Air One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Air One
LogoAP-2.jpg.svg
Air One Airbus A320-200 KvW.jpg
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATA AP
Codice ICAO ADH
Identificativo di chiamata HERON
Certificato di operatore aereo I-014
Inizio operazioni di volo 1984
Fine operazioni di volo 30 settembre 2014
Descrizione
Basi
Focus cities Tirana
Programma frequent flyer MilleMiglia
Flotta 10
Destinazioni 29 (13 nazioni)
Azienda
Fondazione 1983 a Pescara
Stato Italia Italia
Sede Fiumicino
Gruppo Alitalia
Persone chiave Laura Cavatorta (Direttore)
Dipendenti 3 400  (2008)
Slogan My Number One
Sito web http://www.flyairone.com
Bilancio economico
Profitto 7 milioni  (2008)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Air One è stata una compagnia aerea a basso costo facente parte del gruppo Alitalia. Aveva basi operative presso gli aeroporti di Catania, Milano-Malpensa, Palermo, Pisa, Venezia e Verona. L'aeroporto di Tirana-Rinas era una destinazione primaria dal quale operava voli verso numerose città italiane.

Air One ha terminato tutte le operazioni il 30 settembre 2014.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia traeva la sua origine dalla Aliadriatica fondata nel 1983 a Pescara e appartenente al Gruppo Toto di Carlo Toto (Toto Costruzioni Generali S.p.A.) che ne controllava il 98%. Nel giugno 1994, Aliadriatica acquisì un Boeing 737-200 per effettuare voli di corto/medio raggio. Il 23 novembre 1995 il nome della compagnia fu modificato: fu scelta la denominazione Air One e la compagnia iniziò a coprire la distanza fra Roma e Milano, affiancando il servizio a quello della vecchia Alitalia, l'unica altra compagnia autorizzata a effettuare voli su questa tratta. La Air One S.p.A. aveva la sede legale a Chieti mentre la sede operativa a Roma.

L'espansione[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2000 partecipò con la Lufthansa al programma di fidelizzazione clienti Miles & More. Nel 2003 fece volare quasi 5 milioni di passeggeri (con un incremento del 21,8% rispetto al 2002). Nel 2005 Air One dichiarò di aver trasportato 3.614.291 passeggeri con un indebitamento di 593 milioni di euro (posizionandosi al secondo posto dopo Alitalia che ha trasportato 24 milioni di persone). Nel 2006 Air One arrivò a quota 4.300.000 passeggeri con un fatturato di 1,5 miliardi di Euro.

Sempre nel 2006, nel mese di maggio, Air One lanciò Air One CityLiner, una compagnia regionale, appartenente al gruppo. Air One CityLiner nacque con l'obiettivo di collegare tra loro gli aeroporti regionali. Per conseguire questo scopo, la macchina scelta per la sussidiaria fu il Bombardier CRJ900. A settembre 2006 Air One ricevette il suo primo Airbus A320, con una configurazione di 159 posti. Alla fine del 2006 la proprietà di Air One (AP Holding), con il sostegno finanziario di Intesa Sanpaolo, partecipò al bando di privatizzazione della compagnia aerea Alitalia - Linee Aeree Italiane, indetta dal Ministero dell'Economia; la gara, però, fallì per il ritiro di tutti i pretendenti, compresa la stessa Air One.

Al 31 ottobre 2007 Air One aveva trasportato 4.360.000 passeggeri da inizio anno, superando così con due mesi di anticipo il numero di passeggeri trasportati in tutto il 2006. Nel dicembre 2007 formulò una offerta pubblica di acquisto volontaria per il controllo dell'allora compagnia di bandiera italiana, ma venne preferita l'offerta pubblica di scambio proposta dal gruppo Air France-KLM. Nel 2007 trasportò 7.092.800 di passeggeri (+ 22,6% rispetto al 2006) con un load-factor del 57,4%[1].

Low-cost di Alitalia[modifica | modifica wikitesto]

Dall'11 dicembre 2008, la compagnia entrò a far parte di Alitalia - Compagnia Aerea Italiana, la nuova società aerea ora completamente privatizzata. Dal 28 marzo al 9 giugno 2010, in poco più di due mesi di attività, la nuova Air One "smart carrier" trasportò 250.000 passeggeri con un tasso di puntualità del 90% ed una regolarità del 99,9%[2]. Dal 1º luglio 2011 Air One ha aperto base all'Aeroporto di Pisa che collega con 8 destinazioni tra cui Atene.

Il 4 maggio 2012 Air One aprì base al'Aeroporto di Venezia-Tessera che collegava con 11 destinazioni. Air One aveva trasportato nel 2011 1,4 milioni di passeggeri segnando un incremento di circa 450 000 passeggeri e un aumento percentuale di circa il 25% nel periodo comparabile (aprile-dicembre). Oltre 1,2 milioni di passeggeri avevano volato su Milano Malpensa, mentre sulla base di Pisa, inaugurata il 1ø luglio del 2011, Air One aveva trasportato in sei mesi circa 120 000 passeggeri, raggiungendo gli obiettivi". A renderlo noto un comunicato della stessa Alitalia.

Il 3 luglio 2013 l'amministratore delegato di Alitalia Gabriele Del Torchio e il presidente Colaninno presentarono il nuovo piano industriale a Fiumicino. Nel piano era presente anche una riorganizzazione del ruolo di Air One. Ad esempio, era prevista una modifica del nome, del logo e dei colori della compagnia low cost. La "nuova" Air One si sarebbe dedicata ai voli punto-punto, nazionale e internazionali, puntando tutto sulle vendite via web caratterizzate da due tariffe distinte. La compagnia avrebbe volato dalle basi di Catania, Palermo, Pisa e Venezia, potenziando l'offerta dei voli internazionali.

Il 26 ottobre 2013, primo segno di attuazione del piano, Air One aveva chiuso la sua base a Milano-Malpensa e aveva annunciato di voler aprire una nuova base all'Aeroporto di Palermo da marzo 2014. Da marzo 2014 quindi, la flotta di Air One sarebbe stata ridistribuita con 3 aeromobili a Catania, 2 a Palermo, 2 a Pisa e 2 a Venezia-Marco Polo.

Il 13 febbraio 2014 fu annunciata la sesta base AirOne nell'aeroporto di Verona dove a partire da giugno 2014 fu basato un Airbus A320.

La chiusura[modifica | modifica wikitesto]

A fine agosto 2014 con l'accordo di acquisto di Etihad Airways del 49% di Alitalia, venne deciso di chiudere la compagnia il 30 settembre successivo, per una razionalizzazione dei costi, secondo quanto si lesse in un avviso apparso sul sito di Air One. I voli annuali operati dalle basi Palermo e Venezia sarebbero stati chiusi mentre quelli operati dalle basi di Verona, Pisa, Milano-Malpensa e alcuni voli dalla base di Catania trasferiti ad Alitalia, compresi tutti i voli operati da Tirana. Con la chiusura, l'intera flotta AirOne sarebbe stata venduta per far fronte ai debiti di Alitalia.

L'ultimo volo Air One ad essere operato fu il volo AP877 in partenza dall'Aeroporto di Bologna-Borgo Panigale alle 21:40 e diretto all'Aeroporto di Catania-Fontanarossa il cui atterraggio previsto era alle 23:20. Il volo, in ritardo, decollò da Bologna alle 22:42 ed atterrò a Catania alle 00:00 del 1º ottobre 2014.

Il giorno della chiusura sul sito della compagnia comparvero due aironi stilizzati, uno giallo e blu e uno con il tricolore italiano e la scritta "Insieme, verso una sola grande compagnia. Dopo 19 anni di attività Air One unisce le sue forze a quelle di Alitalia in un'unica grande Compagnia. Ti ringraziamo per aver volato con noi in tutti questi anni".

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Network Air One (Estate 2011)
Airbus A320 Air One

Dall'aeroporto di Catania Air One gestiva i seguenti collegamenti:

Dall'aeroporto di Palermo Air One gestiva i seguenti collegamenti:

Dall'aeroporto di Pisa Air One gestiva i seguenti collegamenti:

Dall'aeroporto di Venezia Tessera Air One gestiva i seguenti collegamenti:[3]

Dall'aeroporto di Verona Air One gestiva i seguenti collegamenti:

Inoltre erano attivi i collegamenti per la città di Tirana dagli aeroporti di Bologna, Milano-Malpensa e Genova.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Al massimo dell'espansione delle proprie operazioni, la flotta della nuova Air One smart carrier era di 10 aeromobili Airbus A320:

Aeromobile Quantità Ordini Posti
(business / economy)
Airbus A320-200 10 0 180 (0/180)
Totale 10 0

Programmi di fidelizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Air One partecipava al programma MilleMiglia Alitalia. Il network di Air One era connesso alla rete di Alitalia per un totale di 4500 voli settimanali verso 86 destinazioni in Italia e nel resto del Mondo. I voli erano acquistabili sul sito www.flyairone.it.

Alleanze[modifica | modifica wikitesto]

Air One, seppur parte della nuova Alitalia, non aderiva all'alleanza SkyTeam essendo considerata una compagnia a sé stante. I voli di Air One smart carrier garantivano comunque l'accumulo di miglia MilleMiglia Alitalia

Air One e l'ambiente[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2007 con la consegna degli aerei Airbus A320-216 motorizzati CFM56-5B6/3[5][6] Air One aveva ridotto i consumi sul carburante dell'1% e abbattuto del 40% gli ossidi di azoto e l'anidride carbonica rispetto ai parametri consentiti dalle regolamentazioni internazionali vigenti (standard CAEP/4 stabilito dall’ICAO). La CFM International, produttrice dei propulsori, l'aveva premiata come Compagnia aerea più rispettosa dell’ambiente 2007 e gli aerei riportavano il logo verde con dicitura Compagnia Environmentally Friendly.[7]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2009 all'inizio del 2014 nella flotta di lungo raggio Alitalia operarono due A330 in livrea Air One (EI-DIR e EI-DIP), ridipinti successivamente in livrea SkyTeam ed in livrea Alitalia.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 6 febbraio 2009, un Cessna 650 della divisione Executive di AirOne, in partenza dall'aeroporto di Ciampino e diretto dapprima a Bologna e successivamente verso Cagliari, si schianta pochi minuti dopo il decollo, precipitando nella zona di Trigoria. L'aereo, che avrebbe dovuto prelevare un'equipe medica del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna per trasferirla a Cagliari per un trapianto di fegato, sembra sia stato colpito da un fulmine, esplodendo in volo e spargendo i rottami fino a pochi metri dal centro di allenamento della Roma Calcio. L'esplosione ha causato due vittime: il direttore operazioni volo di Air One Executive, proprietaria del velivolo, e il pilota.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ fonte: (EN) AEA airlines carry 14 million more passengers in 2007 (PDF). URL consultato il 5 dicembre 2008.
  2. ^ http://notizie.virgilio.it/notizie/economia/2010/06_giugno/09/alitalia_dal_28_marzo_oltre_500mila_passeggeri_su_voli_air_one,24688722.html Alitalia/ Dal 28 marzo oltre 500mila passeggeri su voli Air One
  3. ^ Destinazioni da Venezia
  4. ^ Venezia: Estate 2012 - Pagina 2
  5. ^ Christian Benna, Il sogno dell'aereo a impatto zero tra motori ecologici e fusoliere light, la Repubblica, 14 luglio 2008. URL consultato il 14 ottobre 2008.
  6. ^ (EN) Air One Takes Delivery of First CFM56-5B Tech Insertion Engines, CFM56, 10 maggio 2007. URL consultato il 14 ottobre 2008.
  7. ^ http://www.politicaonline.net/forum/showthread.php?t=374238 AP era stata la prima compagnia aerea al mondo ad installare motori ecologici
  8. ^ Roma, colpito da fulmine precipita aereo due morti: erano in missione per un trapianto - cronaca - Repubblica.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]