Owen Farrell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Owen Farrell
Owen Farrell (2014) (cropped).jpg
Farrell nel 2014
Dati biografici
Nome Owen Andrew Farrell
Paese Regno Unito Regno Unito
Altezza 188 cm
Peso 90 kg
Familiari Andy Farrell (padre)
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union Inghilterra Inghilterra
Ruolo Utility back
Squadra Saracens
Carriera
Attività di club¹
2010 Bedford 2 (8)
2010- Saracens 92 (924)
Attività da giocatore internazionale
2012-
2013-
Inghilterra Inghilterra
British Lions
52 (603)
4 (31)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 6 settembre 2017

Owen Andrew Farrell (Wigan, 24 settembre 1991) è un rugbista a 15 internazionale per l'Inghilterra, apertura-centro dei Saracens.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'ex internazionale inglese di rugby a 13 e a 15 Andy Farrell, Owen Farrell crebbe rugbisticamente nei Saracens, club in cui suo padre si trasferì nel 2005[1]; nel 2008 stabilì il record di più giovane professionista allora esordiente del rugby a 15 del suo Paese: debuttò infatti con la maglia dei Saracens il 2 ottobre di quell'anno, a 17 anni e 11 giorni, in un incontro di coppa Anglo-Gallese contro gli Scarlets[2].

Concesso in prestito per un breve periodo all'inizio della stagione 2010-11 ai Bedford Blues in seconda divisione[3], fu richiamato quasi subito ai Saracens dopo gli infortuni delle aperture titolari Andy Goode e Derick Hougaard[3] ed esordì in Premiership nel novembre 2010; con 17 incontri disputati in stagione fu tra i protagonisti della conquista del campionato, nella cui finale fu proprio Farrell a mettere a segno 17 dei 22 punti con cui i Saracens sconfissero Leicester[4].

A livello internazionale, già avente rappresentato l'Inghilterra fin dal livello Under-16[1], Farrell fu convocato dal C.T. della Nazionale maggiore Stuart Lancaster nella rosa per il Sei Nazioni 2012, nella cui partita inaugurale debuttò contro la Scozia a Edimburgo realizzando 8 punti (una trasformazione e due calci piazzati).

Nel 2013 prese parte al vittorioso tour dei British Lions in Australia[5], scendendo in campo nell'ultimo dei tre test match contro gli Wallabies, vinto 41-16 che diede ai Lions la vittoria per 2-1 nella serie; in tale tour suo padre Andy era presente come assistente tecnico del C.T. Warren Gatland in qualità di allenatore dei tre quarti[6].

Nel 2015 si laureò nuovamente campione d'Inghilterra con Saracens e prese parte alla Coppa del Mondo in cui la sua nazionale non passò il primo turno; l'anno successivo conseguì con Saracens l'accoppiata campionato - Coppa Europa, torneo che rivinse l'anno successivo.

Il 2017 fu anche l'anno della sua seconda convocazione nei British Lions, per il loro tour in Nuova Zelanda[7], in cui venne schierato, tra gli altri incontri, anche in tutti e tre i test match contro gli All Blacks nella serie che terminò in parità con una vittoria per parte e un pareggio.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gavin Mairs, Six Nations 2012: the day the boy Owen became Farrell the man, in The Daily Telegraph, 3 febbraio 2012. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  2. ^ (EN) Mick Cleary, History boy Owen Farrell proves a chip off old block for Saracens, in The Daily Telegraph, 5 ottobre 2008. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  3. ^ a b (EN) Farrell continues remarkable rise, in Bedfordshire News, 12 gennaio 2012. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  4. ^ (EN) Leicester 18-22 Saracens, in BBC, 28 maggio 2011. URL consultato il 12 febbraio 2012.
  5. ^ (EN) Bryn Palmer, British and Irish Lions 2013: Gatland's squad has the X factor, in BBC, 30 aprile 2013. URL consultato il 22 maggio 2013.
  6. ^ (EN) Lions assistants named as Rob Howley, Andy Farrell and Graham Rowntree, in The Guardian, 12 dicembre 2012. URL consultato il 22 maggio 2013.
  7. ^ (EN) Barry Glendenning, Warren Gatland names British & Irish Lions squad for New Zealand tour, in The Guardian, 19 aprile 2017. URL consultato il 16 agosto 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]