Angelo Infanti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Angelo Infanti in Borotalco (1982) di Carlo Verdone

Angelo Infanti (Zagarolo, 16 febbraio 1939Tivoli, 12 ottobre 2010) è stato un attore italiano.

Angelo Infanti in Piedone lo sbirro (1973)

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Noto per i suoi ruoli nella serie di Emanuelle nera di Joe D'Amato e quelli nei primi film di Carlo Verdone, come Bianco, rosso e Verdone e Borotalco, ha vinto il David di Donatello per il miglior attore non protagonista nel 1982, grazie alla sua interpretazione in Borotalco.

Inizialmente attivo nel campo cinematografico internazionale (ha preso parte a Il padrino di Francis Ford Coppola nel ruolo di Fabrizio e a produzioni come L'ultimo colpo), si dedicò tra gli anni settanta e gli anni ottanta a vari film del cinema italiano di genere, tra cui western all'italiana, sexploitation, poliziotteschi e alcuni thriller. In seguito si è dedicato prevalentemente a produzioni televisive come serial e film per la televisione.

Padre di Rossella Infanti (1977), attrice come lui,[1][2] l'11 ottobre 2010 viene colpito da un improvviso attacco cardiaco nella sua casa di Zagarolo, in provincia di Roma. Ricoverato presso l'ospedale di Tivoli, muore per sopraggiunte complicazioni il giorno dopo all'età di 71 anni.[3]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

Serie televisive[modifica | modifica sorgente]

Videoclip[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ È morto Angelo Infanti, il Manuel Fantoni di Borotalco, Libero-News.it, 13 ottobre 2010. URL consultato il 18-4-2011.
  2. ^ Rossella Infanti, IMDb. URL consultato il 18-4-2011.
  3. ^ Notizia della morte sul Corriere della Sera

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 87085666 LCCN: no/2006/44467