Etihad Airways

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Etihad Airways
Etihad Airways logo.svg
Etihad Airways Airbus A340-500 SYD Monty.jpg
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATA EY
Codice ICAO ETD
Identificativo di chiamata ETIHAD
Inizio operazioni di volo 12 novembre 2003
Descrizione
Hub Abu Dhabi
Programma frequent flyer Etihad Guest
Airport lounge Etihad Premium Lounge
Flotta 92 (+224 ordini)
Destinazioni 96
Controllate
Azienda
Fondazione luglio 2003 a Abu Dhabi
Stato Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti
Sede Abu Dhabi
Persone chiave
Dipendenti 13.535  (2013)
Slogan From Abu Dhabi to the World
Sito web www.etihadairways.com
Bilancio economico
Fatturato Green Arrow Up.svg US$ 6,1 miliardi  (2013)
Risultato ante oneri finanziari Green Arrow Up.svg US$ 208 milioni  (2013)
Profitto Green Arrow Up.svg US$ 62 milioni  (2013)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Etihad Airways è la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti ed ha sede ad Abu Dhabi. Istituita con un regio decreto nel luglio 2003, Etihad ha iniziato le operazioni di volo a novembre dello stesso anno.[1] Il nome deriva dalla parola araba "unione" (الإتحاد al-ittiḥād).[2]

La compagnia effettua oltre 1.000 voli settimanali verso 96 destinazioni sia passeggeri che cargo in Medio Oriente, Africa, Europa, Asia, Australia, America del Nord e America del Sud, con una flotta di 85 aerei di Airbus e Boeing.[3] Nel 2012 Etihad ha trasportato 10,3 milioni di passeggeri, con un incremento del 23% rispetto all'anno precedente,[4] ottenendo un fatturato di 4,8 miliardi dollari e un utile netto di 42 milioni di dollari.[5] Etihad Airways è la quarta più grande compagnia aerea del Medio Oriente ed è la seconda più grande compagnia aerea degli Emirati Arabi Uniti, dopo Emirates Airline, la compagnia aerea di bandiera di Dubai.

Oltre alla sua attività principale focalizzata nel trasporto passeggeri, Etihad opera anche voli charter e cargo, questi ultimi tramite l'apposita divisione denominata Etihad Chrystal Cargo.[1] L'hub[6] della compagnia è l'Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi e la sua sede è collocata del quartiere Khalifa City A di Abu Dhabi.

Etihad ha registrato il suo primo utile netto per l'intero anno nel 2011, di 14 milioni di dollari, in linea con il piano strategico annunciato dall'amministratore delegato James Hogan nel 2006.[7]

Nel dicembre 2011, Etihad ha dichiarato di esser diventata azionista di Air Berlin, con una quota del 29,21%,[8] che la sesta più grande compagnia aerea d'Europa, di cui James Hogan è stato nominato vice presidente. Gli investimenti sono proseguiti con quote di minoranza in altre compagnie aeree: Air Seychelles (40%),[9] Aer Lingus (2,987%),[10] Virgin Australia (10 %)[11] e Jet Airways (24%).[12] Il 1º agosto 2013, James Hogan, ha firmato un accordo con Aleksandar Vučić, vice Primo Ministro della Serbia, a Belgrado, facendo entrare Etihad nell'azionariato di Jat Airways con una quota del 49%, vettore che, come voluto da Etihad stessa, è stato rinominato Air Serbia dalla fine di ottobre 2013.[13] Il governo serbo mantiene comunque il 51% delle azioni.[14] [15] Al Dubai Airshow 2013, Etihad ha annunciato di aver acquisito il 33,3% del capitale del vettore svizzero Darwin Airline, che da gennaio 2014 vola come Etihad Regional.

Dalla sua nascita la compagnia ha ottenuto oltre 30 riconoscimenti internazionali incentivati anche dalla soddisfazione dei viaggiatori nel servizio globale. Etihad Airways si è aggiudicata il titolo di "World's Leading Airline" per 5 anni consecutivi: 2009, 2010, 2011, 2012 e 2013.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Etihad Airways venne fondata come compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti nel luglio 2003 dallo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahayan con un capitale sociale di circa 500 milioni di dirham. Il primo servizio commerciale della compagnia venne effettuato il 12 novembre 2003 con un volo Abu Dhabi-Beirut.

Nel giugno 2004, la compagnia aerea ha investito circa 8 miliardi di dollari nell'acquisto di nuovi aeromobili che comprendevano cinque Boeing 777-300ER, 20 aerei della famiglia Airbus A320 e quattro Airbus A380.

A giugno 2006, Etihad ha raggiunto quota 30 destinazioni, dopo poco meno di 30 mesi di attività. L'obiettivo, raggiunto, della compagnia all'epoca era quello di raggiungere oltre 70 destinazioni nel 2010. Le destinazioni saliranno a 86 a febbraio 2013 e a 96 a febbraio 2014, risultando la compagnia aerea in più rapida espansione di sempre.

Lo sviluppo e l'espansione[modifica | modifica sorgente]

Al Farnborough Airshow 2008 la compagnia ha effettuato il più grande ordine di aeromobili fino ad allora: 205 aerei, di cui 100 ordini fermi, 55 opzioni e 50 diritti d'acquisto. Nel 2008, il numero di passeggeri trasportati è salito a quota 6 milioni; il dato è stato diffuso con particolare soddisfazione dai vertici aziendali che lo hanno rapportato a quello del 2004, il quale non si avvicinava nemmeno al mezzo milione di passeggeri e a quello del 2007 che ha sfiorato i 5 milioni di viaggiatori. Nel 2009 i passeggeri sono passati da 6 milioni a 6,3 milioni che sono saliti a 10,3 milioni nel 2012.

Il 26 agosto 2010 Etihad annuncia un accordo di codesharing con Virgin Australia per poter raggiungere 44 nuove destinazioni tramite le operazioni del vettore australiano,[16] nel quale entrerà nell'azionariato con una quota del 4,99%.[17] Il 26 gennaio 2011 in una conferenza congiunta Etihad Airways-Virgin Australia viene presentato il nuovo volo su Abu Dhabi da parte del vettore australiano che partirà in mese successivo. Il 6 giugno 2012 Etihad decide di aumentare le quotazioni in Virgin Australia passando all'8,95%[17] per poi raggiungere il 19,9% l'11 ottobre 2013.[18]

Nel primo trimestre 2012 Etihad stringe accordi di codesharing con Air Seychelles in alcuni voli per l'Europa, dopo che quest'ultima ha disposto l'interruzione dei voli diretti. Il 25 gennaio 2012 i vertici di Etihad, tra cui l'amministratore delegato, James Hogan, in una conferenza stampa congiunta con il Governo delle Seychelles hanno annunciato l'acquisto del 40% di Air Seychelles divulgando il 16 marzo del mese successivo un nuovo piano di riorganizzazione aziendale che prevede l'introduzione di due Airbus A330-200 nella flotta della compagnia africana con l'apertura da gennaio 2013 di un volo per Pechino con possibilità di connessioni a Mahé per Johannesburg e viceversa. La compagnia dell'Oceano Indiano sarà inoltre gestita per i cinque anni successivi all'accordo da Etihad Airways.[19]

Il 19 dicembre 2011 Air Berlin annuncia che Etihad Airways è divenuto l'azionista di maggioranza della compagnia con una quota del 29,1% per 73 milioni di euro.[20] Etihad ha dichiarato di aver voluto diventare azionista di maggioraza della compagnia tedesca per poter penetrare maggiormente nel network europeo e in quello tedesco. A gennaio 2012 Air Berlin inizia i voli diretti tra Berlino e Abu Dhabi in codeshare con Etihad portando così a 42 i voli tra Abu Dhabi e la Germania.[21] A marzo 2012 Etihad annuncia l'acquisizione del programma frequent-flyer della compagnia tedesca,[22] operazione che venne completata a giugno dello stesso anno.[23]

Il 1º maggio 2012 Etihad conferma di essere entrata nel mercato irlandese acquistando una quota del 2,987% di Aer Lingus, siglando con essa accordi di codesharing per i voli tra Dublino e varie destinazioni del network della compagnia irlandese, comprese Londra-Heathrow, Manchester, gli Stati Uniti e i Paesi Bassi. Gli accordi di codesharing, resi noti solo il 30 luglio 2012 furono attivi dal 15 settembre successivo.[24]

Storia recente[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del 2013 Etihad pianifica l'acquisizione di una quota della compagnia indiana Jet Airways. Il 29 aprile dello stesso anno la compagnia basata a Mumbai annuncia di essere pronta a cedere il 24% delle quote alla compagnia di Abu Dhabi per 379 milioni di dollari. A causa di una crisi della flessione dei passeggeri in India, per la prima volta dal 2009, Etihad ha rallentato le trattative, che si sono poi concluse il 20 novembre 2013.[25]

A marzo 2013 i vertici Etihad ricevettero il Ministro delle Finanze della Serbia, Mlađan Dinkić, che volò ad Abu Dhabi per trattare dell'acquisto di una quota nella compagnia di bandiera serba Jat Airways e rinnovarne la flotta.[26][27] Il mese successivo Etihad confermò l'avvio del volo tra Abu Dhabi e Belgrado in seguito alla cooperazione con il governo serbo,[28] mentre i media riportavano la notizia della possibile firma di un memorandum d'intesa per l'acquisto del 49% di Jat Airways da parte di Etihad a maggio 2013.[29][30] Il memorandum d'intesa fu poi firmato il 17 giugno,[31] mentre l'acquisto del 49% di Jat Airways avvenne il 1º agosto successivo.[32] L'accordo prevede che il restante 51% della compagnia continui a rimanere del Governo della Serbia ma che Etihad se ne assumi il controllo per almeno cinque anni.[33][34] Etihad cambiò il nome e marchio di Jat Airways in Air Serbia. Il volo inaugurale di Air Serbia fu un Belgrado-Abu Dhabi il 28 ottobre 2013.[35] La nuova compagnia ereditò la flotta di Jat Airways con lo scopo di rinnovarla completamente entro marzo 2014 con l'arrivo tramite Etihad di nove nuovi aeromobili tra Airbus A319 e Airbus A320. Etihad ha inoltre ordinato per la controllata serba anche 2 Airbus A320neo la cui consegna è prevista tra il 2018 e il 2020.[36]

Nel novembre del 2013, durante il Dubai Airshow, la compagnia ha annunciato il suo più grande ordine d'acquisto (199 aeromobili Airbus e Boeing) e 294 motori per un controvalore di 67 miliardi di dollari. Con questa commessa Etihad punta a diventare una delle più grandi compagnie aeree mondiali entro il decennio successivo.[37]

Sempre durante lo show aeronautico di Dubai, Etihad ha annunciato di aver acquistato il 33,3% della compagnia aerea regionale svizzera Darwin Airline. Nonostante il marchio Darwin Airline verrà mantenuto, la compagnia svizzera opererà i voli con il marchio Etihad Regional. Etihad ha dichiarato di aver acquisito Darwin per poter avere una presenza più capillare nel mercato europeo: Etihad Regional, infatti, serve a permettere coincidenze con i voli Etihad in diversi aeroporti europei da aeroporti minori che non hanno il volo diretto di Etihad da Abu Dhabi, per questo verranno aperte diverse rotte da Ginevra, Zurigo, Roma-Fiumicino e Berlino-Tegel nei mesi successivi. Oltre ad alimentare i voli verso Abu Dhabi, Etihad Regional opera anche voli indipendenti. Gli aerei Darwin Airline assumeranno gradualmente la nuova livrea Etihad Regional entro giugno 2014;[38] livrea che riporta comunque la scritta "operated by Darwin Airline", che in italiano significa "operato da Darwin Airline".[39]

Il 19 dicembre 2013 Etihad Airways conferma ufficialmente le trattative in corso con l'ex compagnia di bandiera dell'Italia, Alitalia, ed il Governo italiano. Si parla di un investimento di 300 milioni di euro che garantirebbe alla società araba la quota di maggioranza. Il 2 febbraio 2014 viene reso noto che tra Alitalia ed Etihad è in corso un negoziato giunto nella sua fase finale che potrebbe portare all'investimento della compagnia di Abu Dhabi in quella italiana.

Gestione aziendale[modifica | modifica sorgente]

Etihad è governata da un consiglio di amministrazione composto da sette componenti non esecutivi indipendenti, due sotto-commissioni e un Comitato per il Controllo, ciascuno con un proprio statuto e presidente. I sette membri del consiglio sono lo sceicco Sua Altezza Hamed bin Zayed Al Nahyan (vice presidente di Etihad e capo del Consiglio di Amministrazione), Mohammed Mubarak Fadel Al Mazrouei, Ahmed Ali Al Sayegh, Mubarak Hamad Al Muhairi, Hamad Abdullah Al Shamsi, Khalifa Sultan Al Suwaidi e George Cheaib.[40]

La compagnia è guidata dall'australiano James Hogan (già amministratore delegato di Gulf Air), che è stato nominato presidente e Amministratore delegato il 10 settembre 2006.

Sede[modifica | modifica sorgente]

La sede della compagnia è situata presso il quartiere Khalifa City A di Abu Dhabi, nei pressi dell'Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi.[41] Etihad spese 183,6 milioni di dirham (circa 50 milioni di dollari) per la sua costruzione con annesso il centro di formazione per i dipendenti che venne inaugurato verso la fine del 2007.[42]

Risultati finanziari[modifica | modifica sorgente]

2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013[43]
Giro d'affari (miliardi di AED) Green Arrow Up.svg 5,6 Green Arrow Up.svg 9,1 Green Arrow Up.svg 8,4 Green Arrow Up.svg 10,9 Green Arrow Up.svg 15,0
Giro d'affari (miliardi di US$) Green Arrow Up.svg 0,3 Green Arrow Up.svg 4,1 Green Arrow Up.svg 4,8 Green Arrow Up.svg 6,1
Risultato ante oneri finanziari (milioni di US$) Green Arrow Up.svg 137 Green Arrow Up.svg 170 Green Arrow Up.svg 208
Dipendenti Green Arrow Up.svg 1 761 Green Arrow Up.svg 2 116 Green Arrow Up.svg 3 468 Green Arrow Up.svg 5 563 Green Arrow Up.svg 7 058 Green Arrow Up.svg 7 828 Green Arrow Up.svg 7 855 Green Arrow Up.svg 9 038 Green Arrow Up.svg 10 656 Green Arrow Up.svg 13 535
Passeggeri trasportati (milioni) Green Arrow Up.svg <0,1 Green Arrow Up.svg 0,3 Green Arrow Up.svg 1,0 Green Arrow Up.svg 2,8 Green Arrow Up.svg 4,6 Green Arrow Up.svg 6,0 Green Arrow Up.svg 6,3 Green Arrow Up.svg 7,1 Green Arrow Up.svg 8,3 Green Arrow Up.svg 10,3 Green Arrow Up.svg 11,5
Coefficiente di riempimento passeggeri (%) Green Arrow Up.svg 70 Green Arrow Up.svg 75 Red Arrow Down.svg 74 Straight Line Steady.svg 74 Green Arrow Up.svg 75.8 Green Arrow Up.svg 78.2 Straight Line Steady.svg 78
Merci trasportate (migliaia di tonnellate) Green Arrow Up.svg 115 Green Arrow Up.svg 202 Green Arrow Up.svg 263 Green Arrow Up.svg 310 Green Arrow Up.svg 368 Green Arrow Up.svg 487
Numero di aerei (a fine anno) Green Arrow Up.svg 6 Green Arrow Up.svg 12 Green Arrow Up.svg 22 Green Arrow Up.svg 37 Green Arrow Up.svg 42 Green Arrow Up.svg 52 Green Arrow Up.svg 57 Green Arrow Up.svg 64 Green Arrow Up.svg 70 Green Arrow Up.svg 90

Destinazioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Destinazioni di Etihad Airways.

Etihad attualmente serve 96 destinazioni in 6 continenti.[44][45]

Accordi di codeshare[modifica | modifica sorgente]

Attualmente Etihad Airways ha accordi di codeshare con le seguenti compagnie (ottobre 2013):

Divisioni[modifica | modifica sorgente]

Etihad Regional[modifica | modifica sorgente]

Etihad Regional è il marchio utilizzato da Etihad per operare i voli interni in Europa. Etihad Airways, con l'acquisto del 33,3% di Darwin Airline, ha voluto il controllo completo delle operazioni di volo della compagnia: ne ha ereditato i codici di volo IATA e ICAO e le rotte, cambiandone la commercializzazione da Darwin Airline a Etihad Regional. Darwin Airline continuerà comunque a gestire aeromobili ed equipaggi, anche se non potrà vendere le tratte in quanto sono sotto il controllo Etihad Regional dal 23 gennaio 2014, data in cui ha iniziato le operazioni con un volo da Ginevra a Roma-Fiumicino. Etihad Airways ha fondato Etihad Regional con lo scopo di alimentare i voli per Abu Dhabi dagli scali di Berlino-Tegel, Ginevra, Zurigo e Roma-Fiumicino aprendo diverse da questi aeroporti verso aeroporti minori che non hanno il volo diretto per Abu Dhabi. Tutti gli aerei Darwin Airline saranno verniciati nella livrea Etihad Regional entro giugno 2014, livrea che comunque presenta nella coda la bandiera della Svizzera, in quanto società basata in Svizzera, e la scritta "Etihad Regional - Operated by Darwin Airline", in italiano "Etihad Regional - Operato da Darwin Airline".

Etihad Cargo[modifica | modifica sorgente]

Etihad Cargo è la divisione cargo della compagnia. Fondata nel 2004, opera sia con i nove aerei esclusivamente destinati al trasporto merci, sia con gli aerei passeggeri, trasportando la merce nella loro stiva. Nota precedentemente come Etihad Crystal Cargo, a giugno 2012 la compagnia decise di rinominarla semplicemente in Etihad Cargo. Nel 2012 ha trasportato 368 000 tonnellate di merci, aumentando del 19% le merci trasportate, anche grazie all'aumento del 14% della capacità merci trasportabili per chilometro.[64] Il nuovo sistema di smistamento merci dell'Aeroporto Internazionale di Abu Dhabi permetterà a Etihad di poter trasportare più di 500 000 tonnellate di merci.

Etihad Holidays[modifica | modifica sorgente]

Etihad Holidays è il tour operator della compagnia. È specializzato nella vendita di pacchetti turistici con località di partenza Abu Dhabi verso mete europee o asiatiche, o con partenza da Regno Unito o Germania con destinazione mete esotiche dell'Asia, dell'Oceano Indiano o dell'Africa. I voli utilizzati da chi sceglie pacchetti Etihad Holidays sono normali voli di linea Etihad Airways.

Flotta[modifica | modifica sorgente]

Un Airbus A340 di Etihad Airways.
Un Boeing 777 di Etihad Airways all'Aeroporto di Brisbane.
Un Airbus A330 di Etihad Airways.

La flotta di Etihad Airways a febbraio 2014 consiste nei seguenti aeromobili:[65][66][67][68][69]

Flotta di Etihad Airways
Aereo In Flotta Ordini Opzioni Passeggeri Note
F J Y Totale
Airbus A319-100 2 16 90 106
Airbus A320-200 23 5 18 16 120 136
162 162
Airbus A320neo 10[70] TBA
Airbus A321-200 2 5 12 162 174
Airbus A321neo 26[70] TBA
Airbus A330-200 22 1 22 240 262
Airbus A330-300 6 8 32 191 231
Airbus A340-500 4 12 28 200 240
Airbus A340-600 7 12 32 248 292
Airbus A350-900 40[70] TBA
Airbus A350-1000 22 15 TBA Consegne dal 2017[71][72]
Airbus A380-800 10 5 TBA Consegne dal 2014[73]
Boeing 777-200LR 1 4 8 40 189 237
Boeing 777-300ER 18 8 40 280 328
40 340 380
28 384 412
Boeing 777-8X 8[74] TBA Cliente di lancio

Consegne dal 2020

Boeing 777-9X 17[74] 12 TBA Consegne dal 2020
Boeing 787-9 41 25 TBA Consegne dal 2014[75]
Boeing 787-10 30[74] 12 TBA Consegne dal 2014[75]
Totale 83 221 87

Flotta cargo[modifica | modifica sorgente]

Un Airbus A330-200F in atterraggio all'Aeroporto di Zurigo, in Svizzera.

La flotta di Etihad Cargo conta 9 aerei e 3 ordini:

Flotta di Etihad Cargo
Aereo In Flotta Ordini Opzioni Capacità merci Note
Airbus A330-200F 4 1 64 000 kg Cliente di lancio
Boeing 747-400ERF 1 113 000 kg Operato da Atlas Air
Boeing 747-400F 1 113 000 kg Operato da Martinair Cargo
Boeing 747-8F 1 134 000 kg Leasing da Atlas Air
Boeing 777-200F 3 1 2 102 870 kg
Totale 9 3 2

Sponsorizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Etihad Airways si affacciò per la prima volta al mondo della sponsorizzazione sportiva internazionale con la Formula 1 diventando lo sponsor nel 2007 della scuderia olandese Spyker F1, passando poi dal 2008 sino al 2010 alla Scuderia Ferrari. Il 18 dicembre 2007 Etihad annunciò che sarebbe stata sponsor dello Yas Marina Circuit, circuito automobilistico che ha ospitato, a novembre 2009, il primo Gran Premio di Abu Dhabi. Un mese prima del Gran Premio di Formula 1, per pubblicizzare al meglio questo evento, la compagnia ha modificato le livree di 12 aerei a lungo e medio raggio con l'applicazione del logo ufficiale della Formula 1 in varie parti degli aeromobili.[76]

Il 30 luglio 2007 la compagnia ha annunciato che sarebbe divenuto lo sponsor principale della squadra di rugby inglese Harlequin Football Club. La sponsorizzazione comprendeva anche la ridenominazione della tribuna est al Twickenham Stoop Stadium di Londra da Stand East a Stand Etihad. Logo di Etihad venne dipinto sul tetto della trabina che visibile durante l'atterraggio all'Aeroporto di Londra-Heathrow.[77] L'Harlequins Football Club è stato campione dell'English Premiership dopo aver vinto la stagione 2011-12.

Nel 2008 venne annunciato che lo stadio di Melbourne sarebbe stato rinominato in Etihad Stadium. Il cambio di nome divenne effettivo dal 1º marzo 2009.

Airbus A330-200 Etihad in livrea speciale nei colori del Manchester City.

Nel maggio 2009 venne annunciato che Etihad sarebbe diventata sponsor del Manchester City Football Club, squadra calcistica che gioca nella Premier League, la massima serie del campionato inglese di calcio.[78] L'accordo portò inoltre alla ridenominazione dello stadio del Manchester City in Etihad Stadium e alla verniciatura di un Airbus A330-200 Etihad nei colori del Manchester City.

Il 18 marzo 2008 Etihad annunciò che sarebbe diventanto lo sponsor principale dell'All-Ireland Senior Hurling Championship fino al 2010. L'accordo di sponsorizzazione venne poi prolungato fino al 2012 e successivamente esteso fino al 2017.[79]

Nel novembre 2013 Etihad annunciò la sponsorizzazione dell'Anorthosi Ammochostou (più conosciuto come Anorthosi Famagosta) del campionato di calcio cipriota.[80]

Il 25 marzo 2014 la compagnia di Abu Dhabi annuncia un accordo di partnership con la Major League Soccer devenendone la compagnia aerea ufficiale.[81]

In passato Etihad fu sponsor di diverse società sportive di Abu Dhabi come l'Abu Dhabi Rugby Union Football Club, l'Abu Dhabi International Sailing School, l'Abu Dhabi International Marine Sports Club e anche dell'Al-Jazira Club.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Etihad ha ricevuto oltre 30 premi da quando ha iniziato le operazioni di volo, nel 2003. Ai World Travel Award 2009 di Londra vinse il premio di "Best Business Class" e di "World's Leading Airline".[82] Quest'ultimo titolo venne assegnato alla compagnia anche nel 2010,[83] nel 2011,[84] nel 2012[85] e nel 2013, dove ai World Travel Awards si aggiudicò il anche il titolo di "World's Leading Airline-First Class".

Nel 2010 ricevette il titolo di "World's Best First Class" da Skytrax oltre ai riconoscimenti di "Best First Class Catering" e "Best First Class Seat". Nel 2013 Etihad ricevette sempre da Skytrax tutti i premi riguardanti la prima classe, ovvero "Best First Class", "Best First Class Seats" e "Best First Class Catering".[86]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Etihad Airways - creazione (PDF), Etihad Airways. URL consultato il 25 giugno 2012.
  2. ^ La nostra storia, Etihad Airways. URL consultato il 17 gennaio 2013.
  3. ^ Etihad Airways Q3 2013, Etihad Airways. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  4. ^ Etihad 2012 net profit up 200% year on year, 4 febbraio 2013.
  5. ^ Etihad Airways profit for 2012 jumps 200 per cent, 4 febbraio 2013.
  6. ^ Directory: World Airlines in Flight International, 3 aprile 2007, p. 78.
  7. ^ Etihad Airways lands first profit, 10 febbraio 2012.
  8. ^ Etihad takes 29% stake in Air Berlin, 19 dicembre 2011.
  9. ^ Etihad Airways stake in Air Seychelles gives "realistic way forward" to the island carrier's future, 30 gennaio 2012.
  10. ^ Etihad Takes Aer Lingus Stake, Seeks Pact to Feed Abu Dhabi, 1º maggio 2012.
  11. ^ Etihad raises Virgin stake to 10pc, 3 settembre 2012.
  12. ^ Jet Airways to Sell 24% Equity to Etihad Airways, 24 aprile 2013.
  13. ^ Biz - Vesti - Er Srbija - raskid sa prošlošću, B92. URL consultato il 6 settembre 2013.
  14. ^ Jat takeover expected next Monday, 15 luglio 2013.
  15. ^ http://www.etihad.com/en-au/about-us/news/archive/2013/etihad-airways-and-government-of-serbia-unveil-strategic-partnership-to-secure-future-of-serbian-national-airline/. Etihad Airways media release. Retrieved 6 August 2013.
  16. ^ Etihad e Virgin partnership
  17. ^ a b Etihad aumenta la quota in Virgin Australia
  18. ^ Etihad raddoppia la quota in Virgin Australia
  19. ^ Air Seychelles e Etihad Airways
  20. ^ Die Folgen des Etihad-Berlin-Deals auf ftd.de19.12.2011.
  21. ^ [1].Air-Berlin-Pressemeldung, 15.01.2012. [collegamento interrotto]
  22. ^ [2].Air-Berlin-Press Release, 16 January 2012. [collegamento interrotto]
  23. ^ [3].Air-Berlin-Press Release, 11 June 2012.
  24. ^ Etihad-Aer Lingus partnership
  25. ^ Etihad completa l'acquisizione del 24% di Jet Airways
  26. ^ (SR) Mrkonjić: Svaka čast Dinkiću ako je našao partnera za JAT!, Blic, 28 marzo 2013.
  27. ^ Daniel Shane, Serbia's Jat Airways offers Etihad minority stake, ArabianBusiness.com, 25 marzo 2013.
  28. ^ EXCLUSIVE: Etihad - Jat tie up details, Ex-Yu aviation blog-spot, 12 aprile 2013.
  29. ^ JAT Agrees Marketing Alliance with Etihad, airwise.com, 15 aprile 2013.
  30. ^ Jat Airways, Etihad make first partnership step, B92, 15 aprile 2013. URL consultato il 23 aprile 2013.
  31. ^ [4] EX YU Aviation News: UPDATED Etihad announces possible equity investment in Jat - 17 June 2013
  32. ^ Etihad Airways media release. Retrieved 6 August 2013.
  33. ^ Jat Airways to be renamed to Air Serbia in August, B92, 29 luglio 2013. URL consultato il 1º agosto 2013.
  34. ^ Etihad Airways and Government of Serbia unveil strategic partnership to secure future of Serbian National Airline, Etihad Airways, 1º agosto 2013. URL consultato il 6 agosto 2013.
  35. ^ Air Serbia: A New Dawn for Serbia as Revitalised National Airline Takes to the Skies in Centre for Aviation, 28 ottobre 2013. (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2013).
  36. ^ Bomba iz Dubaija: Air Serbia naručila 10 Erbasova A320NEO! - Tango Six
  37. ^ Etihad: un super ordine per diventare leader dei cieli, Nonsoloaerei
  38. ^ [5], Etihad and Qatar Airways Enter New Territory, Aviation Week & Space Technology, 27 January 2014, p. 31
  39. ^ Dubai Airshow: Etihad Rebrands Swiss Carrier Darwin With 33% Stake » Gulf Business
  40. ^ http://www.etihadairways.com/sites/Etihad/Etihad%20Images/Resources/Business-review-2010-en.pdf
  41. ^ "Etihad Airways plans to enter hospitality sector." Tehran Times. Monday 17 August 2009. Retrieved on 11 February 2010.
  42. ^ Airline to Shift to New Headquarters by 2008." Gulf News at Zawya. 17 April 2007. Retrieved on 11 February 2010.
  43. ^ md80.it - Archivio Blog - ETIHAD AIRWAYS ANNUNCIA I RISULTATI FINANZIARI 2013
  44. ^ (EN) ETIHAD AIRWAYS - Factsheets - JULY 2010 (PDF), giugno 2010. URL consultato il 6 gennaio 2011.
  45. ^ Etihad Airways Destinazioni per paese
  46. ^ Aegean Airlines | Nέο δρομολόγιο της Αegean Αirlines προς το Abu Dhabi και έναρξη πτήσεων κοινού κωδικού με την Etihad Airways
  47. ^ Email Us, Aer Lingus and Etihad Airways agree partnership — The Irish Times — Mon, Jul 30, 2012, The Irish Times, 30 luglio 2012. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  48. ^ Fri, Sep 6, 2013, 4:00 PM EDT - U.S. Markets closed, Etihad Airways and Air Canada to Introduce Codeshare Services - Yahoo! Finance, Finance.yahoo.com, 25 aprile 2013. URL consultato il 6 settembre 2013.
  49. ^ http://www.etihad.com/en-gb/about-us/news/archive/2014/new-madrid-abu-dhabi-service.
  50. ^ Wall Street Journal, Air France-KLM, Etihad Agree Code-Sharing Deal, Dow Jones & Co., Inc.. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  51. ^ Business : Etihad, Air Seychelles in codeshare flights now on sale, Khaleejtimes.com, 28 gennaio 2012. URL consultato il 7 aprile 2012.
  52. ^ http://www.etihad.com/en-au/about-us/news/archive/2013/a-new-dawn-for-serbia-as-revitalized-national-airline-takes-to-the-skies/
  53. ^ Etihad Airways and airBaltic Announce New Riga-Abu Dhabi Service
  54. ^ Национальная авиакомпания «Белавиа» и авиакомпания Etihad Airways подписали код-шеринговое соглашение
  55. ^ Etihad inks China Eastern codeshare – Transport, ArabianBusiness.com, 28 agosto 2012. URL consultato il 10 novembre 2012.
  56. ^ Anne Majumdar, Garuda to codeshare with Etihad, Travel Weekly, 17 ottobre 2012. URL consultato il 10 novembre 2012.
  57. ^ Etihad signs first codeshare deal as it eyes China growth, ArabianBusiness.com, 16 dicembre 2011. URL consultato il 7 aprile 2012.
  58. ^ Etihad Code-Share With JetBlue Opens Up Flights Beyond New York - Bloomberg
  59. ^ Etihad Airways inks codeshare agreement with Kenya Airways, MENAFN, 31 dicembre 2012. URL consultato il 23 febbraio 2013.
  60. ^ Wall Street Journal, Air France-KLM, Etihad Agree Code-Sharing Deal, Dow Jones & Co.. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  61. ^ Etihad Airways And Korean Air Sign Code share Agreement, Khaleejtimes.com, 16 luglio 2013. URL consultato il 6 settembre 2013.
  62. ^ [6] [collegamento interrotto]
  63. ^ Etihad inks codeshare deal with South African Airways - Travel & Hospitality, ArabianBusiness.com, 7 maggio 2013. URL consultato il 6 settembre 2013.
  64. ^ Etihad Airways reports 10.3 million passengers and 365,000 tonnes of cargo in 2012
  65. ^ Our Fleet, Etihadairways.com. URL consultato il 7 aprile 2012.
  66. ^ Etihad Airways Fleet, ch-aviation.ch. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  67. ^ Etihad Cargo – About Us, Etihad Airways. URL consultato il 15 settembre 2013.
  68. ^ Fast Facts & Figures - December 2012, Etihad Airways. URL consultato il 15 settembre 2013.
  69. ^ Etihad Airways Fleet Details and History - Planespotters.net Just Aviation
  70. ^ a b c Etihad Airways orders 50 A350 XWB, 36 A320neo and one A330-200F | Airbus News & Events
  71. ^ (EN) Alex Delmar-Morgan, Etihad Airways Reduces Orders For Airbus A350-1000, The Wall Street Journal, 17 gennaio 2012. URL consultato il 28 gennaio 2012.
  72. ^ (EN) Tim Hepher, Etihad drops more A350s in setback to Airbus, Reuters, 7 maggio 2012. URL consultato il 7 maggio 2012.
  73. ^ (EN) Samia Badih, Engine Alliance to power Etihad A380 fleet, gulfnews.com, 8 marzo 2011. URL consultato il 28 gennaio 2012.
  74. ^ a b c Boeing, Etihad Airways Kick Off Dubai Airshow with 777X, 787-10 Orders - Nov 17, 2013
  75. ^ a b (EN) Cathy Buyck, Etihad increases 787 orders to 41, Air Transport World, 13 dicembre 2011. URL consultato il 28 gennaio 2012.
  76. ^ Etihad sponsor's AUH Grand Prix
  77. ^ Etihad's rugby debut with Harlequins
  78. ^ Etihad Airways to sponsor Manchester City, Manchester City F.C., 24 maggio 2009. URL consultato il 25 maggio 2009.
  79. ^ Gaelic Athletic Association, 12 aprile 2012. URL consultato il 2 maggio 2012.
  80. ^ Etihad Airways to sponsor Anorthosis Famagusta, Anorthosis Famagusta official website, 11 novembre 2013. URL consultato l'11 novembre 2013.
  81. ^ Etihad Airways announced as official airline partner of Major League Soccer, 25 marzo 2014. URL consultato il 25 marzo 2014.
  82. ^ World's Leading Airline 2009 in World Travel Awards. URL consultato il 12 luglio 2011.
  83. ^ World's Leading Airline 2010 in World Travel Awards. URL consultato l'112 July 2011.
  84. ^ World's Leading Airline 2011 in World Travel Awards. URL consultato l'11 luglio 2012.
  85. ^ Etihad Airways named World’s Leading Airline for fourth consecutive year. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  86. ^ June 19, 2013, Etihad Airways Airways again tops Skytrax First Class Awards, Dubaichronicle.com, 19 giugno 2013. URL consultato il 6 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]