Blaster (Guerre stellari)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fucile blaster utilizzato dagli stormtrooper in Guerre stellari
(EN)

« Hokey religions and ancient weapons are no match for a good blaster at your side. »

(IT)

« Le strane religioni e le loro antiche armi contano poco contro un folgoratore al fianco. »

(Ian Solo rivolto a Luke Skywalker, Guerre stellari)

Il blaster, spesso chiamato anche fulminatore o folgoratore, è un'arma da fuoco presente nell'universo fantascientifico di Guerre stellari. Si tratta dell'arma a distanza più diffusa nella galassia sia tra i militari che tra i civili. Nonostante si presenti in una varietà di forme e dimensioni, il principio di funzionamento rimane lo stesso, così come i raggi di energia che emette[1]. I blaster compaiono per la prima volta nel film Guerre stellari e sono stati ripresi poi in numerosi film, serie tv, libri, fumetti e videogiochi del franchise.

Creazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

I blaster utilizzati come materiale di scena nei film erano ricavati da veri fucili e pistole, con minime modifiche estetiche per farli apparire futuristici[1]. Il fucile blaster, ad esempio, si basa sul mitra Sterling, arma progettata durante la seconda guerra mondiale, mentre la pistola impugnata da Ian Solo deriva dalla Mauser C96, una pistola semiautomatica di fabbricazione tedesca molto popolare nel primo Novecento, con l'aggiunta di un mirino e una bocchetta[2][3]. Alcune armi erano inoltre caricate a salve e quando azionate emettevano il lampo dello sparo, mentre il raggio di energia era aggiunto successivamente in post-produzione[1].

Il suono caratteristico dei blaster venne creato dall'ingegnere del suono Ben Burtt colpendo con un martello il tirante di un'antenna radio e tenendo il registratore vicino al cavo[4].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il blaster è un'arma da fuoco che spara un raggio di energia e che provoca danni concussivi ed esplosioni. Il principio di funzionamento prevede l'energizzazione di un gas fino a raggiungere lo stato di plasma, il quale viene poi incanalato, raffinato ed emesso sotto forma di raggio. A causa della sua affidabilità e semplicità di utilizzo, è l'arma da fuoco più diffusa nella galassia sia tra i militari che tra i civili[1].

I blaster si presentano in una grande varietà di forme e dimensioni, tra cui i più diffusi sono le pistole e i fucili[5][6]. Altri modelli presenti nella serie sono: il blaster a ripetizione, disponibile in versioni leggere e pesanti, dalla cadenza di fuoco elevata e utilizzato dall'Alleanza Ribelle e dall'Impero durante la guerra civile galattica; diversi fucili di precisione; e il sistema di armi intercambiabili DC-17m, utilizzato dall'esercito della Repubblica, che poteva essere configurato come tre armi differenti: fucile blaster, fucile di precisione e cannone anticarro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) blaster, su starwars.com. URL consultato il 29 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2010).
  2. ^ (EN) Thomas Gibbons-Neff, The real world weapons that inspired the blasters of ‘Star Wars’, The Washington Post, 15 dicembre 2015. URL consultato il 29 aprile 2018.
  3. ^ (EN) Mary Henderson, Star Wars: The Magic of Myth, Bantam Spectra, 1997, pp. 167, 170, ISBN 978-0-553-37810-8.
  4. ^ (EN) Darryn King, Star Wars Sound Architect Ben Burtt Finds Himself in the Outer Rim, Vanity Fair, 15 dicembre 2017. URL consultato il 29 aprile 2018.
  5. ^ (EN) Blaster Pistol, su starwars.com. URL consultato il 29 aprile 2018.
  6. ^ (EN) Blaster Rifle, su starwars.com. URL consultato il 29 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari