ElbaFly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silver Air
Stato Italia Italia
Tipo Società cooperativa a responsabilità limitata
Fondazione 14 gennaio 2005
Sede principale Calata Italia, 26 – Portoferraio
Persone chiave Maurizio Furio (Presidente)
Settore trasporti
Prodotti trasporti aerei
Slogan «Elba facile con ElbaFly»
Sito web www.kissfly.com
ElbaFly
Codice ICAO HLR
Descrizione
Hub Aeroporto di Marina di Campo
Flotta 1
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

ElbaFly era un broker aeronautico con sede a Portoferraio che organizzava voli presso l'aeroporto di Marina di Campo, sull'Isola d'Elba.

offriva voli, nel periodo aprile-settembre, dall'Isola d'Elba a destinazioni nazionali (Pisa, Firenze, Milano-Malpensa, Bergamo) e per Lugano operando con un Let L-410 Turbolet di proprietà della compagnia aerea Cieca Silver air.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La compagnia nasce su iniziativa di un gruppo di imprenditori isolani che decidono di avviare un'attività di trasporto aereo per e da alcuni aeroscali posti sul territorio nazionale. Il 14 gennaio 2005 viene ufficializzata l'istituzione della ElbaFly Scrl con l'obiettivo di iniziare le operazioni nel periodo estivo dello stesso anno.[1]

La compagnia continuerà a operare con voli estivi fino al 2009, mentre nel 2010 è costretta a interrompere le attività a causa della impossibilità di reperire velivoli per le sue rotte[2]. Oggi i voli in passato operati da ElbaFly per Pisa, Firenze, Milano e lugano sono operati direttamente da Silver Air che ha vinto il bando per la continuità territoriale all'elba.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il progetto in ElbaFly, http://www.elbafly.it/. URL consultato il 23 ott 2010.
  2. ^ 'Elbafly', sono saltati i voli per i principali scali nazionali in La Nazione, http://www.lanazione.it/, 29 giu 2010. URL consultato il 23 ott 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]