Classe T-43

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe T-43
progetto 254
Il dragamine ORP Dzik della marina polacca
Il dragamine ORP Dzik della marina polacca
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg
Tipo dragamine
Numero unità 178
Utilizzatore principale Naval Ensign of the Soviet Union.svg Voenno Morskoj Flot SSSR
Altri utilizzatori Naval Ensign of Algeria.svg Al-Bahriyya al-wataniyya al-Jaza'iriyya
Naval Ensign of Albania.svg Forcat Detare Shqipëtare
Naval Ensign of Bulgaria.svg Voennomorski sili na Balgariya
Naval Ensign of the People's Republic of China.svg Zhōngguó Rénmín Jiěfàngjūn Hǎijūn
Flag of Cuba.svg Marina de Guerra Revolucionaria
Naval Ensign of Egypt.svg Al-Bahriyya al-Misriyya
Flag of Indonesia.svg Tentara Nasional Indonesia Angkatan Laut
Flag of Iraq.svg Al-Bahriyya al-'Irāqiyya
Naval Ensign of Poland.svg Marynarka Wojenna
Flag of Syria.svg Al-Bahriyya al-'Arabiyya al-Sūriyya
Cantiere Kamysh Borun (Kerč') e Izhora (San Pietroburgo), oltre ad altri in Cina e Polonia per la produzione su licenza
Entrata in servizio 1948
Caratteristiche generali
Dislocamento 500 t
Stazza lorda 560 tsl
Lunghezza 58 m
Larghezza 8,5 m
Pescaggio 2,15 m
Propulsione motori Diesel, 2.200 hp complessivi
Velocità 14 nodi
Autonomia 3.800 miglia a 10 nodi
Equipaggio ?
Armamento
Armamento 4 impianti binati da 37 mm, 2 mitragliatrici da 12.7 mm, un lanciatore per cariche di profondità, 32 mine, rilevatore di profondità MT-1.
Note
Le caratteristiche si riferiscono alla versione base

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La classe T-43 (nome in codice NATO delle unità progetto 254) era un gruppo di dragamine costruiti per la marina sovietica tra gli cinquanta e sessanta.

La specifica del progetto fu emessa nel 1946, ed il progetto fu approvato nel 1948. Le navi erano costruite con lo scafo in acciaio smagnetizzato, ma furono previste delle specifiche contromisure per la riduzione della traccia elettrica o acustica.

Esemplari costruiti[modifica | modifica wikitesto]

La produzione complessiva ammonta a 178 esemplari, costruiti soprattutto presso i cantieri navali di Kamysh Borun (Kerč') e Izhora (Leningrado, oggi San Pietroburgo).

  • Progetto 254: versione base.
  • Progetto 254K: versione realizzata nel 1952. Prevedeva un nuovo apparato per la guerra di mine, equipaggiato con un radar.
  • Progetto 254M: realizzata nel 1955. Versione equipaggiata con un sistema automatico spazzamine di profondità, rilevatori acustici e magnetici ed eliche a passo variabile. Inoltre, anche l’armamento era stato potenziato, grazie all’utilizzo di moderni mortai ASW ed all’utilizzo di cannoni da 25 mm al posto di quelli da 12,7.
  • Progetto 254A: realizzata nel 1957. Versione equipaggiata con protezione NBC (era stato ricavato uno spazio centrale pressurizzato in modo da riparare l’equipaggio dalle radiazioni in caso di esplosione nucleare).
  • Progetto 254PGR: versione da sorveglianza radar (radar picket, ovvero “picchetto radar”) equipaggiata con un’installazione radar del tipo Knife Rest o Big Net. La conversione riguardò venti esemplari a partire dal 1956.
  • Progetto 513: versione da sorveglianza realizzata per il servizio marittimo del KGB.
  • Progetto 513M: versione per le missioni di monitoraggio acustico. Conosciuta anche con il nome in codice NATO di T-43 Mod.

Esportazioni[modifica | modifica wikitesto]

La marina sovietica ha ritirato tutte le unità in servizio attivo nel 1990. Tuttavia, dovrebbero rimanere operativi alcuni esemplari per missioni di monitoraggio acustico[1] o di ricerca[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Navies Today: Ukraine
  2. ^ World Navies Today: Chinese Scientific, Research and Experimental Vessels

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lista di nomi in codice NATO per navi sovietiche

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert (ed.) Gardiner, Conway's all the World's Fighting Ships 1947-1995, Londra, Conway Maritime, ISBN 0851776051

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]