Zelig (locale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zelig
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano
Indirizzoviale Monza, 140
Dati tecnici
Tipospettacolo e cabaret

Coordinate: 45°30′14.9″N 9°13′22.43″E / 45.504139°N 9.222896°E45.504139; 9.222896

Lo Zelig è un famoso locale di Milano dedicato al cabaret. Nato nel 1986, è noto per aver lanciato numerosi comici italiani e per aver dato vita all'omonima trasmissione televisiva di successo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Zelig viene inaugurato il 12 maggio 1986[1][2], un anno dopo la chiusura del Derby Club, storico locale milanese che lanciò numerosi artisti nel mondo dello spettacolo. Si trova fin dalle origini all'interno dei precedenti locali del Circolo cooperativo di Unità Proletaria[3] (già sede del Teatro Officina prima del trasferimento[4]), al civico 140 di viale Monza, a Milano. È guidato da una cooperativa il cui responsabile è Giancarlo Bozzo, coadiuvato nella direzione artistica da Luigi Vignali e Michele Mozzati, meglio noti come Gino e Michele[2][5], e da Gabriele Salvatores[6]. Il nome del locale prende spunto dall'omonimo film di Woody Allen.

Ad esibirsi originariamente sono un gruppo di comici che in seguito avranno notevole successo nel mondo dello spettacolo italiano e internazionale, alcuni dei quali frequentavano già il precedente Derby Club: Paolo Rossi, Claudio Bisio, Bebo Storti, Silvio Orlando, Gianni Palladino, Renato Sarti, Antonio Catania, Gigio Alberti, Lella Costa, Angela Finocchiaro e anche i musicisti Elio e le Storie Tese[2].

Diventato un punto di ritrovo per le serate di cabaret in città, lo Zelig lancia inoltre Antonio Albanese, Aldo Giovanni e Giacomo, Gioele Dix, Gene Gnocchi, Maurizio Milani e Dario Vergassola[2].

In occasione del decennale, lo Zelig, gestito intanto dalla cooperativa Bananas s.r.l guidata da Roberto Bosatra[5], stringe una collaborazione con l'emittente Italia 1 per mandare in onda una trasmissione televisiva trasmessa direttamente dal palco del locale. Il 5 maggio 1997 esordisce in terza serata Facciamo cabaret[7], condotto nella prima stagione da Claudio Bisio e da Antonella Elia. Grazie al notevole successo vengono proposte numerose edizioni del programma, che rimane in onda dal 1996 fino al 2016, nel corso del tempo cambia titolo in Zelig, Zelig off e Zelig Circus e nel 2006 sposta le riprese al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Viale Monza 140, Milano, Zelig, 1996, ISBN 9788886471459.[8]
  • Viale Monza 140. Storie, protagonisti, spettacoli di Zelig, il cabaret più famoso d'Italia, Milano, Zelig, 2002, ISBN 9788887291742.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]