Minni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Minni
Minni e Paperina
Minni e Paperina
Universo Disney
Nome orig. Minerva "Minnie" Mouse
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore The Walt Disney Company
1ª app. 15 maggio 1928
1ª app. in L'aereo impazzito
Voci orig.
Voci italiane
Specie Topo
Sesso Femmina
Parenti

Minni (o Minnie, chiamata anche raramente Topolina) è un personaggio dell'universo di Topolino presente nei cartoni animati, nei fumetti e nelle pubblicazioni della Walt Disney Company. La storia a fumetti Topolino e il mistero delle collane di Merrill De Maris e Floyd Gottfredson (pubblicata in Italia nel 1946) le diede per la prima volta il nome completo di Minerva Mouse. Minerva è stato da allora un nome ricorrente per identificarla.

La precedente storia a fumetti Topolino e il bel gagà (pubblicata in Italia nel 1936) introduce suo padre Marcus Mouse e la sua madre innominata, entrambi agricoltori. La stessa storia comprende fotografie dei suoi nonni Marshall Mouse e Matilda. I suoi parenti più conosciuti rimangono tuttavia lo zio Mortimer e le sue nipoti, Millie e Melody In alcune apparizioni, Minni è presentata come una cara amica di Paperina.

Origini del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1928, Walt Disney ed Ub Iwerks creano Topolino per recitare al posto del loro personaggio precedente, Oswald the Lucky Rabbit. Ma Topolino non è, da solo, in grado di riempire questo vuoto.

Tra i pochi elementi distintivi del personaggio di Oswald, sviluppati prima del suo trasloco agli Universal Studios, c'era la costante ricerca di un'anima gemella; dunque, perché Topolino potesse emulare il suo predecessore nelle peripezie d'amore, qualcuno doveva prendere il posto dei tanti amori di Oswald. Questo rimpiazzamento in Miss Rabbit, Miss Cottontail, Fanny e un incerto numero di infermiere senza nome stava per dare origine a Minni.

Minni, a cui a quel tempo non era ancora stato dato un nome, era disegnata nei panni di una "flapper", una giovane irriverente nel vestire e decisamente fuori dagli schemi degli anni venti. Era probabilmente voluto che seguisse le mode della cultura giovanile di allora in modo da aumentare il suo indice di gradimento.

Topolino e Minnie debuttarono insieme in "L'aereo impazzito", un cartone animato del maggio 1928. Minnie è invitata ad accompagnare Topolino nel primo volo del suo aeroplano. Accetta l'invito ma non la sua richiesta di un bacio a metà del volo. Topolino alla fine costringe Minni a baciarlo, ma l'unico risultato che ottiene è che lei si getta dal velivolo con il paracadute. Questo primo filmato la ritraeva dunque in certo senso riservata e sfuggente alle attenzioni del suo potenziale fidanzato e capace di sfuggire alla sua presa.

Nel debutto, comunque, la coppia appariva già in confidenza. Il successivo filmato che li vide protagonisti fu Topolino gaucho. Il filmato fu il secondo della serie ad essere prodotto ma solo il terzo ad essere rilasciato il 30 dicembre 1928. Troviamo Minnie come cameriera e ballerina del "Cantina Argentina", bar e ristorante nelle Pampas dell'Argentina. Balla il tango per Topolino il gaucho e per Pietro Gambadilegno il fuorilegge. Entrambi le fanno la corte, ma quest'ultimo intende rapirla mentre il primo vuole portare in salvo la damigella in difficoltà a causa di Gambadilegno. Tutti e tre i personaggi appaiono stranieri che si conoscono per la prima volta.

Essi apparvero insieme un'altra volta in "Steamboat Willie", il terzo corto della serie ad essere prodotto ma rilasciato per secondo il 18 novembre 1928. Gambadilegno è il capitano del battello a vapore, Topolino l'unico membro della ciurma e Minnie la loro unica passeggera. Questo è il primo cartone sonoro della coppia di topi antropomorfi.

Minni spesso viene presa da gambadilegno e legata e imbavagliata.

Una co-protagonista ricorrente[modifica | modifica wikitesto]

Il successo commerciale di Willie aiutò a presentare Topolino e Minnie al pubblico. Altri dodici film con Topolino furono prodotti nel 1929, ma Minni era co-protagonista solo in sette ed era unicamente menzionata in un ottavo.

Il primo fu "The Barn Dance", rilasciato per la prima volta il 14 marzo 1929. Minnie è al centro dell'attenzione mentre Topolino e Gambadilegno rivaleggiano per ottenere la sua attenzione. Entrambi si offrono di ballare con lei, ma lei preferisce la nuovissima automobile di Gambadilegno al carretto di Topolino. Quando l'automobile va in panne si accontenta di andare con Topolino e sale sulla sua automobile. Quest'ultimo si dimostra un goffo partner di ballo, che le pesta ripetutamente i piedi, e così si rivolge di nuovo a Pietro. Resta sorpresa quando Topolino le chiede un altro ballo e sembra essere molto leggero ballando. Tuttavia è disgustata quando Gambadilegno nota che il suo rivale ha messo un palloncino nei suoi pantaloni. Riprende a ballare con Pietro mentre Topolino è ridotto a piangere sulla pista da ballo. Minnie dimostra di essere piuttosto esigente come partner in una relazione romantica. Topolino ovviamente deve ancora rivendicarla come fidanzata a questo punto.

"The Opry House", rilasciato per la prima volta il 28 marzo 1929, è stato il primo corto a mostrare Topolino ma non Minnie. Un poster, tuttavia, menziona Minnie come membro del club delle "Yankee Doodle Girls". Il gruppo successivo di artisti femminili restarono personaggi non più visti ed ebbero una vita breve. Minnie appare ancora in Via il gatto, Topolino balla (When the Cat's Away), rilasciato per la prima volta l'11 aprile 1929. Si trova ad una festa con Topolino e molti altri topi. Il corto mostrava una raffigurazione inusuale di Minnie e Topolino, mostrando taglia e parti dei normali topi. Il normale uso prima e dopo questo corto fu di mostrarli con la taglia di un essere umano piuttosto basso.

Minnie fu vista ancora in "L'aratro di Topolino" (The Plow Boy), rilasciato per la prima volta il 9 maggio 1929, dove interpreta una contadina. Tuttavia, chiede a Topolino di mungere per lei la sua mucca Clarabella. Quando Topolino le si presenta con un secchio pieno di latte e prova a baciarla, Minnie risponde colpendolo in testa con il secchio. Questo di fronte al suo cavallo Orazio Cavezza che ha appena fatto il suo debutto. Minnie ovviamente allora non apprezzava molto l'affetto di Topolino.

Il loro approccio alla vita contadina si dimostrò di breve vita. La loro successiva apparizione in "The Karnival Kid" (23 maggio 1929) vedeva Topolino come un venditore di hot dog e Minnie come una danzatrice. Minnie appare poi come una suonatrice di flauto in "Mickey's Choo Choo" (26 giugno 1929).

"Minnie's Yoo Hoo"[modifica | modifica wikitesto]

La sua successiva apparizione fu molto più significativa. "Le follie di Topolino" (Mickey's Follies) (26 giugno 1929), vede la sua prima performance della canzone "Minnie's Yoo Hoo." "Il ragazzo che chiamano Topolino" per la prima volta ottiene un pubblico a cui spiegare per la prima volta che ha "un tesoro" che non è "né grassa né magra" e a cui proclamare orgogliosamente che "Lei è la mia piccola Minnie". Topolino procede poi a spiegare le sue reazioni alla chiamata di Minnie.

La canzone stabilisce fermamente che Topolino e Minnie sono una coppia ed esprime l'importanza che Minnie ha per il suo partner. Presto diventerà la sigla delle loro serie.

La Damigella in pericolo[modifica | modifica wikitesto]

La sua ultima apparizione per quell'anno fu in "Wild Waves" (rilasciato per la prima volta il 15 agosto 1929). Minni sta trascorrendo una giornata alla spiaggia con Topolino. Le loro attività di canto e ballo sono presto interrotte quando Minnie è spazzata in mare da un'onda. Chiama aiuto e sembra affogare. Topolino usa una scialuppa per salvarla e la riporta sulla riva, ma Minnie è ancora visibilmente scossa dall'esperienza. Topolino inizia a cantare la canzone di "Rocked in the Cradle of the Deep", una ballata marinara, in un apparente sforzo di tirarla su. Minnie si risveglia e il corto termina. Questa è la prima volta in cui Minnie si trova in pericolo ed è poi salvata dal suo nuovo fidanzato. Non sarà l'ultima.

Infatti questo fu il caso nella sua nuova apparizione in "The Cactus Kid" (11 aprile 1930).

Nonostante il titolo implichi che il corto fosse stato inteso come la parodia di un film western, esso è considerato più o meno un remake di Topolino gaucho ambientato in Messico invece che in Argentina. Minnie interpreta di nuovo la danzatrice della taverna locale che è rapita da Pedro Gambadilegno (nella sua prima apparizione con una gamba di legno). Topolino viene a salvarla di nuovo. Il corto è considerato significativo per essere l'ultimo corto con Topolino e Minni ad essere animato da Ub Iwerks.

"Topolino ballerino" (11 luglio 1930) vede Minnie in una barn dance insieme con Topolino, Orazio e Clarabella. Tra di loro Clarabella sembra essere la vera protagonista del corto. Il Direttore Burton Gillett inserì un altro divertente personaggio nella serie, dimostrando che la produzione poteva andare avanti anche senza Iwerks. Questa è stata la prima volta che Minnie è stata affiancata da una co-protagonista femminile.

In Topolino pompiere (6 agosto 1930) Minnie è intrappolata in un hotel che va a fuoco. Passa la durata del corto in pericolo mortale, ma è salvata dai pompieri con a capo Topolino. Orazio Cavezza è tra i pompieri. Una mucca non nominata sullo sfondo è probabilmente Clarabella che fa un cameo. La musica del corto era, appropriatamente, la sigla di "There'll Be A Hot Time In The Old Town Tonight." (Ci sarà un tempo caldo nella vecchia città stasera).

Il successivo ingresso nella serie è considerato curioso: Topolino e il gorilla (1º ottobre 1930). Il corto inizia con Beppo il Gorilla che scappa da uno zoo. Topolino ne viene a conoscenza ed è spaventato. Telefona Minnie per avvertirla del pericoloso gorilla in giro per le strade. Minnie è indifferente e suona il pianoforte facendosi ascoltare da Topolino tramite il telefono e non è affatto spaventata. I suoi motivi sono interrotti dal suo grido e Topolino accorre alla sua abitazione per salvarla. Intanto Beppo ha avvolto Minnie in una fune e la tiene come ostaggio. Topolino affronta il gorilla e salva ancora una volta la damigella in pericolo. Il corto termina con Minnie e Topolino che avvolgono con la fune il gorilla. Il pubblico moderno ha commentato riguardo alla presenza di elementi di schiavitù nel corto e riguardo alle misteriose motivazioni di Beppo. Da notarsi che il tema del rapimento da parte di un gorilla è qui presente, tre anni prima del film King Kong del 1933.

Arriva un cucciolo[modifica | modifica wikitesto]

In Il picnic di Topolino (14 novembre 1930), Minnie presenta al suo fidanzato il suo nuovo cagnolino Rover. È in realtà Pluto nella sua prima apparizione come personaggio individuale. Due mastini da guardia non nominati molto simili a Pluto erano già apparsi precedentemente in "The Chain Gang" (18 agosto 1930) che vedeva Topolino in prigione senza Minnie al suo fianco. Diversamente, il corto vede un tipico picnic tormentato dagli animali della foresta e portato ad una fine prematura da una pioggia improvvisa.

L'apparizione finale di Minnie durante l'anno fu "Topolino e i pellerossi" (10 dicembre 1930). Il corto vedeva Minnie ed il suo ragazzo come coloni pionieri diretti al Vecchio West Americano guidando un vagone coperto in un treno vagoni. Sono d'improvviso attaccati dagli Indiani d'America, una trama basilare per i film Western di allora. Mentre i loro uomini sono scappati o sono stati scuoiati, Minnie è catturata viva. Topolino prova a salvarla solo per essere a sua volta catturato. Al contrario dei loro normali ruoli, Minnie salva dai suoi catturatori e salva il suo ragazzo. Poi si vestono da soldati dell'Esercito degli Stati Uniti. La loro semplice apparizione si dimostra sufficiente a far scappare l'intera tribù sui colli. La coppia di topi è trionfante alla fine. Il corto è stato criticato per la descrizione dei Nativi Americani come predatori piuttosto bestiali.

Minnie oggi[modifica | modifica wikitesto]

Da allora è stata co-protagonista con Topolino, Pluto e Figaro, il gatto di Minnie che ha debuttato in Pinocchio.

È stata la protagonista di uno speciale televisivo chiamato "Totally Minnie" e di molti cartoni animati con Topolino e a volte Pippo.

In "House of Mouse" Minnie si occupa di dirigere il locale, mentre Topolino fa il presentatore.

Appare nella serie di videogiochi Kingdom Hearts come la Regina del Castello Disney, con Topolino che interpreta il Re suo marito. Dopo aver letto una lettera dello scomparso Re Topolino, manda Paperino e Pippo in missione per trovare Topolino e il custode del Keyblade. Nel secondo gioco della serie, Kingdom Hearts II, c'è una missione in cui i personaggi principali devono viaggiare attraverso il Castello Disney come guardie del corpo di Minnie. Durante questo periodo, Minnie mostra abilità di maga, facendo un incantesimo contro un Heartless che attacca.

Nel film "Topolino Paperino Pippo: I Tre Moschettieri" (uscito solo sul mercato dell'home video), Minnie interpreta il ruolo della principessa di Francia, che sogna continuamente il suo vero amore. È anche l'unica monarca a scontrarsi con i piani di Gambadilegno, che non può impossessarsi del regno se non si sbarazza di lei. È interessante che per questo particolare film, Minnie è disegnata con un hair bang, che non appare in alcun cartone successivo.

Per un certo periodo ha tenuto sul settimanale Topolino una rubrica di posta e piccoli consigli chiamata l'angolo di Minni, sponsorizzato dalla Knorr, di cui ha mantenuto poi solo il nome, essendo stata sostituita dalla graziosa Knorella, da lei stessa presentata.

Minni viene spesso rappresentata come damigella in pericolo, anche spesso legata e imbavagliata, come in Topolino e il mondo che verrà.

Nei parchi a tema[modifica | modifica wikitesto]

Minni al Magic Kingdom

Minnie è il terzo personaggio più richiesto ai parchi tematici Disney;[senza fonte] il più popolare è naturalmente Topolino.

Si può visitare la "casa" di Minnie a Disneyland in California, al Magic Kingdom in Florida e a Disneyland a Tokyo in Giappone.

Apparizioni cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

1928[modifica | modifica wikitesto]

1929[modifica | modifica wikitesto]

1930[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]