Neos Air

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Neos Air
Neos Logo.png
Neos Boeing 737-800 I-NEOT.jpg
Compagnia aerea Charter
Codice IATA NO
Codice ICAO NOS
Identificativo di chiamata MOONFLOWER
Inizio operazioni di volo 8 marzo 2002
Descrizione
Hub Milano-Malpensa
Basi
Flotta 8
Destinazioni 44
Azienda
Tipo azienda Società per azioni
Fondazione 22 giugno 2001 a Roma
Stato Italia Italia
Sede Somma Lombardo
Gruppo Alpitour
Persone chiave
  • Lupo Rattazzi (Presidente)
  • Carlo Stradiotti (Amministratore Delegato)
Dipendenti 330  (2007)
Slogan Volo come voglio
Sito web www.neosair.it
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Neos, compagnia aerea charter italiana è nata il 22 giugno 2001 ed è decollata l'8 marzo 2002 con il primo Boeing 737 I-NEOS Città di Milano. È nata con una joint venture tra l'IFIL, proprietaria di Alpitour, controllata dalla famiglia Agnelli, e il tour operator tedesco TUI. Dal gennaio del 2004, Neos è stata totalmente acquisita da Alpitour e ha iniziato il servizio intercontinentale. Ha 330 impiegati (a marzo del 2007).

Azionisti[modifica | modifica sorgente]

Alpitour Spa = 100%

Flotta[modifica | modifica sorgente]

Aeromobile Nr. Posti Codici e nome
Boeing 737-800W 6 186 I-NEOS Città di Torino

I-NEOT Città di Milano

I-NEOW Lago Maggiore

I-NEOU Città di Verona

I-NEOX Città di Bologna

I-NEOZ Monte Rosa[1]

Boeing 767-300ER Winglet 2 12+272 I-NDOF Città di Roma

I-NDMJ Ciudad De La Habana (Città di L'Avana)

Neos svolge autonomamente la manutenzione tecnica sui propri velivoli e di altri vettori, con personale proprio, sull’aeroporto di Milano Malpensa applicando quanto previsto in materia da EASA. Sempre nella propria sede effettua infine programmi d’addestramento per piloti ed assistenti di volo sui Boeing 737-800 e 767-300 a seguito del certificato TRTO ricevuto nel Settembre del 2002. Neos possiede proprie basi di armamento presso gli aeroporti di Milano Malpensa, Verona, Bologna e Bergamo, dai quali opera quotidianamente voli di linea e charter.

Gli aeromobili B737-800W da 186 posti sono allestiti in classe unica per offrire a ogni passeggero uno standard superiore del servizio a bordo. Sono dotati di winglet, che permettono al velivolo di avere una maggiore efficienza durante il volo.


Gli aeromobili B767-300ERW per i voli a lungo raggio, sono invece allestiti in doppia classe, 12 Neos Class + 272 Economy Class e 10 membri di equipaggio (3 piloti, 7 assistenti di volo). Anche sui Boeing 767 sono installate le winglet alte 3,35 m e permettono agli aeromobili di consumare meno carburante, e di effettuare un viaggio più confortevole. I due B767-300ERW sono i primi in Italia a montare in cabina passeggeri il sistema Boeing "Mood Lighting System", ovvero un sistema a led capace di generare giochi di luce e simulare ad esempio il sorgere del sole o il tramonto durante le varie fasi della crociera. Inoltre la configurazione dei sedili è una delle più confortevoli fra tutte le compagnie charter.

Nei voli a lungo raggio ai bambini viene dato un piccolo set di giochi per il viaggio, mentre ai passeggeri della Neos Class vengono forniti gratuitamente degli iPad di quarta generazione con film e programmi per l'intrattenimento di volo.


A gennaio 2011 è arrivato il sesto Boeing 737-800W I-NEOZ Monte Rosa. A dicembre 2010 i due Boeing 767-300ER Winglet hanno ricevuto una nuova registrazione italiana: l'ex EI-DOF si chiama I-NDOF e l'ex EI-DMJ si chiama I-NDMJ[2]

Neos Boeing 767-300ER

Destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Spagna Baleari
Brasile Brazil
Spagna Canarie
Capo Verde Capoverde
Cuba Cuba
Egitto Egitto
Giamaica Giamaica
SpagnaGran Canaria
Grecia Grecia
Guadalupa Guadaloupe
Israele Israele
Italia Italia
Kenya Kenya
Madagascar Madagascar
Maldive Maldive
Messico Messico
Portogallo Portogallo
Rep. Dominicana Repubblica Dominicana
Stati Uniti Stati Uniti
Tanzania Tanzania
Tunisia Tunisia

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nuovo arrivo in casa Neos
  2. ^ Nuova registrazione per i B767-300ER Neos Air

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]