Cinque Nazioni 1996

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cinque Nazioni 1996
Competizione Cinque Nazioni
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 102ª
Date dal 20 gennaio 1996
al 15 marzo 1996
Partecipanti 5
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Inghilterra Inghilterra
(32º titolo)
Triple Crown Inghilterra Inghilterra
Calcutta Cup Inghilterra Inghilterra
Centenary Quaich Scozia Scozia
Millennium Trophy Inghilterra Inghilterra
Cucchiaio di legno Irlanda Irlanda
Statistiche
Miglior marcatore Inghilterra Paul Grayson (64)
Record mete Francia Émile Ntamack
Scozia Michael Dods (3)
Incontri disputati 10
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Cinque Nazioni 1995 Cinque Nazioni 1997 Right arrow.svg

Il Cinque Nazioni 1996 (in inglese 1996 Five Nations Championship, in francese Tournoi des Cinq Nations 1996, in gallese Pencampwriaeth y Pum Gwlad 1996) fu la 67ª edizione del torneo rugbistico che vedeva annualmente confrontarsi le Nazionali di Francia, Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia, nonché la 102ª in assoluto considerando anche le edizioni dell'Home Championship.

Fu la prima edizione del torneo a svolgersi in era professionistica, avendo l'International Rugby Football Board sancito la fine dell'obbligo del dilettantismo a fine agosto 1995[1]; proprio l'avvento del professionismo, e la ridefinizione del calendario del campionato inglese, spinsero la Rugby Football Union a proporre al comitato del Cinque Nazioni di ridislocare il torneo a fine stagione nel mese di maggio[1], anche se la proposta, che pareva ben sostenuta, non fu mai approvata.

Proprio l'Inghilterra fu la squadra campione, per la trentaduesima volta (ventiduesima indivisa): nonostante l'iniziale sconfitta al Parco dei Principi contro la Francia[2], i britannici in maglia bianca ebbero la meglio sulle altre tre nazioni dell'Home Championship aggiudicandosi, oltre al titolo assoluto, anche triplice corona, Calcutta Cup e Millennium Trophy[3].

Nazioni partecipanti e sedi[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale Sede Stadio
Francia Francia Parigi Parco dei Principi
Galles Galles Cardiff Arms Park
Inghilterra Inghilterra Londra Twickenham
Irlanda Irlanda Dublino Lansdowne Road
Scozia Scozia Edimburgo Murrayfield

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Prima giornata[modifica | modifica wikitesto]

Dublino
20 gennaio 1996
Irlanda Irlanda10 – 16Scozia ScoziaLansdowne Road
Arbitro: Inghilterra Brian Campsall

Parigi
20 gennaio 1996
Francia Francia15 – 12Inghilterra InghilterraParco dei Principi (45.000 spett.)
Arbitro: Irlanda David McHugh

Seconda giornata[modifica | modifica wikitesto]

Edimburgo
3 febbraio 1996
Scozia Scozia19 – 14Francia FranciaMurrayfield (65.000 spett.)
Arbitro: Galles Clayton Thomas

Londra
3 febbraio 1996
Inghilterra Inghilterra21 – 15Galles GallesTwichenham
Arbitro: Scozia Ken McCartney

Terza giornata[modifica | modifica wikitesto]

Cardiff
17 febbraio 1996
Galles Galles14 – 16Scozia ScoziaArms Park (47.000 spett.)
Arbitro: Francia Joel Dume

Parigi
17 febbraio 1996
Francia Francia45 – 10Irlanda IrlandaParco dei Principi (45.000 spett.)
Arbitro: Inghilterra Ed Morrison

Quarta giornata[modifica | modifica wikitesto]

Dublino
2 marzo 1996
Irlanda Irlanda30 – 17Galles GallesLansdowne Road
Arbitro: Francia Didier Mene

Edimburgo
2 marzo 1996
Scozia Scozia9 – 18Inghilterra InghilterraMurrayfield (67.000 spett.)
Arbitro: Galles Derek Bevan

Quinta giornata[modifica | modifica wikitesto]

Cardiff
16 marzo 1996
Galles Galles16 – 15Francia FranciaArms Park (52.000 spett.)
Arbitro: Irlanda Brian Stirling

Londra
16 marzo 1996
Inghilterra Inghilterra28 – 15Irlanda IrlandaTwichenham (75.000 spett.)
Arbitro: Scozia Edward Murray

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Squadra G V N P P+ P- PT
Inghilterra Inghilterra 4 3 0 1 79 54 25 6
Scozia Scozia 4 3 0 1 60 56 4 6
Francia Francia 4 2 0 2 89 57 32 4
Galles Galles 4 1 0 3 62 82 -20 2
Irlanda Irlanda 4 0 0 4 65 106 -41 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Steve Bale, RFU blueprint to move Five Nations' to May, in The Independent, 9 novembre 1995. URL consultato il 18 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2019).
  2. ^ (EN) Steve Bale, Stimpson points way for England, in The Independent, 20 gennaio 1996. URL consultato il 18 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2019).
  3. ^ (EN) Paul Grayson, Paul Grayson, England's stand-off, tells how the Irish storm was quelled, in The Independent, 17 marzo 1996. URL consultato il 18 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 novembre 2019).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby