Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Dragon Ball Xenoverse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragon Ball Xenoverse
videogioco
PiattaformaPlayStation 4, Xbox One, PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows
Data di pubblicazionePlayStation 4, Xbox One, PlayStation 3, Xbox 360:
Giappone 5 febbraio 2015
Flags of Canada and the United States.svg 24 febbraio 2015
Zona PAL 26 febbraio 2015
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 26 febbraio 2015
Microsoft Windows:
Mondo/non specificato 27 febbraio 2015
GenerePicchiaduro a incontri, Videogioco di ruolo
TemaDragon Ball
SviluppoDimps
PubblicazioneBandai Namco
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore, cooperativa e online
Periferiche di inputDualShock 4, gamepad, DualShock 3, tastiera, mouse
Motore graficoYebis 3
Motore fisicoHavok
SupportoBlu-ray Disc, DVD, download
Distribuzione digitalePlayStation Network, Xbox Live, Steam
Fascia di etàCERO: B
ESRB: T
OFLC (AU): PG
PEGI: 12
Preceduto daDragon Ball Z: Battle of Z
Seguito daDragon Ball Xenoverse 2

Dragon Ball Xenoverse (ドラゴンボール ゼノバース Doragon Bōru Xenoverse?), ufficialmente abbreviato come Dragon Ball XV, è un videogioco della serie Dragon Ball sviluppato da Dimps e distribuito da Bandai Namco Games. È stato pubblicato il 5 febbraio 2015 in Giappone, il 24 febbraio in Nord America e il 27 nel resto del mondo per PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One e Microsoft Windows.

È il 15º picchiaduro di Dragon Ball a essere pubblicato su console casalinghe e il primo a essere sviluppato per console fisse di ottava generazione e PC. Il 17 maggio è stato annunciato un sequel, chiamato Dragon Ball Xenoverse 2 (abbreviato DBXV2) uscito il 28 ottobre 2016 (27 ottobre su Steam).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un misterioso personaggio (il giocatore) viene convocato da Trunks del futuro mediante Shenron perché due esseri malvagi, Towa e Mira, guidati dal Dio oscuro Demigra, stanno modificando la storia con l'utilizzo di una macchina del tempo, stravolgendola completamente. Lo scopo del gioco è aiutare la Pattuglia Temporale, capitanata da Trunks e dal Kaioshin del Tempo, a ripristinare l'ordine naturale degli eventi, prendendo parte alle battaglie storiche della serie di Dragon Ball impedendo che vi siano alterazioni, per poi arrivare al confronto finale con gli antagonisti.

Saghe[modifica | modifica wikitesto]

  • Saga dei Saiyan

Narra l'arrivo dei Saiyan sulla Terra.

  • Saga della squadra Ginew

Narra le vicende della Squadra Ginew sul pianeta Namecc.

  • Saga di Freezer

Narra la battaglia tra Goku e Freezer.

  • Saga degli Androidi

Narra la battaglia fra Trunks (Futuro), gli Androidi 17 e 18 e Cell.

  • Saga di Cell

Narra gli avvenimenti del Gioco di Cell.

  • Saga di Majin Bu

Narra la battaglia contro Majin Bu.

  • Saga del Dio della distruzione

Narra l'arrivo del Dio della distruzione e la sua ricerca del Super Saiyan God.

  • Saga del Dio demoniaco Demigra

Narra la sconfitta del Dio demoniaco Demigra.

  • Saga del Super Saiyan Leggendario

Narra le vicende di Bardak e Broly dopo l'interferenza di Demigra.

  • Saga di DBGT (1° metà)

Narra l'arrivo di Baby e di Super N° 17.

  • Saga di DBGT (2° metà)

Narra la comparsa dei draghi malvagi e della battaglia contro i nemici risucchiati dal buco nero.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi giocabili[modifica | modifica wikitesto]

  • Pattugliatore temporale (Saiyan, Namecciano,Terrestre, Majin, Clan di Freezer)
  • Goku (Base, Kaioken, Kaioken x3, Kaioken x20, Super Saiyan, Super Saiyan 2, Super Saiyan 3)
  • Goku (Super Saiyan God)
  • Gohan (bambino)
  • Gohan (ragazzo) (Super Saiyan, Super Saiyan 2)
  • Gohan (Base, Super Saiyan, Super Saiyan 2, Potenziale liberato, Modalità furiosa (Super Saiyan 2))
  • Piccolo
  • Vegeta (Base, Super Vegeta, Super Vegeta 2, Modalità furiosa (Super Saiyan 2))
  • Trunks (Base, Super Saiyan, Modalità furiosa (Super Saiyan))
  • Trunks (bambino) (Base-Super Saiyan)
  • Goten (Base, Super Saiyan)
  • Crilin (Base, Kaioken)
  • Yamcha (Base, Kaioken)
  • Tenshinan
  • Radish
  • Saibaiman
  • Nappa
  • Appule
  • Rekoom
  • Burter
  • Jeeth
  • Guldo
  • Ginew
  • Freezer (1° trasformazione)
  • Freezer (Corpo perfetto)
  • Freezer (Massima potenza) (Base, Modalità furiosa)
  • Androide N°17
  • Androide N°18
  • Cell (Perfetto)
  • Cell (Massima potenza) (Base, Modalità furiosa)
  • Cell Jr.
  • Mr. Satan
  • Majin Bu
  • Super Bu
  • Kid Bu (Base, Modalità furiosa)
  • Gotenks (Base, Super Saiyan, Super Saiyan 3, Modalità furiosa (Super Saiyan 3))
  • Vegeth (Base,Super Saiyan)
  • Videl
  • Bardak (Base-Super Saiyan)
  • Broly (Super Saiyan Leggendario, Modalità furiosa)
  • Goku (Super Saiyan God)
  • Dio della distruzione Beerus
  • Whis
  • Brik sayban
  • SSGSS Goku (DLC, RdF Pack)
  • SSGSS Vegeta (DLC, RdF Pack)
  • Freezer dorato (DLC, RdF Pack)
  • Jaco (DLC, RdF Pack)
  • Goku (GT) (Base, Super Saiyan, Super Saiyan 3) (DLC, GT Pack 1)
  • Trunks (GT) (Base, Super Saiyan) (DLC, GT Pack 1)
  • Pan (DLC, GT Pack 1)
  • Suu Shenron (DLC, GT Pack 2)
  • San Shenron (DLC, GT Pack 2)
  • Mira (DLC, GT Pack 2)
  • Towa (DLC, GT Pack 2)
  • Goku (Super Saiyan 4)
  • Vegeta (Super Saiyan 4) (Bonus pre order)
  • Gogeta (Super Saiyan 4)
  • Super N° 17
  • Super Inshinlon

Personaggi personalizzabili[modifica | modifica wikitesto]

Razze[modifica | modifica wikitesto]

  • Terrestre** (Base, Kaioken, Kaioken x3, Kaioken x20, Potenziale liberato)
  • Saiyan** (Base, Kaioken, Kaioken x3, Kaioken x20, Super Saiyan, Super Saiyan 2, Super Vegeta, Super Vegeta 2, Potenziale liberato)
  • Namecciano* (Base, Kaioken, Kaioken x3, Kaioken x20, Potenziale liberato)
  • Clan di Freezer* (Base, Kaioken, Kaioken x3, Kaioken x20, Potenziale liberato)
  • Majin** (Base, Kaioken, Kaioken x3, Kaioken x20, Potenziale liberato)

* Con questa razza è possibile creare solo personaggi di sesso maschile.
** Con questa razza è possibile creare personaggi sia di sesso maschile che femminile.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco è ambientato in un mondo tridimensionale liberamente esplorabile, con il giocatore che può controllare i movimenti del personaggio sulla terraferma, in aria e in acqua. La mappa comprende l'intero pianeta Terra così come appare nel mondo di Dragon Ball, inclusi nuovi luoghi come la città di Toki Toki City, da cui proviene il misterioso nuovo personaggio del gioco. Xenoverse presenta dei box di dialogo durante i combattimenti e i guerrieri mostrano le loro espressioni facciali nel colpire o ricevere danni da un avversario.[1]

Come Dragon Ball Online e Dragon Ball Z: Ultimate Tenkaichi prima di lui, il gioco offre la possibilità al giocatore di creare il proprio avatar. La personalizzazione dei personaggi permette inoltre di scegliere la razza, il genere, il taglio di capelli, la taglia, l'abbigliamento e la voce del protagonista.[2][3] Le razze tra cui poter scegliere sono saiyan, namecciani, terrestri, majin e clan di Freezer, ognuna delle quali presenta punti di forza e debolezze specifiche.[4][5]

I giocatori possono recarsi a Tokitoki City, incontrare altri giocatori e accettare con loro missioni che prevedono viaggi nel tempo (Missioni Pattugliatore temporale).[2] Sono presenti 12 missioni principali che vengono proposte da alcuni personaggi della serie come test per diventare propri allievi (Missioni dei maestri) e 55 missioni secondarie che si basano sugli avvenimenti della serie (Missioni parallele). Si può inoltre diventare apprendisti dei personaggi storici di Dragon Ball, apprendere oltre 200 mosse speciali ed equipaggiare 450 oggetti.[6]

Ogni missione viene valutata con un punteggio basato su una lettera (D è insufficiente, C è scarso, B è sufficiente, A è ottimo, S è eccellente, Z è perfetto), che viene assegnata in base al rispetto di determinati criteri. Per voti dalla D alla S, i criteri sono tipici per ogni battaglia (l'uso di trasformazioni, il tempo impiegato, l'uso di mosse speciali finali). Per ottenere la massima valutazione e oggetti o potenziamenti bonus, è necessario rispettare criteri specifici variabili per ogni missione, come ad esempio sconfiggere gli avversari in un certo ordine o usare una super mossa. Questo, in genere, sblocca un evento speciale nella battaglia. Ad esempio, in una missione secondaria si è alleati di Freezer e bisogna sconfiggere i Guerrieri Z in un certo ordine; sconfiggendo Crilin prima di Goku, questi diventerà Super Saiyan e darà la possibilità di ottenere tale potenziamento.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Dragon Ball Xenoverse è il 15º picchiaduro di Dragon Ball a essere pubblicato su console casalinghe e il primo videogioco di combattimento sviluppato da Dimps ad avere battaglie interamente in 3D simili a quelle di Budokai Tenkaichi e Raging Blast della Spike. Il gioco era noto con il nome provvisorio di Dragon Ball New Project,[7] prima che il titolo ufficiale fosse rivelato il 10 giugno 2014 all'Electronic Entertainment Expo 2014.[8]

Pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Dragon Ball Xenoverse è stato pubblicato il 5 febbraio 2015 in Giappone[9] e la sua distribuzione internazionale venne annunciata per il 13 febbraio,[10] per poi essere rinviata al 24 febbraio in Nord America e al 27 nel resto del mondo.[11][12]

Contenuti scaricabili[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2015 sono state rese disponibili tre espansioni di contenuti scaricabili:[13]

  • GT Pack 1, pubblicato il 17 marzo 2015, che contiene tre nuovi personaggi giocabili (GT Goku, GT Trunks e Pan), nuovi maestri, mosse speciali e accessori, una nuova arena, quattro nuove missioni principali e tre secondarie;[14]
  • GT Pack 2, pubblicato il 14 aprile 2015, che include quattro nuovi personaggi giocabili (Towa, Mira, San Shenron e Suu Shenron), un nuovo maestro, mosse speciali e accessori, tre nuove missioni principali e tre parallele;[14]
  • Resurrection of F Pack, pubblicato il 9 giugno 2015,[15] che contiene i nuovi personaggi Goku e Vegeta Super Saiyan God Super Saiyan[16] e Golden Freezer, tutti e tre presenti nel film Dragon Ball Z: Fukkatsu no F, oltre a Jaco del manga Jaco the Galactic Patrolman, così come due nuovi maestri, accessori e attacchi speciali e 5 missioni parallele.[17][18]

Accoglienza e vendite[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco ha ricevuto critiche miste tendenti al positivo. Sui siti GameRankings e Metacritic, che assegnano un punteggio normalizzato su una scala da zero a cento, la versione per PlayStation 4 ha ottenuto un punteggio di 8,0/10 da spaziogames, 70,26%[19] e 69/100,[20] mentre la versione per Xbox One detiene un punteggio di 66,87%[21] e 67/100.[22]

Al 17 marzo 2015 il gioco aveva venduto un milione e mezzo di copie in tutto il mondo[23] ed è stato il secondo (dietro Dying Light) più venduto sul PlayStation Store nel febbraio 2015.[24] Nell'aprile 2015 è stato annunciato che sono state vendute più di due milioni e mezzo di copie.[25]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jenna Pitcher, Dragon Ball XenoVerse Distorts The Canon So Fans Can Make It Right, IGN, 22 gennaio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  2. ^ a b (EN) Michael McWhertor, The new Dragon Ball game lets you create your own custom Super Saiyan, su polygon.com, 19 settembre 2014. URL consultato il 28 maggio 2015.
  3. ^ (EN) Roocha Pradhan, Dragon Ball XenoVerse Arrived with Eight amazing Playable Characters, Trailer available, su gamepur.com, 27 febbraio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  4. ^ (EN) Ravi Sinha, Bandai Namco E3 Blowout: Tales of Xillia 2, Dragon Ball Xenoverse, Rise of Incarnates and More, su gamingbolt.com, 11 giugno 2014. URL consultato il 28 maggio 2015.
  5. ^ (EN) Bryan Dawson, Dragon Ball Xenoverse Race Comparison, su primagames.com. URL consultato il 28 maggio 2015.
  6. ^ (EN) Matthew Buzzi, Dragon Ball Xenoverse Character Number And Skill Details Leaked In Online Posting For Guidebook, su gamenguide.com, 26 gennaio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  7. ^ V Jump nº7, 2014.
  8. ^ (EN) Zorine Te, E3 2014: Powering Up Dragon Ball Xenoverse to the Next Generation, GameSpot, 11 giugno 2014. URL consultato il 28 maggio 2015.
  9. ^ (EN) Dana Abercrombie, Dragon Ball Xenoverse Japanese Release Date Revealed, New Playable Characters Announced, su dualshockers.com, 19 ottobre 2014. URL consultato il 28 maggio 2015.
  10. ^ (EN) Seth G. Macy, Dragon Ball XenoVerse Gets Release Date, Pre-Order Bonuses, IGN, 24 ottobre 2014. URL consultato il 28 maggio 2015.
  11. ^ (EN) Evan Campbell, Dragon Ball XenoVerse Sees A Slight Delay, IGN, 9 gennaio 2014. URL consultato il 28 maggio 2015.
  12. ^ (EN) Zorine Te, Dragon Ball Xenoverse Release Date Delayed, GameSpot, 11 gennaio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  13. ^ (EN) Ryan Winslett, Dragon Ball Xenoverse Season Pass Includes These DLC Packs, su cinemablend.com. URL consultato il 28 maggio 2015.
  14. ^ a b Marco Salvaneschi, Dragon Ball Xenoverse: GT Pack 1 e 2 - Recensione - Fan service a pacchi, su IGN, 20 aprile 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  15. ^ (EN) Ollie Barder, Third And Final 'Dragon Ball Xenoverse' DLC Scheduled For Release, Forbes, 24 maggio 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  16. ^ (EN) Matt Porter, Super Saiyan God Goku and Vegeta Coming In DB Xenoverse DLC, IGN, 20 aprile 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  17. ^ (EN) Scott Craft, Dragon Ball Xenoverse DLC 3 Will Add Golden Frieza, New Masters And More, su idigitaltimes.com, 27 marzo 2015. URL consultato il 28 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 30 maggio 2015).
  18. ^ (EN) Alex Osborn, Golden Frieza coming to Dragon Ball Xenoverse, IGN, 27 marzo 2015. URL consultato il 28 maggio 2015.
  19. ^ (EN) Dragon Ball Xenoverse PlayStation 4, GameRankings. URL consultato il 28 maggio 2015.
  20. ^ (EN) Dragon Ball: Xenoverse PlayStation 4, Metacritic. URL consultato il 28 maggio 2015.
  21. ^ (EN) Dragon Ball Xenoverse Xbox One, GameRankings. URL consultato il 28 maggio 2015.
  22. ^ (EN) Dragon Ball: Xenoverse Xbox One, Metacritic. URL consultato il 28 maggio 2015.
  23. ^ (EN) Luke Karmali, Dragon Ball: Xenoverse ships 1.5 million copies, su ign.com, IGN, 17 marzo 2015. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  24. ^ (EN) Chris Pereira, Best-Selling PS4, PS3, and PS Vita Games on PSN in February Revealed, su gamestop.com, GameSpot, 14 marzo 2015. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  25. ^ Dragon Ball Xenoverse ha superato le 2 milioni di copie vendute, su vg247.it, VG24/7.it, 13 aprile 2015. URL consultato il 28 dicembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi