Jacques Deray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jacques Deray, pseudonimo di Jacques Desrayaud (Lione, 19 febbraio 1929Boulogne-Billancourt, 9 agosto 2003), è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Proveniente da una famiglia di industriali di Lione, Jacques Deray mostrò sin da giovane una propensione verso l'arte. Inizialmente avrebbe voluto fare l'attore, ma dopo alcuni deludenti tentativi con piccoli ruoli pensò di passare dietro la macchina da presa. Fu assistente alla regia di Jean Boyer, Gilles Grangier, Luis Buñuel e Jules Dassin, fin quando nel 1960 debuttò nella regia di un lungometraggio con Il Gigolò interpretato tra gli altri da Alida Valli.

Fu subito attratto dal genere poliziesco del quale divenne uno specialista. Passando attraverso altri generi: dal thriller allo spionaggio, dal giallo al film d'azione, Deray ha dato un grandissimo contributo all'affermazione del film poliziesco nel quale ha portato la letteratura d'autore (tra gli altri Robin Cook, Jean-Patrick Manchette e Georges Simenon) e nel quale è riuscito a coinvolgere tutti i migliori attori francesi della sua epoca (Yves Montand, Lino Ventura, Alain Delon, Jean-Louis Trintignant e soprattutto Jean-Paul Belmondo col quale fece dieci film).

Il primo grande successo fu La piscina, con Delon, Romy Schneider e Jane Birkin. Negli anni settanta ebbe le migliori affermazioni con Borsalino (1970) e Flic story (1975).

Ancora buone prove e successi commerciali negli anni ottanta, ma il suo genere, un po' in declino, segna il passo e dopo il 1994 la sua maestria venne dirottata definitivamente dal cinema alla televisione. Morì per un cancro nel 2003.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 167926775 LCCN: nr2003003525