Giovanni Storti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Storti a Milano, in Corso di Porta Romana nel 2007

Giovanni Storti (Milano, 20 febbraio 1957) è un comico, attore, sceneggiatore scrittore e regista italiano parte del noto trio comico Aldo, Giovanni & Giacomo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La parte più importante della sua carriera di attore è prima in coppia con Aldo (dal 1982) e poi, dal 1991, anche con Giacomo. Ha lavorato in Sardegna (nel 1985 continuando per qualche anno a seguire) presso il Palmasera Village Resort di Cala Gonone insieme a Marina Massironi, Aldo e Giacomo. All'epoca, con Aldo, formava un duo chiamato La Carovana. Quello stesso gruppo vedeva giovanissimi anche Stefano Belisari (Elio e le Storie Tese) come d.j., Giorgio Porcaro, inventore del "milanese al 100%", Mario Zucca, Marino Guidi, Eraldo Moretto e altri.

Oltre questo, si registra l'attività di insegnamento di acrobazia teatrale presso la Civica Scuola d'Arte Drammatica di Milano e la cura dei movimento dello spettacolo Pugacev di Franco Branciaroli. Nel 1989 fu regista dello spettacolo Non parole ma oggetti contundenti scritto da Giacomo. Come si può dedurre dai film del trio, Giovanni è un grande tifoso interista. È inoltre l'unico componente del Trio che vive a Milano, precisamente nella zona di Via Paolo Sarpi. È un maratoneta e ha partecipato a diverse competizioni, tra cui una nel deserto del Sahara. È inoltre insegnante di acrobazie teatrali, e pratica il Tai Chi presso la scuola Chang di Milano.

È sposato ed ha due figlie, comparse sul grande schermo in due occasioni: nel film Chiedimi se sono felice, la ragazzina che vende il panino ad Aldo mentre in bici si reca al lavoro è la sua figlia più grande, mentre la ragazzina che regge la mano a Giovanni sull'aereo per Francoforte è la secondogenita. Entrambe partecipano poi al film Il cosmo sul comò proprio nella parte delle sue figlie, nell'episodio Milano Beach. Nel 2013 recita nel film Ci vuole un gran fisico in coppia con Angela Finocchiaro, e per la prima volta in tanti anni senza recitare insieme ad Aldo Baglio e Giacomo Poretti nonostante abbiano partecipato tutti e tre al film.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nico[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Storti ha interpretato il personaggio di Nico a partire dal 1995. Sardo, Nico rivestiva il ruolo di tifoso del Cagliari durante la trasmissione Mai dire Gol. Il personaggio di Nico è inoltre presente nello spettacolo I corti di Aldo, Giovanni & Giacomo, affiancato dal "Nonno" (interpretato da Giacomo Poretti) e dal "Conte Dracula" (Aldo Baglio).

Personaggio di temperamento sanguigno caratterizzato da una rapida e bizzarra gestualità delle mani, Nico conosceva un termine in lingua sarda per ogni cosa più strampalata e irrilevante e per i concetti più peregrini e complicati. Il trio Aldo, Giovanni e Giacomo ha pubblicato per Mondadori un libro intitolato Nico e i suoi fratelli, in cui si narrano nascita, vita e abitudini di Nico.

Johnny Glamour[modifica | modifica wikitesto]

Johnny Glamour è un noto personaggio interpretato da Giovanni nel programma televisivo Mai dire gol. Non è altro che un Disk jokey balbuziente.

Pdor[modifica | modifica wikitesto]

Pdor è uno dei suoi tanti personaggi interpretati nello spettacolo teatrale Tel chi el telùn. Giovanni veste i panni di un Dio signore del Deserto in uno stravagante ambiente nordico/primitivo, infatti tutti i personaggi indossano abiti vichinghi mentre nello sfondo si vedono passare degli pterodattili. La sua caratteristica, nella scenetta, è quella di raccontare sempre le sue improbabili avventure e di precisare in continuazione il suo nome, ogni volta che Aldo e Giacomo (nelle vesti rispettivamente di un Eletto a cui il Dio è apparso in sogno e del figlio dell'Eletto, portato con sè dal padre per non trovarsi a mani vuote se dovesse fare un sacrificio) sbagliano a pronunciarlo o glielo storpiano.

Dottor Alzheimer[modifica | modifica wikitesto]

Storti ha interpretato anche il Dottor Helmut Alzheimer, un chirurgo, affiancato dai suoi assistenti, Aldo Baglio (un dottore piuttosto ignorante, chiamato con cognomi improbabili e diversi ogni volta che gli si rivolge la parola) e Giacomo Poretti (il dottor Pivetta, che ha un'aria da insopportabile saputello). Alzheimer è chiamato così perché è evidentemente affetto dall'omonima malattia e gli capita, a volte, di perdere temporaneamente la memoria durante le operazioni, che svolge in maniera non proprio appropriata finendo sempre per far morire il paziente (a volte è davvero morto, altre sembra che si finga morto per cercare di evitare di pagare il ticket), e quando perde la memoria di colpo può credere di essere ad esempio un prete che sta giocando a briscola con una suora, oppure, ritrovandosi con una motosega in mano, di dover tagliare una siepe (quando in realtà doveva usare la motosega come bisturi). Il Dottor Alzheimer è comparso oltre che a Mai dire gol, anche nello spettacolo Tel chi el telùn, con la regia di Arturo Brachetti.

Il sig. Rezzonico[modifica | modifica wikitesto]

Il sig. Rezzonico è il protagonista di alcuni episodi della Tv Svizzera apparsi su Mai dire Gol (1996-1997) e di uno spettacolo intitolato proprio "Gli Svizzeri".

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Storti è stato insignito dell'Ambrogino d'Oro, riconoscimento della città di Milano ai propri cittadini insigni.
  • Nel luglio del 2014 ha vinto il premio Bancarella Sport con Corro perché mia mamma mi picchia scritto con Franz Rossi

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • È alto 165 cm.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 novembre 2013 è uscito il suo primo libro, intitolato Corro perché mia mamma mi picchia, scritto con Franz Rossi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90302995
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie