Samurai Jack

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samurai Jack
serie TV cartone
Samurai Jack tenta di colpire Aku mentre lui apre la porta del tempo
Samurai Jack tenta di colpire Aku mentre lui apre la porta del tempo
Titolo orig. Samurai Jack
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Genndy Tartakovsky
Musiche James L. Venable
Rete Cartoon Network
1ª TV 10 agosto 2001 – 24 settembre 2004
Episodi 52 (completa)
Durata ep. 22 min
Reti it. Cartoon Network, La 7, Boing
1ª TV it. 2002
Durata ep. it. 22'
Generi azione, fantascienza

Samurai Jack è un cartone animato statunitense creato da Genndy Tartakovsky e trasmesso da Cartoon Network dal 2001 al 2004.

È di rilievo l'uso di uno stile molto dettagliato, scevro di linee di contorno, basato sul principio del masking, ambienti e personaggi sono molto colorati e hanno un aspetto semplice e caricaturale tipico dei cartoni da Cartoon Network. La trama è spesso interrotta per creare tensione prima dei combattimenti oppure situazioni umoristiche; le scene di combattimento sono sempre lunghe ed elaborate. Non è insolito vedere episodi quasi completamente privi di dialoghi. Quando ci sono dialoghi, appaiono sempre elaborati. Da diversi punti di vista, si può dire che è un cartone animato quasi progressivo nel campo delle animazioni e nei concetti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia narra di un samurai senza nome, in possesso di una spada benedetta in grado di dissipare il male. Un giorno sulla sua terra arriva Aku, un demone nero, figlio del Male Puro. Aku è malvagio, possiede potenti poteri magici e porta corruzione, morte e distruzione sulla terra. Il samurai, che possiede l'unica arma in grado di distruggere il potentissimo essere, si fa avanti per annientarlo e così il mostro, impotente contro la spada, poco prima di essere distrutto, spinge il guerriero in un vortice spazio-temporale che lo invia nel futuro, in un mondo ridotto a una distopia, abitata da creature stravaganti: robot, mutanti, alieni. In questo grottesco mondo futuristico Aku è ancora più potente e domina su ogni angolo del pianeta, imponendo a tutti la sua crudeltà.

Nel corso dei diversi episodi della serie Samurai Jack vaga per la terra cercando di sfuggire ai cacciatori di taglie e di trovare un varco temporale che lo riporti al momento in cui Aku era meno potente e stava per essere sconfitto. Nel frattempo aiuta gli innocenti minacciati da Aku, sacrificando a volte addirittura l'opportunità di raggiungere il suo obiettivo.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Samurai Jack.

Samurai Jack[modifica | modifica wikitesto]

L'eroico protagonista, ha imparato da giovane numerose tecniche di lotta dai diversi popoli del mondo, sia nel passato, sia dopo essere stato inviato nel futuro da Aku. Questo allenamento lo ha reso un guerriero formidabile in grado di abbattere qualunque avversario, Aku compreso. Combatte principalmente con la sua katana magica ma mostra grande competenza in un gran numero di armi e tecniche (fare balzi altissimi, bloccare le frecce a mani nude o tirare con l' arco). Anche se a volte appare un po' ingenuo di fronte alle nuove scoperte del futuro, è sempre determinato a sconfiggere il male, aiutare i deboli e cercare un portale del tempo. Adora tutto ciò che gli ricorda la sua terra natia, il Giappone (come il tè verde o il pesce crudo). Veste quasi sempre un kimono bianco, sandali geta e un cappello di paglia e porta lunghi capelli raccolti. Anche se non è magico, spesso Jack usa il proprio vestito in modo costruttivo (più d'una volta stende la veste e la usa per planare). In alcune puntate assume un vestiario completamente diverso, come una tuta bianca da ninja o una perfetta divisa da gangster. Nonostante in molti episodi sia ad un passo dal tornare alla sua epoca, Jack rinuncerà per salvare delle persone bisognose d'aiuto, perdendo così l'occasione di tornare indietro nel tempo.

La spada di Jack[modifica | modifica wikitesto]

Arma principale del protagonista è una Katana dai grandi poteri forgiata dagli dei plasmando il coraggio del padre di Jack:

Proprietà della spada[modifica | modifica wikitesto]

  • Indistruttibile.
  • Affilatissima, può tagliare roccia, metallo e la materia nera che compone il corpo di Aku, anche se non è in grado di tagliare di netto oggetti e nemici di dimensioni colossali.
  • Non può ferire le creature dall'animo buono (può tuttavia colpirle di piatto) o distruggere robot "buoni".

Aku[modifica | modifica wikitesto]

La nemesi di Jack. In origine era un frammento di male cosmico caduto sulla Terra preistorica. In seguito ha acquisito coscienza propria e ha cominciato a invadere il pianeta, riducendo in schiavitù l'umanità. Il suo aspetto è quello di una gigantesca ombra umanoide in cui si possono distinguere solo bocca, occhi, pizzetto e sopracciglia infuocate. Dispone di numerosi poteri magici, primi tra tutti quelli di alterare la propria forma (spesso in animali feroci o esseri umani), emettere una moltitudine di raggi e vampate di fuoco, teletrasportarsi (anche verso pianeti lontani) e una forza immensa dovuta alla sua taglia colossale. Il suo corpo è impenetrabile per le armi mondane; solo la spada di Jack può ferirlo e distruggerlo. Ora il mondo è un distopico futuro in cui "la sua malvagità è legge". Aku mantiene la sua tirannia con un esercito di robot, demoni e mercenari alieni a cui solo Jack e pochi altri sanno opporsi. Spesso funge anche da personaggio comico con atteggiamenti esageratamente cafoni, assumendo aspetti ridicoli o comportandosi in modo piuttosto ambiguo. Jack lo ha quasi distrutto durante il loro primo incontro, ed ogni volta che i due si incontrano il samurai è sul punto di avere la meglio, nonostante le diaboliche e scorrettissime trappole con cui Aku si avvantaggia. Pur essendo il sovrano del mondo non è onnipotente: esistono comunque delle forze più grandi di lui. Benché possa vedere ovunque con la sua sfera magica e nonostante disponga di conoscenze in svariati campi, non è totalmente onnisciente.

Il guerriero scozzese[modifica | modifica wikitesto]

Un burbero guerriero proveniente dalle gelide regioni della Scozia, comparso in quattro episodi come spalla di Jack, ma rimasto senza nome. Ha una corporatura massiccia e un carattere da classico bruto: sempliciotto, spartano e irascibile. Il rapporto con Jack è inizialmente conflittuale e si mantiene tra loro uno spirito di competizione, anche per cose banali (si sfidano per decidere chi deve remare, perché entrambi vogliono farlo). Spesso le sue capacità fisiche e di combattimento rivaleggiano con quelle di Jack, ma è decisamente meno astuto. Dotato di una forza quasi sovraumana, l'armamentario dello Scozzese consiste in una claymore magica ricoperta da rune celtiche, praticamente indistruttibile (persino per la katana di Jack), in un set di granate e una protesi alla gamba che funge anche da mitraglietta oltre ad una considerevole forza. Adora il suono della sua cornamusa e il canto della propria moglie, entrambe stonatissime. Non sopporta i suoni armoniosi, e arriva a screditare il canto delle sirene (resistendo così al suo effetto ipnotico).

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il mondo è popolato da una grande varietà di creature: molte sono al servizio di Aku e avversano Jack, mentre qualcuna è amichevole con lui; a parte Jack, i suoi genitori, Aku e il guerriero scozzese, tutti gli altri appaiono solo nell'arco di un episodio anche quando non vengano distrutti. Gli amici che Jack si è fatto durante il suo peregrinare riappaiono tutti insieme nella mente di Jack come ricordi positivi, per scacciare l'influenza malvagia di Aku.

Continuità[modifica | modifica wikitesto]

A parte le prime tre puntate che spiegano l'origine di Jack e il suo esilio nel futuro e un paio di vicende suddivise in due episodi ("l'origine di Aku" e "lo scozzese salva Jack"), ognuno di essi narra una vicenda autoconclusiva e i ripetuti, inconcludenti tentativi di Jack alla ricerca di un portale che lo riconduca al suo tempo. Anche lo stile e la tematica di ogni puntata varia; si punta a volte su combattimenti incessanti, a volte sulla comicità di una situazione assurda, altre sull'interiorità di Jack. L'ambiente è molto vario e spazia da città futuristiche ad ambienti selvaggi o incantati e altri completamente astrusi, come le interiora di un drago o un mondo sotterraneo simile a quello di Alice nel Paese delle Meraviglie.

Serie di fumetti[modifica | modifica wikitesto]

In madrepatria, è in corso la pubblicazione di una serie di fumetti basata sullo show televisivo, pubblicati dalla casa editrice statunitense IDW Publishing.

Creato da Genndy Tartakovsky e Jim Zub, scritto da quest'ultimo e disegnato da Andy Suriano, il primo volume è stato pubblicato il 23 Ottobre 2013 ed è tutt'ora in corso.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Jack è solo un soprannome che significa all'incirca "uomo", il suo vero nome non è stato ancora rivelato.
  • Emblematicamente, quando in un'occasione deve firmare un autografo, Jack traccia il simbolo della propria casata.
  • È in lavorazione un film per concludere l'opera, ma non si hanno ancora dettagli.
  • Allo stato dei fatti, Jack non ha mai ucciso creature viventi, a parte (presumibilmente) i cacciatori di taglie nella puntata "Jack, la principessa e i cacciatori di taglie".
  • Nell'episodio 25, stagione II, "Jack and the Spartans", Samurai jack combatte al fianco di un esercito di soldati che hanno l'aspetto di guerrieri spartani. Essi tentano di difendere la loro patria da un'armata di robot in grado di ricostruirsi alla fine di ogni battaglia dopo ogni giorno. La trama dell'episodio è basata sulla battaglia delle Termopili e il suo stile artistico è un omaggio al fumetto 300 di Frank Miller.
  • Nell'episodio 45, stagione IV, "Scotsman Saves Jack" ci sono chiari riferimenti e citazioni dai film di Star Wars di George Lucas. In particolare nella nave, all'inizio dell'episodio, compaiono due personaggi molto simili ai cacciatori di taglie Boba Fett e Greedo; Jack e lo Scozzese, in cima a una scogliera, si riferiscono a un porto, esattamente come Luke Skywalker e Obi Wan Kenoby fanno con il porto di Mos Eisley (Episodio IV); la discussione tra lo Scozzese e il capitano della nave al porto è uguale a quella tra Luke Skywalker e Han Solo a Mos Eisley (Ep. IV).
  • Nell'episodio 47, stagione IV, "Jack and the Flying Prince and Princess" si individuano altri riferimenti a Star Wars di George Lucas. In particolare: l'astronave utilizzata dal principe e dalla principessa è molto simile alla Corvetta Corelliana con cui si apre l'Ep. IV; la battaglia spaziale tra gli asteroidi ricalca la stessa scena che avviene nell'Episodio V tra il Millennium Falcon e i caccia imperiali; l'astronave nemica è molto simile a un caccia imperiale; l'androide si ispira a C-3PO; quando Jack libera i principi, Jack e la principessa hanno lo stesso dialogo che avviene tra Luke Skywalker e la Principessa Leila sulla Morte Nera, nell'Ep. IV.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Animazione