Eurofly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eurofly S.p.A.
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1989 a Torino
Chiusura 27 febbraio 2010
diventa Meridiana Fly
Sede principale Milano
Persone chiave
  • Lorenzo Caprio Presidente
  • Gianni Rossi Amministratore delegato
Settore Trasporto
Prodotti trasporto aereo
Dimensioni compagnia aerea
Dipendenti 734 (2008)
Sito web www.eurofly.it
Eurofly
Compagnia aerea charter
Codice IATA GJ
Codice ICAO EEZ
Descrizione
Hub Aeroporto di Milano-Malpensa
Programma frequent flyer Hi Fly Frequent Flyer Program
Alleanza Meridiana
Flotta 12 Airbus (3 A330, 9 A320)
Destinazioni 22
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Eurofly era una compagnia aerea italiana, fondata nel 1989 e specializzata nei voli di linea per il tempo libero (no affari), ovvero le tradizionali destinazioni vacanza del mercato sia italiano che straniero. Oltre a servire il mercato dei maggiori operatori turistici Italiani, dal 2004 Eurofly si era posizionata anche sul mercato di attrazione per la destinazione Italia, con il progetto "New York - province italiane", con voli di linea programmati ogni estate da New York per gli aeroporti di Napoli e Palermo. Questo progetto prevedeva inoltre collegamenti di linea Mosca-Bologna e Mosca-Napoli.

Dal dicembre 2005 Eurofly veniva quotata alla Borsa valori di Milano (mercato MTA). Nel dicembre 2006 il controllo passava alla compagnia aerea Meridiana.

Il 28 febbraio 2010 la compagnia è stata integrata con Meridiana cambiando il nome in Meridiana fly.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989: viene fondata a Torino la società Eurofly S.p.A con un capitale azionario suddiviso tra Alitalia (45%), "Ing. C. Olivetti & C. S.p.A." (45%) e "San Paolo Finance S.p.A." (10%), allo scopo di avviare l'attività di operatore aereo charter specializzato nella vendita a tour operator della propria capacità focalizzata sul medio raggio.
  • 1990: inizia l'attività commerciale con il volo Malpensa-Gerona-Roma-Gerona-Malpensa per conto di Ford Italia.
  • 1998 La società decide ampliare la propria attività anche ai voli di lungo raggio.
  • 2000: Eurofly diventa la Compagnia charter ufficiale del Gruppo Alitalia.
  • 2003: Alitalia cede la quota dell'80% delle azioni di Eurofly a "Spinnaker Luxembourg" che, a luglio 2004, acquista il restante 20%.
  • 2004: Dopo l'uscita da Alitalia, Eurofly modifica il proprio logo e di conseguenza la livrea degli aeromobili, che adesso si caratterizza per una E rossa sul timone di coda .
  • 2005: Nel mese di dicembre, Eurofly si quota alla Borsa valori. Nei sei mesi successivi alla quotazione (dicembre 2005), il titolo perde circa il 40% del valore nominale di partenza.
  • 2006: Eurofly cambia proprietario. Il Fondo Spinnaker vende una quota del 29,9% che viene rilevata dalla compagnia aerea Meridiana. Cambia anche il management, come amministratore delegato al comandante Augusto Angioletti succede Gianni Rossi (già AD di Meridiana).
  • 2007: Crescono le attività di lungo raggio. Il mercato nordamericano è una della principali destinazioni del lungo raggio estivo di Eurofly, che rappresenta il principale vettore per numero di destinazioni raggiunte dall'Italia. Eurofly si conferma leader sull'Oceano Indiano, con fino a 7 voli settimanali per Maldive e il lancio dei collegamenti di linea per Mauritius e dal 2008 anche per le Seychelles.
  • 2008: La società viene ricapitalizzata con due aumenti di capitale, in seguito ai quali la partecipazione di Meridiana cresce al 46,10%.
  • 2009: Il CDA delibera di procedere all’integrazione in Eurofly del ramo d'azienda di Meridiana attivo nel settore del trasporto aereo (circa il 50% del fatturato complessivo di Meridiana).[2]
  • 2010: il 28 febbraio la Compagnia cambia nome in seguito all'integrazione con la controllante Meridiana. La nuova denominazione sociale è Meridiana fly.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Eurofly operava con una flotta interamente Airbus così costituita (al 18 ottobre 2009):

Rotte[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Milano-Linate ↔ Catania
  • Milano-Linate ↔ Napoli
  • Milano-Linate ↔ Palermo
  • Milano-Linate ↔ Cagliari
  • Milano-Malpensa ↔ Olbia
  • BergamoOlbia
  • VeneziaTorino
  • Roma ↔ Cagliari

Medio Raggio Voli di linea[modifica | modifica wikitesto]

  • Fuerteventura ↔ Milano-Malpensa, Verona
  • Parigi ↔ Milano-Linate, Napoli
  • Santorini ↔ Milano-Malpensa
  • Mikonos ↔ Milano-Malpensa, Roma
  • Mosca-Domodedovo ↔ Verona, Napoli
  • Sharm el-Sheikh ↔ Ancona, Bari, Bergamo, Brescia, Bologna, Pisa, Rimini, Milano-Malpensa, Napoli, Torino, Venezia, Verona
  • Cairo ↔ Milano Malpensa
  • Tel Aviv ↔ Milano Malpensa, Rome Fiumicino, Olbia, Verona, Cagliari

Lungo Raggio[modifica | modifica wikitesto]

  • Colombo ↔ Milano-Malpensa
  • Malé ↔ Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino, Bologna
  • Mauritius ↔ Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino
  • Mombasa ↔ Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino, Bologna (Via Zanzibar)
  • Zanzibar ↔ Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino, Bologna (Via Mombasa)
  • New York-JFK ↔ Napoli, Palermo
  • Dakar ↔ Milano Malpensa
  • Seychelles ↔ Milano-Malpensa (Via Mauritius all'andata e Via Fiumicino a ritorno)
    • Punta Cana ↔ Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino
    • Cancun ↔ Milano-Malpensa, Roma-Fiumicino
    • Voli in condivisione con Livingston ed effettuati con aeromobili ed equipaggi di quest'ultima.

[modifica | modifica wikitesto]

Eurofly è stato il vettore ufficiale della Nazionale italiana di calcio nel 2006, e ha riportato gli Azzurri vittoriosi con la coppa del mondo. Dalla stagione 2002/03 era gold sponsor dell'Inter[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Meridiana Fly, oggi il primo volo - Economia - ANSA.it
  2. ^ Relazione CDA sul sito ufficiale eurofly.it
  3. ^ Flotta A330 operativa sul sito AirFleets
  4. ^ Flotta A320 operativa sul sito AirFleets
  5. ^ Airbus: Flotta operativa sul sito Airbus
  6. ^ Sito ufficiale Inter FC

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]