Classe Osa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Classe Osa
Osa-I class Project205 DN-SN-84-01770.jpg
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg
Tipo motocannoniera missilistica
Classe Osa
Caratteristiche generali
Dislocamento 185
Stazza lorda 215 tsl
Lunghezza 38,6 m
Larghezza 7,6 m
Altezza 1,8 m
Velocità 36 nodi
Autonomia n.mi. a nodi ( km a km/h)
Armamento
Armamento artiglieria alla costruzione:
  • 2 torri binate da 30x213mm AK-230

Missili:

  • 4 SS-N 2 Styx
  • 2 lanciamissili SA-N 5'Grail' (predisposizione)

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

Classe Osa I e Osa II è il nome in codice NATO per le classi di motocannoniere missilistiche sovietiche Progetto 205 e 205U.

Anche indicate come FAC (Fast Attack Craft) sono vascelli leggeri da attacco per una batteria di missili antinave SS-N-2 Styx e con una batteria di torrette AK-230 radarguidate per la propria difesa.

Le classe Osa hanno rappresentato un miglioramento rispetto alle precedenti classe Komar - Progetto 183R, ricavate dalle siluranti classe P6, praticamente con i quattro siluri da 533 sostituiti da due missili.

Il progetto[modifica | modifica wikitesto]

Una motocannoniera Classe Osa in una foto più recente

Le Osa vennero concepite tenendo conto che, secondo i calcoli eseguiti dai tecnici sovietici, i gruppi con le motocannoniere armate di Styx avevano bisogno di lanciare dodici missili per affondare un cacciatorpediniere NATO, quindi sei navi, e una possibilità su tre di raggiungere un bersaglio (quindi ben diciotto navi). Tale numero era difficile da considerare "soddisfacente", e unito alla difficoltà di coordinare tante navi non giovava alla convenienza di queste azioni.[senza fonte]

Ma tre Osa erano sufficienti per lanciare i dodici missili, e grazie al raddoppio dell'armamento contraerei, si valutava che avessero una possibilità su due di raggiungere un bersaglio, quindi le Osa necessarie per affondare un caccia NATO erano scese ad appena sei. Così il nuovo progetto si dimostrò subito un miglioramento sostanziale, anche se il numero di armi valutato per colpire ciascuna nave nemica venne mal calcolato (talvolta ne bastarono molte meno, mentre in altri casi non furono sufficienti).[senza fonte]

Il progetto verteva su di una nave che, nonostante la velocità, era assai tozza, simile ad un grosso motoscafo, mentre la plancia era larga e assai bassa. I missili erano a mezza nave, con quattro lanciatori singoli per i pesantissimi missili SS-N 2, contronave a medio raggio (40 km).

Armamento[modifica | modifica wikitesto]

Le armi contraeree, nelle Komar assai scarse, passarono da una torre binata da 25mm, a puntamento ottico, a due compatte torri ADG-230 automatiche, a prua e a poppa, armate con le potentissime armi da 30x213mm di nuova concezione, con puntamento automatico, guida radar o ottica e un gran numero di colpi sistemati sotto il ponte[1]. La nave aveva un radar "Drum Tilt" disposto su un podio a poppa, tra i missili, e possedeva un sorprendente campo di tiro, praticamente copriva anche il settore poppiero, nonostante la presenza di un albero e della plancia. Invece sulle Osa II vennero aggiunti lanciamissili quadrupli per i SA-7 Grail, chiamati SA-N 5 nell'impiego navale.

Motori[modifica | modifica wikitesto]

I motori erano due potenti diesel montati su altrettanti assi, che erogavano ben 12000hp, e assicuravano una buona velocità e autonomia.

Tecnica di impiego[modifica | modifica wikitesto]

Lo scopo del progetto Osa era quello di arrivare a tiro delle navi nemiche, lanciare le sue armi, ciascuna delle quali sufficiente per distruggere anche navi di grande dislocamento, e ritirarsi a tutta velocità, difendendosi da attacchi aerei con le sue torrette da 30mm.

Produzione ed impiego bellico[modifica | modifica wikitesto]

Centinaia di unità vennero costruite in decenni, con successi e disastri nella loro carriera. Tra i primi l'affondamento del PNS Khaibar[2], un caccia Classe C distrutto nel 1971 con un attacco notturno durante la Terza guerra indo-pakistana. Le navi risultarono inefficaci, invece, durante la Battaglia di Latakia contro le veloci motocannoniere israeliane, a causa della scarsa efficacia dei loro missili contro bersagli tanto piccoli: le navi della classe Saar israeliane dell'epoca riuscirono a evitare i loro attacchi a lunga gittata e poi le raggiunsero con i cannoni e i missili Rafael senza che le navi arabe, con apparati motori in stato precario, riuscissero a scappare né a difendersi con i loro cannoni di piccolo calibro.

Qualcosa di simile accadde anche alle navi irachene contro le navi classe Combattante II iraniane, segno che i missili Styx necessitavano di essere integrati con armi migliori.[senza fonte]

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni progetti hanno visto le Osa armate con otto missili SS-N 25 Harponsky.

La Cina ha prodotto oltre cento Osa con missili, pure essi cloni degli Styx, del tipo C-201.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.globalsecurity.org/military/world/russia/205.htm La pagina di globalSecurity sulla classe Osa
  2. ^ http://www.indiadefence.com/navyday05.htm WHAT'S HOT? –– Indian Navy - ANALYSIS OF RECENT HAPPENINGS - NAVY DAY –– 04 DEC 2005

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lista di nomi in codice NATO per navi sovietiche


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]