Aldo Baglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aldo Baglio nel 2007

Aldo Baglio, all'anagrafe Cataldo Baglio (Palermo, 28 settembre 1958), è un comico, attore e regista italiano noto per essere un componente del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Palermo da una famiglia di modeste condizioni economiche. Cataldo è il nome del santo protettore del loro paese di origine, San Cataldo. All'età di tre anni segue i genitori che emigrano a Milano (1961). Conseguita la licenza media, trova lavoro come operaio tornitore. Successivamente è assunto alla società dei telefoni (SIP). Nel 1978 si diploma presso la scuola di mimo-dramma del Teatro Arsenale di Milano, poi lascia il lavoro alla SIP. Suo compagno di scuola è Giovanni Storti: i due formano per circa dieci anni un duo comico fino al 1991. Nello stesso periodo interpretano piccoli ruoli in fiction televisive, tra cui Professione vacanze, dove conoscono il loro futuro compagno di scena, Giacomino Poretti.

Nel 1985, e per qualche anno ancora, Aldo si esibisce al Palmasera Village Resort di Cala Gonone, in Sardegna, insieme con Giovanni, Giacomo e la fidanzata di quest'ultimo, Marina Massironi. Aldo e Giovanni formano poi un nuovo duo chiamato "I suggestionabili". Nel gruppo trovano spazio anche Stefano Belisari (Elio e le Storie Tese) come dj, Giorgio Porcaro, Mario Zucca, Marino Guidi, Eraldo Moretto e altri cabarettisti di futuro successo. Nel 1991 nasce il sodalizio con Giacomo Poretti, insieme al quale Storti e Baglio fondano il trio Aldo, Giovanni e Giacomo (precedentemente chiamato Galline Vecchie Fan Buon Brothers).

Parallelamente ai successi con il trio, Baglio ha lavorato anche con Elio e le Storie Tese; si può sentire la sua voce nel brano Mio cuggino (dall'album Eat the Phikis del 1996), in cui nei panni di Rolando narra, riportando notizie sentite dall'ipotetico "cuggino", numerose leggende metropolitane. Ha partecipato anche alla realizzazione del video del brano. Nel 2006 arriva per lui la prima esperienza da doppiatore: presta infatti la voce al ragazzino terribile protagonista del film Bastardo dentro. Reclutato dal regista Giuseppe Tornatore, ha interpretato un piccolo ruolo nel film Baarìa.

L'attore, per la sua prima volta da solista senza Giovanni e Giacomo[1], nel 2019 ha preso parte come protagonista a Scappo a casa.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Essendosi trasferito a Milano all'età di tre anni ed essendo residente a Monza, la sua cadenza naturale è il milanese, mentre l'accento siciliano tipico del suo personaggio è stato una successiva trovata artistica, per la quale ha dovuto prepararsi.[2]

È sposato con l'attrice Silvana Fallisi, con la quale ha spesso collaborato. È padre di due figli.

È tifoso dell'Inter e simpatizzante del Monza.[3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Baglio in Così è la vita (1998)

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Un filo intorno al mondo, regia di Sophie Chiarello (2006)

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Weihnachts-Männer, regia di Franziska Meyer Price - film TV (2015)

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

David di Donatello
Nastro d'argento

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

immagine del nastrino non ancora presente Ambrogino d'oro - Medaglia d'oro
— Milano, 7 dicembre 2010[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cinecittà Luce Magazine, su cinecittalucemagazine.it. URL consultato il 7 marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2019).
  2. ^ Aldo Baglio, su ricerca.repubblica.it, repubblica.it, 21 marzo 2010. URL consultato il 17 giugno 2016.
  3. ^ Aldo Baglio si scatena per il Monza, su corriere.it, 2 giugno 2022. URL consultato il 3 giugno 2022.
  4. ^ Lampi d'estate. URL consultato il 20 luglio 2020.
  5. ^ Ambrogino alle mamme del Rubattino. Premiati anche Aldo Giovanni e Giacomo, su ilgiornale.it, 19 novembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN45482436 · ISNI (EN0000 0000 7826 2431 · LCCN (ENnb2003010781 · GND (DE133140245 · BNE (ESXX1792180 (data) · BNF (FRcb14148851r (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb2003010781