Classe Yevgenya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Classe Yevgenya
Progetto 1258 Korund
Descrizione generale
Naval Ensign of the Soviet Union.svg
Tipo dragamine
Numero unità 45
Utilizzatore principale Naval Ensign of the Soviet Union.svg Voenno Morskoj Flot SSSR
Cantiere Srednyy Neva, a Kolpino
Entrata in servizio 1967 - 1980
Caratteristiche generali
Dislocamento standard: 88,3 t
a pieno carico: 91,3 t
Stazza lorda 90 tsl
Lunghezza 26,13 m
Larghezza 5,4 m
Pescaggio 1,38 m
Propulsione due motori Diesel, 600 bhp
Velocità 12 nodi
Autonomia 300 miglia a 10 nodi
Equipaggio 10
Equipaggiamento
Sensori di bordo 1 radar da ricerca Spin Trough
Armamento
Armamento un impianto binato con due mitragliatrici da 14,5 mm

dati tratti da [1]

voci di navi presenti su Wikipedia

Le unità appartenenti alla classe Yevgenya (progetto 1258 Korund secondo la classificazione russa) erano dragamine costieri, di progetto e costruzione sovietica. La classificazione russa era RT.

Tecnica ed utilizzo[modifica | modifica sorgente]

Si trattava di battelli di piccole dimensioni, con lo scafo in fibra di vetro, idonee per svolgere operazioni di dragaggio mine in acque costiere.

Complessivamente, ne furono costruiti una cinquantina, che entrarono in servizio con la marina sovietica tra il 1970 ed il 1976.

Alcuni esemplari vennero successivamente esportati a Paesi amici. Nel 2001, ne sopravvivevano con la marina russa 12 esemplari. Nel 2008, alcuni dovrebbero rimanere in servizio con compiti di pattugliamento.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Gli Yevgenya furono ampiamente esportati fuori dai confini sovietici. Alcuni esemplari esportati erano equipaggiati con un impianti binato di cannoni antiaerei da 25 mm.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Inshore minesweeper - Project 1258 in russian-ships.info. URL consultato il 14 aprile 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Lista di nomi in codice NATO per navi sovietiche

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]