Manuel Machata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manuel Machata
2020-02-20 Opening Ceremony (Bobsleigh & Skeleton World Championships Altenberg 2020) by Sandro Halank–058.jpg
Manuel Machata ad Altenberg nel 2020
Nazionalità Germania Germania
Altezza 181 cm
Peso 105 kg
Bob Bobsleigh pictogram.svg
Ruolo Pilota
Squadra BC Stuttgart Solitude
Ritirato 2015
Carriera
Carriera da allenatore
2016-2018Cina Cina Nazionale di bob
2018-Italia Italia Nazionale di bob
Palmarès
Mondiali 1 1 1
Europei 1 0 0
Mondiali juniores 2 3 3
Coppa del Mondo - bob a quattro 1 trofeo
Coppa del Mondo - combinata 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 26 febbraio 2012

Manuel Machata (Berchtesgaden, 18 aprile 1984) è un ex bobbista tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Compete dal 2005 per la nazionale tedesca e si distingue nelle categorie giovanili vincendo i campionati nazionali nel 2006 in entrambe le specialità e i campionati mondiali juniores di Igls 2006 e St. Moritz 2010 nel bob a quattro. Il bottino totale nelle rassegne iridate juniores ammonta a tre argenti ed altrettanti bronzi oltre ai due ori citati. Dal 2006 partecipa alla Coppa Europa vincendo il titolo nelle stagioni 2008/09 e 2009/10.

Esordisce in coppa del mondo nella stagione 2010/11 prendendo il posto del pluricampione André Lange, ritiratosi al termine della stagione precedente. Nella gara d'esordio a Whistler centra la sua prima vittoria nel bob a due e giunge terzo nel bob a quattro. Al termine della stagione conquisterà sia il titolo di bob a quattro che quello della combinata.

Ai campionati mondiali vanta un oro nel bob a quattro ottenuto a Königsee 2011, un argento e un bronzo. Si è laureato campione europeo a Winterberg nel 2011.

Ritiratosi dall'attività agonistica nel 2015, a novembre dello stesso anno è stato nominato capo allenatore della squadra cinese di bob, in vista dei XXIV Giochi olimpici invernali che si terranno a Pechino nel 2022[1], incarico che terminò a novembre 2018, quando venne ingaggiato per lo stesso ruolo dalla nazionale italiana e venendo affiancato dal collega italiano Simone Bertazzo[2].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Europei[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 trofeo assoluto nella specialità Combinata maschile (stagione 2010-11)
  • 1 trofeo assoluto nella specialità Bob a quattro maschile (stagione 2010-11)
  • Miglior piazzamento in classifica generale nel Bob a due maschile: 2º nella stagione 2010-11.
  • 24 podi (8 nel bob a due, 12 nel bob a quattro, 4 nelle gare a squadre):
    • 8 vittorie (2 nel bob a due, 5 nel bob a quattro, 1 nelle gare a squadre);
    • 9 secondi posti (2 nel bob a due, 4 nel bob a quattro, 3 nelle gare a squadre);
    • 7 terzi posti (4 nel bob a due, 3 nel bob a quattro).

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Luogo Paese Disciplina
26 novembre 2010 Whistler Canada Canada a due
con Andreas Bredau
3 dicembre 2010 Calgary Canada Canada a squadre
con Florian Becke, Frank Rommel, Stefanie Szczurek, Kristin Steinert ed Anja Huber
5 dicembre 2010 Calgary Canada Canada a quattro
con Andreas Bredau, Michail Makarow e Christian Poser
16 gennaio 2011 Igls Austria Austria a quattro
con Richard Adjei, Andreas Bredau e Christian Poser
23 gennaio 2011 Winterberg Germania Germania a quattro
con Richard Adjei, Andreas Bredau e Florian Becke
29 gennaio 2011 St. Moritz Svizzera Svizzera a due
con Andreas Bredau
11 dicembre 2011 La Plagne Francia Francia a quattro
con Florian Becke, Andreas Bredau e Christian Poser
12 febbraio 2012 Calgary Canada Canada a quattro
con Marko Hübenbecker, Andreas Bredau e Christian Poser

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ENDE) Manuel Machata head coach of China's bobsleigh team, su ibsf.org. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  2. ^ (EN) Bobsleigh World Champion Manuel Machata head coach of Italian Team, su ibsf.org, IBSF, 7 novembre 2018 (archiviato l'8 dicembre 2018).
  3. ^ Gara valida anche come prova di Coppa del Mondo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]