Zelig (locale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°30′14.9″N 9°13′20.27″E / 45.504139°N 9.222298°E45.504139; 9.222298 Zelig è un locale di Milano dedicato al cabaret. Nato nel 1986, è noto per aver lanciato numerosi comici e per aver dato vita all'omonima trasmissione televisiva di successo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo Zelig viene inaugurato il 12 maggio 1986[1][2], all'interno dei precedenti locali del Circolo cooperativo di Unità Proletaria[3] in Viale Monza, a Milano. È guidato da una cooperativa il cui responsabile è Giancarlo Bozzo, coadiuvato nella direzione artistica da Luigi Vignali e Michele Mozzati, meglio noti come Gino e Michele[2][4], e da Gabriele Salvatores[5]. Il nome del locale prende spunto dall'omonimo film di Woody Allen.

Ad esibirsi originariamente sono un gruppo di comici che in seguito acquisteranno notevole successo: Paolo Rossi, Claudio Bisio, Bebo Storti, Silvio Orlando, Gianni Palladino, Renato Sarti, Antonio Catania, Gigio Alberti, Lella Costa, Angela Finocchiaro e anche i musicisti Elio e le Storie Tese[2].

Diventato un punto di ritrovo per le serate di cabaret in città, lo Zelig lancia inoltre Antonio Albanese, Aldo Giovanni e Giacomo, Gioele Dix, Gene Gnocchi, Maurizio Milani e Dario Vergassola[2].

In occasione del decennale, lo Zelig, gestito intanto dalla cooperativa Bananas s.r.l guidata da Roberto Bosatra[4], stringe una collaborazione con l'emittente Italia 1 per una trasmissione televisiva in onda direttamente dal palco del locale. Il 5 maggio 1997 esordisce in terza serata Facciamo cabaret[6], condotto nella prima stagione da Claudio Bisio e da Antonella Elia. Grazie al notevole successo vengono proposte numerose edizioni del programma, che nel corso del tempo cambia titolo in Zelig, Zelig off o Zelig Circus, che nel 2006 sposta le riprese al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

Sulla storia del locale è stato pubblicato, a cura dello stesso Zelig, il libro Viale Monza 140 (1996, ISBN 9788886471459)[7], poi edito nuovamente come Viale Monza 140. Storie, protagonisti, spettacoli di Zelig, il cabaret più famoso d'Italia (2002, ISBN 9788887291742).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]