Song for Bob Dylan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Song for Bob Dylan
ArtistaDavid Bowie
Autore/iDavid Bowie
GenereFolk rock
Edito daKen Scott, David Bowie
Pubblicazione originale
IncisioneHunky Dory
Data17 dicembre 1971[1]
EtichettaRCA Records
Durata4:12
(EN)

«Oh hear this, Robert Zimmerman
I wrote a song for you
About a strange young man called Dylan
With a voice like sand and glue»

(IT)

«Ascolta questa, Robert Zimmerman
Ho scritto una canzone per te
Su uno strano giovane di nome Dylan
Con una voce come sabbia e colla»

Song for Bob Dylan è un brano musicale scritto dall'artista inglese David Bowie, nona traccia dell'album Hunky Dory del 1971.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Quello che comincia come un omaggio al cantautore americano, e che a partire dal titolo e dall'incipit richiama Song to Woody che lo stesso Dylan dedicò nel 1962 al suo idolo Woody Guthrie («Hey hey Woody Guthrie, I wrote you a song»), diventa ben presto un'arringa piuttosto che un elogio. Il testo, indirizzato direttamente a Robert Zimmerman mette in luce la crescente preoccupazione di David per i livelli di identità e lascia intendere che sia il folk rocker radicale di un tempo a implorare Dylan a tornare alle radici del suo modo di comporre canzoni e a venire in soccorso di coloro che hanno perso la fede:[2]

(EN)

«Ask your good friend Dylan
If he'd gaze a while down the old street
Tell him we've lost his poems
So they're writing on the walls»

(IT)

«Chiedi al tuo caro amico Dylan
Se rimarrebbe a fissare un po' la vecchia strada
Digli che abbiamo perso le sue poesie
Così ora le scrivono sui muri»

Sostenuto da una progressione armonica folk e da un ritornello guidato dal pianoforte di Rick Wakeman e dalla chitarra solista di Mick Ronson, Bowie sottolinea il ruolo di Dylan come voce di un'intera generazione e conferma la sensazione che la sua capacità di sollevare interrogativi sui valori politici e sociali fosse in declino, così come la sua direzione artistica. Va ricordato che solo due anni prima il giornalista di Rolling Stone Greil Marcus aveva scritto l'ormai famosa domanda «What is this shit?» («Cos'è questa merda?») dopo aver ascoltato per la prima volta Self Portrait.[3]

In un certo senso sembra anche che Bowie rivendichi il proprio diritto sul territorio di Dylan, come nel 1976 dichiarò su Melody Maker: «Song for Bob Dylan spiegava quello che volevo fare col rock. Era in quel periodo che dissi "Ok, se non vuoi farlo tu, lo faccio io". Intravedevo un vuoto di leadership».[4]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Song for Bob Dylan dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Il brano fu eseguito per la prima volta, col titolo provvisorio Song for Bob Dylan - Here She Comes, nella sessione BBC registrata il 3 giugno 1971 con la voce solista di George Underwood, ex compagno di scuola di Bowie e un tempo membro dei King Bees. Bowie dichiarò tra l'altro di averla scritta proprio per Underwood, che era un patito di Dylan.[5]

Dopo il Glastonbury Fayre del 23 giugno 1971 e il festival di Aylesbury del successivo 25 settembre venne eseguita in alcuni dei primi concerti dello Ziggy Stardust Tour 1972, prima di scomparire definitivamente dai concerti.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Una cover di Song for Bob Dylan è stata eseguita da Robyn Hitchcock nella raccolta Trolley Bus 2 del 2010.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 9ª traccia dell'album Hunky Dory
  2. ^ Pegg (2002), p. 184.
  3. ^ Bob Dylan: Self Portrait, by Greil Marcus - June 8, 1970, www.rollingstone.com. URL consultato il 1º ottobre 2016.
  4. ^ Bowie: Now I'm a Businessman - Robert Hilburn, Melody Maker, 28 February 1976, www.bowiegoldenyears.com. URL consultato il 1º ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2016).
  5. ^ Song for Bob Dylan, www.5years.com. URL consultato il 1º ottobre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock