Sei Nazioni 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search


Sei Nazioni 2014
Competizione Sei Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 120ª
Date dal 1º febbraio
al 15 marzo
Luogo Francia Francia
Irlanda Irlanda
Italia Italia
Regno Unito Regno Unito
Partecipanti 6
Risultati
Vincitore Irlanda Irlanda
Triple Crown Inghilterra Inghilterra
Calcutta Cup Inghilterra Inghilterra
Centenary Quaich Irlanda Irlanda
Trofeo Garibaldi Francia Francia
Millennium Trophy Inghilterra Inghilterra
Whitewash Italia Italia
Statistiche
Miglior marcatore Irlanda Jonathan Sexton (66)
Record mete Inghilterra Mike Brown (4)
Irlanda Jonathan Sexton (4)
Incontri disputati 15
Pubblico 1 038 744
(69 250 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2013 2015 Right arrow.svg

Il Sei Nazioni 2014 (ingl. 2014 Six Nations Championship, fr. Tournoi des six nations 2014), noto come RBS 6 Nazioni 2014 per esigenze di sponsorizzazione, fu la 15ª edizione del torneo rugbistico che vede annualmente confrontarsi le Nazionali di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia, nonché la 120ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Championship e del Cinque Nazioni.

Si trattò di una delle edizioni più combattute della storia recente del torneo, in quanto all'ultima giornata tre squadre ― Francia, Inghilterra e Irlanda, tutte e tre a 6 punti dopo 4 incontri ― erano in lizza per la vittoria finale; nella quinta giornata, disputatasi il 15 marzo, l'Inghilterra batté l'Italia 52-11 a Roma portandosi provvisoriamente in testa al torneo[1]. L'Irlanda, che dopo l'incontro degli inglesi vantava rispetto a questi ultimi una differenza punti più favorevole, avrebbe potuto vincere il torneo solo battendo la Francia con qualsiasi punteggio; a sua volta la Francia avrebbe potuto vincere il torneo solo con una larghissima vittoria, vantando una differenza punti inferiore di circa 80 punti rispetto agli avversari di giornata e di circa 70 rispetto agli inglesi. Nella partita dello Stade de France, comunque, i padroni di casa disputarono un incontro combattutissimo[2], nonostante le oggettivamente scarse possibilità di vincere il torneo, ma l'Irlanda, grazie anche a un Jonathan Sexton in grande spolvero (suoi 17 punti su 22, frutto di due mete trasformate e due piazzati), si impose di stretta misura, 22-20, vincendo partita e torneo[2].

A livello statistico, il Sei Nazioni 2014 vide l'Italia prendere il suo primo Whitewash dal 2009, ultima volta in cui chiuse il torneo a zero vittorie; Sergio Parisse e Martín Castrogiovanni divennero i giocatori italiani col maggior numero di presenze (105)[3]. Parimenti, il gallese Gethin Jenkins, con lo stesso numero di presenze, raggiunse analogo primato per il suo Paese[4]. Infine l'irlandese Brian O'Driscoll, nell'ultima giornata di torneo disputò, in contemporanea alla vittoria della competizione, il suo ultimo incontro internazionale, 133º per il suo Paese e 141º complessivo considerando gli 8 disputati nei British and Irish Lions[2], che ne fanno l'attuale detentore del record assoluto di presenze internazionali, superando di due il precedente detentore, l'australiano George Gregan.

La copertura televisiva del torneo fu assicurata nel Regno Unito dalla BBC[5], ivi compreso il suo canale regionale per le emissioni in lingua gallese; in Irlanda fu RTÉ, la televisione di Stato, titolare dei diritti di trasmissione fino al 2017[6]; anche in Francia la copertura fu affidata alla TV di Stato, France Télévisions; in Italia fu l'emittente DMAX, del gruppo Discovery Communications, a trasmettere in chiaro tutti gli incontri, grazie a un contratto in esclusiva che copre quattro edizioni di torneo fino al 2017[7].

Nazionali partecipanti e sedi[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale Sede Stadio
Francia Francia Saint-Denis Stade de France
Galles Galles Cardiff Millennium Stadium
Inghilterra Inghilterra Londra Twickenham
Irlanda Irlanda Dublino Aviva Stadium
Italia Italia Roma Stadio Olimpico
Scozia Scozia Edimburgo Murrayfield

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

1ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Cardiff
1º febbraio 2014, ore 14:30 UTC
Galles Galles23 – 15Italia ItaliaMillennium Stadium (66 974 spett.)
Arbitro: Irlanda John Lacey

Saint-Denis
1º febbraio 2014, ore 18 UTC+1
Francia Francia26 – 24Inghilterra InghilterraStade de France (78 763 spett.)
Arbitro: Galles Nigel Owens

Dublino
2 febbraio 2014, ore 15 UTC
Irlanda Irlanda28 – 6Scozia ScoziaAviva Stadium (51 000 spett.)
Arbitro: Sudafrica Craig Joubert

2ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Dublino
8 febbraio 2014, ore 14:30 UTC
Irlanda Irlanda26 – 3Galles GallesAviva Stadium (51 045 spett.)
Arbitro: Inghilterra Wayne Barnes

Edimburgo
8 febbraio 2014, ore 17 UTC
Scozia Scozia0 – 20Inghilterra InghilterraMurrayfield (67 144 spett.)
Arbitro: Francia Jérôme Garcès

Saint-Denis
9 febbraio 2014, ore 16 UTC+1
Francia Francia30 – 10Italia ItaliaStade de France (78 700 spett.)
Arbitro: Sudafrica Jaco Peyper

3ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Cardiff
21 febbraio 2014, ore 20 UTC
Galles Galles27 – 6Francia FranciaMillennium Stadium (73 086 spett.)
Arbitro: Irlanda Alain Rolland

Roma
22 febbraio 2014, ore 14:30 UTC+1
Italia Italia20 – 21Scozia ScoziaStadio Olimpico (66 271 spett.)
Arbitro: Australia Steve Walsh

Londra
22 febbraio 2014, ore 16 UTC
Inghilterra Inghilterra13 – 10Irlanda IrlandaTwickenham (81 835 spett.)
Arbitro: Sudafrica Craig Joubert

4ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Dublino
8 marzo 2014, ore 14:30 UTC
Irlanda Irlanda46 – 7Italia ItaliaAviva Stadium (52 000 spett.)
Arbitro: Galles Nigel Owens

Edimburgo
8 marzo 2014, ore 17 UTC
Scozia Scozia17 – 19Francia FranciaMurrayfield (67 144 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Chris Pollock

Londra
9 marzo 2014, ore 15 UTC
Inghilterra Inghilterra29 – 18Galles GallesTwickenham (81 641 spett.)
Arbitro: Francia Romain Poite

5ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
15 marzo 2014, ore 13:30 UTC+1
Italia Italia11 – 52Inghilterra InghilterraStadio Olimpico (71 257 spett.)
Arbitro: Francia Pascal Gaüzère

Cardiff
15 marzo 2014, ore 14:45 UTC
Galles Galles51 – 3Scozia ScoziaMillennium Stadium (73 547 spett.)
Arbitro: Francia Jérôme Garcès

Saint-Denis
15 marzo 2014, ore 19 UTC+1
Francia Francia20 – 22Irlanda IrlandaStade de France (78 337 spett.)
Arbitro: Australia Steve Walsh

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P P+ P- PT
Irlanda Irlanda 5 4 0 1 132 49 83 8
Inghilterra Inghilterra 5 4 0 1 138 65 73 8
Galles Galles 5 3 0 2 122 79 43 6
Francia Francia 5 3 0 2 101 100 1 6
Scozia Scozia 5 1 0 4 47 138 -91 2
Italia Italia 5 0 0 5 63 172 -109 0

Sei Nazioni Under-20[modifica | modifica wikitesto]

La Francia si è aggiudicata per la seconda volta il torneo realizzando il Grande Slam.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Massimo Calandri, Rugby, Sei Nazioni: ko anche con l'Inghilterra, cucchiaio di legno all'Italia, in la Repubblica, 15 marzo 2014. URL consultato il 17 marzo 2014.
  2. ^ a b c (FR) À l'Irlande le Tournoi… et aux Tricolores les regrets, in L'Équipe, 15 marzo 2014. URL consultato il 17 marzo 2014.
  3. ^ (EN) Mick Cleary, Six Nations 2014: Sergio Parisse calls on Italy to restore pride with first ever win against England, in Daily Telegraph, 14 marzo 2014. URL consultato il 17 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2014).
  4. ^ (EN) Richard Williams, Six Nations 2014: Wales thrash Scotland as Stuart Hogg sent off, in BBC, 15 marzo 2014. URL consultato il 17 marzo 2014.
  5. ^ (EN) World Twenty20, football, rugby league: Must-not-miss on the BBC, BBC. URL consultato il 17 marzo 2014.
  6. ^ (EN) RTÉ retain rights to broadcast RBS 6 Nations until 2017, in RTÉ, 11 ottobre 2012. URL consultato il 17 marzo 2014.
  7. ^ (EN) Daniele Cavalla, Rugby in tv: il 6 Nazioni su Dmax, in La Stampa, 7 marzo 2014. URL consultato il 17 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby