Personaggi di The Mandalorian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Greef Karga)
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: The Mandalorian.

Questa voce contiene un elenco dei personaggi presenti nella serie televisiva The Mandalorian.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Legenda

     Personaggio e interprete principale

     Personaggio e interprete ricorrente

     Personaggio e interprete comprimario

     Personaggio e interprete apparsi come guest-star

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Interprete Stagioni
1 2
Il Mandaloriano Pedro Pascal Principale
Grogu Vari burattinai Principale

Personaggi comprimari[modifica | modifica wikitesto]

Gli interpreti dei seguenti personaggi sono stati accreditati come comprimari (co-starring) in almeno due episodi di una stagione della serie.

Personaggio Interprete Stagioni
1 2
Greef Karga Carl Weathers Ricorrente Comprimario
Il Cliente Werner Herzog Ricorrente
Dottor Pershing Omid Abtahi Ricorrente
Kuiil Nick Nolte (voce) Ricorrente
IG-11 Taika Waititi (voce) Ricorrente
Cara Dune Gina Carano Ricorrente
Moff Gideon Giancarlo Esposito Ricorrente
L'Armaiola Emily Swallow Ricorrente[a]
Peli Motto Amy Sedaris Comprimario Ricorrente
Boba Fett Temuera Morrison Controfigura Ricorrente
Signora Rana Misty Rosas[b] Ricorrente
Koska Reeves Mercedes Varnado Ricorrente
Bo-Katan Kryze Katee Sackhoff Ricorrente
Fennec Shand Ming-Na Wen Comprimario Ricorrente
  1. ^ Nella prima stagione, Emily Swallow è accreditata come guest star negli episodi uno e tre e come comprimaria nell'episodio otto.
  2. ^ Doppiata da Dee Bradley Baker.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Gli interpreti dei seguenti personaggi sono stati accreditati come comprimari (co-starring) ed appaiono in un solo episodio per stagione in cui hanno un ruolo significativo.

Personaggio Interprete Stagioni
1 2
Toro Calican Jake Cannavale Comprimario
Ranzar "Ran" Malk Mark Boone Junior Comprimario
Migs Mayfeld Bill Burr Comprimario
Xi'an Natalia Tena Comprimario
Burg Clancy Brown Comprimario
Q9-0 Richard Ayoade (voce) Comprimario
Qin Ismael Cruz Córdova Comprimario
Gor Koresh John Leguizamo (voce) Comprimario
Cobb Vanth Timothy Olyphant Comprimario
Axe Woves Simon Kassianides Comprimario
Capitano imperiale Titus Welliver Comprimario
Mythrol Horatio Sanz Guest star Comprimario
Lang Michael Biehn Comprimario
Ahsoka Tano Rosario Dawson Comprimario
Morgan Elsbeth Diana Lee Inosanto Comprimario
Luke Skywalker Mark Hamill Comprimario

Guest star[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Interprete Stagioni
1 2
Paz Vizsla Jon Favreau (voce, non accreditato) Guest star
Omera Julia Jones Guest star
Winta Isla Farris Guest star
Caben Asif Ali Guest star
Stoke Eugene Cordero Guest star
Riot Mar Rio Hackford Guest star
Davan Matt Lanter Guest star
Trapper Wolf Dave Filoni Guest star
Jib Dodger Rick Famuyiwa Guest star
Sash Ketter Deborah Chow Guest star
Carson Teva Paul Sun-Hyung Lee Ricorrente
Governatore Wing Wing Tao Chao Guest star
Valin Hess Richard Brake Guest star
Bib Fortuna Matthew Wood (voce) Guest star

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Il Mandaloriano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il Mandaloriano.

Il Mandaloriano (The Mandalorian), nato Din Djarin (interpretato da Pedro Pascal, doppiato da Andrea Mete), è il protagonista della serie televisiva. Introdotto come un cacciatore di taglie, è membro di una cultura e credo mandaloriano, come dimostrano la sua armatura in Beskar e il suo elmo distintivo,[1] che non rimuove mai di fronte a nessuno.[1][2] È un "trovatello" che fu salvato in giovane età dai mandaloriani e adottato nella loro cultura prima degli eventi narrati nella serie, dopo che i suoi genitori furono assassinati da dei droidi di battaglia separatisti durante le guerre dei cloni,[1][3] che provocò il suo intenso odio per i droidi.[4] Nella serie telvisisiva, il Mandaloriano incontra un giovane alieno noto come "Il Bambino", che tenta di proteggerlo da quel che resta dell'Impero Galattico ormai caduto.[5]

Il Mandaloriano è stato occasionalmente interpretato fisicamente dagli stuntman Brendan Wayne e Lateef Crowder.[6][7] Pascal ha citato Clint Eastwood come un'influenza sul personaggio e molti confronti sono stati fatti tra il Mandaloriano e l'Uomo senza nome di Eastwood.[8] L'ideatore di The Mandalorian Jon Favreau ha suggerito a Pascal di guardare i film samurai di Akira Kurosawa e gli western all'italiana di Eastwood per prepararsi al meglio nel suo ruolo.[9] Il Mandaloriano e la performance di Pascal sono stati ben accolti da pubblico e critica.[2]

Grogu[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Grogu.

Grogu, conosciuto anche semplicemente come Il Bambino (The Child), colloquialmente chiamato "Baby Yoda" dai fan e dai media, è un giovane alieno della stessa specie non identificata del famoso personaggio di Guerre stellari Yoda.[10][11] Sebbene abbia 50 anni, è ancora un bambino per gli standard della sua specie,[12] e sebbene non possa ancora parlare, dimostra una forte capacità naturale con l'utilizzo della Forza.[13][14] Un residuo dell'Impero Galattico guidato da Moff Gideon sta cercando il Bambino per ragioni a noi ignote, e il cacciatore di taglie noto come "Il Mandaloriano" viene ingaggiato per rintracciarlo.[15] Invece di consegnarlo, il Mandaloriano tenta di proteggere il Bambino dagli Imperiali.[5] Verso la fine della prima stagione, il Bambino viene adottato nella cultura mandaloriana come un "trovatello", e il Mandaloriano ha il compito di riunire il Bambino con gli altri del suo genere, oppure farà da padre fino al suo raggiungimento della maggiore età.[16]

Il Bambino è stato estremamente popolare tra i fan e recensori, diventando il personaggio principale della serie,[17] e soggetto di molti meme su Internet.[18] Il personaggio è stato ideato da Jon Favreau per il suo desiderio di esplorare il mistero intorno a Yoda e alla sua specie,[10] ed è stato sviluppato nelle prime conversazioni avvenute sulla serie tra Favreau e il produttore esecutivo Dave Filoni.[19] Il Bambino è principalmente una creazione in animatronica e marionette, sebbene accentuata da CGI.[20] The Guardian ha definito Baby Yoda "il più grande nuovo personaggio del 2019",[21] e molti lo hanno descritto come una parte fondamentale del successo del servizio di streaming Disney+.[22][23]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Gli interpreti dei seguenti personaggi sono stati accreditati come comprimari (co-starring) in almeno due episodi di una stagione della serie.

Introdotti nella prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Greef Karga[modifica | modifica wikitesto]

Greef Karga (interpretato da Carl Weathers, doppiato da Paolo Marchese) è il capo della Gilda dei cacciatori di taglie (Bounty Hunters' Guild), che funge sia da alleato che da avversario del Mandaloriano in diversi punti della prima stagione.[24][25] Operando dal pianeta Nevarro,[24] Greef assegna incarichi ai cacciatori di taglie e assicura che tutti seguano il codice della gilda.[24][25] Greef assegna al Mandaloriano l'incarico che lo porta ad incontrare il Bambino.[25][26] Quando il Mandaloriano però rifiuta di consegnare il Bambino agli Imperiali, Greef assieme ad un gruppo di cacciatori di taglie fa un'imboscata al Mandaloriano nel tentativo di riprendersi il Bambino, senza però riuscirci.[24][25] Greef in seguito escogita un piano per uccidere il Mandaloriano e restituire il Bambino agli Imperiali,[25][27] ma quando il Bambino gli salva la vita (con l'utilizzo della Forza), Greef cambia idea e lo aiuta a proteggerlo dall'Impero.[24][25]

Jon Favreau conosceva Carl Weathers attraverso la Directors Guild of America. Weathers accettò la parte a condizione che potesse dirigere degli episodi di The Mandalorian nella seconda stagione. Greef originariamente doveva apparire solo in pochi di episodi, ma Favreau e gli sceneggiatori hanno apprezzato il personaggio così tanto da ampliare la sua parte.[28] Weathers esegue le sue acrobazie nel ruolo.[29][30] Il personaggio è stato accolto generalmente in modo positivo da fan e critici.[24][31]

Il Cliente[modifica | modifica wikitesto]

Il Cliente (The Client) (interpretato da Werner Herzog, doppiato da Gianni Giuliano), è un agente misterioso e senza nome del residuo imperiale.[32] Assume il Mandaloriano, così come molti altri cacciatori di taglie,[33][34] per recuperare il Bambino a nome del suo superiore, Moff Gideon.[35] Il Cliente non dice mai perché desidera tutti i costi il Bambino, ma ordina al suo collega, il Dr. Pershing, di "estrarre il materiale necessario" da lui.[33][36] Il Mandaloriano consegna il Bambino al Cliente,[37][38] ma in seguito cambia idea e lo salva.[37][39] Il Cliente cospira a ritrovare il Mandaloriano e il Bambino,[27][40] ma dopo il Mandaloriano ritorna da lui, e il Cliente viene colpito e ucciso dagli stormtrooper su ordine di Gideon.[35][40]

Werner Herzog è stato assunto per la parte da Jon Favreau.[34][41] Herzog ha accettato il ruolo in parte per aiutare a finanziare il suo film Family Romance, LLC (2019).[42][43] Herzog non aveva familiarità con il lavoro precedente di Favreau,[34][44] né aveva mai visto un film di Guerre stellari,[45][46] ma era rimasto colpito dalle sceneggiature e dallo stile cinematografico di The Mandalorian.[34][47][48] Herzog ha esortato fortemente i cineasti della serie ad usare burattini per il personaggio de il Bambino e non la CGI, definendoli "codardi" per aver solo preso in considerazione di usare la CGI.[45][49][50] Il personaggio del Cliente e la performance di Herzog hanno ricevuto recensioni generalmente positive dalla critica.[51][52]

Dottor Pershing[modifica | modifica wikitesto]

Il Dottor Pershing (interpretato da Omid Abtahi, doppiato da Daniele Giuliani), è un medico e scienziato affiliato al residuo imperiale che lavora con il Cliente nei suoi tentativi di catturare il Bambino.[53] È apparso in due episodi di The Mandalorian,[54] nel primo episodio Capitolo 1: Il Mandaloriano compare in un complesso imperiale su Nevarro quando il Cliente assume il Mandaloriano per localizzare e consegnare il Bambino.[53][55][56] Quando il Cliente afferma di essere disposto a pagare metà prezzo anche se consegnato morto,[53][57][58] Pershing obietta e dice che il Bambino dovrebbe essere consegnato vivo.[53][58][59] Pershing appare di nuovo nell'episodio Capitolo 3: Il peccato, quando il Mandaloriano consegna il Bambino al Cliente.[60] Più tardi, quando discute del Bambino, il Cliente ordina a Pershing di "estrarre il materiale necessario e di farcela", ma Pershing protesta nuovamente, notando che il loro datore di lavoro ha esplicitamente ordinato loro di riportare il Bambino ancora vivo.[51][60][61] Il Mandaloriano in seguito ritorna nel complesso imperiale per salvare il Bambino, uccidendo tutti gli stormtrooper e trova Pershing con il Bambino, che viene sedato e legato con un equipaggiamento da laboratorio. Quando il Mandaloriano minaccia Pershing, lo scienziato chiede misericordia e insiste che ha protetto il Bambino e gli ha impedito di essere ucciso.[57] Il Mandaloriano prende il Bambino e lascia Pershing illeso.[62]

Omid Abtah in precedenza aveva doppiato un personaggio mandaloriano di nome Amis nella serie animata Star Wars: The Clone Wars.[63] Il costume di Pershing include una toppa sul braccio destro con uno stemma simile a quello indossato dai cloni nella struttura di clonazione sul pianeta Kamino nel film prequel Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni.[61][64][65] Ciò ha portato alla speculazione tra alcuni fan e scrittori sul fatto che i piani di Pershing per il Bambino prevedano la clonazione.[60][66][67] Pershing indossa anche gli occhiali, rendendolo il primo personaggio umano in un progetto in live-action nel canone di Guerre stellari a farlo. Ciò era in contrasto con una regola che il creatore di Guerre stellari, George Lucas, impose, prima di vendere la serie a Disney, che nessun personaggio indossasse occhiali nell'universo di Guerre stellari.[68] Il costume di Pershing, che includeva anche una camicia grigia con spalle bianche e collo alto, è stato classificato ottavo in una lista di Screen Rant dei dieci migliori costumi nella prima stagione di The Mandalorian.[69] Allie Gemmill sulla rivista Inverse ha definito il Dr. Pershing un personaggio interessante, in particolare a causa del mistero dietro la sua possibile associazione con Kamino.[70]

Kuiil[modifica | modifica wikitesto]

Kuiil, (doppiato in originale da Nick Nolte, in italiano da Ennio Coltorti) è un alieno appartenente alla specie Ugnaught ed ex servitore dell'Impero Galattico.[71][72] Vive in solitudine sul pianeta Arvala-7 quando incontra il Mandaloriano, che viene sul pianeta per trovare e catturare il Bambino.[71][72] Kuiil lo assiste e poi lo aiuta a ricostruire la sua nave quando viene smantellata dai jawa.[73][74] Kuiil ricostruisce anche il droide cacciatore di taglie IG-11 dopo che il Mandalorianolo lo aveva distrutto.[73][75] Kuiil e IG-11 in seguito si uniscono al Mandaloriano (assieme a Cara Dune) in una missione per proteggere il Bambino da quel che ne resta dell'Impero Galattico sul pianeta Nevarro,[75][76] dove Kuiil viene colpito e ucciso da un trooper ricognitore mentre tenta di portare il Bambino in sicurezza.[75][77]

Nick Nolte ha completato le registrazioni per tutti i dialoghi del suo personaggio in un solo pomeriggio.[78] Le performance in motion capture di Kuiil sono state eseguite da Misty Rosas,[79][80] che durante le riprese indossava una maschera per il viso animata da animatronica e burattini,[78][80] con i suoi componenti elettronici e fili nascosti nello zaino e nelle tasche del costume di Kuiil.[80] Kuiil è stato accolto positivamente da critica e fan.[81][82] Numerosi critici lo hanno definito il miglior personaggio della serie,[74][83] e la sua frase caratteristica "Ho parlato" ("I have spoken") è diventata una delle frasi più conosciute e amate della serie.[81][84]

IG-11[modifica | modifica wikitesto]

IG-11 (doppiato in originale da Taika Waititi, in italiano da Carlo Scipioni) è un droide cacciatore di taglie che inizialmente tenta di catturare e uccidere il Bambino,[85][86] ma in seguito viene riprogrammato per diventare il suo assistente infermieristico e protettore.[87][88] Il Mandaloriano incontra per la prima volta IG-11 quando entrambi tentano di raccogliere la taglia sul Bambino. Lavorano insieme per trovare e portare via il Bambino da una banda di mercenari,[86][89] ma quando IG-11 cerca di uccidere il Bambino, il Mandaloriano invece spara e uccide il droide.[86][90] I resti di IG-11 vengono recuperati da Kuiil, che lo ripara e lo riprogramma.[91] Il droide si unisce successivamente al Mandaloriano in missione su Nevarro per proteggere il Bambino dal residuo imperiale,[92] e sebbene inizialmente il Mandaloriano non si fidi di lui,[76] IG-11 alla fine sacrifica la propria vita per proteggere il Bambino e i suoi alleati.[93][94]

A Taika Waititi è stata offerta la parte da Jon Favreau in base al loro lavoro insieme sui film Marvel.[28][89] Waititi ha affermato di aver cercato di creare una voce priva di emozioni umane pur mantenendo una parvenza di umanità,[95] descrivendola come un incrocio tra Siri e HAL 9000.[96][97] IG-11 è stato scambiato per il cacciatore di taglie di Guerre stellari IG-88 quando è stato presentato per la prima volta a causa della somiglianza tra i due personaggi.[55][96] IG-11 è stato accolto positivamente da critica e fan,[87][88] alcuni lo hanno definito uno dei migliori droidi della serie.[88]

L'Armaiola[modifica | modifica wikitesto]

L'Armaiola (The Armorer) (interpretata da Emily Swallow, doppiata da Francesca Fiorentini) è il capo di una tribù di guerrieri mandaloriani su Nevarro, a cui appartiene anche il Mandaloriano. Funge da una guida spirituale per il clan e forgia e ripara le loro armature,[98][99] tra cui la nuova armatura che fa per il Mandaloriano.[33][99] Nel finale della prima stagione Capitolo 8: Redenzione, l'Armaiola incarica il Mandaloriano di vegliare e proteggere il Bambino,[100][101] e di riunire il Bambino con altri della sua stessa specie.[16]
Il personaggio è stato parzialmente ispirato dai film di Akira Kurosawa, così come la storia e la cultura del samurai, in particolare nel movimento e nell'aura di autorità deliberatamente ritmati del personaggio.[102]
Emily Swallow fornisce sia la voce originale del personaggio sia la performance in live-action,[103][104] mentre le sue acrobazie sono eseguite da Lauren Mary Kim.[103][79] Quando Swallow ha fatto il provino per il ruolo, sapeva poco del personaggio e non sapeva che fosse per una serie di Guerre stellari.[98]

Gli aspetti della personalità della regista di The Mandalorian Deborah Chow hanno influenzato la rappresentazione del personaggio di Swallow.[98][105] Lo stile di combattimento Kim nelle scene di combattimento dell'Armaiola è stato ispirato dall'arte marziale filippina conosciuta come Kali.[103][104] L'Armaiola è stata accolta positivamente da fan e critica ed è stata descritta come una dei preferiti dai fan.[106][107]

Cara Dune[modifica | modifica wikitesto]

Cara "Carasynthia" Dune (interpretata da Gina Carano, doppiata da Gaia Bolognesi) è una ex soldatessa d'assalto ribelle che divenne una mercenaria dopo la caduta dell'Impero.[24][108] Originaria di Alderaan,[109] Cara è una guerriera altamente qualificata e ha un'abile tattica in battaglia.[110][111] Ha un intenso odio verso l'Impero Galattico,[109] e ha difficoltà a riadattarsi alla vita postbellica.[108][112] Cara incontra per la prima volta il Mandaloriano sul pianeta Sorgan, dove lavorano insieme per proteggere un villaggio locale dai predoni.[113] In seguito la recluta per aiutare a proteggere il Bambino dal residuo imperiale.[114][115]

Favreau ha creato il personaggio in modo specifico per Gina Carano, senza fare audizioni ad altre attrici.[116][117] Favreau ha cercato di creare un personaggio potente e indipendente, ma diverso da quello di Leila Organa o di altri personaggi femminili di Guerri stellari.[116] Carano ha eseguito molte delle sue acrobazie,[30][29] e ha accreditato Bryce Dallas Howard, che ha diretto la prima apparizione del personaggio nell'episodio Capitolo 4: Il rifugio, che ha aiutato a portare il personaggio dalla sceneggiatura allo schermo.[113] Cara è stata accolta positivamente da critica e fan,[116] ed è stata descritta come un modello femminista, con alcuni critici che la definiscono unica anche tra i personaggi femminili del franchise di Guerre stellari a causa della sua fisicità e abilità di combattimento.[118]

Peli Motto[modifica | modifica wikitesto]

Peli Motto (interpretata da Amy Sedaris, doppiata da Giò Giò Rapattoni), è un'addetta alla baia di attracco e meccanica navale su Tatooine, che compare negli episodi Capitolo 5: Il pistolero, Capitolo 9: Lo sceriffo e Capitolo 10: Il passeggero.[119] Il Mandaloriano la assume per riparare la sua nave,[120] e anche lei si prende cura del Bambino.[121][122] Il cacciatore di taglie Toro Calican prende brevemente Peli e il Bambino come ostaggi in un fallimentare tentativo di catturare il Mandaloriano.[123][121] Quando il Mandaloriano torna su Tatooine in cerca di un altro mandaloriano che si dice sia lì, Peli lo guida a Mos Pelco dove trova Cobb Vanth con l'armatura di Boba Fett. In seguito gli dà il compito di portare Frog Lady a Trask dove suo marito è a conoscenza di dove si trovano altri mandaloriani.

Amy Sedaris aveva precedentemente lavorato con Jon Favreau nel film Elf - Un elfo di nome Buddy (2003).[124] Sedaris ha detto che le è piaciuto lavorare con il burattino in animatronica del Bambino, ha detto che ha reso tutti felici sul set: "Nel momento in cui hai guardato negli occhi di Baby Yoda ti sei perso".[125] Il personaggio e l'interpretazione di Sedaris hanno attirato il plauso da fan e critica, al punto che Sedaris è diventato un argomento di tendenza su Twitter dopo che l'episodio è diventato disponibile per la prima volta.[125][126] Sean Keane di CNET ha detto che Sedaris era "eccellente" nei panni di Peli, scrivendo che "trasuda carisma" e ha mostrato calore e affetto generale nelle sue scene con il Bambino.[122] Lo scrittore di Vulture Jackson McHenry ha detto che il personaggio è stato efficace perché ha somiglianze con l'interprete del personaggio nella vita reale, incluso il suo "distacco semi-ironico e divertimento".[127] Keith Phipps, anche lui di Vulture , disse che Peli era un personaggio poliedrico, che mostrava simpatia per il Bambino mentre allo stesso tempo appariva scaltro e vagamente minaccioso mentre negoziava con il Mandaloriano.[128] Jason Wiese di CinemaBlendha descrive Peli come "gioiosamente divertente" e ha detto che gli sarebbe piaciuto vedere uno spin-off incentrato specificamente su di lei.[129] Rachel Leishman di The Mary Sue ha detto di amare l'aspetto di Sedaris, dicendo che l'attrice ha portato "l'energia di Amy Sedaris che conosciamo e amiamo" nella parte.[130] Lo scrittore di Gizmodo Germain Lussier definì il casting di Sedaris come un altro esempio. del "tipo di strana, ma meravigliosa intersezione di Guerre stellari e la commedia" prevalente in The Mandalorian .[120] Molti fan e critici si sono complimentati con la parrucca di Peli Motto,[128][131] mentre altri hanno detto che i suoi capelli e il suo costume simile alla tuta presentavano somiglianze con la protagonista del franchise di Alien, Ellen Ripley.[119][132][133] Peli Motto è stata inclusa su un articolo di Vulture dei 15 migliori cameo della serie dalla prima stagione,[127] e il suo costume è stato classificato su Screen Rant al quinto posto su una lista dei dieci migliori costumi nella prima stagione di The Mandalorian.[69]

Fennec Shand[modifica | modifica wikitesto]

Fennec Shand (interpretata da Ming-Na Wen, doppiata da Laura Lenghi) è un'assassina che lavora per i più importanti sindacati criminali della galassia,[134][135] che è cercata da Toro Calican per il suo primo incarico come cacciatore di taglie.[123] Viene catturata da Calican con l'aiuto del Mandaloriano.[120] Viene uccisa da Calican dopo avergli proposto di catturare il Mandaloriano e dividersi la taglia. Il suo corpo viene in seguito recuperato da personaggio non ancora identificabile.[120]

Questo personaggio si è rivelato essere Boba Fett che l'ha salvata impiantandole dei componenti cibernetici. Nell'episodi della seconda stagione Capitolo 14: La tragedia, Fennec accompagna Boba Fett a Tython per reclamare la sua armatura dalla nave del Mandaloriano. Durante una situazione di stallo con il Mandaloriano, i tre vengono attaccati dagli Assaltatori imperiali inviati da Moff Gideon. Fennec è riuscita a decimare gli Assaltatori anche grazie ad una roccia che ha staccato e fatto rotolare contro la mitragliatrice. Quando i Dark Troopers scappano con Grogu la Razor Crest viene distrutta, Fennec e Boba Fett si dichiarano in debito con il Mandaloriano e accettano di aiutarlo a salvare Grogu.

Fennec Shand è il primo personaggio antagonista di Guerre stellari interpretato da un'attrice asiatica. Gli elementi della personalità del personaggio sono stati ispirati dalle caratteristiche della volpe fennec, tra cui la sua astuzia, furtività, manovrabilità e capacità di sopravvivere.[135] La volpe ha anche influenzato il design del costume e l'acconciatura di Fennec. Il costumista Joseph Porro ha incorporato degli accenni di arancione nel costume nero di Fennec e Wen ha raccomandato che i capelli del personaggio avessero delle trecce ispirate alla volpe fennec.[135] Fennec Shand è stata accolta positivamente da fan e critica, ed è stato descritta come la preferita dai fan.[136][137] Diversi recensori hanno ritenuto che il personaggio fosse stato eliminato troppo rapidamente, e che non avesse avuto la possibilità di essere all'altezza del suo potenziale,[138][139] e alcuni critici hanno ipotizzato che il personaggio potesse essere ancora vivo.[140][141]

Moff Gideon[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Moff Gideon.

Moff Gideon (interpretato da Giancarlo Esposito, doppiato da Luca Biagini) è il capo del residuo imperiale, nonché antagonista principale di The Mandalorian.[142][143] Pochi dettagli sul suo retroscena sono ancora stati svelati. Precedentemente era un ex ufficiale dell'ufficio di sicurezza imperiale (Imperial Security Bureau), la polizia segreta dell'Impero,[144][145] la cui vita è cambiata dopo che i ribelli hanno distrutto la seconda Morte Nera. In passato aveva cercato di eliminare tutti i mandaloriani.[146][147] In The Mandalorian, Moff Gideon sta tentando di rapire il Bambino per ragioni non divulgate,[82][148] e circonda con degli Stormtrooper la struttura su Nevarro in cui il Mandaloriano e i suoi alleati si erano rifiugiati, nel tentativo infruttuoso di riprendersi il Bambino.[146][149] Gideon svela di conoscere dettagli segreti sul Mandaloriano e sui suoi alleati,[150][151] ed è il primo personaggio che compare nella serie a rivelare il vero nome del Mandaloriano, Din Djarin.[149][151] Nella scena finale dell'episodio finale della prima stagione Capitolo 8: Redenzione, viene rivelato che Gideon possiede la Spada oscura (Darksaber), una spada laser mandaloriana.[152][153]

Esposito fu scelto per la parte da Jon Favreau,[154] che aveva precedentemente lavorato con Esposito in diversi progetti.[155][156] Gideon è stato accolto positivamente da critica e fan.[16][27]

Introdotti nella seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Boba Fett[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Boba Fett.

Boba Fett (interpretato da Temuera Morrison, doppiato da Roberto Pedicini), è un cacciatore di taglie. Boba Fett è un famigerato cacciatore di taglie (apparso per la prima volta in L'Impero colpisce ancora) che indossava un'armatura mandaloriana. Cresciuto negli impianti di clonazione su Kamino su richiesta del suo modello genetico e del proprietario originale dell'armatura, Jango Fett, che lo ha cresciuto come se fosse suo figlio, Boba ha seguito le orme di suo padre dopo la sua morte diventando un mercenario a noleggio. Era attivo principalmente durante le Guerre dei Cloni e l'era imperiale, ed era considerato il miglior mercenario della galassia del suo tempo. I suoi servizi erano richiesti sia dall'Impero che dai signori del crimine come gli Hutt. Tuttavia, la carriera di Fett terminò dopo essere caduto in un Sarlacc situato nella Grande Fossa di Carkoon in Il ritorno dello Jedi, e si presumeva morto.

All'insaputa di chiunque, Fett sopravvisse a questo incidente e fuggì dalla fossa di Sarlacc, ma perse la sua armatura, che presero un gruppo di Jawa e successivamente fu acquistata da Cobb Vanth. Nell'episodio Capitolo 9: Lo sceriffo, dopo che il Mandaloriano ha ottenuto l'armatura da Vanth, un uomo vecchio e sfregiato che si presume fosse Fett lo guarda da lontano. Riappare nell'episodio Capitolo 14: La tragedia, dove si scopre che ha salvato Fennec Shand su Tatooine dopo gli eventi dell'episodio Capitolo 5: Il pistolero. Inizialmente chiede al Mandaloriano di restituire la sua armatura che quest'ultimo aveva acquisito da Cobb Vanth, lui e Fennec in seguito aiutano il Mandaloriano a combattere le forze di Gideon, nel frattempo Boba Fett recupera la sua armatura. Quando i Soldati Oscuri (Dark Troopers) scappano con Grogu e la Razor Crest viene distrutta, Fett e Fennec giurano di aiutare il Mandaloriano a salvare Grogu, in cambio il Mandaloriano accetta di lasciargli la sua armatura.

Temuera Morrison, in precedenza aveva doppiato il personaggio in diversi videogiochi e aveva interpretato suo padre Jango in L'attacco dei cloni e ha doppiato Boba nelle versioni DVD del 2004 di L'Impero colpisce ancora e di Il ritorno dello Jedi.

Signora Rana[modifica | modifica wikitesto]

La Signora Rana (Frog Lady) (interpretata da Misty Rosas) è una creatura femminile simile a una rana che appare nell'episodio Capitolo 10: Il passeggero. Arruola il Mandaloriano per portare lei e le sue uova sulla luna Trask per riunirsi a suo marito, che può fecondare le uova, in cambio di informazioni su dove si trovano gli altri mandaloriani. Non parla il Galactic Basic e usa il vocabolario di Q9-0 per comunicare con il Mandaloriano. A causa della fragilità delle uova, devono viaggiare in "sub-luce", e finiscono per schiantarsi su un pianeta ghiacciato per evitare una pattuglia di caccia Ala-X che hanno un mandato di arresto per il Mandaloriano da quando ha aiutato a far evadere Qin dal trasporto della Nuova Repubblica. Lì, vengono quasi uccisi da uno sciame di Krynka, ma vengono soccorsi dai piloti degli Ala-X che lasciano andare il Mandaloriano perché ha aiutato nella cattura degli altri criminali coinvolti nell'evasione. Dopo questo, il gruppo continua il suo viaggio verso Trask.

La Signora Rana si riunisce con il suo compagnoil Signor Rana al loro arrivo su Trask. Il Mandaloriano lascia il Bambino con la Signora Rana e il Signor Rana per fare da babysitter. Dopo la missione con Bo-Katan, il Mandaloriano ritorna dove trova il Bambino che interagisce con i piccoli.

Gli effeti vocali del personaggio sono eseguiti da Dee Bradley Baker.

Bo-Katan Kryze[modifica | modifica wikitesto]

Bo-Katan Kryze (interpretata da Katee Sackhoff, doppiata da Claudia Catani), è una guerriera mandaloriana che appare nell'episodio Capitolo 11: L'erede e nell'episodio Capitolo 16: Il salvataggio.

Sackhoff aveva in precedenza doppiato il personaggio nelle serie animate Star Wars: The Clone Wars e Star Wars Rebels.[157]

Koska Reeves[modifica | modifica wikitesto]

Koska Reeves (interpretata da Mercedes Varnado) è una guerriera mandaloriana, alleata di Bo-Katan, che appare negli episodi Capitolo 11: L'erede e Capitolo 16: Il salvataggio.[158]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti personaggi appaiono in un solo episodio in cui hanno un ruolo significativo.

Introdotti nella prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Mythrol[modifica | modifica wikitesto]

Mythrol (interpretato dal comico Horatio Sanz,[159][160] un fan di lunga data di Guerre stellari[161], doppiato da Francesco Cavuoto), è un alieno della specie mythrol appare nella scena di apertura del primo episodio della serie, Capitolo 1: Il Mandaloriano, in cui il Mandaloriano lo cattura per raccogliere una taglia su di lui.[159][162] Ha la pelle blu ed è un anfibio, ha delle pinne sul viso,[163][164] il Mythrol viene infine consegnato alla Gilda dei cacciatori di taglie.[85][162]

Il Mythrol è tornato nell'episodio della seconda stagione Capitolo 12: L'assedio dove è stato rilasciato dalla sua prigione di Carbonite per lavorare come contabile in cambio di una pena ridotta.[165] Ha anche detto che soffre ancora dell'effetto collaterale della carbonite, perché non ha ancora riacquistato la vista nell'occhio sinistro. Il Mythrol è stato portato con il Mandaloriano, Karga e Cara Dune durante il loro raid su una base imperiale dove esegue gli ordini quando viene minacciato di ritornare nella Carbonite. Fu lui a trovare il messaggio del Dottor Pershing a Moff Gideon sugli esperimenti che coinvolgono il DNA del Bambino.

Toro Calican[modifica | modifica wikitesto]

Toro Calican (interpretato da Jake Cannavale, doppiato da Manuel Meli), era un giovane cacciatore di taglie alle prime armi che ha incontrato il Mandaloriano nell'episodio Capitolo 5: Il pistolero.[166][167] Recluta il Mandaloriano chiedendogli aiuto a catturare Fennec Shand. È il suo primo incarico e la cattura di Fennec lo aiuterebbe ad entrare nella Gilda dei Cacciatori di taglie.[168][169] Toro in seguito incrocia il Mandaloriano e tenta di consegnarlo alla Gilda, ma viene invece colpito ed ucciso dal Mandaloriano.[136][170]

Il personaggio ha ricevuto recensioni contrastanti e negative dalla critica. Toro Calican è entrato nella lista di Vulture delle 15 migliori apparizioni cameo della serie nella prima stagione. Lo scrittore di Vulture Jackson McHenry si è complimentato con Cannavale, ma ha detto che il personaggio "non era la parte più affascinante".[127] Germain Lussier di Gizmodo ha definito l'introduzione di un personaggio all'inizio della sua carriera di cacciatore di taglie una "svolta molto intrigante".[120] Lo scrittore di Collider Vinne Mancuso definì Toro un "personaggio strano", ma alla fine un personaggio irrilevante, dato che fu ucciso così in fretta.[171] Gregory Lawrence, anche lui di Collider, lo descrive come un "idiota malvagio rom-com".[172] Tyler Hersko di IndieWire ha definito Toro un personaggio "petulante" meno attraente di altri antagonisti di The Mandalorian.[173] La scrittrice di Screen Rant Jessie Atkin ha definito Toro una "caricatura povera" con dialoghi "fastidiosi", e ha criticato la serie per aver riciclato vecchie idee come lui invece di esplorare nuovi territori. Atkin ha scritto: "Toro Calican doveva ovviamente essere una stupida imitazione di Ian Solo, haha, abbiamo capito lo scherzo, ma i fan non hanno bisogno di rivederlo".[174]

Ranzar "Ran" Malk[modifica | modifica wikitesto]

Ranzar "Ran" Malk (interpretato da Mark Boone Junior, doppiato da Paolo Buglioni), è un vecchio mercenario a capo di un gruppo eterogeneo che operano da una stazione spaziale nell'episodio Capitolo 6: Il prigioniero.[175][176] Era un alleato del Mandaloriano prima che quest'ultimo entrasse a far parte della Gilda. Sviluppa un piano per il suo equipaggio per infiltrarsi in una nave da trasporto di detenuti della Nuova Repubblica per liberare e salvare un Twi'lek di nome Qin.[177][178] Dopo la missione, Ran cerca di far uccidere il Mandaloriano,[178][179] ma invece la sua stazione spaziale viene attaccata dai caccia Ala-X della Nuova Repubblica, che erano stati guidati fino a lì dal Mandaloriano, attraverso un localizzatore che aveva nascosto.[177]

I fan hanno reagito positivamente al personaggio di Ran e all'interpretazione di Boone,[180] e il personaggio è stato incluso nell'elenco dei 15 migliori cameo della serie dalla prima stagione di Vulture.[127]

Migs Mayfeld[modifica | modifica wikitesto]

Migs Mayfeld (interpretato da Bill Burr, doppiato da Christian Iansante) è un ex tiratore scelto dell'Impero e uomo di punta dell'equipaggio di Malk.[181][182][183][184]

Xi'an[modifica | modifica wikitesto]

Xi'an (interpretata da Natalia Tena,[185] doppiata da Daniela Calò) è una twi'lek dalla pelle viola, che appare nell'episodio Capitolo 6: Il prigioniero.[186][185] È un ex interesse amoroso del Mandaloriano,[187][188] fa parte della squadra di soccorso inviata da Ranzar "Ran" Malk per salvare suo fratello Qin da una nave da trasporto di detenuti della Nuova Repubblica.[189][190] Tenta di tradire il Mandaloriano durante la missione,[191][192] ma invece lui lo intuisce e la chiude in una cella.[185][189]

Natalia Tena è l'unica attrice apparsa in Guerre stellari, Il Trono di Spade e nella serie di film di Harry Potter.[31][193] È anche la seconda star de Il Trono di Spade ad apparire anche in The Mandalorian, insieme a Pedro Pascal.[189] Xi'an ha ricevuto recensioni contrastanti dalla critica, e diversi recensori l'hanno paragonata al personaggio dei fumetti Harley Quinn.[194][195] Xi'an si è classificato al decimo posto in una lista di Screen Rant dei 10 personaggi più interessanti della prima stagione di The Mandalorian,[31] ed è anche stato incluso nell'elenco di Vulture dei 15 migliori cameo della serie dalla prima stagione di Vulture.[127] Joseph Stanichar di The Post ha elogiato la performance di Tena e "l'energia caotica".[196] Lo scrittore di Vulture Jackson Mchenry si complimentò per il trucco del personaggio, e apprezzò il personaggio per aver "tirato fuori un po' più di umanità" dal Mandaloriano.[127] Noah Howell del Niner Times ha apprezzato lo stile caotico di Xi'an e l'ha definita "un altro pezzo interessante del puzzle" per il Mandaloriano, complimentandosi con lei per il suo retroscena.[77] Lo scrittoren di Thrillist Dave Gonzales ha detto che Tena ha fatto un ottimo lavoro interpretando Xi'an, lodando i piccoli tocchi che ha dato al personaggio.[197] La scrittrice di Elite Daily Ani Bundel ha ritenuto che il personaggio fosse degno della sua serie spin-off.[198] Dan Brooks, uno scrittore di The Mandalorian della casa di produzione Lucasfilm, si complimentò con il personaggio e disse che sperava di vederla di più in futuro.[199] Kevin Pantoja di Screen Rant ha detto che Xi'An a volte era troppo esagerata, ma "c'è ancora molto da apprezzare di lei".[31] Lo scrittore di Rolling Stone Alan Sepinwall ha detto che la personalità di Xi'an è fondamentalmente limitata a un tratto, che è "irregolare".[200] Matt Webb Mitovich di TVLine non amava il personaggio, che ha descritto come "scenico".[201] Herb Scribner, scrittore di Deseret News, definì il personaggio "noioso".[202] Lo scrittore di IGN Joe Skrebels ha definito Xi'an forse il peggior personaggio di The Mandalorian fino ad oggi, descrivendola come "un pasticcio di scherni, risatine, sibili (inspiegabili) e assolutamente nient'altro".[184] Megan Crouse di Den of Geek sentiva che Xi'an e gli altri membri del suo equipaggio erano troppo "sfortunati" e non si erano presentati come mercenari efficienti.[203]

Burg[modifica | modifica wikitesto]

Burg (interpretato da Clancy Brown, doppiato da Dario Oppido) è un imponente devaroniano, membro dell'equipaggio di Malk.[204][205][206][207]

Q9-0[modifica | modifica wikitesto]

Q9-0, alias "Zero", (doppiato in originale da Richard Ayoade, in italiano da Mauro Gravina) è un droide, membro dell'equipaggio di Malk.[208]

Qin[modifica | modifica wikitesto]

Qin (interpretato da Ismael Cruz Cordova, doppiato da Fabio Boccanera), è un Twi'lek, fratello di Xi'an.

Introdotti nella seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gor Koresh[modifica | modifica wikitesto]

Gor Koresh (interpretato da John Rosengrant, doppiato in originale da John Leguizamo e in italiano da Alessandro Ballico) è un gangster Abyssin che il Mandaloriano ha cercato per informazioni su eventuali avvistamenti di altri mandaloriani nell'episodio Capitolo 9: Lo sceriffo. Quando il Mandaloriano lo trova ad assorvare un combattimento in un ring e gli chiede quelle informazioni, Koresh e i suoi scagnozzi tentano di uccidere il Mandaloriano e di rubare la sua armatura in Beskar, ma il Mandaloriano li sconfigge ed interroga Koresh che dice di aver sentito parlare di un altro mandaloriano che opera su Tatooine. Il Mandaloriano lascia Koresh appeso al lampione, il Mandaloriano spara al lampione per spegnere la luce, mentre le creature notturne iniziano ad avvicinarsi.

Cobb Vanth[modifica | modifica wikitesto]

Cobb Vanth (interpretato da Timothy Olyphant,[209] doppiato da Andrea Lavagnino) è lo sceriffo della città di Mos Pelgo, su Tatooine. Il giorno in cui la seconda Morte Nera fu distrutta, Cobb era presente quando il Collettivo Minerario attaccò Mos Pelgo. Sebbene fosse costretto a lavorare come schiavo, è riuscito a scappare con una scatola, che a sua insaputa conteneva dei cristalli, che ha scambiato con i suoi soccorritori Jawa in cambio dell'armatura mandaloriana recuperata, precedentemente di proprietà di Boba Fett, prima di usare l'armatura per scacciare gli invasori e proteggere i cittadini.

Nell'episodio Capitolo 9: Lo sceriffo, alcune persone dicono al Mandaloriano di cercare Cobb, in quanto lo avevano scambiato per un vero mandaloriano a causa della sua armatura. Quando il Mandaloriano incontra Cobb e scopre la verità, chiede a Cobb di togliersi l'armatura. La situazione di stallo venutasi a creare viene interrotta da un terremoto, che si rivela essere un drago krayt che ha terrorizzato Mos Pelgo. Cobb accetta di restituire l'armatura, ma in cambio il Mandaloriano lo deve aiutare a liberare la città dal drago. Insieme, formano un'improbabile alleanza tra i cittadini e i Tusken Raiders per eliminare il loro nemico comune, prima che il Mandalorian escogiti una strategia per usare un Bantha come attentatore suicida e farlo esplodere una volta che il drago lo mangia. Quando il piano fallisce, il Mandaloriano decide di lasciarsi mangiare anche lui per far esplodere manualmente gli esplosivi, e affida a Cobb di prendersi cura del bambino, se dovesse morire. Il Mandaloriano sopravvive e, con il drago ucciso, si separa amichevolmente da Cobb, che gli consegna la sua armatura. Dopo essersi alleati con i predoni tusken il Mandaloriano e Cobb notano che avranno bisogno di più combattenti per aiutarli. Così hanno reclutato tutto Mos Pelgo e hanno dichiarato che manterranno una tregua con i tusken fino a quando qualcuno non romperà quella tregua. ll gruppo tenta di attirare il drago fuori dalla sua caverna e ucciderlo con degli esplosivi, che avevano sepolto, ma il pianò fallì. Qunindi, il Mandaloriano provoca il drago per farsi ingoiare assieme ad un bantha che è stato caricato con degli esplosivi, e affida a Cobb il compito di prendersi cura del Bambino, se dovesse morire. Ma Mando riesce ad uccidere il Drago e scappare. In seguito, Cobb consegna amichevolmente l'armatura mandaloriana al Mandaloriano.

Il personaggio era già apparso nella trilogia di romanzi di Star Wars: Aftermath scritti da Chuck Wendig.

Axe Woves[modifica | modifica wikitesto]

Axe Woves (interpretato da Simon Kassianides[210]) è un guerriero mandaloriano, alleato di Bo-Katan, che appare nell'episodio Capitolo 11: L'erede.

Capitano imperiale[modifica | modifica wikitesto]

Un capitano imperiale (interpretato da Titus Welliver) che appare nell'episodio Capitolo 11: L'erede.[210] Capitano di una nave da carico imperiale che conteneva armi mandaloriane rubate. Il Mandaloriano ha aiutato il gruppo di Bo-Katan Kryze a rivendicarlo. Il capitano ha informato Moff Gideon della situazione e ha chiesto rinforzi solo per essere informato da Gideon di sacrificare la nave poiché non possono permettersi di farsi rubare il carico. Quando il gruppo di Bo-Katan si fa strada nel ponte e impedisce alla nave di schiantarsi costringe il Capitano a dirle la posizione della Spada oscura (Darksaber), ma teme Gideon più di lei e si suicida mordendo una capsula elettrica.

Lang[modifica | modifica wikitesto]

Lang (interpretato da Michael Biehn[211]) è un tenente imperiale che lavora per Morgan Elsbeth sul pianeta Corvus. L'ha aiutata ad opprimere i cittadini di Calidan mentre guidava la lotta contro Ahsoka Tano. Quando il Mandaloriano arrivò a Calidan, Lang lo portò da Morgan. Lang in seguito condusse le sue truppe a combattere Ahsoka e il Mandaloriano quando attaccarono Calidan e abbatterono i soldati fedeli a Morgan. Mentre Ahsoka duellava con Morgan, Lang era in una situazione di stallo con il Mandaloriano. Quando Morgan fu sconfitta, Lang depose le armi e cercò di fingere di arrendersi tirando fuori un blaster più piccolo solo per essere colpito dal Mandaloriano.

Ahsoka Tano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ahsoka Tano.

Ahsoka Tano (interpretata da Rosario Dawson,[211] doppiata da Laura Romano) appare nell'episodio Capitolo 13: La Jedi. È una guerriera togruta ed ex padawan Jedi di Anakin Skywalker. Il Mandaloriano si mette sulle sue tracce per affidarle il Bambino, in modo che possa riportarlo alla sua specie. Il Mandaloriano incontra Tano su Corvus, dove la togruta sta cercando di interrogare Morgan Elsbeth per sapere dove si trova il suo padrone, il Grand'ammiraglio Thrawn. Tano entra in connessione grazie alla Forza con il Bambino e rivela il suo nome, Grogu. Dice che Grogu è solo il secondo essere vivente della sua specie che Ahsoka ha incontrato, il primo dei primi è il Maestro Yoda. Tuttavia, Tano, dopo aver testato una delle abilità, decide di non addestrare Grogu per paura del sentiero su cui il Bambino rischia di incamminarsi. Il Mandaloriano e Ahsoka lavorano insieme per liberare Calidan da Elsbeth che viene sconfitta da Ahsoka. E dice dove si trova il suo padrone ad Ahsoka. Consiglia al Mandaloriano di portare Grogu sul pianeta Tython, dove ci sono delle rovine di un antico tempio. Se il Bambino entrerà il connessione con un altro Jedi disperso nella galassia, quel Jedi potrebbe addestrarlo.

Il personaggio era in precedenza apparso in Star Wars: The Clone Wars, Star Wars Rebels e Star Wars: L'ascesa di Skywalker, doppiata in originale da Ashley Eckstein e in italiano da Erica Necci.

Morgan Elsbeth[modifica | modifica wikitesto]

Morgan Elsbeth (interpretata da Diana Lee Inosanto,[211] doppiata da Alessandra Korompay) appare nell'episodio Capitolo 13: La Jedi. È la magistrata imperiale della cittadella di Calidan, sul pianeta Corvus.

Durante la sua infanzia, la sua gente fu attaccata durante le Guerre dei cloni. Durante l'ascesa dell'Impero Galattico, Morgan ha contribuito a costruire la Flotta Imperiale e ha lavorato per il Grand'ammiraglio Thrawn, e ha saccheggiato diversi mondi.

Ha governato Calidan con un pugno di ferro e ha appeso i suoi prigionieri in gabbie elettriche. Ahsoka Tano ha fatto diversi attacchi a Calidan per convincere Morgan a divulgare la posizione di Thrawn. Quando il Mandaloriano è arrivato su Corvus, Morgan lo ha incaricato di trovare Ahsoka, per la quale gli darà una lancia in Beskar come ricompensa. Il Mandaloriano e Ahsoka hanno lavorato insieme per liberare Calidan dal governo di Morgan. Dopo essere stata sconfitta in un duello con Ahsoka, Morgan le diede le informazioni di cui aveva bisogno (fuori dallo schermo). Dopo la caduta di Morgan, un uomo di nome Wing divenne il governatore di Calidan.

Luke Skywalker[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Luke Skywalker.

Luke Skywalker (interpretato da Mark Hamill, doppiato da Dimitri Winter) è un cavaliere Jedi che risponde alla chiamata di Grogu, salvandolo dai Soldati Oscuri (Dark Troopers) di Moff Gideon nell'episodio Capitolo 16: Il salvataggio. Accanto a R2-D2, accetta successivamente di addestrare Grogu come padawan Jedi.

Luke Skywalker è interpretato fisicamente da Max Lloyd-Jones, il cui volto è stato poi sostituito tramite CGI con quello di Hamill, interprete del personaggio nei film della saga.[212][213][214]

Guest star[modifica | modifica wikitesto]

Gli interpreti dei seguenti personaggi sono stati accreditati come ospiti (guest starring) nei titoli di coda degli episodi in cui sono apparsi.

Introdotti nella prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Paz Vizsla[modifica | modifica wikitesto]

Paz Vizsla (interpretato da Tait Fletcher, doppiato in originale da Jon Favreau) è uno dei guerrieri della tribù mandaloriana su Nevarro. Forte e fisicamente imponente,[215][216] è un combattente di fanteria pesante.[217][218] Appare nell'episodio Capitolo 3: Il peccato, dove inizialmente litiga con il Mandaloriano per aver lavorato con l'Impero,[62][219] ma in seguito viene in suo aiuto quando il Mandaloriano viene attaccato.[62][220]

Favreau in precedenza aveva doppiato un signore delle guerre mandaloriane dal nome simile chiamato Pre Vizsla nella serie Star Wars: The Clone Wars.[215][216]

Omera[modifica | modifica wikitesto]

Omera (interpretata da Julia Jones, doppiata da Domitilla D'Amico) è una contadina krill che vive in un villaggio su Sorgan con sua figlia, Winta. Appare nel quarto episodio, Capitolo 4: Il rifugio.[221][222] Quando gli abitanti del villaggio assumono il Mandaloriano e Cara Dune per proteggerli dai predoni Klatooiniani, Omera fa amicizia con il Mandaloriano e i due sembrano attratti l'uno dall'altro.[223][224] Partecipa alla riuscita difesa del villaggio e all'eliminazione dei predoni.[225][226]

La regista dell'episodio Capitolo 4: Il rifugio Bryce Dallas Howard ha detto che è stato impegnativo dirigere scene emotive tra Omera e il Mandaloriano perché indossa sempre un elmo, ma che le scene hanno funzionato perché "Julia è profondamente legata alle sue emozioni e puoi sentirle sul suo volto".[227] Brendan Wayne, uno stunman del personaggio del Mandaloriano, ha detto che le sue scene con Jones erano così emotive che lo hanno fatto piangere.[228]

Il personaggio di Omera ha ricevuto recensioni positive o contrastanti da parte della critica. Bryan Young di /Film ha detto che Omera "ruba ogni scena in cui si trova" e ha avuto una chimica così eccellente con il Mandaloriano che "fa veramente male" quando non può stare con lei alla fine dell'episodio.[221] Lo scrittore di Forbes Erik Kane descrisse Omera come un "grande nuovo personaggio femminile introdotto in una serie che è stata per lo più di uomini", e disse che voleva saperne di più sul personaggio.[229] La scrittrice di Vulture Liz Shannon Miller ha detto che Omera è un archetipo familiare, ma ha apprezzato il fatto che il personaggio abbia assunto un ruolo di leadership nel villaggio e durante le scene di combattimento, e che non sia stata ridotta ad un ruolo di sottofondo a causa del suo genere.[227] Non tutte le recensioni erano positive. Kathryn Vanarendonk, anche lei di Vulture, ha scritto che Omera aveva "zero caratterizzazione tranne che lei è una buona madre protettiva".[230] Anthony Gramuglia di Comic Book Resources ha scritto che alcuni fan hanno criticato Omera e la presenza di altre donne forti in The Mandalorain perché sentivano che fosse una "diversità forzata". Gramuglia disse che queste obiezioni erano misogine e "palesemente ridicole".[231]

Winta[modifica | modifica wikitesto]

Winta (interpretata da Isla Farris, doppiata da Charlotte Infussi D'Amico) è la giovane figlia di Omera che vive in un villaggio a Sorgan. Appare nell'episodio Capitolo 4: Il rifugio.[164][223] Lega subito col Bambino durante la sua permanenza sul pianeta.[232][233]

Caben e Stoke[modifica | modifica wikitesto]

Caben e Stoke (interpretati da Asif Ali e Eugene Cordero) sono dei contadini di Krill in villaggio di Sorgan[234] che chiedono al Mandaloriano di proteggere il loro villaggio dagli attacchi dei predoni klatooiniani nell'episodio Capitolo 4: Il rifugio.[235][236]

I due sono stati inclusi nella lista di Vulture delle 15 migliori apparizioni cameo della serie nella prima stagione, in cui lo scrittore Jackson McHenry li ha descritti come "una deliziosa coppia di stupidi paesani".[127]

Riot Mar[modifica | modifica wikitesto]

Riot Mar, interpretato da Rio Hackford,[237][123] è un cacciatore di taglie che cerca di recuperare il Bambino dal Mandaloriano nell'episodio Capitolo 5: Il pistolero.[238][239] Riot pilota un caccia stellare e attacca la nave del Mandaloriano, ma viene ucciso dal Mandaloriano dopo un breve combattimento aereo.[237][240]

Davan[modifica | modifica wikitesto]

Davan, interpretato da Matt Lanter, è un soldato della Nuova Repubblica.[159] Lanter è il doppiatore originale di Anakin Skywalker nella serie televisiva Star Wars: The Clone Wars[205][241], così come altri personaggi minori.[242] Davan è un soldato della Nuova Repubblica ed unico membro dell'equipaggio non droide di una nave da trasporto di detenuti della Nuova Repubblica nell'episodio Capitolo 6: Il prigioniero. Nonostante gli sforzi del Mandaloriano di lasciarlo vivo, Davan viene assassinato da una banda di mercenari che salgono a bordo della nave per salvare il prigioniero Qin.[178][182]

Lo scrittore di Syfy Wire Bryan Young ha notato che l'interpretazione di Lanter nei panni di Davan non assomiglia affatto alla voce che ha utilizzato per Anakin, Young ha detto "mostra la sua abilità come attore".[204]

Trapper Wolf, Jib Dodger e Sash Ketter[modifica | modifica wikitesto]

Trapper Wolf, Jib Dodger e Sash Ketter (interpretati rispettivamente da Dave Filoni, Rick Famuyiwa e Deborah Chow) sono tre piloti di caccia Ala-X della Nuova Repubblica,[175][181] che indagano su un radiofaro attivato da una nave da trasporto di detenuti della Nuova Repubblica nell'episodio Capitolo 6: Il prigioniero. I piloti seguono il radiofaro fino ad una stazione spaziale gestita dal mercenario Ranzar "Ran" Malk, che attaccano.[183][206]

Ognuno dei tre interpreti dei personaggi ha diretto un episodio della prima stagione. Famuyiwa ha inoltre diretto e co-scritto l'episodio in cui appaiono i personaggi.[163][243] Trapper Wolf fu ispirato dall'amore di Filoni per i lupi.[207]

Introdotti nella seconda stagione[modifica | modifica wikitesto]

Carson Teva[modifica | modifica wikitesto]

Carson Teva (interpretato da Paul Sun-Hyung Lee, doppiato da Domenico Strati) è un capitano della Nuova Repubblica proveniente dal pianeta Alderaan. Appare nell'episodio Capitolo 10: Il passeggero, in cui insegue il Mandaloriano per essere entrato nello spazio aereo sotto la giurisdizione della Nuova Repubblica, e nell'episodio Capitolo 12: L'assedio, in cui interroga Greef Karga riguardo alla distruzione di una base imperiale.

Governatore Wing[modifica | modifica wikitesto]

Il governatore Wing (interpretato da Wing Tao Chao) è un umano che vive sul pianeta Corvus. Dopo la sconfitta di Morgan Elsbeth, Wing viene nominato nuovo governatore della cittadella di Calidan.

Valin Hess[modifica | modifica wikitesto]

Valin Hess (interpretato da Richard Brake) è un ufficiale dell'Impero che partecipò insieme a Migs Mayfeld all'Operazione Cenere.[244] Incontra il Mandaloriano e Mayfeld all'interno di una raffineria di Rhydonium su Morak. Viene ucciso da Mayfeld, infuriato per le parole di Hess sui soldati morti durante l'Operazione Cenere.

Bib Fortuna[modifica | modifica wikitesto]

Bib Fortuna (interpretato da Matthew Wood), è l'ex assistente di Jabba the Hutt. Appare nella scena dopo i titoli di coda dell'episodio Capitolo 16: Il salvataggio, in cui viene mostrato a capo del palazzo di Jabba, e viene ucciso da Boba Fett.

Il personaggio era già apparso ne Il ritorno dello Jedi, interpretato da Michael Carter, e in Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma, interpretato dallo stesso Wood.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Craig Elvy, The Mandalorian Explained: Real Name, Face Under Mask, Origin & Backstory, in Screen Rant, 28 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  2. ^ a b (EN) Evan Romano, Former Game of Thrones Star Pedro Pascal Is Shining in The Mandalorian, in Men's Health, 29 novembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  3. ^ (EN) Dave Trumbone, ‘The Mandalorian’ Finale Reveals Ties to ‘The Clone Wars’ and ‘Star Wars Rebels’, in Collider, 27 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Adam Rosenberg, 5 big takeaways from 'The Mandalorian' Season 1 finale, in Mashable, 27 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  5. ^ a b (EN) Sarah Bea Milner, The Mandalorian: Baby Yoda Learns About Good & Bad In A Powerful Way, in Screen Rant, 22 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  6. ^ (EN) Dan Zinski, Pedro Pascal Doesn't Play The Mandalorian In Every Episode, in Screen Rant, 10 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  7. ^ (EN) Zack Sharf, Pedro Pascal Is the Mandalorian, but That’s Not Him Starring in Every Episode, in IndieWire, 9 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  8. ^ (EN) Anthony Breznican, The Mandalorian is described as Clint Eastwood in Star Wars, in Entertainment Weekly, 14 aprile 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  9. ^ (EN) Bill Keveney, 'The Mandalorian': How Disney+ 'Star Wars' spinoff amps up Western grit with guns and droids, in USA Today, 11 novembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  10. ^ a b (EN) Carolyn Giardina, Why Jon Favreau Chose Baby Yoda: "We Don't Know a Lot of Details About His Species", in The Hollywood Reporter, 5 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 6 dicembre 2019).
  11. ^ (EN) Bryan Alexander, Golden Globes 2020: 'Mandalorian' creator Jon Favreau explains why Baby Yoda is NOT Yoda, in USA Today, 5 gennaio 2020 (archiviato il 6 gennaio 2020).
  12. ^ (EN) Eliana Dockterman, Let's Talk About That Twist in the First Episode of The Mandalorian, in Time, 12 novembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  13. ^ (EN) Megan Crouse, Star Wars: The Mandalorian – Baby Yoda Explained, in Den of Geek, 27 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  14. ^ (EN) Matt Miller, We Regret to Inform You Baby Yoda Might Be Evil, in Esquire, 18 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  15. ^ (EN) Sean Keane, The Mandalorian episode 7 recap: Baby Yoda reunites with friends and enemies, in CNET, 18 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  16. ^ a b c (EN) Sean Keane, The Mandalorian season finale recap: Baby Yoda gets into wild action in episode 8, in CNET, 27 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 26 gennaio 2020).
  17. ^ (EN) Henry T. Casey, Who is Baby Yoda? The Mandalorian's Breakout Character Explained, in Space.com, 21 novembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato l'11 dicembre 2019).
  18. ^ (EN) Leah Asmelash, People can't stop sharing Baby Yoda memes (and we don't want them to), in CNN, 23 novembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  19. ^ (EN) Rebecca Keegan, In Baby Yoda, Hollywood Sees Its Past, Present and Meme-able Future, in The Hollywood Reporter, 19 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2019 (archiviato il 30 dicembre 2019).
  20. ^ (EN) Samuel Spencer, 'The Mandalorian': Show Crew on How They Made 'Baby Yoda', in Newsweek, 2 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  21. ^ (EN) Zach Vasquez, Big deal, he is: how Baby Yoda became 2019's biggest new character, in The Guardian, 3 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020.
  22. ^ (EN) Ben Winck, The massive popularity of Baby Yoda memes highlights just how successful Disney Plus has been, one analyst says, in Business Insider, 2 gennaio 2020. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 2 gennaio 2020).
  23. ^ (EN) Julia, Baby Yoda is key to the Disney+ takeover, in The Verge, 6 dicembre 2019. URL consultato il 15 dicembre 2020 (archiviato l'8 dicembre 2019).
  24. ^ a b c d e f g (EN) Danny Pham, The Mandalorian: 10 Most Interesting Characters In Season 1, in Screen Rant, 31 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 1º gennaio 2020).
  25. ^ a b c d e f (EN) Nicholas Raymond, The Mandalorian: Greef Karga's Backstory Explained, in Screen Rant, 7 gennaio 2020. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato l'8 gennaio 2020).
  26. ^ (EN) Sean Keane, The Mandalorian premiere recap: Disney Plus show piles up Star Wars mysteries, in CNET, 12 novembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 13 novembre 2019).
  27. ^ a b c (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 7 Is an Action-Packed First Half of a 2-Part Finale, in Space.com, 18 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 10 gennaio 2020).
  28. ^ a b (EN) Christina Radish, 'The Mandalorian' Creators on the Weekly Release, Choosing Directors, and the 'Star Wars' Holiday Special, in Collider, 30 ottobre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 4 gennaio 2020).
  29. ^ a b (EN) Kristin Baver, SWCC 2019: 9 Things We Learned from The Mandalorian Panel, in StarWars.com, 14 aprile 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 15 aprile 2019).
  30. ^ a b (EN) Robert Rorke, Which actors from Disney+'s 'The Mandalorian' did their own stunts?, in New York Post, 11 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 5 gennaio 2020).
  31. ^ a b c d (EN) Kevin Pantoja, The Mandalorian: 10 Best New Star Wars Characters Introduced In The Show, Ranked, in Screen Rant, 2 gennaio 2020. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 3 gennaio 2020).
  32. ^ (EN) Rebecca Alter, Werner Herzog to Jon Favreau: Sorry to This Man, in New York, su Vulture, 12 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 18 dicembre 2019).
  33. ^ a b c (EN) Matt Webb Mitovich, The Mandalorian Reveals Client's Plan for the Child, and We Are Not Having It, in TVLine, 28 gennaio 2020. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 26 novembre 2019).
  34. ^ a b c d (EN) Will Thorne, Werner Herzog on Why He Didn't Need to See 'Star Wars' Films for 'The Mandalorian' Role, in Variety, 12 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 22 novembre 2019).
  35. ^ a b (EN) Kara Hedash, The Mandalorian Reveals REAL Season 1 Villain: Moff Gideon Explained, in Screen Rant, 19 dicembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 23 gennaio 2020).
  36. ^ (EN) Stephen M. Colbert, The Mandalorian: What The Empire Wanted With Baby Yoda, in Screen Rant, 22 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 27 gennaio 2020).
  37. ^ a b (EN) Erik Kain, 'The Mandalorian' Episode 3 Review: 'Star Wars' Meets 'John Wick, in Forbes, 28 gennaio 2020. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 26 gennaio 2020).
  38. ^ (EN) Dave Itzkoff, 'The Mandalorian' Director: Baby Yoda 'Steals the Show', in The New York Times, 22 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 27 gennaio 2020).
  39. ^ (EN) Will Thorne, 'The Mandalorian': 5 Burning Questions From Episode 3, in Variety, 22 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 26 novembre 2019).
  40. ^ a b (EN) Brian Silliman, Mando and Baby Yoda meet the Moff: Breaking down The Mandalorian Chapter 7, in Syfy, 18 dicembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2020).
  41. ^ (EN) Ethan Anderton, 'The Mandalorian' is "A Phenomenal Achievement" According to Werner Herzog, Who Has Never Seen 'Star Wars', in /Film, 7 maggio 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 27 gennaio 2020).
  42. ^ (EN) Julie Miller, Why Werner Herzog Really Signed Onto the Star Wars Series The Mandalorian, in Vanity Fair, 23 maggio 2019. URL consultato il 9 marzo 2020.
  43. ^ (EN) Zack Sharf, Werner Herzog Joined 'Star Wars' Series for Money to Finance Cannes Movie 'Family Romance, LLC.', in IndieWire, 25 maggio 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 2 giugno 2019).
  44. ^ (EN) Joseph Knoop, The Mandalorian's Werner Herzog Has Never Seen a Star Wars Film But He Watches WrestleMania, in IGN, 13 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 27 gennaio 2020).
  45. ^ a b (EN) Aaron Couch, The 'Mandalorian' Moment That Caused Werner Herzog to Call His Bosses "Cowards", in The Hollywood Reporter, 15 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 23 novembre 2019).
  46. ^ (EN) Nicholas Slayton, Werner Herzog praises The Mandalorian, admits he's never seen Star Wars, in Syfy, 4 maggio 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 7 maggio 2019).
  47. ^ (EN) Tyler Hersko, Werner Herzog Says 'The Mandalorian' Is 'Cinema Back at Its Best', in IndieWire, 14 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 18 dicembre 2019).
  48. ^ (EN) Tom Reimann, 'The Mandalorian': Werner Herzog Calls the Series "Cinema Back At Its Best", in Collider, 14 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 9 gennaio 2020).
  49. ^ Andrew Husband, When 'The Mandalorian' Considered Replacing Baby Yoda's Puppet With CGI, Werner Herzog Rebuked Them, in Uproxx, 26 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 27 gennaio 2020).
  50. ^ (EN) Will Lavin, Werner Herzog called out 'Mandalorian' crew for almost replacing Baby Yoda puppet with CGI: "You are cowards", in New Musical Express, 27 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 29 novembre 2019).
  51. ^ a b (EN) Nick Venable, The Mandalorian: 6 Biggest Questions After Episode 7, in CinemaBlend, 18 dicembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2020).
  52. ^ (EN) John Serba, Why Werner Herzog's Participation in 'The Mandalorian' is a Monumental Casting Coup, in Decider.com, 14 novembre 2019. URL consultato il 9 marzo 2020 (archiviato il 17 dicembre 2019).
  53. ^ a b c d (EN) Kim Renfro, The opening episode of Disney Plus' 'The Mandalorian' ends on a surprising cliffhanger. Here's what you need to know., in Insider, 12 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  54. ^ (EN) Erik Kain, 'The Mandalorian' Episode 6 Recap And Review: 'The Prisoner' Is More 'Star Wars' Gold, in Forbes, 13 dicembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  55. ^ a b (EN) Anthony Breznican, Here's what happened in the secret footage of The Mandalorian, in Entertainment Weekly, 14 aprile 2019. URL consultato il 13 marzo 2020 (archiviato il 16 aprile 2019).
  56. ^ (EN) Katie Rife, Jon Favreau unveils footage from The Mandalorian at Star Wars Celebration, in The A.V. Club, 14 aprile 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  57. ^ a b (EN) Ani Bundel, This 'Mandalorian' Theory About Baby Yoda Is So Important, in Elite Daily, 27 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  58. ^ a b (EN) Ben Ciacoya, The Mandalorian Hints at the Return of Kamino Cloning, in Comic Book Resources, 13 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  59. ^ (EN) Kim Renfro, A quick guide to every 'Mandalorian' character you should know, in Insider Inc.#Insider, 13 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  60. ^ a b c (EN) Matt Miller, The Mandalorian Episode Three Confirms a Theory About Why Baby Yoda Is So Important, in Esquire, 22 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  61. ^ a b (EN) Gretchen Smail, Is Baby Yoda A Clone? 'The Mandalorian' Gave Fans Another Tiny Hint, in Bustle, 25 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  62. ^ a b c (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 3 Sees the Hunter Become the Hunted, in Space.com, 22 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020 (archiviato il 28 novembre 2019).
  63. ^ (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian': Here's What We Know So Far About the 'Star Wars' Live Action Show, in Space.com, 2 maggio 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  64. ^ (EN) Sachin Trivedi, 'The Mandalorian' Spoilers: Why Dr. Pershing Wants That Baby, in International Business Times, 18 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  65. ^ (EN) Ana Dumaraog, Star Wars Theory: The Mandalorian's [Spoiler] Is A Clone, in Screen Rant, 17 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  66. ^ (EN) Tom Chapman, This Mandalorian theory could have huge consequences for Star Wars canon, in Digital Spy, 18 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  67. ^ (EN) Austen Goslin, A Star Wars Easter egg may reveal The Mandalorian's endgame for Baby Yoda, in Polygon, 23 novembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  68. ^ (EN) Camden Jones, The Mandalorian Breaks One Of George Lucas' Original Star Wars Rules, in Screen Rant, 12 gennaio 2020. URL consultato il 13 marzo 2020.
  69. ^ a b (EN) Jessie Atkin, The Mandalorian: 10 of the Best Outfits From Season 1, in Screen Rant, 8 gennaio 2020. URL consultato il 13 marzo 2020 (archiviato il 9 gennaio 2020).
  70. ^ (EN) Allie Gemmill, 7 questions 'The Mandalorian' still needs to answer in season 2, in Inverse, 27 dicembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  71. ^ a b (EN) Leo Holman, The Mandalorian: Kuiil Was the Series' Best Character - Here's Why, su CBR, 2 gennaio 2020. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 3 gennaio 2020).
  72. ^ a b (EN) Q.V. Hough, The Mandalorian: Who Plays Kuiil, su ScreenRant, 5 gennaio 2020. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato l'11 gennaio 2020).
  73. ^ a b (EN) Ben Caicoya, The Mandalorian Suffers Heartbreaking Losses in the Season 1 Finale, su CBR, 28 dicembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 29 dicembre 2019).
  74. ^ a b (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 2 Is Fun, But Falls a Little Short, su Space.com, 15 novembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 15 novembre 2019).
  75. ^ a b c (EN) Erik Kain, Star Wars ‘The Mandalorian’ Episode 7 Recap And Review: ‘The Reckoning’ Is The Best Episode Yet, su Forbes, 18 dicembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 22 dicembre 2019).
  76. ^ a b (EN) Ani Bundel, 'The Mandolorian' Fans Are All Asking 1 BIG Question About Kuiil, su Elite Daily, 18 dicembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 19 dicembre 2019).
  77. ^ a b (EN) Noah Howell, TV REVIEW: 'The Mandalorian' - 'Chapter Six: The Prisoner' & 'Chapter Seven: The Reckoning', su Niner Times, 28 dicembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020.
  78. ^ a b (EN) Star Wars May Have Given Nick Nolte A Very Surprising Character In The Mandalorian, su CINEMABLEND, 20 dicembre 2018. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 23 dicembre 2018).
  79. ^ a b (EN) Charlie Ridgely, Star Wars: The Mandolorian Fans Are Giving it Up for the Real Heroes of the Show, in Comicbook.com, 30 dicembre 2019. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato il 31 dicembre 2019).
  80. ^ a b c (EN) Misty Rosas, Ep. 108 Misty Rosas (Podcast), in The Interesting Podcast, 21 gennaio 2020. URL consultato il 13 aprile 2020.
    «Il suo peso, perché non l'hai visto, penso tutto il tempo, ma lo zaino che indossavo, era riempito da cima a fondo con tutta l'animatronica. E avevano dei fili proprio dietro il mio collo, così avrebbero sicuramente, li avrebbero allargati per me, così avrei avuto un po' di movimento. E poi su ogni lato, quelle tasche, che erano piuttosto grandi, quelle erano batterie. Quindi il suo peso cavalcava sulle mie spalle. Quindi era di nuovo molta forza fondamentale, quindi bastava tirare dentro la pancia.».
  81. ^ a b (EN) Mustafa Gatollari, Nick Nolte Plays Kuiil in 'The Mandalorian' and He's One of the Best Parts of the Show, su Distractify, 13 novembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 14 novembre 2019).
  82. ^ a b (EN) Laura Prudom, The Mandalorian Episode 8 Review, in IGN, 27 dicembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020 (archiviato il 31 dicembre 2019).
  83. ^ (EN) Corey Plante, Nick Nolte's 'Mandalorian' character isn't a jerk -- he's brilliant., su Inverse, 18 novembre 2019. URL consultato il 13 aprile 2020.
  84. ^ (EN) Kiki Evans, The Mandalorian Characters Sorted Into Their Hogwarts Houses, su ScreenRant, 23 gennaio 2020. URL consultato il 13 aprile 2020.
  85. ^ a b (EN) Meaghan Kirby, 'The Mandalorian' recap: The Mandalorian embarks on a dangerous assignment, su Entertainment Weekly, 12 novembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato l'11 dicembre 2019).
  86. ^ a b c (EN) Q. V. Hough, The Mandalorian: Who Plays IG-11, su ScreenRant, 2 gennaio 2020. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 3 gennaio 2020).
  87. ^ a b (EN) Gina Carbone, The Mandalorian's Taika Waititi Calls His IG-11 'The Hero Of The Entire Season', su CinemaBlend, 13 gennaio 2020. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 14 gennaio 2020).
  88. ^ a b c (EN) Charlie Ridgely, IG-11 Is Now Many Star Wars Fans' Favorite Droid After The Mandalorian Finale, su Comicbook.com, 27 dicembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 28 dicembre 2019).
  89. ^ a b (EN) Ineye Komonibo, What Is Up With That Droid Twist On The Mandalorian?, su Refinery29, 15 novembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 16 novembre 2019).
  90. ^ (EN) Humza Hussain, The Mandalorian: Taika Waititi Wants Fans To Petition To Bring Back IG-11, su ScreenRant, 14 gennaio 2020. URL consultato il 15 aprile 2020.
  91. ^ (EN) Will Thorne, ‘The Mandalorian’: 5 Burning Questions From ‘The Reckoning’, su Variety, 18 dicembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 2 gennaio 2020).
  92. ^ (EN) Alex Kane, The Mandalorian recap: Chapter 7 'The Reckoning', su USA Today, 18 dicembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 14 gennaio 2020).
  93. ^ (EN) Ana Dumaraog, The Mandalorian Season 1 Ending Explained (In Detail), su ScreenRant, 27 dicembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 28 dicembre 2019).
  94. ^ (EN) Kofi Outlaw, Star Wars: The Mandalorian Meme Puts IG-11 on the High Ground Over Anakin Skywalker, su Comicbook.com, 6 gennaio 2020. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 6 gennaio 2020).
  95. ^ Filmato audio (EN) Taika Waititi, The Mandalorian: Taika Waititi on Finding the Voice of IG-11 - D23 2019, su YouTube, IGN, 23 agosto 2019. URL consultato il 15 aprile 2020.
    «In realtà è stato davvero difficile. È stato davvero difficile, ragazzi, trovare quella voce robotica. Perché devi togliere personalità ed emozione, ma non può essere completamente privo di valore, quindi è davvero una cosa sottile.».
  96. ^ a b (EN) Caitlin Gallagher, 'Mandalorian' Is Introducing A New Assassin Droid To The Expanded Universe, su Bustle, 11 novembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 28 dicembre 2019).
  97. ^ (EN) James Hibberd, 'The Mandalorian' unmasked: 'We did things no "Star Wars" fan has ever seen', su Entertainment Weekly, 5 settembre 2019. URL consultato il 15 aprile 2020 (archiviato il 5 settembre 2019).
  98. ^ a b c (EN) Anthony Breznican, The Armorer: Unmasking The Mandalorian's Mysterious Blacksmith, in Vanity Fair, 22 novembre 2019. URL consultato il 14 marzo 2020 (archiviato il 5 dicembre 2019).
  99. ^ a b (EN) Armaan Babu, 'The Mandalorian' star Emily Swallow talks about The Armorer and importance of keeping traditions of Mandalore alive, in MEA Worldwide, 2 dicembre 2019. URL consultato il 13 marzo 2020.
  100. ^ (EN) Andrew Whalen, 'The Mandalorian' Season 2: Release Date, Gamorreans and Everything Else We Know, in Newsweek, 31 dicembre 2019. URL consultato l'8 marzo 2020 (archiviato il 15 gennaio 2020).
  101. ^ (EN) Erik Kain, Star Wars 'The Mandalorian' Episode 8 Recap And Review: A Terrific Season Finale, in Forbes, 27 dicembre 2019. URL consultato il 14 marzo 2020 (archiviato il 29 dicembre 2019).
  102. ^ (EN) Charlie Ridgely, Star Wars: The Mandalorian Star Emily Swallow Calls Season 2 "Unexpected", in Comicbook.com, 24 gennaio 2020. URL consultato il 14 marzo 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  103. ^ a b c (EN) Charlie Ridgely, Star Wars: The Mandalorian's Emily Swallow on Bringing The Armorer to Life, in Comicbook.com, 22 gennaio 2020. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato il 26 gennaio 2020).
  104. ^ a b (EN) Judith Anne e Dela Cruz, Emily Swallow Says She Did All of The Armorer's Scenes in The Mandalorian Except One, in Epicstream, 23 gennaio 2020. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato il 22 luglio 2020).
  105. ^ (EN) Megan Crouse, Star Wars: 9 Unanswered Questions in The Mandalorian, in Den of Geek, 2 gennaio 2020. URL consultato il 14 marzo 2020 (archiviato il 3 gennaio 2020).
  106. ^ (EN) "The Mandalorian" Actress Talks About Playing the Armorer, in News 13, 16 gennaio 2020. URL consultato il 13 marzo 2020 (archiviato il 17 gennaio 2020).
  107. ^ Filmato audio (EN) 'The Mandalorian': Emily Swallow AKA The Armorer Wanted To Snuggle Baby Yoda! - MEAWW, su YouTube, MEAWW, 14 gennaio 2020. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2020).
    «L'evento si verifica tra 1: 19–1: 35. Il tuo personaggio in particolare è appena diventato uno dei preferiti dai fan, ma dirò che ci sono così tante persone su Internet che chiedono l'elemosina, chiedendo di vedere di più l'Armaiola nella seconda stagione.».
  108. ^ a b (EN) Anthony Gramuglia, Star Wars: The Mandalorian: Gina Carano Explains Her Character, su CBR, 14 aprile 2019. URL consultato il 16 aprile 2020 (archiviato il 20 aprile 2019).
  109. ^ a b (EN) Corey Plante, 'Mandalorian' spoilers: Easter egg explains why Cara Dune hates the Empire, su Inverse, 27 dicembre 2019. URL consultato il 16 aprile 2020.
  110. ^ (EN) Craig Elvy, The Mandalorian: Every Star Wars Easter Egg In Episode 4, su ScreenRant, 29 novembre 2019. URL consultato il 16 aprile 2020 (archiviato il 23 dicembre 2019).
  111. ^ (EN) The Mandalorian Is the Only Smart Soldier in the Star Wars Galaxy, in Wired, 14 gennaio 2020. URL consultato il 16 aprile 2020 (archiviato il 15 gennaio 2020).
  112. ^ (EN) Kristin Baver, Everything We Know About The Mandalorian So Far, su StarWars.com, 8 novembre 2019. URL consultato il 16 aprile 2020 (archiviato il 18 dicembre 2019).
  113. ^ a b (EN) Joanna Robinson, The Mandalorian's Gina Carano Thought She Was Playing a Wookiee, su Vanity Fair, 29 novembre 2019. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 1º dicembre 2019).
  114. ^ (EN) Anthony Breznican, Baby Yoda is Going to Hurt Someone, su Vanity Fair, 18 dicembre 2019. URL consultato il 15 luglio 2020.
  115. ^ (EN) Brett White, ‘The Mandalorian’ on Disney+: 5 Things You May Have Missed in Chapter 7, su Decider, 18 dicembre 2019. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 10 gennaio 2020).
  116. ^ a b c (EN) Brian Davids, 'The Mandalorian' Star Gina Carano on Cara Dune's Secret Backstory, su The Hollywood Reporter, 3 dicembre 2019. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 4 dicembre 2019).
  117. ^ (EN) Kara Hedash, The Mandalorian: Cara Dune's Star Wars Backstory & Future Arc Explained, su ScreenRant, 1º dicembre 2019. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 2 dicembre 2019).
  118. ^ (EN) Olivia Luchini, The Mandalorian's Cara Dune Is the Feminist Badass We Needed From Star Wars, su POPSUGAR Entertainment, 14 dicembre 2019. URL consultato il 15 luglio 2020 (archiviato il 14 dicembre 2019).
  119. ^ a b (EN) Anthony Breznican, Amy Sedaris cuddles Baby Yoda in new episode of The Mandalorian, su Vanity Fair, 7 dicembre 2019. URL consultato il 31 ottobre 2020.
  120. ^ a b c d e (EN) Germain Lussier, The Latest Mandalorian Had Maybe a Little Too Much Fan Service for Its Own Good, su Gizmodo, 6 dicembre 2019. URL consultato il 31 ottobre 2020 (archiviato il 20 dicembre 2019).
  121. ^ a b (EN) Kathryn VanArendonk, Jackson McHenry e Jen Chaney, Just the Baby Yoda Parts of The Mandalorian, su Vulture, 27 dicembre 2019. URL consultato il 31 ottobre 2020 (archiviato il 23 febbraio 2020).
  122. ^ a b (EN) Sean Keane, The Mandalorian episode 5 recap: Baby Yoda travels to an iconic planet, su CNET, 7 dicembre 2019. URL consultato il 31 ottobre 2020 (archiviato il 15 febbraio 2020).
  123. ^ a b c (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 5 Visits a Well-Known World in the 'Star Wars' Universe, su Space.com, 6 dicembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 27 dicembre 2019).
  124. ^ (EN) Evan Romano, 'The Mandalorian' Featured Yet Another Familiar Face (and Voice) From the Comedy World, su Men's Health, 6 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 19 febbraio 2020).
  125. ^ a b (EN) Brian Galindo, We Asked Amy Sedaris About Baby Yoda Because How Could We Not, su BuzzFeed, 13 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 19 febbraio 2020).
  126. ^ (EN) Amanda Prahl, The Mandalorian: Twitter Has Decided Amy Sedaris Holding Baby Yoda Is the Best Part of 2019, su PopSugar, 9 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 19 febbraio 2020).
  127. ^ a b c d e f g (EN) Jackson McHenry, The Mandalorian’s 16 Best Cameo Appearances, Ranked, su Vulture, 6 gennaio 2020. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato l'8 gennaio 2020).
  128. ^ a b (EN) Keith Phipps, The Mandalorian Recap: Bounty Flaw, su Vulture, 6 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 6 dicembre 2019).
  129. ^ (EN) Jason Wiese, 5 Mandalorian Star Wars Spin-Off TV Shows We'd Love To See, su CinemaBlendha, 17 febbraio 2020. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  130. ^ (EN) Rachel Leishman, Amy Sedaris on The Mandalorian Made Everyone Lose Their Minds, su The Mary Sue, 6 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 25 dicembre 2019).
  131. ^ (EN) Courtney Enlow, Chosen One of the Day: Amy Sedaris, the Momdalorian, su Syfy Wire, 9 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 19 febbraio 2020).
  132. ^ (EN) Ani Bundel, Who Is Amy Sedaris' 'Mandalorian' Character? She Looks Familiar, su Elite Daily, 9 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  133. ^ (EN) Kathryn VanArendonk, The Mandalorian Doesn't Care About Diapers, su Vulture, 3 gennaio 2020. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 7 gennaio 2020).
  134. ^ (EN) Allie Gemmill, 'Mandalorian': Is Fennec Shand dead? 3 reasons she might have survived, su Inverse, 6 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 22 febbraio 2020).
  135. ^ a b c (EN) Anthony Breznican, Meet Ming-Na Wen’s New Star Wars Assassin From The Mandalorian, su Vanity Fair, 4 novembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 23 novembre 2019).
  136. ^ a b (EN) Evan Romano, Fennec Shand's 'Star Wars' Story Is Just Beginning, su Men's Health, 6 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  137. ^ (EN) Izak Bulten, Star Wars: MBTI© Of The Mandalorian Characters, su ScreenRant, 6 gennaio 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  138. ^ (EN) Joanna Robinson, Still Watching: The Mandalorian — "Chapter Five: The Gunslinger" with Bryce Dallas Howard and Ming Na Wen - Still Watching, su Spotify, Vanity Fair, (Podcast). L'evento si verifica alle 33:43 - 34:22, 6 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 7 luglio 2020).
    «(EN) We were both really excited that Ming-Na Wen was on this show. If this is the end of her, which it kind of seems like it is, if this is just like a short appearance... I would've really dug like a whole long night with the Mandalorian and Fennec Shand, like, sitting up against some rocks, trading barbs or something like that. I think there's real potential for a character like this. I mean, The Mandalorian's a very action-heavy show, but I really feel like with a performer like Ming-Na Wen, with a character as coiled, there's like this coiled power in her, and I feel like we could've gotten some fun mind games out of her.»
    «(IT) Eravamo entrambi davvero entusiasti che Ming-Na Wen fosse in questa serie. Se questa è la sua fine, come sembra, se questa è solo una breve apparizione... avrei davvero scavato come una lunga notte con il Mandaloriano e Fennec Shand, tipo, seduto contro alcune rocce, scambiando frecciatine o qualcosa del genere. Penso che ci sia un vero potenziale per un personaggio come questo. Voglio dire, The Mandalorian è una serie televisiva molto ricco di azione, ma mi sento davvero come con un'artista come Ming-Na Wen, con un personaggio avvolt, c'è come questo potere a spirale in lei, e mi sento come se avremmo potuto ottenere alcuni divertenti giochi mentali da lei.»»
    .
  139. ^ (EN) Dirk Libbey, The Mandalorian: 10 Biggest Questions After Season 1, su CinemaBlend, 11 gennaio 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 22 febbraio 2020).
  140. ^ (EN) Mike Floorwalker, Who was the person at the end of The Mandalorian chapter 5?, su Looper.com, 10 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2020).
  141. ^ (EN) Emma Stefansky, Everything We Know About 'The Mandalorian' Season 2, su Thrillist, 14 febbraio 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 25 febbraio 2020).
  142. ^ (EN) Ana Dumaraog, The Mandalorian Season 2 Will Answer BIG Star Wars Questions, su ScreenRant, 31 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  143. ^ (EN) Evan Romano, 'The Mandalorian' Finally Introduced Its Primary Villain, su Men's Health, 18 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 28 dicembre 2019).
  144. ^ (EN) Laura Prudom, The Mandalorian Episode 8 Review, su IGN.com, 29 aprile 2020. URL consultato il 2 settembre 2020.
  145. ^ (EN) John Saavedra, Star Wars: The Mandalorian - Who Is Moff Gideon?, su Den of Geek, 27 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 1º gennaio 2020).
  146. ^ a b (EN) Kevin Melrose, The Mandalorian Season 1's Surprising Final Scene, Explained, su Comic Book Resources, 27 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  147. ^ (EN) Laura Hurley, What The Mandalorian's Big Finale Reveal Could Mean For Season 2, The Clone Wars And More, su CinemaBlend, 27 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  148. ^ (EN) Matthew Jackson, Giancarlo Esposito teases Moff Gideon's dark plans for Baby Yoda in The Mandalorian, su Syfy, 21 gennaio 2020. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  149. ^ a b (EN) Julian Roman, ‘The Mandalorian’ Season 1 Finale Recap and Review: The Phoenix Rises, su TVweb, 27 dicembre 2020. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
  150. ^ (EN) Meaghan Kirby, 'The Mandalorian' season finale recap: Mando and Moff Gideon face off, su Entertainment Weekly, 27 dicembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2020 (archiviato il 26 gennaio 2020).
  151. ^ a b (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Finale is an Electrifying End to Season 1, su Space.com, 27 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 12 gennaio 2020).
  152. ^ (EN) Jolie Lash, The Mandalorian Season 2: Giancarlo Esposito Offers Clue on Why Moff Gideon Wants Baby Yoda, in IGN, 17 gennaio 2020. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 21 gennaio 2020).
  153. ^ (EN) Kelly Knox, What is the Darksaber?, su StarWars.com, Lucasfilm, 11 febbraio 2020. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 21 febbraio 2020).
  154. ^ Filmato audio (EN) Giancarlo Esposito, The Mandalorian recap: Mando makes a terrible mistake, Entertainment Weekly, 22 novembre 2019, a 2:20–2:57 . URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato l'11 dicembre 2019).
    «(EN) I know for me, these films, they formed a part of my childhood and they gave me the ability to dream and to feel like they would take me to another place. And when you have a film that does that in an imaginary world that could be so real, it's very exciting for you. They taught me how to feel like a champion, how to feel like there are always going to be challenges but that if we are able to come together as a family somehow and if I can believe in myself, I can overcome anything. So for me to be a part of this was very exciting when Jon asked me. I worked with him before.»
    (IT) «So che per me questi film hanno fatto parte della mia infanzia e mi hanno dato la capacità di sognare e di sentire come se mi avrebbero portato in un altro posto. E quando hai un film che lo fa in un mondo immaginario che potrebbe essere così reale, è molto eccitante per te. Mi hanno insegnato come sentirmi un campione, come sentire che ci saranno sempre delle sfide ma che se siamo in grado di riunirci come una famiglia in qualche modo e se posso credere in me stesso, posso superare qualsiasi cosa. Quindi per me essere parte di questo è stato molto eccitante quando Jon me lo ha chiesto. Ho già lavorato con lui.»
    .
  155. ^ Filmato audio (EN) Giancarlo Esposito, Giancarlo Esposito Opens Up About 'Exciting' Role in 'The Mandalorian' (Exclusive), Entertainment Tonight, 22 settembre 2019, a 1:38–2:29 . URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 25 gennaio 2020).
    «(EN) I've worked with him three times. Once on the pilot of Revolution, a show I did with Eric Kripke that was so wonderful. Made his acquaintance, and then he asked me to do a Destiny commercial where I was reaching Rudyard Kipling, and we started to talk about The Lion King and Disney movies that we really really loved, so he tapped me for Jungle Book and I was able to do that with him. He is very specific and wonderful because he's an actor. So you get an actor directing you, he knows what you're feeling inside, he knows where you're going, and he gives you suggestions you can really utilize and use. Not just about, 'Oh, here go, stand there we want to do a shot like this.' Explains the shot and says, What do you feel inside you?' That's a respectful, wonderful actor turned director turned writer turned producer. The incredible and fabulous Jon Favreau.»
    (IT) «Ho lavorato con lui tre volte. Una volta nel pilota di Revolution, una serie che ho fatto con Eric Kripke, è stato così meraviglioso. Ha fatto la sua conoscenza, e poi mi ha chiesto di fare uno spot di Destiny dove stavo raggiungendo Rudyard Kipling, e abbiamo iniziato a parlare de Il re leone e dei film Disney che amavamo davvero, quindi mi ha scelto per Il libro della giungla e sono stato in grado di farlo con lui. È molto specifico e meraviglioso perché è un attore. Quindi trovi un attore che ti dirige, sa cosa senti dentro, sa dove stai andando e ti dà suggerimenti che puoi davvero utilizzare e usare. Non solo: "Oh, ecco, restiamo lì, vogliamo fare uno scatto come questo". Spiega lo scatto e dice: Cosa senti dentro di te? È un attore rispettoso e meraviglioso, diventato regista, scrittore, poi produttore. L'incredibile e favoloso Jon Favreau.»
    .
  156. ^ Filmato audio (EN) Giancarlo Esposito, 'The Mandalorian' Actor Giancarlo Esposito Describes the New Technology Used on the 'Star Wars' Show, Collider, 18 aprile 2019, a 1:27–1:50 . URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 22 aprile 2019).
    «(EN) Jon and I did Revolution. We did Jungle Book together. We did a commercial for Destiny that led to Jungle Book, and our conversation on Destiny, then he asked me to do a Destiny commercial where I was reaching Rudyard, reading that wonderful poem, Mowgli, the Jungle Book story, and Jon said wouldn't it be great if that was redone? And I said, 'Man, that would be really fantastic.' A year later, he's calling me to do that.»
    (IT) «Jon e io abbiamo fatto Revolution. Abbiamo fatto Il libro della giungla insieme. Abbiamo fatto uno spot pubblicitario per Destiny che ha portato a Il libro della giungla e la nostra conversazione su Destiny, poi mi ha chiesto di fare uno spot di Destiny dove stavo raggiungendo Rudyard, leggendo quella meravigliosa poesia, Mowgli, la storia de Il libro della giungla, e Jon ha detto non sarebbe fantastico se fosse stato rifatto? E ho detto: "Amico, sarebbe davvero fantastico". Un anno dopo, mi chiama per farlo.»
    .
  157. ^ (EN) Stacy Lambe, 'The Mandalorian': Katee Sackhoff on Joining Season 2 as Bo-Katan, su Entertainment Tonight, 16 novembre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  158. ^ (EN) Joe Otterson, Sasha Banks Compares Filming ‘The Mandalorian’ to Her ‘First Time Ever Seeing a Wrestling Ring’, su Variety, 17 novembre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  159. ^ a b c (EN) Jesse Schedeen, The Mandalorian Cast: Every Character and Cameo in Season 1, in IGN, 27 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 4 gennaio 2020).
  160. ^ (EN) Sam Adams, Disney’s Live-Action Star Wars Show Looks Great, but So Far It Isn’t, su Slate Magazine, 12 novembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  161. ^ (EN) Evan Romano, You Probably Missed These Two Comedian Cameos in 'The Mandalorian', su Men's Health, 13 novembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 28 novembre 2019).
  162. ^ a b (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 1 Perfects the Small-Screen 'Sci-Fi Western', su Space.com, 13 novembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 16 dicembre 2019).
  163. ^ a b (EN) Amanda Prahl, The Mandalorian: Did You Recognise All These Big Names in Episode 6?, su POPSUGAR Entertainment, 17 dicembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  164. ^ a b (EN) Lindsey Romain, A Guide to THE MANDALORIAN's Terms, Aliens, and Characters, su Nerdist, 15 novembre 2019. URL consultato il 2 settembre 2020 (archiviato il 20 dicembre 2019).
  165. ^ (EN) James Hibberd, 'The Mandalorian': New footage reveals a season 2 reunion, su Entertainment Weekly, 19 ottobre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020 (archiviato il 22 ottobre 2020).
  166. ^ (EN) Ana Dumaraog, The Mandalorian Finally Became The Show Disney Promised, su ScreenRant, 16 dicembre 2020. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 30 dicembre 2019).
  167. ^ (EN) Nicholas Raymond, Star Wars Theory: The Mandalorian's Mystery Man Is Boba Fett, su ScreenRant, 10 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato l'11 dicembre 2019).
  168. ^ (EN) Caitlin Gallagher, Who Is The Person At The End Of 'The Mandalorian' Episode 5? 6 Theories Promise Another Villain, su Bustle, 6 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  169. ^ (EN) Ani Bundel, 'The Mandalorian' Season 1, Episode 5 Cliffhanger Has Fans Theorizing Up A Storm, su Elite Daily, 9 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  170. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, Mandalorian Recap: How You Tatooine?, su TVLine, 6 dicembre 2019. URL consultato il 1º novembre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  171. ^ (EN) Vinnie Mancuso, Collider, 8 dicembre 2019, https://collider.com/the-mandalorian-episode-5-theories/. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato l'8 dicembre 2019).
  172. ^ (EN) Gregory Lawrence, The Funniest 'Mandalorian' Jokes and Memes of the Week, su Collider, 9 dicembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato l'8 dicembre 2019).
  173. ^ (EN) Tyler Hersko, 'The Mandalorian' Review: The Series' One Plot Idea Wears Out Its Welcome in Episode 6, su IndieWire, 13 dicembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 19 gennaio 2020).
  174. ^ (EN) Jessie Atkin, 5 Things We Want to See in The Mandalorian Season 2 (& 5 That We Don't), su Screen Rant, 2 gennaio 2020. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  175. ^ a b (EN) Sarah Moran, The Mandalorian Episode 6 Cast Guide: Guest Stars & Cameos Explained, su ScreenRant, 15 dicembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 31 dicembre 2019).
  176. ^ (EN) Michileen Martin, Characters in The Mandalorian with more meaning than you realize, su Looper, 25 novembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 27 novembre 2019).
  177. ^ a b (EN) Ben Lindbergh, ‘The Mandalorian’ Chapter 6: Are We Ever Going to See What’s Under That Helmet?, su The Ringer, 13 dicembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  178. ^ a b c (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 6 Is the Most Original and Entertaining Yet, su Space.com, 13 dicembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2019 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  179. ^ (EN) Erik Kain, ‘The Mandalorian’ Episode 6 Recap And Review: ‘The Prisoner’ Is More ‘Star Wars’ Gold, su Forbes, 13 dicembre 2019. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 26 gennaio 2020).
  180. ^ (EN) Daniel S. Levine, 'Sons of Anarchy' Fans Weigh in on Mark Boone Junior's Appearance on 'The Mandalorian', su CBS Interactive, 14 dicembre 2020. URL consultato il 3 novembre 2020 (archiviato il 16 febbraio 2020).
  181. ^ a b (EN) Ryan Britt, Anakin Skywalker and three more cameos you missed in 'Mandalorian' episode 6, su Inverse, 13 dicembre 2019. URL consultato l'8 novembre 2020 (archiviato il 1º gennaio 2020).
  182. ^ a b (EN) Brad Jackson, 'The Mandalorian' Episode Six Is Packed With Guest Stars, su The Federalist, 16 dicembre 2019. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  183. ^ a b (EN) Ana Dumaraog, The Mandalorian's Surprise Episode 6 Cameos Explained, su ScreenRant, 14 dicembre 2019. URL consultato l'8 novembre 2020 (archiviato il 3 gennaio 2020).
  184. ^ a b (EN) Joe Skrebels, The Mandalorian: Episode 6 Review, in IGN, 3 gennaio 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 1º gennaio 2020).
  185. ^ a b c (EN) Kara Hedash, The Mandalorian: Here's Who Plays The Twi'lek Xi'an, su ScreenRant, 5 gennaio 2020. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  186. ^ (EN) Hoai-Tran Bui, 'The Mandalorian' Adds 'Game of Thrones' Star Natalia Tena, Comedian Bill Burr, su /Film, 16 settembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 12 dicembre 2019).
  187. ^ (EN) Evan Romano, 'The Mandalorian' Strongly Suggested That Mando Has Sex, su Men's Health, 13 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 4 gennaio 2020).
  188. ^ (EN) Brendan Morrow, 16 delightful Easter eggs and tie-ins from The Mandalorian's last 3 episodes, su The Week, 27 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 15 febbraio 2020).
  189. ^ a b c (EN) Caitlin Gallagher, Mando's Ex-Girlfriend On 'The Mandalorian' Made For A Mini 'Game Of Thrones' Reunion, su Bustle, 13 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  190. ^ Rick Marshall, The Mandalorian: Easter eggs and episode 6’s secrets explained, su Digital Trends, 13 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  191. ^ (EN) Ani Bundel, Here's Everything You Need To Know About Xi'an On 'The Mandalorian', su Elite Daily, 16 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  192. ^ (EN) John Thomas Didymus, Natalia Tena on The Mandalorian Chapter 6: Who is the actress who played Xi'an the Twi'lek bounty hunter? [spoilers], su Monsters and Critics, 13 dicembre 2019. URL consultato il 17 dicembre 2020 (archiviato il 27 dicembre 2019).
  193. ^ (EN) Evan Romano, You Might Recognize 'Mandalorian' Actress Natalia Tena from 'Game of Thrones' and 'Harry Potter', su Men's Health, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  194. ^ (EN) Katie Rife, The Mandalorian meets up with old friends, and remembers why they don't hang out anymore, su The A.V. Club, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 2 gennaio 2020).
  195. ^ (EN) Renaldo Matadeen, The Mandalorian Gave Us the Galaxy's Dumbest Criminals, su CBR, 22 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  196. ^ (EN) Joseph Stanichar, TV Review: Chapter 6 of ‘The Mandalorian’ infiltrates a prison in its take on the heist genre, su The Post, 17 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  197. ^ (EN) Dave Gonzales, 'The Mandalorian' Piles on More Easter Eggs With the Otherwise Pointless 'Chapter 6', su Thrillist, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  198. ^ (EN) Ani Bundel, A 'Mandalorian' Spinoff Series Could Happen, Because We Need More Baby Yoda, su Elite Daily, 5 febbraio 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 17 febbraio 2020).
  199. ^ (EN) Kristin Baver e Dan Brooks, From a Certain Point of View: What’s Your Favorite Episode of The Mandalorian Season One?, su StarWars.com, Lucasfilm, 10 febbraio 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  200. ^ (EN) Alan Sepinwall, 'The Mandalorian' Recap: The Gang's All Here, su Rolling Stone, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato l'8 aprile 2020).
  201. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, The Mandalorian Recap: The Not-Great Escape, su TVLine, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  202. ^ (EN) Herb Scribner, What the latest ‘Mandalorian’ episode taught us about instant certainty, su Deseret News, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  203. ^ (EN) Megan Crouse, Star Wars: The Mandalorian Episode 6 Review - The Prisoner, su Den of Geek, 13 dicembre 2019. URL consultato il 21 dicembre 2020 (archiviato il 17 dicembre 2019).
  204. ^ a b (EN) Bryan Young, Star Wars Weekly: The Mandalorian is filled with Clone Wars Easter eggs and SNL is now canon, su Syfy Wire, 13 dicembre 2019. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  205. ^ a b (EN) Brett White, ‘The Mandalorian’ on Disney+: 5 Things You May Have Missed in Chapter 6, su Decider, 13 dicembre 2019. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato il 29 dicembre 2019).
  206. ^ a b (EN) Nick Romano, Breaking down 'The Mandalorian' episode 6 cameos, from a 'Clone Wars' vet to Dave Filoni, su Entertainment Weekly, 13 dicembre 2019. URL consultato l'8 novembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  207. ^ a b (EN) Sean Keane, The Mandalorian episode 6 recap: Baby Yoda meets a gang of scoundrels, su CNET, 14 dicembre 2019. URL consultato il 10 novembre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  208. ^ (EN) Bryan Young, 'The Mandalorian' Delivers Its Best Episode Yet With "The Prisoner", su /Film, 13 dicembre 2019. URL consultato il 10 novembre 2020 (archiviato il 7 gennaio 2020).
  209. ^ (EN) Peter Sciretta, Exclusive: Timothy Olyphant Will Wear Boba Fett's Iconic Armor in 'The Mandalorian' Season 2, su /Film, 19 maggio 2020. URL consultato il 10 novembre 2020 (archiviato il 19 maggio 2020).
  210. ^ a b (EN) Ana Dumaraog, The Mandalorian Season 2, Episode 3 Cast & Cameos Guide, su ScreenRant, 13 novembre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.
  211. ^ a b c (EN) Ana Dumaraog, The Mandalorian Season 2, Episode 5 Cast & Cameos Guide, su ScreenRant, 27 novembre 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  212. ^ (EN) Huw Fullerton, The Mandalorian brings an iconic Jedi to screen again in the season two finale – but he looks a little different, su Radio Times, 18 dicembre 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  213. ^ (EN) The Mandalorian: Who Plays That Massive SPOILER Cameo in the Season 2 Finale?, su Den of Geek, 18 dicembre 2020. URL consultato il 19 dicembre 2020.
  214. ^ (EN) Brady Langmann, 'The Mandalorian' Season 2 Finale Is a Game Changing Star Wars Moment, su Esquire, 18 dicembre 2020. URL consultato il 19 dicembre 2020.
  215. ^ a b (EN) Anthony Breznican, The Mandalorian Episode Three Easter Eggs: Life Day, Iron Man, Princess Leia, and More, su Vanity Fair, 22 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 5 dicembre 2019).
  216. ^ a b (EN) Jake Kleinman, 'The Mandalorian' Season 2 could bring back this fan-favorite for a spinoff, Disney hints, su Inverse, 5 febbraio 2020. URL consultato il 29 ottobre 2020.
  217. ^ (EN) Ethan Anderton, Awesome New 'The Mandalorian' Character That Isn't Baby Yoda Is Getting a 'Star Wars' Black Series Figure, su /Film, 25 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 25 dicembre 2019).
  218. ^ (EN) Scott Snowden, 'The Mandalorian' Episode 4 is a Nod to a Classic Western Movie Trope, su Space.com, 29 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 4 dicembre 2019).
  219. ^ (EN) Ana Dumaraog, Jon Favreau’s Mandalorian Episode 3 Cameo Confirmed, su ScreenRant, 22 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 20 dicembre 2019).
  220. ^ (EN) Dan Girolamo, The Mandalorian: Who Plays Paz Vizla (Under The Armor), su ScreenRant, 3 gennaio 2020. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 4 gennaio 2020).
  221. ^ a b (EN) Bryan Young, 'The Mandalorian' Goes Full 'Seven Samurai' With "Sanctuary", su /Film, 29 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 22 dicembre 2019).
  222. ^ (EN) Patrick Phillips, Why Omera from The Mandalorian looks so familiar, su Looper, 6 dicembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  223. ^ a b (EN) Brett White, Who Is Omera on ‘The Mandalorian’? Meet Julia Jones, su Decider, 2 dicembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 20 dicembre 2019).
  224. ^ (EN) Corey Plante, 'Mandalorian' Episode 4 confirmed a bombshell about Mando's past, su Inverse. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  225. ^ (EN) Sean Keane, Baby Yoda finds happiness in The Mandalorian episode 4, su CNET, 30 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 20 febbraio 2020).
  226. ^ (EN) Alan Sepinwall, 'The Mandalorian' Recap: Hang Onto Your Hat, su Rolling Stone, 29 novembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 25 dicembre 2019).
  227. ^ a b (EN) Liz Shannon Miller, Bryce Dallas Howard Screamed When She First Saw The Mandalorian’s Baby Yoda, su Vulture, 3 dicembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 17 gennaio 2020).
  228. ^ (EN) Liz Shannon Miller, Meet the Man Beneath the Mandalorian’s Armor, su Vulture, 9 dicembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 13 gennaio 2020).
  229. ^ (EN) Erik Kain, 'The Mandalorian' Episode 4 Recap And Review: The 'Star Wars' We Were Looking For, su Forbes, 29 novembre 2020. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 26 gennaio 2020).
  230. ^ (EN) Kathryn VanArendonk, The Mandalorian Doesn't Care About Diapers, su Vulture, 3 gennaio 2020. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 7 gennaio 2020).
  231. ^ (EN) Anthony Gramuglia, The Mandalorian: Cara Dune Triggers Outrage By Being Female in Star Wars, su Comic Book Resources, 3 dicembre 2019. URL consultato il 29 ottobre 2020 (archiviato il 5 gennaio 2020).
  232. ^ (EN) Meaghan Kirby, 'The Mandalorian' recap: Mando meets a powerful ally, su Entertainment Weekly, 29 novembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 23 dicembre 2019).
  233. ^ (EN) Keith Phipps, The Mandalorian Recap: Two and a Half Samurai, su Vulture, 29 novembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 21 febbraio 2020).
  234. ^ (EN) John Thomas Didymus, Comedian Eugene Cordero on The Mandalorian: Who is actor who played Krill villager Stoke?, su Monsters and Critics, 29 novembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 21 febbraio 2020).
  235. ^ (EN) Brian Silliman, Big details about the Mandalorian, Baby Yoda, and Gina Carano emerge in The Mandalorian ep. 4, su Syfy Wire, 29 novembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 21 febbraio 2020).
  236. ^ (EN) Ben Lindbergh, ‘The Mandalorian,’ Chapter 4: How Can Mando and Baby Yoda Hide From Hunters Who Always Know Where They Are?, su The Ringer, 29 novembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 13 febbraio 2020).
  237. ^ a b (EN) Brad Gullickson, 'The Mandalorian' Explained: Chapter Five, su Film School Rejects, 6 dicembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 26 dicembre 2019).
  238. ^ (EN) The Mandalorian Season 1 Episode 5, su TV Fanatic, 6 dicembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 16 febbraio 2020).
  239. ^ (EN) Mat Elfring, The Mandalorian Episode 5: 12 Star Wars Easter Eggs And References You May Have Missed, su GameSpot, 6 dicembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 21 febbraio 2020).
  240. ^ (EN) Izak Bulten, Star Wars: The Mandalorian's 10 Most Savage Lines, Ranked, su ScreenRant, 24 dicembre 2019. URL consultato il 30 ottobre 2020 (archiviato il 25 dicembre 2019).
  241. ^ (EN) Germain Lussier, The Mandalorian Gave Us a Few New Stars to Gaze at This Week, su Gizmodo, 13 dicembre 2019. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato il 9 gennaio 2020).
  242. ^ (EN) Mat Elfring e Chastity Vicencio, The Mandalorian Episode 6: 13 Star Wars Easter Eggs And References You May Have Missed, su GameSpot, 13 dicembre 2019. URL consultato il 5 novembre 2020 (archiviato il 10 gennaio 2020).
  243. ^ (EN) Brian Boone, Easter eggs you missed in The Mandalorian, su Looper, 13 novembre 2019. URL consultato il 10 novembre 2020 (archiviato il 14 novembre 2019).
  244. ^ L'Operazione Cenere è un evento apparso nel videogioco Star Wars: Battlefront II