Classe Ropucha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Ropucha
Project 775
La Peresvet (775-M)
La Peresvet (775-M)
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg Naval Ensign of Russia.svg
Tipo Landing Ship Tank
Numero unità 28
Utilizzatore principale Naval Ensign of the Soviet Union.svg Voenno Morskoj Flot SSSR
Naval Ensign of Russia.svg Voenno Morskoj Flot Rossijskoj Federacii
Altri utilizzatori Naval Ensign of Ukraine.svg Viys'kovo-Morsky Syly Ukrayiny
Flag of Yemen.svg Marina militare yemenita
Cantiere Danzica, Polonia
Entrata in servizio 1975
Caratteristiche generali
Dislocamento a pieno carico: 4.080 t
Lunghezza 112,5 m
Larghezza 15 m
Pescaggio 3,7 m
Propulsione due motori diesel per due alberi motore; 19.200 bhp
Velocità 17,8 nodi
Equipaggio 87
Passeggeri 150 uomini
Armamento
Artiglieria 2 cannoni da 57 mm
2 lanciarazzi da 122 mm UMS-73 Grad-M
2 mitragliere da 30 mm AK-630
Missili 4 rampe per missili SA-N-8
Note
dati riferiti alla versione base Ropucha I

dati tratti da [1]

voci di navi presenti su Wikipedia

La classe Ropucha (Project 775 secondo la classificazione russa) è una classe di navi d'assalto anfibio del tipo Landing Ship Tank (Bol'shoy Desatnyy Korabl secondo la terminologia russa), costruita a partire dal 1975 per la marina militare sovietica e composta originariamente da 28 unità. Dopo il crollo dell'Unione Sovietica le Ropucha sono passate in gran parte alla neonata Federazione Russa, ma le più ridotte esigenze della Voenno Morskoj Flot Rossijskoj Federacii hanno fatto sì che solo 16 unità siano rimaste in servizio attivo con la marina russa[1]; una unità è stata acquisita dall'Ucraina, mentre un'altra, venduta allo Yemen del Sud durante l'epoca sovietica e passata poi alla Marina militare yemenita, è stata radiata nel 2002 e venduta come cargo civile[2][3].

Il progetto[modifica | modifica sorgente]

Le unità della classe Ropucha sono state realizzate nei cantieri della Stocznia Północna di Danzica, in Polonia: si tratta di grosse unità da 4.080 tonnellate di dislocamento a pieno carico e capaci di trasportare 150 uomini o 450 tonnellate di materiali; dotate di portelloni di carico/scarico sia a prua che a poppa, le Ropucha hanno a disposizione un ponte per i veicoli di 630 m² di spazio, abbastanza capace quindi per ospitare 25 blindati per la fanteria come i BTR-60 o carri armati leggeri come i PT-76 anfibi. Benché siano progettate per essere caricate con il metodo roll-on/roll-off, le Ropucha dispongono anche di coperture a botola sopra la sezione di prua del ponte veicoli, in modo che possano essere caricate anche tramite gru di banchina. Le Ropucha non dispongono di piattaforme per l'atterraggio di elicotteri. L'armamento consiste in due cannoni da 57 mm AK-257 e due lanciarazzi da 122 mm UMS-73 Grad-M per il fuoco di supporto ai reparti sbarcati, mentre la difesa antiaerea è affidata a 2 mitragliere da 30 mm AK-630 e 4 rampe per missili SA-N-8[1].

Le ultime tre unità della classe hanno subito alcune modifiche rispetto al progetto originario, venendo ridenominate Ropucha II o Project 775M: tra le modifiche, la capacità di carico è stata aumentata a 225 uomini e i due cannoni da 57 mm sono stati rimpiazzati da un unico pezzo da 76 mm[1].

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Scarsamente impiegate in azione durante l'epoca sovietica, le Ropucha in servizio con la marina federale russa sono state schierate durante la seconda guerra in Ossezia del Sud, quando appoggiarono gli sbarchi della fanteria di marina russa nei pressi del porto di Poti, in Georgia.

Nell'agosto del 2012, tre Ropucha sono state inviate nel porto di Tartus, in Siria, come forma di pressione internazionale durante gli eventi della guerra civile siriana.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d World Navies Today: Russian Littoral Warfare Ships in hazegray.org. URL consultato il 10 novembre 2013.
  2. ^ World Navies Today: Yemen in hazegray.org. URL consultato il 10 novembre 2013.
  3. ^ Large landing ships - Project 775 in russian-ships.info. URL consultato il 10 novembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]