Adventure Time

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adventure Time
serie TV cartone
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Pendleton Ward
Soggetto
Dir. artistica
Studio
Musiche
Rete Cartoon Network
1ª TV 5 aprile 2010
Episodi 170 (in corso) - 6 stagioni
Durata ep. 11 min
Reti it. Cartoon Network, Boing
1ª TV it. 8 gennaio 2011
Episodi it. 130 (in corso) - 5 stagioni
Durata ep. it. 11 min
Censura it.
Doppiaggio it.
Dialoghi it. Luigi Calabrò
Generi fantasy, avventura, commedia, post-apocalittico
Temi avventura, magia, amore, umorismo

Adventure Time è una serie televisiva d'animazione statunitense creata da Pendleton Ward (un ex-scrittore e sceneggiatore della serie Le meravigliose disavventure di Flapjack) e prodotta da Frederator Studios per Cartoon Network. La serie segue le avventure di Finn, un ragazzino dodicenne (all'inizio della serie) e il suo migliore amico Jake, un cane dotato di magici poteri come quello di potersi ingrandire, rimpicciolire o trasformare in numerose forme. Finn e Jake vivono nella post-apocalittica terra di Ooo. Ward descrive Finn come un "energico ragazzo dotato di forte moralità", mentre Jake è ispirato a Tripper Harrison, il personaggio di Bill Murray nel film Polpette[1].

La serie è divenuta un successo commerciale, di critica e di pubblico[2]. La serie è stata ufficialmente mandata in onda per la prima volta negli Stati Uniti nel 2010, mentre in Italia è stata trasmessa a partire dall'8 gennaio 2011.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Basandosi sul cortometraggio originale, Frederator Studios ha proposto la pubblicazione della serie alla Nickelodeon, ma il network l'ha rifiutata per due volte[3]. Lo studio si è poi avvicinato a Cartoon Network, con il creatore Pendleton Ward mostrando loro in anticipo uno storyboard per The Enchiridion, facendo osservare loro che il corto sarebbe potuto essere esteso in una serie televisiva ufficiale pur mantenendo i suoi elementi caratteristici originali: divertenti slogan, balli e danze, un imbarazzante bacio con la principessa e un "momento con Abe Lincoln" convinsero Cartoon Network a dare il via libera alla pubblicazione della prima stagione nel settembre del 2008 con The Enchiridion a farne da primo episodio[3]. La pubblicazione ufficiale, tuttavia, avvenne soltanto il 5 aprile 2010. La serie era inizialmente conosciuta col nome Adventure Time with Finn & Jake, un titolo usato tuttora per merchandise correlato.

Ispirazione[modifica | modifica sorgente]

Stando a quanto dice Ward, lo stile del cartone animato è stato influenzato a suo tempo da CalArts e il suo lavoro come storyboarder per Le meravigliose disavventure di Flapjack. Egli provò ad aggiungere dei "bei momenti" esattamente come nel film Il mio vicino Totoro di Hayao Miyazaki e un po' di horror sovversivo, ispirato a serie come I Simpson e Pee-wee's Playhouse[1]. Fred Seibert, uno dei produttori esecutivi, paragonò lo stile di animazione della serie a Felix the Cat e ai cartoni animati di Max Fleischer, ma disse anche che l'ambientazione era equivalentemente ispirata a Dungeons & Dragons e ad alcuni videogiochi. Ward è convinto che l'ambientazione della serie possegga una certa logica di fondo, e non risulti "cartoonesca e grossolana". Sebbene elementi inverosimili e magia siano presenti all'interno della storia, gli scrittori della serie cercano continuamente di creare una coerenza interna nel modo in cui personaggi interagiscono con il loro mondo[1].

Molti degli scrittori e storyboarder della serie hanno avuto delle esperienze in pubblicazioni indipendenti, Ward li definisce "persone molto intelligenti" soprattutto per aver introdotto alcune delle idee più strane e "spirituali" durante lo svolgimento della terza stagione[4].

Ambientazione[modifica | modifica sorgente]

Il cartone è ambientato in un immaginario continente chiamato "Terra di Ooo" e, anche se non è esplicitamente dichiarato all'interno della serie, ha luogo qualche tempo dopo una guerra nucleare chiamata "Grande Guerra dei Funghi" (probabile riferimento ai funghi atomici che si sviluppano con lo scoppio delle bombe nucleari). Secondo Ward, la trama ha inizio "dopo che le bombe caddero e la magia tornò nel mondo"[5]. Durante una presentazione al Toronto Comics & Arts Festival, Ward disse che questo tema non verrà probabilmente mai affrontato direttamente nello show. Alcuni dei risultati provocati da questa guerra si possono notare fin dai primissimi secondi della sigla iniziale del cartone animato: alberi spogli, terreno bruciato e alcune bombe e missili nucleari inesplosi ancorati al terreno. Spesso compaiono nella serie anche zombie e creature mutate dalle radiazioni, oltre che resti di centri abitati e oggetti distrutti o abbandonati.

Nell'episodio natalizio Segreti natalizi, Finn e Jake trovano una misteriosa cassetta di Re Ghiaccio. L'ultimo nastro mostra Re Ghiaccio come un umano. Nel video, Re Ghiaccio dice che il suo vero nome è Simon Petrikov e che stava studiando per diventare un antiquario di antichi artefatti. Nel suo nastro segreto, egli dice di aver comprato la sua corona d'oro da uno scaricatore di porto nella Scandinavia settentrionale, una citazione che conferma che la Terra di Ooo è effettivamente parte del pianeta Terra[6]. Durante alcune puntate sono inoltre presenti sullo sfondo alcuni veicoli militari come UH1 Bell, M48 Patton e un cacciabombardiere F4, chiaro riferimento alla guerra in Vietnam.

La casa dei protagonisti Finn e Jake

Nell'episodio Il vero te, quando Finn indossa gli occhiali della secchionaggine, il pianeta Terra può essere brevemente visto con un grosso pezzo mancante, che fu probabilmente distrutto durante la cosiddetta "Guerra dei funghi"[7]. La Terra si vede anche in altri episodi, sempre parzialmente distrutta[8][9]. Nel cortometraggio originale, alle spalle di Finn (Pen nella puntata pilota) che si trova su Marte, nel passato, insieme ad Abraham Lincoln, si può vedere la Terra che è, in realtà, completa. Ciò non ci indica se nel concept originale l'autore volesse davvero un'ambientazione post-apocalittica o se solo la "Guerra dei funghi" doveva ancora scoppiare. Durante la puntata Il club dei film Jake accenna che i diritti dei film che guardavano risalivano a prima della Guerra dei funghi[10].

La serie animata si svolge in un futuro post-apocalittico che risale a circa 996 anni dopo il termine della Guerra dei funghi[11] e che presenta al suo interno un'avanzata tecnologia olografica che gli abitanti di Ooo hanno sviluppato a partire dalla tecnologia presente durante lo scoppio della guerra.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Adventure Time.

I protagonisti sono Finn l'avventuriero ("the human" nel doppiaggio originale) e Jake il cane, che passano le giornate improvvisandosi eroi e aiutando le persone più deboli e in difficoltà. Sono in grande amicizia con Gommarosa, principessa di Dolcelandia, e acerrimi nemici di Re Ghiaccio, padrone del ghiaccio che cerca costantemente di rapire le principesse della Terra di Ooo per prenderle in moglie.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Adventure Time.

Ogni episodio di Adventure Time contiene due mini-episodi indipendenti l'uno dall'altro (eccetto in alcune occasioni) di 11 minuti ciascuno.

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 26 5 aprile 2010 8 gennaio 2011
Seconda stagione 26 11 ottobre 2010
Terza stagione 26 11 giugno 2011 1º aprile 2012
Quarta stagione 26 2 aprile 2012 5 novembre 2012
Quinta stagione 52 12 novembre 2012 30 settembre 2013
Sesta stagione in corso 21 aprile 2014  ?

Doppiatori[modifica | modifica sorgente]

Personaggi principali[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Finn Jeremy Shada Alex Polidori
Jake John DiMaggio Alberto Angrisano
Principessa Gommarosa Hynden Walch Valentina Mari
Re Ghiaccio Tom Kenny Vladimiro Conti
Marceline Olivia Olson Alessandra Chiari
Lady Iridella Niki Yang
BMO Emanuela Baroni
Principessa dello Spazio Bitorzolo Pendleton Ward
Principessa Fiamma Jessica DiCicco Perla Liberatori

Personaggi secondari[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Fionna Madeleine Martin Perla Liberatori
Cake Roz Ryan Monica Bertolotti
Marshall Lee Donald Glover Gianluca Crisafi
Conti Limoncello Justin Roiland
Flambo Tom Kenny
Melaverde Polly Lou Livingston
Shelby Pendleton Ward Rachele Paolelli
Billy Lou Ferrigno
Lich Ron Perlman
Principessa Forzuta John DiMaggio
Principessa Gelatina Maria Bamford Patrizia Bracaglia
Principessa Hot Dog Cristina Poccardi
Principessa Fantasma
Principessa Lampona

Premi e nomination[modifica | modifica sorgente]

  • Annie Awards
    • 2008 - Nomination "miglior cortometraggio d'animazione"
    • 2011 - Nomination "miglior produzione in una serie TV d'animazione"
    • 2012 - Nomination "miglior produzione in uno special d'animazione" per Lezioni di cuore (Thank You)
    • 2012 - Nomination "miglior storyboarding in una serie TV" a Rebecca Sugar
    • 2013 - Nomination "miglior produzione in una serie TV d'animazione per bambini" per Principesso biscotto (Princess Cookie)
    • 2013 - Nomination "miglior design in una serie TV d'animazione" per Il megarospo (The Hard Easy)
    • 2013 - Nomination "miglior storyboarding in una serie TV d'animazione" per Iridella e il pargolo (Lady & Peebles) e Goliad
    • 2014 - Nomination "miglior produzione in una serie TV d'animazione per bambini"
    • 2014 - Nomination "miglior produzione design in una serie TV d'animazione" a Nick Jennings
    • 2014 - "Miglior doppiatore" a Tom Kenny
    • 2014 - Nomination "miglior editing" a Paul Douglas
  • Emmy Awards
    • 2010 - Nomination "miglior programma d'animazione" per Le mie due persone preferite (My Two Favourite People)
    • 2011 - Nomination "miglior programma d'animazione" per Il padre di Marceline (It Came from the Nightosphere)
    • 2012 - Nomination "miglior programma d'animazione" per Ritorno alla realtà (Too Young)
    • 2013 - Nomination "miglior programma d'animazione" per Le radici del bene (Simon and Marcy)
    • 2013 - "Migliore animazione" ad Andy Ristaino
  • Sundance Film Festival
    • 2013 - Nomination "miglior cortometraggio d'animazione" per Lezioni di cuore (Thank You)
  • Golden Reel Awards
    • 2013 - "Migliori effetti sonori, dialoghi e animazione" per Carte bellicose (Card Wars)
  • Annecy International Animated Film Festival
    • 2013 - Nomination "miglior serie TV" per Principesso biscotto (Princess Cookie)
  • British Academy Children's Awards
    • 2014 - "Migliore serie internazionale"
  • Hall of Game Awards
    • 2014 - "Cartone più pregiato"

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Fumetti[modifica | modifica sorgente]

L'8 febbraio 2012 KaBOOM! Studios lanciò una serie di albi a fumetti online dedicati alla serie, scritti da Ryan North e disegnati da Shelli Paroline e Braden Lamb. Dopo il successo della serie sul web, il progetto proseguì attraverso numerosi spin-off.

Gli albi online hanno ricevuto, nel 2013, quattro nomination agli Eisner Awards: "Miglior nuova serie", "Miglior pubblicazione per ragazzi (età 13 ai 17)", "Miglior pubblicazione humour" e "Migliore pubblicazione per bambini (età 8-12)"[12], aggiudicandosi il premio in quest'ultima categoria[13]. Sempre nello stesso anno hanno ricevuto due Harvey Awards, uno nella categoria "Grafica più originale in una pubblicazione per giovani lettori" e uno come "Premio speciale per l'umorismo in un fumetto", consegnato a Ryan North[14].

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Il 20 novembre 2012 è stato pubblicato il primo videogioco tratto dalla serie, Adventure Time: Hey Ice King! Why'd You Steal Our Garbage?!, disponibile su Nintendo DS e Nintendo 3DS.

Il 14 maggio 2013 è stato invece annunciato Adventure Time: Esplora i sotterranei perché... ma che ne so!, disponibile per PlayStation 3, Microsoft Windows, Xbox 360, Wii U e Nintendo 3DS dal 12 novembre 2013[15].

L'11 aprile 2014 è stato pubblicato su Steam un altro videogioco ufficiale, intitolato Finn & Jake's Epic Quest[16]. Il gioco è stato successivamente reso disponibile gratuitamente sul sito ufficiale di Cartoon Newtork e localizzato in Italia con il titolo Finn & Jake e l'avventura epica[17].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Time for Some Adventure with Pendleton Ward, Awn.com, 25 aprile 2010. URL consultato il 21 luglio 2012.
  2. ^ Adventure Time Season 2 Starts This Monday?, Animationanomaly.com, 10 maggio 2010. URL consultato il 21 luglio 2012.
  3. ^ a b “The Enchiridion” Storyboards, Frederator Studios Blogs, 22 aprile 2010. URL consultato il 21 luglio 2012.
  4. ^ It's 'Adventure Time' With Series Creator Pendleton Ward, MTV Geek, 28 aprile 2011. URL consultato il 21 luglio 2012.
  5. ^ Pendleton Ward Interview, 8 aprile 2011. URL consultato il 21 luglio 2012.
  6. ^ Adventure Time: episodio 3x20, Segreti natalizi: Parte II (Holly Jolly Secrets: Part II).
  7. ^ Adventure Time: episodio 2x15, Il vero te (The Real You).
  8. ^ Adventure Time: episodio 4x26, Lich (The Lich).
  9. ^ Adventure Time: episodio 4x15, Cronache marziane (Sons of Mars).
  10. ^ Adventure Time: episodio 2x23, Il club dei film (Video Makers).
  11. ^ Adventure Time: episodio 5x14, Le radici del bene (Simon & Marcy).
  12. ^ Eisner-Nominated Fun for All-Ages! (Review of “Adventure Time” #15), 17 aprile 2013. URL consultato il 14 maggio 2013.
  13. ^ Tutti i vincitori dei premi Eisner 2013, Blog.wired.it, 20 luglio 2013. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  14. ^ COMICS OF THE YEAR: From Saga to Adventure Time, who pulled off the Eisner/Harvey award sweep?, The Washington Post, 9 settembre 2013. URL consultato l'11 gennaio 2014.
  15. ^ New Adventure Time Game Announced, IGN, 14 maggio 2013. URL consultato l'11 agosto 2013.
  16. ^ Adventure Time game Finn and Jake’s Epic Quest appears on Steam, Incgamers.com, 11 aprile 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.
  17. ^ Adventure Time : Finn & Jake e l'avventura epica, Cartoon Network. URL consultato l'11 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]