Paperinika

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paperinika
Lingua orig. Italiano
Alter ego Paperina
Autori
Editore The Walt Disney Company
1ª app. aprile 1973
1ª app. in Topolino n. 906 – Paperinika e il filo di Arianna
Sesso Femmina

Paperinika è l'identità segreta di Paperina, creata da Guido Martina e Giorgio Cavazzano. È apparsa per la prima volta in Paperinika e il filo di Arianna, storia pubblicata su Topolino n. 906.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Paperinika è la controparte femminile del famoso Paperinik e paladina del gentil sesso, nonché femminista esagerata. Lei e Paperinik combattono l'uno contro l'altro (ad esempio, nella storia Paperinika contro Paperinik). Nella storia Paperinika e il filo di Arianna il suo costume è di colore blu, mentre in Paperinika contro Paperinik diventa rosso. Nella sua terza avventura, Paperinika e la selvaggia banda dei mekanos, curiosamente indossa un costume simile a quello di Paperinik, ma nelle successive ritornerà ad indossare la versione della sua seconda apparizione.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Prime apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Paperina decide di creare la sua identità segreta in seguito a un dibattito femminista con l'amica Genialina Edy Son. Da quest'ultima si fa progettare speciali congegni che la aiutano nelle missioni, missioni che affronta a bordo di un'auto e una moto che Genialina ha truccato.

Negli anni più recenti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una lunga assenza dalle pagine di Topolino, Paperinika riappare con la storia Il ritorno di Paperinika, pubblicata su Topolino n.2678, e le viene dedicata anche la copertina. In questa occasione la Banda Bassotti ruba il prototipo della nuova invenzione di Genialina Edy Son, semplici camicie che si trasformano in abiti differenti perché prodotte in elastonio, un tessuto con trama e ordito modificabili elettronicamente. I bassotti rapinano diverse banche e gioiellerie di Paperon de Paperoni, nonché il deposito stesso, e la colpa ricade su Genialina perché alle telecamere appaiono evidenti le sue camicie. Data l'assenza di Paperinik, in quanto Paperino è in viaggio con Paperone, interviene Paperinika sulla scena e dopo qualche buco nell'acqua cattura i Bassotti e scagiona la sua amica Genialina. Segna così il suo ritorno sulla scena di Paperopoli dopo anni d'assenza.

Riappare successivamente nella saga a fumetti Ultraheroes, diventando parte dell'omonimo gruppo di supereroi convocata da Eta Beta. Durante uno scontro fra coppie, che vede anche Paperinik combattere contro Spectrus, lei si trova ad affrontare Zafire, una supercattiva unitasi ai Bad-7. Lungo la saga evolve la rivalità tra Paperinik e Paperinika, dalla quale nasce a poco a poco un innamoramento; i due supereroi, però, non conoscono le rispettive identità e, quindi, non sanno che si stanno affezionando allo stesso partner che già hanno nella loro vita reale. Per di più, i due litigano spesso nelle vesti di Paperino e Paperina, dando vita, quindi, ad un divertente equivoco.

Ad oggi l'ultima apparizione fatta dal personaggio di Paperinika, indossando il costume tradizionale, risale al numero 2986 di Topolino, nella storia Paperinik, Paperinika e la romantica vendicatrice, nella quale, una romantica vendicatrice semina scompiglio a Paperopoli e Paperinika, insieme a Paperinik indaga sulla sua identità.

Storie in cui è apparsa[modifica | modifica wikitesto]

Alcune storie in cui appare sono:

Paperinika nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Bretone: Fanpanez
  • Danese: Supersine
  • Esperanto: Superansino
  • Finlandese: Naistaikaviitta
  • Finnico: Viitatar
  • Francese: Fantomialde
  • Greco: Φάντομ Νταίζυ (Phantom Daisy)
  • Inglese: Super Daisy
  • Polacco: Superkwoczka
  • Portoghese: Super Pata
  • Spagnolo: Patomasa
  • Svedese: Super-Kajsa
  • Tedesco: Phantomime

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]