Topolino e la magia del Natale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Topolino e la magia del Natale
Topolinо e la magia del Natale.png
Titolo originale
Titolo originale Mickey's Once Upon a Christmas
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1999
Durata 66 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.78:1
Genere animazione, commedia, fantastico
Regia Jun Falkenstein, Alex Mann, Bradley Raymond, Toby Shelton, Bill Speers
Sceneggiatura Charlie Cohen, Scott Gorden, Tom Nance, Carter Crocker, Richard Cray, Temple Mathews, Thomas Hart, Eddie Guzelian, Alex Mann
Casa di produzione Walt Disney Television Animation
Distribuzione (Italia) Buena Vista Home Entertainment
Storyboard Kurt Anderson, Keith Baxter, Theresa Cullen, Bob Foster, Jason Lethcoe, Lonnie Lloyd, Linda Miller, Rossen Varbanov, Marty Warner
Art director Seiki Tamura
Character design Ritsuko Notani
Animatori Scott Glynn, Sean Newton, Dave Quesnelle, Marc Sevier, Nuranee Shaw, Nick Vallinakis
Montaggio Elen Orson
Effetti speciali Russell Heyman
Musiche J. Eric Schmidt
Scenografia Riccardo Durante
Sfondi Don Gauthier, Ian Hastings
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Episodi
  • L'incubo di Natale, di Alex Mann e Bradley Raymond
  • Il Natale di Pippo, di Jun Falkenstein e Bill Speers
  • Topolino, Minni e il dono dei Magi, di Toby Shelton

Topolino e la magia del Natale (Mickey's Once Upon a Christmas) è un film del 1999 diretto da registi vari. È un film d'animazione natalizio direct-to-video prodotto dalla Walt Disney Home Video.[1] I protagonisti sono Paperino, Qui, Quo, Qua, Pippo, Max, Topolino e Minni. Il film si suddivide in tre segmenti separati, narrati da Kelsey Grammer (in italiano da Michele Kalamera). Un sequel, intitolato Topolino - Strepitoso Natale!, uscì nel 2004.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'incubo di Natale[modifica | modifica sorgente]

Qui, Quo e Qua si svegliano la mattina di Natale e aprono i regali, anche se avrebbero dovuto aspettare prima l'arrivo di Paperina, Zio Paperone e Zia Gurtie. Dopo che i ragazzi hanno giocato con le loro nuove slitte regalategli da Paperino (senza leggere il biglietto incluso), hanno avuto un pranzo di Natale e hanno cantato, è giunto il momento per loro di andare a letto. Dopo aver apprezzato immensamente il giorno, i ragazzi desiderano allora che sia Natale tutti i giorni. Il loro desiderio viene esaudito e in un primo momento i tre ne sono felici. Dopo qualche giorno, però, cominciano ad essere nauseati del Natale, così che poi decidono di cambiare il corso della giornata facendo scherzi e dispetti, compreso scambiare il tacchino cotto con uno vivo sul tavolo da pranzo. La giornata si rivela essere un cattivo Natale per tutti, specialmente Paperino. Dopo aver appreso quanto sia stato difficile per la loro famiglia cercare di rendere la festività migliore per loro, i ragazzi si sentono in colpa per i loro scherzi. Poi decidono di fare ammenda e fanno diventare il giorno successivo il miglior giorno di Natale di sempre, mettendo così fine al ciclo temporale.

Il Natale di Pippo[modifica | modifica sorgente]

Pippo e Max stanno inviando una lettera a Babbo Natale. Tuttavia, non appena tornano a casa, Pietro Gambadilegno, il vicino di casa, dice a Max che Babbo Natale non esiste: "Prova a riflettere. Un vecchio con la barba, con il costume rosso, capace di farti il giro di tutto il globo in una notte, trasportato da renne volanti? Via, è praticamente impossibile! Senti, ragazzo, io ho girato il mondo, capisci? Sono stato praticamente dappertutto, perfino a Brooklyn, e non ho mai conosciuto nessuno che avesse visto questo famoso Babbo Natale". Le cose peggiorano quando Pippo si traveste da Babbo Natale per alcuni bambini e Max scopre che lo ha ingannato. Pippo è determinato a dimostrare a Max che Babbo Natale esiste, e sta addirittura sveglio per tutta la Vigilia di Natale a tenere d'occhio il tetto per lui. Ma dopo essere caduto dal tetto, Pippo abbandona la speranza dell'arrivo di Babbo Natale. Ora, Max fa tutto quello che Pippo ha fatto per fare felice suo padre, travestendosi anche da Babbo Natale. Alla fine, il vero Babbo Natale arriva davvero e dà a Max il regalo che lui aveva chiesto precedentemente (e soffia un po' di neve sulla casa di Pietro quando l'astuto vicino di casa cerca di lusingare la leggendaria figura). Questo segmento di Topolino e la magia del Natale precede cronologicamente la serie a cartoni animati Ecco Pippo.

Topolino, Minni e il dono dei Magi[modifica | modifica sorgente]

Basato sul racconto di O. Henry. Topolino vuole regalare a Minni una catena d'oro per il suo orologio, così lavora presso la Rivendita di Alberi di Natale di Pietro il pazzo. Anche Minni vuole regalare a Topolino qualcosa di speciale per Natale, così lavora duramente per ottenere il bonus speciale. Tuttavia, Pietro (il rigido e avido capo di Topolino) prende tutti i soldi di Topolino quando lui rovina la sua possibilità di vendere un costoso abete da 3 metri a una famiglia povera, e il bonus di Minni si rivela essere nient'altro che una torta ai canditi. Dopo aver suonato per una raccolta di giocattoli di beneficenza con i Firehouse Five, Topolino ha l'idea di scambiare la sua armonica per la catena. Tornato a casa di Minni, Topolino dà a Minni la catena per l'orologio e Minnie gli dà una custodia per la sua armonica. Naturalmente, l'ironia è che Minni non ha più il suo orologio, proprio come Topolino non ha più la sua armonica, così i doni sono essenzialmente inutili. Come nel classico Dono dei Magi su cui questo adattamento - scritto da Richard Cray - si basa, il pensiero dietro a ogni dono è ciò che conta.[2]

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

VHS[modifica | modifica sorgente]

Prima edizione[modifica | modifica sorgente]

La prima e unica edizione VHS del film uscì in Italia nel dicembre 1999.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

La videocassetta conteneva il film in formato 4:3 pan-and-scan, con audio Dolby Surround.

DVD[modifica | modifica sorgente]

Prima edizione[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione DVD del film uscì il 2 dicembre 2003. Il DVD presenta il film nel suo formato originale in 16:9.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]
  • Lingue in Dolby Digital 5.1: inglese e italiano;
  • Sottotitoli in inglese e italiano;
  • Contenuto speciale: Storybook.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mickey's Once Upon a Christmas | Disney Movies
  2. ^ http://www.blockbusteronline.com/movies/mickeys-once-upon-a-christmas.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]