viene acquistato dalla Sampdoria all'età di 9 anni per la categoria Pulcini. Effettua tutto il settore giovanile, vestendo la casacca blucerchiata per 9 anni fino alla Primavera[19]. Nella stagione 1999-2000 viene promosso in prima squadra come terzo portiere e il 22 aprile 2000 è in panchina come secondo portiere nel match casalingo Sampdoria-Napoli valido per il campionato di serie B[20]. Contemporaneamente si impiega come operaio al porto di Genova[21], e riceve diverse convocazioni con la Nazionale Under-18, poi con l'Under-20.

Nella stagione 2000/2001 viene ceduto in prestito in Serie C1 al Varese, dove esordisce tra i professionisti il 1º ottobre 2000, vincendo il derby Varese-Como per 1-0[20]. All’inizio del campionato 2001-2002 si svincola dalla Sampdoria e firma per una stagione con il Borgomanero, in Serie D. Disputa un intero campionato, collezionando 33 presenze e stabilendo il record stagionale di imbattibilità mantenendo la porta inviolata per circa 700 minuti[19].

Nella stagione successiva, inizia ad allenarsi con l'Equipe Romagna, per poi trasferirsi in Portogallo allo Sporting Lisbona di Cristiano Ronaldo, dove resta per oltre due mesi per un provino. L'affare non si concretizza per un tecnicismo burocatico e nel luglio 2003 Puggioni[19] ricomincia dal Giulianova, in serie C1. Partito inizialmente come riserva, a gennaio si guadagna i gradi di titolare, contribuendo al raggiungimento della salvezza con 19 presenze.

Pisa, Reggina ed i prestiti a Perugia e Piacenza[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2004 approda al Pisa; in breve ne diventa capitano[22] e vi rimane per 3 stagioni, fino al gennaio 2007. Nelle prime 20 gare di campionato incassa solo 5 gol, ed è il portiere meno battuto d'Europa[23]: il record a fine gennaio gli vale la chiamata dalla Reggina, con cui esordisce in Serie A il 4 marzo nella gara contro il Parma[20]. In quei quattro mesi contribuisce alla salvezza della Reggina (partita con una penalizzazione di 11 punti), diventando cittadino onorario della città di Reggio Calabria il 27 maggio 2007[24].

A luglio 2007 verrà ceduto in prestito al Perugia in Serie C1 con cui disputerà i play-off per la promozione in serie B e verrà premiato come miglior giocatore della stagione con il premio "miglior grifone dell'anno".[25]La Reggina lo richiama per disputare il campionato di Serie A e gennaio diventerà titolare al posto di Andrea Campagnolo giocando tutto il girone di ritorno.

Nel luglio 2009 si trasferisce in prestito al Piacenza confermandosi uno dei migliori portieri della serie cadetta alle spalle solo di Francesco Antonioli e Matteo Sereni. Infatti la Reggina lo richiamerà nella sua formazione titolare facendogli firmare il prolungamento di contratto fino a giugno 2013[26][27]. Nella stagione 2010-2011 disputa i play-off per la promozione in Serie A e viene eletto MVP dell'anno dal pubblico reggino[28].

Chievo[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 agosto 2011, dopo 4 anni sullo Stretto[29], viene ufficializzato il suo passaggio al Chievo, in Serie A[30], dove firma un contratto che lo lega alla società clivense fino a giugno 2014. A gennaio della stagione 2012-2013 diventa titolare e, grazie alle sue ottime prestazioni, nell'estate prolunga il proprio contratto fino a giugno 2016[31]. Inizia da titolare anche la stagione 2013-2014, nella quale stabilisce sia il record personale di imbattibilità nella massima serie sia quello nella storia del ChievoVerona, con 515 minuti senza subire reti[32]; chiuderà la stagione con 23 presenze[33].

La stagione successiva viene estromesso dalla rosa a seguito del suo rifiuto a trasferirsi al Genoa[34], dovuto alla militanza in blucerchiato e alla sua fede calcistica. Per questo motivo la tifoseria della Sampdoria (squadra di cui è tifoso)[35] gli dedica uno striscione nel corso della partita con il Chievo del 24 settembre 2014[36]. In virtù della ingiusta esclusione dalla rosa, Puggioni intenta una causa per mobbing che lo vedrà vincitore nei confronti del ChievoVerona, che si vedrà condannato a pagare oltre che lo stipendio normale una somma aggiuntiva (quantificata dal collegio arbitrale) pari alla misura del 20% del contratto lordo a titolo di risarcimento danni[37][38][39]. A seguito della pronuncia del collegio arbitrale e del forzato reintegro in rosa, le due parti risolveranno consensualmente il loro contratto di lavoro[40].

Il ritorno alla Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Il 1 luglio 2015 torna dopo quindici anni nella squadra dov'è cresciuto calcisticamente e per la quale fa il tifo, la Sampdoria[41]. Nella stagione 2016/2017, precisamente il 22 ottobre 2016, farà il suo esordio da titolare in maglia blucerchiata nella vittoria 2-1 nel 113° Derby della Lanterna[42]. A fine stagione risulterà essere il portiere utilizzato maggiormente sia in campionato che in Coppa Italia e in virtù delle sue ottime prestazioni il 1º febbraio 2017 rinnoverà il proprio contratto fino a giugno 2019[43][44][45]. Inizia la stagione 2017/2018 da titolare giocando le prime 9 partite di campionato e le prime tre sfide di coppa italia per poi essere ceduto a fine Gennaio 2018 al Benevento Calcio. Nella sua ultima stagione in blucerchiato si toglierà la soddisfazione di aver vinto tre derby consecutivi, di cui uno da assoluto protagonista, e di aver stabilito il nuovo record di vittorie consecutive casalinghe battendo anche la storica formazione blucerchiata che vinse lo scudetto. [46] [47]

Benevento[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2018, ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato della stagione, si trasferisce a titolo definitivo al Benevento firmando un contratto che lo lega alla società sannita fino a Giugno 2020.[48] Esordisce il 4 febbraio con la maglia delle Streghe in occasione del derby Campano, finito 0-2 per il Napoli.[49] Il 21 aprile è assoluto protagonista nella prima storica vittoria esterna nella massima serie ottenuta dal Benevento Calcio a San Siro contro il Milan, risultando uomo partita Sky. [50] [51]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 12 maggio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Italia Sampdoria B 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
2000-2001 Italia Varese C1 1 -0 CI+CI-C 0 -0 - - - - - - 1 -0
2001-2002 Italia Borgomanero D 33 -28 CI-D 0 -0 - - - - - - 33 -28
2003-2004 Italia Giulianova C1 18 -21 CI-C 1 -0 - - - - - - 19 -21
2004-2005 Italia Pisa C1 28 -22 CI-C 4 -1 - - - - - - 32 -23
2005-2006 C1 33+2[52] -42 + -2[52] CI+CI-C 2+0 -2 - - - - - - 37 -46
2006-gen. 2007 C1 19 -5 CI-C 2 -1 - - - - - - 21 -6
Totale Pisa 80+2 -69 + -2 8 -4 - - - - 90 -75
gen.-giu. 2007 Italia Reggina A 3 -5 CI - - - - - - - - 3 -5
2007-2008 Italia Perugia C1 33+2[53] -34 + -3[53] CI-C 1 -2 - - - - - - 36 -39
2008-2009 Italia Reggina A 16 -23 CI 1 -0 - - - - - - 17 -23
2009-2010 Italia Piacenza B 41 -43 CI 1 -3 - - - - - - 42 -46
2010-2011 Italia Reggina B 42+2[53] -40 + -2[53] CI 1 -0 - - - - - - 45 -42
ago. 2011 B 0 -0 CI 1 -0 - - - - - - 1 -0
Totale Reggina 61+2 -68 + -2 3 -0 - - - - 66 -70
ago. 2011-2012 Italia Chievo A 1 -0 CI 3 -2 - - - - - - 4 -2
2012-2013 A 17 -17 CI 1 -1 - - - - - - 18 -18
2013-2014 A 23 -32 CI 1 -0 - - - - - - 24 -32
2014-2015 A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
Totale Chievo 41 -49 5 -3 - - - - 46 -52
2015-2016 Italia Sampdoria A 0 -0 CI 0 -0 UEL 0 -0 - - - 0 -0
2016-2017 A 21 -35 CI 2 -4 - - - - - - 23 -39
2017-gen. 2018 A 9 -12 CI 3 -4 - - - - - - 12 -16
Totale Sampdoria 30 -47 5 -8 - - - - 35 -55
gen.-giu. 2018 Italia Benevento A 13 -25 CI - - - - - - - - 13 -25
Totale Carriera 351+6 -383 + -8 23 -20 - - - - 380 -411

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 82 (-71) se si comprendono i playout.
  2. ^ 35 (-37) se si comprendono i playoff.
  3. ^ 44 (-42) se si comprendono i playoff.
  4. ^ Redazione MondoCalcio, A proposito di...Christian Puggioni [collegamento interrotto], su mondocalcio.info, 19 settembre 2013. URL consultato il 19 ottobre 2014.
  5. ^ Che festa a Santo Stefano d'Aveto: Puggioni ospite d'onore del Sampdoria club Val d'Aveto Sampdoria.it
  6. ^ È nato un nuovo Sampdoriano: benvenuto Mathias Puggioni Sampdoria.it
  7. ^ Elena Ripamonti anche le top model diventano mamme Nichylove.com
  8. ^ Puggioni cuore Samp: no al Genoa e oggi in curva... Gianlucadimarzio.com
  9. ^ La dura legge del portiere universitario Repubblica.it
  10. ^ Sampdoria, il portiere blucerchiato Puggioni nominato Cavaliere dello Sport Primocanale.it
  11. ^ La Genova Calcio festeggia il Natale con Puggioni e gli Insuperabili Sampdoria.it
  12. ^ Reset Academy Insuperabili Resetacademy.it
  13. ^ Calcio, l'Aic al voto, Puggioni sfida Tommasi: è ora di cambiare Corriere.it
  14. ^ Puggioni: "Mi hanno messo fuori rosa perchè ho rifiutato il Genoa" Tuttochievoverona.it
  15. ^ Sono doriano, non vado "Puggioni vince la causa"Repubblica.it
  16. ^ Sono doriano, non vado Repubblica.it
  17. ^ Fuori (rosa) Sorrentino, dentro Puggioni Corriere.it
  18. ^ La Samp pensa al dopo Curci duello tra Ujkani e Puggioni Repubblica.it
  19. ^ a b c Paolo Tomaselli, La rincorsa di Puggioni: «Pagavo per giocare, ora paro in A», in Il Corriere della Sera, 3 marzo 2009. URL consultato il 27 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2015).
  20. ^ a b c Statistiche su aic.football.it
  21. ^ Un genovese alla corte di Corini per Puggioni sempre aria di derby, La Repubblica, 28 aprile 2013, pag.11 - sez. Genova
  22. ^ Puggioni capitano coraggioso ma la nave ormai è piena di falle, Il Tirreno, 22 dicembre 2005, pag.12
  23. ^ Puggioni: "A lavorare? Io l'ho fatto", La Gazzetta dello Sport, 6 maggio 2010
  24. ^ Reggina, cittadinanza onoraria per staff e giocatori Tuttomercatoweb.com
  25. ^ Miglior Grifone della stagione[collegamento interrotto] Tifogrifo.com
  26. ^ PUGGIONI, rinnovo fino al 2013 Tuttoreggina.com
  27. ^ Rosa 2009-2010 Storiapiacenza1919.it
  28. ^ I tifosi incoronano Puggioni "Rapporto viscerale con Reggio"[collegamento interrotto] Regginacalcio.com
  29. ^ Quella corsa dritta al cuore... Reggionelpallone.net
  30. ^ Puggioni al Chievo Archiviato il 7 aprile 2014 in Internet Archive. Chievoverona.it
  31. ^ Chievo Verona: è ufficiale il rinnovo di Puggioni Archiviato il 25 maggio 2014 in Internet Archive. Corrieredellasera.it
  32. ^ La Samp passa al Bentegodi con Eder Tggialloblu.it
  33. ^ Chievomania: lo strano caso Puggioni Calciomercato.com
  34. ^ Puggioni: "Mi hanno messo fuori rosa perché ho rifiutato il Genoa" Tuttochievoverona.it
  35. ^ Dario Freccero, Puggioni, portiere-ultras: «Che gioia tifare nella Sud», su Il Secolo XIX, 30 settembre 2014. URL consultato il 1º febbraio 2017.
  36. ^ La Sud dedica uno striscione a Puggioni, Sampdorianews.net.
  37. ^ Chievo, Puggioni rientra in rosa: avrà il risarcimento dei danni Gazzetta.it
  38. ^ "Sono doriano, non vado" Puggioni vince la causa
  39. ^ Puggioni a CalcioWeb: "Alla Samp vivo un sogno. Reggina? Sempre riconoscente. E sul no al Genoa..."
  40. ^ Ufficiale: risoluzione del contratto per Puggioni Archiviato il 8 luglio 2015 in Internet Archive.
  41. ^ Puggioni uno di noi: il portiere è blucerchiato Sampdoria.it
  42. ^ Nicolo Schira, La favola di Puggioni: la Samp vince il derby con il portiere-tifoso di 35 anni. E che andò fuori rosa per il no al Genoa, su GazzaMercato, 22 ottobre 2016. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  43. ^ Paolo Priolo, Puggioni, rinnovo fino al 2019: è ufficiale, su SampNews24, 1º febbraio 2017. URL consultato il 1º febbraio 2017.
  44. ^ Marco Lignana, Sampdoria, una porta per due, tocca ancora a Puggioni, su la Repubblica, 13 gennaio 2017. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  45. ^ Francesco Gambaro, Sampdoria-Empoli 0-0: Puggioni para un rigore a Mchedlidze, su La Gazzetta dello Sport, 15 gennaio 2017. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  46. ^ Samp-Genoa: Giampaolo vuole il quarto derby di fila, ma Ballardini nella stracittadina è imbattuto Il Messaggero.it
  47. ^ Poker della Sampdoria al Chievo: record di vittorie consecutive in casa Il Mattino
  48. ^ Dario Freccero, Puggioni a Benevento, alla Samp arriva Belec (XML), su IlSecoloXIX.it, 31 gennaio 2018. URL consultato il 1º febbraio 2018.
  49. ^ Gianluca Monti, Benevento-Napoli 0-2: gol di Mertens e Hamsik, infortunio al belga, su La Gazzetta dello Sport, 4 febbraio 2018. URL consultato il 26 febbraio 2018.
  50. ^ Benevento, che impresa: storica vittoria a San Siro Ottopagine.it
  51. ^ Milan Benevento 0-1 Sport.Sky.it
  52. ^ a b Play-out.
  53. ^ a b c d Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]