Il ricco, il povero e il maggiordomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il ricco, il povero e il maggiordomo
Il Ricco il Povero e il Maggiordomo.png
Aldo, Giovanni e Giacomo, in una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno2014
Durata102 min
Generecommedia
RegiaAldo, Giovanni & Giacomo e Morgan Bertacca
SoggettoAldo, Giovanni & Giacomo, Morgan Bertacca, Valerio Bariletti, Pasquale Plastino
SceneggiaturaAldo, Giovanni & Giacomo, Morgan Bertacca, Valerio Bariletti, Pasquale Plastino
Produttore esecutivoPaolo Guerra
Casa di produzioneMedusa Film, Agidi in collaborazione con Carrefour, Chateau d'Ax, Radio Italia, Mediaset Premium, Carosello Records ed Edizioni Curci
Distribuzione (Italia)Medusa Film
FotografiaGiovanni Fiore Coltelacci
MontaggioLuigi Merarelli
Interpreti e personaggi

Il ricco, il povero e il maggiordomo è un film del 2014 di Aldo, Giovanni e Giacomo e Morgan Bertacca, interpretato da Aldo Baglio, Giovanni Storti e Giacomo Poretti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il dottor Giacomo Maria Poretti è un ricco intermediario, lanciatosi in un grosso e rischioso investimento nello stato africano del Burgundi. Una mattina, assieme al suo maggiordomo ed autista Giovanni, investe con la sua Maserati Ghibli Aldo, un venditore ambulante in fuga dalle forze dell'ordine (quando si erano trovati davanti le bancarelle, il dottore aveva imposto a Giovanni di svoltare a destra nonostante fosse vietato). I due lo portano nella villa di Giacomo e, per evitare di passare alle vie legali, si mettono d'accordo affinché Aldo, il giorno dopo, ritorni per ritirare una somma di 1000 euro. Aldo, che è bramato da molte donne, torna quindi dalla madre Calcedonia, che lo rimprovera per non aver mai combinato nulla di utile nella sua vita, mentre Dolores, altra colf venezuelana di Giacomo e compagna di Giovanni, convince quest'ultimo a sposarla.

Il giorno dopo Aldo, che nel tempo libero è anche l'allenatore della multietnica e mai vincente squadra di calcetto dei ragazzini dell'oratorio di Padre Amerigo, torna alla villa di Giacomo per farsi dare la somma pattuita, che però il broker abbassa e per di più lo costringe a guadagnarsela svolgendo diversi lavori domestici. Poco dopo, tuttavia, Giacomo viene a sapere dal notiziario che nel Burgundi si è verificato un colpo di stato con conseguente default finanziario, e il suo investimento si è quindi risolto nel fallimento più completo, privandolo pressoché di tutto, compreso il tesoretto di Giovanni, che il maggiordomo gli aveva affidato fino al suo pensionamento e sul quale contava per avere i soldi per sposarsi. Dolores, infuriata con Giovanni, decide di tornare in Venezuela, mentre Giovanni e Giacomo finiscono in mezzo alla strada, sebbene la direttrice della banca del secondo, Assia, si dica interessata al progetto di finanziamento che questi le sottopone, chiedendo però due settimane di tempo per pensarci.

Aldo decide quindi di ospitarli a casa della madre, che accetta riluttante. Giovanni e Giacomo scoprono quindi che Aldo è sonnambulo e che è stato lasciato sull'altare dalla sua promessa sposa, fatto di cui presenta le conseguenze nel suo sonnambulismo e per il quale si tiene a distanza dalle donne che lo corteggiano. Cercando una soluzione a tutti i loro problemi, Giovanni e Giacomo scoprono che Aldo imita piuttosto bene la parlata tipica turca (dice di aver avuto un bisnonno turco), allora decidono di travestirlo e spacciarlo per un ricco petroliere azero conosciuto tempo prima da Giacomo, un certo Samir Uzmin, per convincere Assia delle garanzie economiche dell'affare che lei e Giacomo hanno in ponte. Quest'ultimo, intanto, si reca nella villa dei suoceri in Francia per il compleanno del figlio, e qui sua moglie gli dà una settimana di tempo per risolvere la situazione (riottenere casa, società e auto), altrimenti chiederà il divorzio.

Aldo, nelle vesti del petroliere, fa colpo su Assia e tutto sembra andare per il meglio; Giacomo, Aldo e Calcedonia, ormai una sorta di famiglia allargata, riescono inoltre ad aiutare Giovanni a fare la pace con Dolores, chiamandola e chiedendole di sposarlo, e la donna accetta. Il giorno dopo Giacomo si reca in banca da Assia per ricevere il finanziamento, ma qui scopre la verità: Aldo, la sera prima, si è rifiutato di fare l'amore con lei per cominciare a decidere di testa sua. Appena Aldo e Giacomo cominciano a litigare, Giovanni scopre che Calcedonia è morta. Giacomo, deciso a trovare i soldi per il funerale e per il matrimonio di Giovanni, vende allora una rarissima copia originale del Porto Sepolto di Giuseppe Ungaretti in suo possesso, che ha improvvisamente perso valore (l'aveva acquistata per 40.000 euro e gli viene ripagata 4.000 euro). I tre, con quei pochi soldi, riescono ad acquistare comunque tutto il necessario optando per articoli molto economici, e nello stesso giorno del ritorno di Dolores (e con lei ci sono i suoi cugini Mariachi e i suoi figli), si fanno sia il funerale di Calcedonia che il matrimonio tra Giovanni e Dolores nel cortile della ex villa di Giacomo, nonostante la zona fosse sotto sequestro.

Un anno dopo Aldo, Giovanni e Giacomo lavorano alla loro nuova bancarella di indumenti intimi femminili, con grandi piani per il futuro, e infine festeggiano il primo gol della squadra dell'oratorio.[1][2]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito nelle sale italiane dall'11 dicembre 2014,[2] durante il primo weekend il film ha incassato 2 303 924  ottenendo così il primo posto al botteghino nazionale,[3] mentre l'incasso totale finale è stato di 13 138 227 € risultando il secondo miglior incasso fra i film usciti in Italia durante le feste natalizie del 2014 dietro Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate (di poco primatista con 13 728 065 €).[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marita Toniolo, Il ricco, il povero e il maggiordomo: Aldo, Giovanni e Giacomo raccontano il loro nuovo film, in bestmovie.it, 17 giugno 2014.
  2. ^ a b Valentina Tosoni, "Il ricco, il povero e il maggiordomo", la nuova favola di Aldo, Giovanni e Giacomo, in repubblica.it, 17 giugno 2014.
  3. ^ Cinema: incassi, al top commedia di Aldo, Giovanni e Giacomo, in ansa.it, 15 dicembre 2014.
  4. ^ Box Office Totale Stagionale, in cinetel.it, 1º aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema