Lana e Andy Wachowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andy (a sinistra) e Lana Wachowski al Fantastic Fest nel 2012, per la presentazione di Cloud Atlas.

Lana Wachowski, nata Laurence e nota un tempo come Larry (Chicago, 21 giugno 1965), e Andrew Paul Wachowski, detto Andy (Chicago, 29 dicembre 1967), sono due fratelli cineasti statunitensi, un tempo noti come Fratelli Wachowski. Sono principalmente conosciuti per avere ideato la saga di Matrix.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

"Larry" ed "Andy" Wachowski sono nati e cresciuti a Chicago (nell'Illinois). Sostengono scherzosamente di aver cominciato la loro collaborazione da bambini, quando muovevano i primi passi. La madre, Lynne Luckinbill, era un'infermiera statunitense ed il padre, Ron Wachowski, un uomo d'affari statunitense di origini polacche. Frequentarono la Kellogg Elementary School, nella zona di Beverly a Chicago. Entrambi i fratelli si diplomarono alla Whitney Young High School, una scuola superiore statale nota per i suoi corsi in arti drammatiche e in scienze, rispettivamente nel 1983 e 1985. Non erano considerati delle cime alla Whitney Young - gli studenti se li ricordano che giocavano a Dungeons & Dragons e che lavoravano nel teatro e nel programma televisivo della scuola, ma stavano sempre dietro le quinte. In seguito, Andy andò all'Emerson College a Boston. Era un brillante studente nel suo corso introduttivo di cinematografia, ma lo abbandonò a causa di una bocciatura in un esame, dice l'ex professoressa, Claire Andrade-Watkins. Larry (all'epoca) andava al Bard College nella zona nord dello Stato di New York. Dopo aver abbandonato il college, entrarono entrambi nel settore della carpenteria, e cominciarono a sviluppare le loro idee per la Trilogia di Matrix. Prima di entrare nel mondo dello spettacolo, gestirono un'impresa di carpenteria a Chicago mentre creavano fumetti nel tempo libero.[1]

Larry fu sposato per nove anni con Thea Bloom. Nel 2003, la Bloom divorziò da Larry con la motivazione che riteneva ci fosse stata disonestà nelle loro vite personali e finanziarie e chiese un risarcimento finanziario. In seguito alla sua separazione dalla Bloom, Larry è sentimentalmente legato alla famosa ex dominatrice professionista, Ilsa Strix, con cui si è sposato.

L'"evoluzione" di Larry e Cloud Atlas[modifica | modifica sorgente]

I Wachowski al San Diego Comic-Con nel 2004.

Poco dopo l'uscita di Matrix Reloaded, nel 2003, Larry Wachowski ha cominciato a fare piccole apparizioni in pubblico vestito da donna, utilizzando il nome Lana Wachowski. Nella sua rubrica, pubblicata il 30 maggio 2003, David Poland ha dichiarato: «L'unica indicazione che posso dare è che Larry Wachowski è ora in procinto di cambiare sesso. Vestendosi in pubblico come una donna, prendendo ormoni femminili e, sì, con una operazione di cambio di sesso». Ciò è stato ulteriormente supportato da un articolo sul San Francisco Chronicle nel marzo 2006 sulle persone transgender, che ha ribadito che Larry Wachowski «ha cambiato sesso ed ora vive come Lana Wachowski». In un'intervista del 2007, Joel Silver, il produttore di numerosi film Wachowski, dichiara che le voci relative cambiamento di sesso di Larry erano "tutte infondate" e spiega che "non concedere delle interviste fa inventare cose alle persone". Affermazioni analoghe sono state effettuate a Fox News, da uno dei membri della squadra che lavorava sul film Speed Racer che sottolineava "Sui fogli di chiamata, si dice ancora Larry". Wachowski è stato fotografato in un aeroporto nell'aprile 2009, vestito da donna, con trucco e capelli ossigenati. In novembre, Wachowski è stato fotografato mentre lasciava il Los Angeles International Airport vestito da donna. Il 7 dicembre 2009, la giornalista Arianna Huffington ha pubblicato un messaggio dalla sua pagina Twitter, "Con Lana Wachowski e i suoi genitori", con un'immagine allegata di Huffington e Wachowski, vestito da donna.

Nel marzo del 2010, Wachowski è elencato come Lana Wachowski su IMDb ed è preso atto con "come Larry Wachowski" nei crediti per i suoi film precedenti.

Nel luglio del 2012, in vista del lancio del loro nuovo film Cloud Atlas, Lana Wachowski ha rilasciato la sua prima video intervista a transizione, o meglio, "evoluzione" (come è stata definita da Lana stessa in un'intervista col The New Yorker), completata.[2] Il film è stato proiettato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival, ricevendo dieci minuti di applausi al termine della visione della pellicola, e al Fantastic Fest di Austin con una proiezione a sorpresa per i fan in presenza dei Wachowski.

La coppia di Chicago intanto è già pronta per realizzare un nuovo film di fantascienza, chiamato Jupiter Ascending, previsto per il 2015, con protagonisti Channing Tatum e Mila Kunis.[3]

Stile[modifica | modifica sorgente]

Larry/Lana ed Andy ammettono un amore per raccontare storie multiruolo. "Essendo cresciuti con i fumetti e la trilogia di Tolkien, una delle cose che ci interessano è portare la narrativa seriale al cinema," spiega Larry. "Se tu potessi vedere un film dove non arrivi al segnale dell'ora e mezza sapendo 'Okay, ecco che arriva il gran finale' dato che non hai idea di come finirà la pellicola, penso che saresti molto eccitato." Andy espone il suo desiderio di scuotere gli spettatori in modo un po' più schietto: "Pensiamo che i film siano alquanto noiosi e prevedibili. Vogliamo ingannare le aspettative del pubblico."[4]

Fumetti[modifica | modifica sorgente]

Prima di lavorare nell'industria cinematografica, nel 1993 Larry e Andy Wachowski scrissero fumetti per il marchio editoriale Razorline della Marvel Comics, vale a dire Ectokid (creato dal romanziere horror Clive Barker).

Nel 2004 hanno creato la Burlyman Entertainment e pubblicato fumetti basati su Matrix nonché due serie bimestrali originali:

Durante il suo periodo sulla serie Gambit della Marvel Comics, Skroce contribuì a creare, come avversari, una coppia di cacciatori di taglie, i Fratelli Mengo (Stanislaus e Gregori Mengochauschras), che assomigliano ai Wachowski.

Controversie[modifica | modifica sorgente]

Si nota spesso che i Wachowski compiono una notevole inclusione nelle loro opere di vari elementi di opere esistenti, dichiarando apertamente le loro ispirazioni, ad esempio come è accaduto riguardo al fumettista Grant Morrison e la sua serie Invisibles. Morrison è arrivato a sostenere che i Wachowski hanno plagiato Invisibles.[5]

Sophia Stewart li ha citati in giudizio sostenendo che Matrix era stato rubato dal suo libro The Third Eye ("Il terzo occhio"). La sua causa è stata rigettata per mancanza di prove. Il caso è ancora aperto ed è tuttora in corso un'indagine dell'FBI.[6]

Un'ulteriore teoria sostenuta da molti ammiratori della serie televisiva di culto Doctor Who suggerisce che Matrix sia stato, in realtà, rubato dallo sceneggiato degli anni settanta intitolato L'assassino mortale in cui il Dottore penetra in un computer che simula accuratamente la realtà, al punto tale che morire nella simulazione uccide la persona in questione. Anche questo computer era chiamato La Matrice, The Matrix. Lo sceneggiato risulta a sua volta aver preso forti spunti dal romanzo Ubik di Philip Dick, al quale hanno a loro volta attinto anche gli stessi Wachowski per Matrix.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regia e sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Matrix Revelations: The Wachowski Brothers FAQ (Wired)
  2. ^ Video: Matrix director Lana Wachowski speaks on film after transition - PinkNews.co.uk
  3. ^ 'Jupiter Ascending' Plot Rumored To Be Pretty Much Like 'Snow White And The Huntsman'; Joseph Gordon-Levitt Eyed For Role - Indiewire.com
  4. ^ Larry Wachowski - Filmbug
  5. ^ Intervista a Grant Morrison (Poormojo.org)
  6. ^ Sito di Sophia Stewart (Sophiaoracle.com)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]