Martin Grothkopp

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martin Grothkopp
2018-02-26 Frankfurt Flughafen Ankunft Olympiamannschaft-5963.jpg
Grothkopp con la medaglia d'oro conquistata a Pyeongchang 2018
Nazionalità Germania Germania
Altezza 191 cm
Peso 102 kg
Bob Bobsleigh pictogram.svg
Ruolo frenatore
Squadra BSC Sachsen Oberbärenburg
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali 3 0 0
Europei 2 1 2
Campionati tedeschi 2 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità velocità
Record
100 m 10"80 (2009)
200 m 21"47 (2009)
200 m 21"50 (indoor - 2009)
400 m 45"94 (2009)
400 m 47"26 (indoor - 2006)
800 m 1'56"44 (indoor - 2011)
4x400 m 3'03"52 (2009)
Squadra Dresdner SC 1898
Ritirato 2013
Palmarès
Europei under 23 0 0 1
Campionati tedeschi 1 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 marzo 2019

Martin Grothkopp (21 giugno 1986) è un bobbista ed ex velocista tedesco, campione olimpico nel bob a quattro a Pyeongchang 2018 e vincitore di tre titoli mondiali, di cui due consecutivi conquistati nel bob a quattro (nel 2017 e nel 2019) e uno nella gara a squadre.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi nell'atletica[modifica | modifica wikitesto]

Prima di dedicarsi al bob, Grothkopp è stato un velocista nell'atletica leggera, cimentandosi soprattutto nei 400 metri piani. A livello giovanile partecipò ai mondiali juniores di Grosseto 2004, dove si classificò ottavo nella staffetta 4x400 e agli europei juniores di Kaunas 2005, quando fu invece sesto nella stessa specialità. Vinse la medaglia di bronzo nella staffetta 4×400 agli europei under 23 di Debrecen 2007 e il titolo nazionale dei 400 metri piani a Ulma nel 2009, edizione nella quale fu anche secondo nella staffetta 4x400; nello stesso anno partecipò inoltre ai campionati del mondo di Berlino 2009, gareggiando nella staffetta 4x400 con la sua nazionale, non riuscendo però a qualificarsi per la finale.

Il passaggio al bob[modifica | modifica wikitesto]

Compete nel bob dal 2013 come frenatore per la squadra nazionale tedesca e a novembre dello stesso anno debuttò in Coppa Europa, competizione nella quale totalizzò 4 vittorie e 3 secondi posti in otto gare disputate. Esordì in Coppa del Mondo il 26 gennaio 2014, durante la stagione 2014/15, classificandosi nono nel bob a quattro a Schönau am Königssee. Ottenne il suo primo podio il 20 dicembre 2014 nel bob a due e conquistò la sua prima vittoria il 31 gennaio 2015 a La Plagne, sempre nella specialità a due con Francesco Friedrich.

Grothkopp (il secondo da destra) con Francesco Friedrich, Thorsten Margis e Candy Bauer, medaglia d'oro nel bob a quattro a Pyeongchang 2018

Prese parte ai Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018, vincendo la medaglia d'oro nel bob a quattro con Francesco Friedrich, Candy Bauer e Thorsten Margis.

Partecipò inoltre a tre edizioni dei campionati mondiali vincendo la medaglia d'oro nella gara a squadre a Winterberg 2015; conquistò inoltre il titolo iridato nel bob a quattro sia a Schönau am Königssee 2017 che a Whistler 2019, in entrambe le edizioni con Francesco Friedrich, Candy Bauer e Thorsten Margis; nel 2017 giunse al traguardo col medesimo tempo totalizzato dall'equipaggio pilotato dal connazionale Johannes Lochner.

Agli europei vanta invece due medaglie d'oro vinte nel bob a due a La Plagne 2015 e a Schönau am Königssee 2019 (in entrambe le occasioni vinse anche il bronzo a quattro) e una d'argento conquistata a Igls 2018 nel bob a quattro, tutte con Friedrich alla guida della slitta.

Ha altresì vinto due titoli nazionali, uno nel bob a due e uno nel bob a quattro.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • 24 podi (7 nel bob a due e 17 nel bob a quattro):
    • 9 vittorie (4 nel bob a due, 4 nel bob a quattro);
    • 9 secondi posti (3 nel bob a due e 6 nel bob a quattro);
    • 6 terzi posti (tutti nel bob a quattro).

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
31 gennaio 2015 La Plagne Francia Francia a due
con Francesco Friedrich (pilota)
8 gennaio 2017 Altenberg Germania Germania a due
con Francesco Friedrich (pilota)
9 dicembre 2018 Sigulda Lettonia Lettonia a due
con Francesco Friedrich (pilota)
16 dicembre 2018 Winterberg Germania Germania a quattro
con Francesco Friedrich (pilota), Candy Bauer e Thorsten Margis
6 gennaio 2019 Altenberg Germania Germania a quattro
con Francesco Friedrich (pilota), Candy Bauer e Thorsten Margis
12 gennaio 2019 Schönau am Königssee Germania Germania a due
con Francesco Friedrich (pilota)
20 gennaio 2019 Innsbruck Austria Austria a quattro
con Francesco Friedrich (pilota), Alexander Schüller e Thorsten Margis
27 gennaio 2019 Sankt Moritz Svizzera Svizzera a quattro
con Francesco Friedrich (pilota), Candy Bauer e Alexander Schüller
24 febbraio 2019 Calgary Canada Canada a quattro
con Francesco Friedrich (pilota), Candy Bauer e Thorsten Margis

Campionati tedeschi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 medaglie:
    • 2 ori (bob a due, bob a quattro a Winterberg 2014).

Circuiti minori[modifica | modifica wikitesto]

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 podi (4 nel bob a due e 3 nel bob a quattro):
    • 4 vittorie (2 nel bob a due e 2 nel bob a quattro);
    • 3 secondi posti (2 nel bob a due e 1 nel bob a quattro).

Atletica leggera[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
2004 Mondiali juniores Italia Grosseto staffetta 4x400 3'08"83 con Claass Caspers, Florian Schwalm e Falco Lausecker
2005 Europei juniores Lituania Kaunas staffetta 4x400 3'11"26 con Mark Wiebe, Sebastian Schäfer e Manuel Ilg
2007 Europei under 23 Ungheria Debrecen staffetta 4x400 Bronzo Bronzo 3'05"25 con Jonas Plass, Florian Schwalm e Matthias Bos
2009 Mondiali Germania Berlino staffetta 4x400 4º in batteria 3'03"52 con Kamghe Gaba, Eric Krüger e Ruwen Faller

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]