Classe Czilim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Czilim
Descrizione generale
Naval Ensign of Russia.svg
Tipo hovercraft da pattugliamento
Classe Czilim
Proprietario/a Russia
Cantiere Jaroslavskij Sudostrojteinyj Zavod, a Jaroslavl'
Entrata in servizio 2001
Caratteristiche generali
Stazza lorda 8,6 tsl
Lunghezza 12 m
Larghezza 5,8 m
Propulsione due motori diesel Deutz BF 6M 1013 da 218 hp
Velocità 40 nodi nodi
Autonomia 300 n.mi. a 30 nodi
Equipaggio 2
Passeggeri 6 soldati equipaggiati
Equipaggiamento
Sensori di bordo un radar di navigazione
Armamento
Armamento 1 mitragliatrice da 7,62 mm, un lanciagranate RPG da 40 mm

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La classe Czilim (Progetto 20910 secondo la designazione russa) costituisce un gruppo di quattro piccoli hovercraft da pattugliamento, utilizzati dalla Guardia di Frontiera Federale Russa.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Gli Czilim sono stati i primi hovercraft per utilizzo militare sviluppati in Russia dopo il crollo dell'Unione Sovietica. Progettati dalla Almaz, il primo esemplare è stato varato il 24 febbraio 1998, ed è entrato in servizio nel 2001. Successivamente ne sono stati costruiti altri tre.

Dal punto di vista tecnico, sono piuttosto simili ai precedenti classe Gus, anche se le dimensioni sono decisamente inferiori. Si tratta di mezzi capaci di trasportare sei uomini completamente equipaggiati.

Utilizzo[modifica | modifica sorgente]

Gli Czilim sono stati progettati per svolgere operazioni di pattugliamento dei confini fluviali della Federazione (in particolare il fiume Amur, al confine con la Cina), operati dai reparti della Guardia di Frontiera Federale. Nel 2004, risultavano in servizio quattro esemplari complessivi. Questi mezzi, all'inizio del 2009, non erano più considerati operativi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Lista di nomi in codice NATO per navi sovietiche

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]