Sei Nazioni 2020

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sei Nazioni 2020
Guinness Six Nations 2020
Logo della competizione
Competizione Sei Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 126ª
Organizzatore Six Nations Rugby Ltd
Date dal 1 febbraio 2020
al 31 ottobre 2020
Luogo Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia
Partecipanti 6
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Inghilterra Inghilterra
(39º titolo)
Triple Crown Inghilterra Inghilterra
Auld Alliance Scozia Scozia
Calcutta Cup Inghilterra Inghilterra
Centenary Quaich Irlanda Irlanda
Trofeo Garibaldi Francia Francia
Millennium Trophy Inghilterra Inghilterra
Whitewash Italia Italia
Statistiche
Miglior marcatore Francia Romain Ntamack (57)
Record mete Francia Charles Ollivon (4)
Incontri disputati 15
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Sei Nazioni 2019 Sei Nazioni 2021 Right arrow.svg

Il Sei Nazioni 2020 (in inglese 2020 Six Nations Championship; in francese Tournoi des Six Nations 2020; in gallese Pencampwriaeth y Chwe Gwlad 2020) fu la 21ª edizione del torneo rugbistico che vede annualmente confrontarsi le Nazionali di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda, Italia e Scozia, nonché la 126ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Championship e del Cinque Nazioni. Per motivi di sponsorizzazione era noto anche come 2020 Guinness Six Nations Championship perché legato fino al 2024 al marchio Guinness[1], produttore irlandese di birra.

Come nelle tre precedenti edizioni, il sistema di punteggio era quello dell'Emisfero Sud che prevedeva 4 punti per la vittoria, 2 per il pareggio, 0 per la sconfitta più un punto supplementare alla squadra che marchi 4 mete o più in un incontro e un ulteriore punto alla squadra che, pur sconfitta, perda con sette punti o meno di scarto; il comitato organizzatore aggiunse al regolamento, inoltre, la clausola che alla squadra che vinca tutte le partite (Grande Slam) siano assegnati tre punti extra e la vittoria matematica del torneo.

A causa della Pandemia di COVID-19 Six Nations Ltd. ha rinviato il match Irlanda - Italia della quarta giornata al 24 ottobre e l'ultima giornata del torneo al 31 ottobre.

Nazionali partecipanti e sedi[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Città Impianto interno
Francia Francia Saint-Denis Stade de France
Galles Galles Cardiff
Llanelli
Millennium Stadium
Parc y Scarlets
Inghilterra Inghilterra Londra Twickenham
Irlanda Irlanda Dublino Aviva Stadium
Italia Italia Roma Stadio Olimpico
Scozia Scozia Edimburgo Murrayfield

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

1ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Cardiff
1º febbraio 2020, ore 14:15 UTC+0
Galles Galles42 – 0
referto
Italia ItaliaMillennium Stadium (68 582 spett.)
Arbitro: Inghilterra Luke Pearce

Dublino
1º febbraio 2020, ore 16:45 UTC+0
Irlanda Irlanda19 – 12
referto
Scozia ScoziaAviva Stadium (51 000 spett.)
Arbitro: Francia Mathieu Raynal

Saint-Denis
2 febbraio 2020, ore 16 UTC+1
Francia Francia24 – 17
referto
Inghilterra InghilterraStade de France (79 310 spett.)
Arbitro: Irlanda Andrew Brace

2ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Dublino
8 febbraio 2020, ore 14:15 UTC+0
Irlanda Irlanda24 – 14
referto
Galles GallesAviva Stadium (51 000 spett.)
Arbitro: Francia Romain Poite

Edimburgo
8 febbraio 2020, ore 16:45 UTC+0
Scozia Scozia6 – 13
referto
Inghilterra InghilterraMurrayfield (67 144 spett.)
Arbitro: Francia Pascal Gaüzère

Saint-Denis
9 febbraio 2020, ore 16 UTC+1
Francia Francia35 – 22
referto
Italia ItaliaStade de France (52 000 spett.)
Arbitro: Irlanda Andrew Brace

3ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
22 febbraio 2020, ore 15:15 UTC+1
Italia Italia0 – 17
referto
Scozia ScoziaStadio Olimpico (54 349 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Ben O'Keeffe

Cardiff
22 febbraio 2020, ore 16:45 UTC+0
Galles Galles23 – 27
referto
Francia FranciaMillennium Stadium (73 931 spett.)
Arbitro: Inghilterra Matthew Carley

Londra
23 febbraio 2020, ore 15 UTC+0
Inghilterra Inghilterra24 – 12
referto
Irlanda IrlandaTwickenham (81 476 spett.)
Arbitro: Sudafrica Jaco Peyper

4ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Londra
7 marzo 2020, ore 16:45 UTC+0
Inghilterra Inghilterra33 – 30
referto
Galles GallesTwickenham (51 000 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Ben O'Keeffe

Edimburgo
8 marzo 2020, ore 15 UTC+0
Scozia Scozia28 – 17
referto
Francia FranciaMurrayfield (67 144 spett.)
Arbitro: Nuova Zelanda Paul Williams

Dublino
24 ottobre[2] 2020, ore 15:30 UTC+1
Irlanda Irlanda50 – 17
referto
Italia ItaliaAviva Stadium (0[3] spett.)
Arbitro: Inghilterra Matthew Carley

5ª giornata[modifica | modifica wikitesto]

Llanelli
31 ottobre[4] 2020, ore 14:15 UTC+0
Galles Galles10 – 14
referto
Scozia ScoziaParc y Scarlets (0[3] spett.)
Arbitro: Irlanda Andrew Brace

Roma
31 ottobre[5] 2020, ore 17:45 UTC+1
Italia Italia5 – 34
referto
Inghilterra InghilterraStadio Olimpico (0[3] spett.)
Arbitro: Francia Pascal Gaüzère

Saint-Denis
31 ottobre[6] 2020, ore 21:10 UTC+1
Francia Francia35 – 27
referto
Irlanda IrlandaStade de France (0[3] spett.)
Arbitro: Inghilterra Wayne Barnes

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P P+ P- B PT
Inghilterra Inghilterra 5 4 0 1 121 77 44 2 18
Francia Francia 5 4 0 1 138 117 21 2 18
Irlanda Irlanda 5 3 0 2 132 102 30 2 14
Scozia Scozia 5 3 0 2 77 59 18 2 14
Galles Galles 5 1 0 4 119 98 21 4 8
Italia Italia 5 0 0 5 44 178 −134 0 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Guinness nuovo sponsor del 6 Nazioni, su federugby.it, Federazione Italiana Rugby, 7 dicembre 2018. URL consultato il 13 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2020).
  2. ^ Inizialmente prevista per il 7 marzo 2020, in seguito rinviata a data da destinarsi come misura precauzionale dovuta alla concomitante diffusione del coronavirus. Inizialmente l'arbitro designato era l'australiano Nic Berry.
    Coronavirus, Sei Nazioni: Irlanda-Italia ufficialmente rinviata, su sport.sky.it, 26 febbraio 2020. URL consultato il 26 febbraio 2020.
  3. ^ a b c d La partita è stata disputata a porte chiuse a causa delle restrizioni dovute alla pandemia di COVID-19.
  4. ^ Inizialmente prevista per il 14 marzo 2020, in seguito rinviata a data da destinarsi come misura precauzionale dovuta alla concomitante diffusione del coronavirus. Inizialmente l'arbitro designato era l'australiano Angus Gardner.
    Sei Nazioni 2020: Galles-Scozia è stata rinviata, su onrugby.it, 13 marzo 2020. URL consultato il 15 marzo 2020.
  5. ^ Inizialmente prevista per il 14 marzo 2020, in seguito rinviata a data da destinarsi come misura precauzionale dovuta alla concomitante diffusione del coronavirus.
    Sei Nazioni 2020: Italia-Inghilterra rinviata, su onrugby.it, 5 marzo 2020. URL consultato il 6 marzo 2020.
  6. ^ Inizialmente prevista per il 14 marzo 2020, in seguito rinviata a data da destinarsi come misura precauzionale dovuta alla concomitante diffusione del coronavirus.
    Sei Nazioni 2020: Irlanda-Francia rinviata, Galles-Scozia invece resta in programma, su onrugby.it, 9 marzo 2020. URL consultato il 10 marzo 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rugby