Cinque Nazioni 1991

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cinque Nazioni 1991
Competizione Sei Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 97ª
Luogo Regno Unito Regno Unito
Irlanda Irlanda
Francia Francia
Partecipanti 5
Risultati
Vincitore Inghilterra Inghilterra
Grande Slam Inghilterra Inghilterra
Triple Crown Inghilterra Inghilterra
Calcutta Cup Inghilterra Inghilterra
Cucchiaio di legno Galles Galles
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1990 1992 Right arrow.svg

Il torneo di rugby a 15 delle Cinque Nazioni 1991 è stato disputato dal 19 gennaio al 16 marzo.

La squadra inglese ne è uscita vincitrice, conquistando anche il grande Slam e riconquistando anche la Calcutta Cup.

Successo meritato, ma che non è per gli inglesi una facile marcia trionfale: nel match decisivo superano di misura la Francia per 21-9. La Scozia è lontana dai fasti del 1990 (Grande Slam e vittoria sfiorata in tour con gli All Blacks): si aggiudica i due match interni con le cenerentole Galles ed Irlanda, ma cede in trasferta sia a Londra che a Parigi. Prosegue la crisi del Galles, che dopo il "Whitewash" dell'anno prima non va oltre un pareggio con l'Irlanda. Tra l'altro il Galles cede dopo 28 anni in casa agli Inglesi. Meglio non va all'Irlanda, che chiude all'ultimo posto a pari merito con i gallesi.

Nazioni partecipanti e sedi[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale Sede Stadio
Francia Francia Parigi Parco dei Principi
Galles Galles Cardiff Arms Park
Inghilterra Inghilterra Londra Twickenham
Irlanda Irlanda Dublino Lansdowne Road
Scozia Scozia Edimburgo Murrayfield

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Prima giornata[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo turno la Francia supera la Scozia, campione uscente per 15-9. L'ultimo successo scozzese a Parigi risale al 1960. la nuova coppia di CT: Daniel Dubroca e Jean Trillo, hanno sviluppato una squadra meno muscolare e più tecnica rispetto ai tempi di Jacques Foroux. In un march senza mete, Il successo francese, porta il nome di Didier Camberabero che realizza due calci di punizione e un paio di drop.

Parigi
19 gennaio 1991
Francia Francia15 – 9Scozia ScoziaParco dei Principi
Arbitro: Inghilterra Ed Morrison

Era dal 1963 che l'Inghilterra non vinceva a Cardiff. Arriva una vittoria netta ad opera di una squadra disciplinata, mentre il Galles concede troppi calci di punizione, oltre a fallirne molti per la cattiva giornata di Paul Thornburn.

Cardiff
19 gennaio 1991
Galles Galles6 – 25Inghilterra InghilterraArms Park
Arbitro: Scozia R. Megson

Seconda giornata[modifica | modifica wikitesto]

La Scozia si riscatta dopo la sconfitta di Parigi, superando il Galles, in crisi profonda. La partita dura 20 minuti, poi la Scozia con due mete in 5 minuti porta il punteggio da 3-3 a 3-13.

Edimburgo
2 febbraio 1991
Scozia Scozia32 – 12Galles GallesMurrayfield
Arbitro: Nuova Zelanda D.Bishop

La Francia vince a Dublino e si candida per la vittoria finale.

Dublino
2 febbraio 1991
Irlanda Irlanda13 – 21Francia FranciaLansdowne Road
Arbitro: Galles Derek Bevan

Terza giornata[modifica | modifica wikitesto]

L'incontro trq le due cenerentole finisce in parità. L'Irlanda arriva a Cardiff per conquistare il suo quarto successo consecutivo a Cardiff, ma lo fallisce, quando Smith fallisce la trasformazione della meta di Geoghagan.

Cardiff
16 febbraio 1991
Galles Galles21 – 21Irlanda IrlandaArms Park
Arbitro: Nuova Zelanda D. Bishop

L'Inghilterra si conferma la rivale della Francia per la corsa al titolo, superando la Scozia ad Edimburgo. È la rivincita del match dell'anno precedente, match che decise l'assegnazione del Grande Slam.

Londra
16 febbraio 1991
Inghilterra Inghilterra21 – 12Scozia ScoziaTwichenham
Arbitro: Irlanda D.Hilditch

Quarta giornata[modifica | modifica wikitesto]

Vincendo a Dublino, l'Inghilterra conquista la Triplice Corona, simbolico trofeo che mancava dal 1980. Un incontro equilibrato, che vede il primo tempo chiudersi sul 3-3, prima che Rory Underwood e Teague non portino la bilancia del match a pendere dalla parte inglese.

Dublino
2 marzo 1991
Irlanda Irlanda7 – 16Inghilterra InghilterraLansdowne Road
Arbitro: Francia A. Ceccon

Contro uno spento Galles, la Francia coglie un trionfale successo, che la proietta verso la sfida decisiva. Un match senza storia.

Parigi
2 marzo 1991
Francia Francia36 – 3Galles GallesParco dei Principi
Arbitro: Australia Kerry Fitzgerald

Quinta giornata[modifica | modifica wikitesto]

La Scozia, ormai certamente orfana del titolo 1990, supera l'Irlanda al termine di un match molto animato e spettacolare

Edimburgo
16 marzo 1991
Scozia Scozia28 – 25Irlanda IrlandaMurrayfield
Arbitro: Australia Kerry Fitzgerald

Le Crunch, come viene chiamata la sfida tra Francia ed Inghilterra, vale per il titolo 1991 e le due squadre non deludono le aspettative. La Francia realizza con Saint-André una delle mete più belle della storia del rugby, con un'azione partita dalla propria area di meta dopo un calcio fallito di Hogdkinson. Non basterà a vincere.

Londra
16 marzo 1991
Inghilterra Inghilterra21 – 19Francia FranciaTwichenham
Arbitro: Galles L. Peard

Classifica[1][modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P P+ P- diff. PT
Inghilterra Inghilterra 4 4 0 0 83 44 39 8
Francia Francia 4 3 0 1 91 46 45 6
Scozia Scozia 4 2 0 2 81 73 8 4
Irlanda Irlanda 4 0 1 3 66 86 -20 1
Galles Galles 4 0 1 3 42 114 -72 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La classifica va considerata ufficiosa in quanto sino al 1993 non esisteva una classifica ufficiale del torneo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby