Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Freezer (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Freezer
Freezer nel suo quarto stadio in Dragon Ball Z: La resurrezione di 'F'
Freezer nel suo quarto stadio in Dragon Ball Z: La resurrezione di 'F'
Universo Dragon Ball
Nome orig. フリーザ (Furīza)
Autore Akira Toriyama
Editore Shūeisha
1ª app.
  • Manga: Capitolo 247
  • Anime: Episodio 44 (Dragon Ball Z)
Voce orig. Ryūsei Nakao
Voci italiane
Specie Sconosciuta
Sesso Maschio
Abilità vedi sotto
Parenti

Freezer (フリーザ Furīza?) è uno dei maggiori antagonisti dei manga e degli anime dell'universo fantastico di Dragon Ball, nato dal mangaka Akira Toriyama. Fa la sua comparsa a partire da Dragon Ball Z.

È l'essere più potente dell'universo,nonché sovrano di un impero multiplanetario. Freezer è il responsabile della distruzione del pianeta Vegeta e della maggior parte dei suoi abitanti, cioè i Saiyan. Compare a partire dalle avventure sul pianeta Namecc dove cerca di impossessarsi delle sfere del drago e chiedere al drago Polunga l'immortalità. Il suo obiettivo verrà ostacolato da Son Goku e dai suoi amici, per poi essere ucciso da Trunks del futuro sulla Terra.

Nonostante compaia nella seconda metà del manga, Freezer è da molti considerato come il nemico più importante della serie, essendo la chiave di avvenimenti determinanti, come la distruzione del Pianeta Vegeta e la prima trasformazione in Super Saiyan di Goku.[1]

Il suo creatore, Akira Toriyama, lo definisce come "il nemico più malvagio e difficile da sconfiggere".[2]

Ispirazione e creazione[modifica | modifica wikitesto]

Come per molti altri personaggi di Dragon Ball, il nome di Freezer e dei suoi parenti deriva da un gioco di parole, infatti i loro nomi sono tutti in qualche modo legati al freddo: in inglese, "freezer" (フリーザー Furīzā?) significa "congelatore", cold "freddo", cooler "refrigeratore" e chilled "rinfrescato". Nel manga, Freezer è un tiranno spaziale che conquista dei pianeti e poi li rivende al miglior offerente. Toriyama racconta che il modo di agire di Freezer è un chiaro riferimento ai venditori immobiliari giapponesi durante la cosiddetta "bolla economica" in Giappone durata dal 1986 al 1991.[3]

L'aspetto fisico di Freezer è il risultato dell'unione di tutti i mostri che Toriyama aveva immaginato durante la sua infanzia.[4] Il viso del personaggio, invece, è ispirato a Yū Kondō, il secondo editore di Toriyama.[5]

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Freezer è uno dei nemici più malvagi e sadici dell'intera serie. Assiste con immenso divertimento alla distruzione del pianeta Vegeta, affermando di stare guardando uno spettacolo grandioso.[6] Nonostante sia molto più forte dei suoi nemici durante la sua apparizione nella serie, non termina mai uno scontro in modo immediato, preferendo torturare il proprio avversario e schernirlo.[7]

Il suo esercito è formato da guerrieri infinitamente più deboli di lui, infatti potrebbe svolgerne i compiti in modo molto più veloce ed efficiente, ma preferisce assegnare missioni ai suoi sottoposti per non sporcarsi le mani. Nell'anime viene visto uccidere alcuni suoi tirapiedi per motivi futili.[8]

Freezer ha l'atteggiamento tipico del tiranno: all'apparenza si dimostra tranquillo e collaborativo, ma non si fa alcuno scrupolo ad uccidere le persone a sangue freddo, se necessario; infatti, nel suo scontro con il villaggio di Moori, dopo il rifiuto di quest'ultimo di consegnargli la Sfera del Drago, ordina ai suoi sottoposti di eliminare alcuni namecciani e uccide personalmente il piccolo Cargot (nell'anime è Dodoria a farlo), dimostrando di non avere alcuna pietà per qualsiasi essere vivente.[9] Durante queste situazioni, mantiene comunque un atteggiamento calmo. La sua compostezza è data dalla sicurezza assoluta che ha nella propria forza e dalla consapevolezza che nessuno può ostacolarlo, essendo di gran lunga il più forte della galassia. Questo aspetto lo porterà a sottovalutare Vegeta, Gohan e Crilin su Namek.[10] Preso atto del suo sogno d'immortalità distrutto, Freezer assume un atteggiamento totalmente furioso, con sprazzi di follia.[11]

Durante il suo combattimento con i Guerrieri Z, dimostra la sua vera natura, divertendosi a gettarli nel terrore più totale con la sua trasformazione.[12] All'arrivo di Piccolo, che si dimostra all'altezza della sua seconda forma, Freezer annuncia di averne altre due in serbo, quasi a voler spezzare ogni speranza dei suoi nemici.[13] Nonostante non ne avesse alcun bisogno, usa la sua ultima forma solo per poter mostrare "una potenza più terribile della morte".[14]

Freezer ha sempre provato un profondo disgusto nei confronti dei Saiyan, che insulta più volte chiamandoli "sporche scimmie" (scimmioni nella versione italiana dell'anime). Per questo, non può concepire che un Saiyan come Goku riesca anche soltanto a ferirlo.[15] Quando quest'ultimo diventa Super Saiyan, il tiranno dapprima si rifiuta di crederci, poi impazzisce, finendo con il cercare di distruggere il Pianeta Namek, preso dalla disperazione.[16] Nonostante Goku gli offra due possibilità di salvezza, Freezer prova ad ucciderlo entrambe le volte, accecato dall'ira e dall'umiliazione, non sopportando di essere sconfitto da ciò che aveva sempre temuto e odiato e mostrando di non avere la benché minima forma di riconoscenza.[17]

Inoltre, dietro la sicurezza di Freezer, si nasconde un atteggiamento paranoico: malgrado affermi più volte di non credere alla leggenda del Super Saiyan, è questa il motivo per il quale distrugge il pianeta Vegeta.[18] Sulla Terra, di fronte a Trunks del futuro, si rifiuta di nuovo di credere che possa esistere qualcuno più forte di lui, sebbene avesse ricevuto una pesante sconfitta sul Pianeta Namek.[19] Sottovalutando il nemico ancora una volta, non usa tutta la sua potenza, andando incontro ad una morte inevitabile.

In definitiva, pare che Freezer non provi altro che disprezzo per qualsiasi persona nell'universo. All'apparenza sembra rispettare suo padre, Re Cold (nonostante sia più debole di lui),[20] ma quando viene riportato in vita da Sorbet e Tagoma, Freezer si rifuta di fare lo stesso con Re Cold, definendolo troppo egoista.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del mito[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Le origini del mito.

Freezer è il capo di un impero galattico creato sottomettendo intere popolazioni per mezzo dei suoi uomini, a lui fedeli a causa del timore della sua enorme potenza.[6] Fra di essi vi erano i Saiyan, un popolo di fieri e validi guerrieri con un'enorme esperienza bellica alle spalle ed un potenziale pressoché illimitato.[6] Temendo la forza coalizzata di tale popolo e soprattutto la leggenda del Super Saiyan, il tiranno galattico uccise prima il loro Re[21][22] ed in seguito distrusse il pianeta Vegeta.[6][23] Il Saiyan Bardak tentò di opporsi a Freezer, ma inutilmente.[6][24] Gli unici Saiyan che si salvarono furono il principe Vegeta, Nappa, Radish e Kakaroth.

Dragon Ball Z[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dragon Ball Z.

Anni dopo, spiando Vegeta attraverso il suo scouter, Freezer viene a conoscenza delle Sfere del drago di Namecc ed immediatamente organizza una spedizione sul pianeta[25] dove lui ed i suoi uomini iniziano a recuperare le sfere sottraendole con la forza ai namecciani, che vengono sistematicamente sterminati. L'operazione di recupero delle sfere viene però ostacolata dalla concorrenza dei terrestri Crilin, Gohan e Bulma e di Vegeta, i primi intenti ad usare le sfere per resuscitare le vittime della battaglia contro i saiyan, il secondo intenzionato ad ottenere l'immortalità al pari di Freezer. Trovandosi in difficoltà a causa della distruzione di tutti gli scouter dei suoi uomini, Freezer decide di far giungere in suo aiuto la Squadra Ginew[26], il più potente gruppo di guerrieri al suo servizio, ed ordina loro di recuperare le sette sfere e di uccidere Vegeta ed i terrestri, rei di aver sterminato tutti i sottoposti del tiranno presenti sul pianeta.[27]

Il primo obbiettivo venne portato a termine con facilità, ma una volta entrato in possesso delle sfere il tiranno si rende conto di essere incapace di utilizzarle, per cui si dirige verso la dimora dell'Anziano Saggio (localizzata grazie ad un nuovo scouter) con l'intento di farsi rivelare il metodo di utilizzo.[28] Giunto sul luogo Freezer ingaggia una battaglia unilaterale contro Nail che, seppur privo di qualsiasi possibilità di vittoria, decide di farsi massacrare dal nemico al fine di permettere a Dende di attivare le sfere in modo da esaudire i desideri dei terrestri.[29][30] Venutolo a sapere, il tiranno fa immediatamente dietrofront,[31] ma arriva troppo tardi: i terrestri (che nel mentre avevano annientato la Squadra Ginew con l'aiuto di Goku) avevano già fatto uso di due dei tre desideri, mentre il terzo non viene espresso a causa della morte dell'Anziano Saggio e, quindi, del drago Polunga.[32]

Furioso, Freezer ingaggia battaglia contro Vegeta, Crilin e Gohan, riducendoli all'impotenza trasformandosi nella propria seconda forma, trovando un valido avversario solo nel sopraggiunto Piccolo, divenutogli superiore grazie all'assimilazione di Nail.[33] Messo alle strette dal namecciano, Freezer si trasforma nuovamente, massacrando l'avversario[34] e, sebbene non ne avesse alcun bisogno, decide infine di mostrare la propria vera forma per terrorizzare i propri nemici con il proprio immenso potere.[35][36]

Ultimata la metamorfosi finale Freezer uccide Dende (che aveva scoperto essere la causa delle guarigioni dei suoi avversari)[36] e massacra Vegeta (impotente di fronte a lui nonostante l'ennesimo Zenkai Power), per poi essere ostacolato dal sopraggiunto Son Goku, che dimostrando una forza superiore a quella del principe dei saiyan riesce a colpire Freezer ed a schivarne i colpi.[24] Schernito da Vegeta, Freezer gli diede il colpo di grazia con un raggio letale dritto al cuore[24] e subito dopo ingaggia battaglia con Goku, dimostrandosi a lui superiore nonostante l'uso della decima potenza del Kaioken e della sfera Genkidama. Però Goku, grazie alla rabbia causata dalla morte del suo amico Crilin, si trasforma in Super Saiyan e riesce a sconfiggere Freezer. Il tiranno spaziale chiede a Goku di risparmiarlo e il Saiyan acconsente, ma appena quest'ultimo si allontana dal campo di battaglia Freezer tenta di colpirlo alle spalle con un raggio di energia. Deluso dal comportamento dell'avversario, Goku respinge il colpo con una potente onda di energia e uccide Freezer apparentemente.[37]

Circa un anno dopo gli eventi di Namecc si scopre che Freezer è sopravvissuto alla distruzione del pianeta ed è divenuto un cyborg.[38] Il tiranno galattico si dirige sulla Terra in cerca di vendetta, ma sia lui che il padre Re Cold vengono sconfitti da Trunks del futuro[39][40]

Da questo momento in poi, Freezer fa altre apparizioni, ma solo nella serie animata. Nella Saga del Torneo delle quattro galassie Freezer partecipa a una rivolta capeggiata da Cell nel Regno degli Inferi, ma l'intervento di Son Goku e di Paikuhan mette fine ai tumulti in pochissimo tempo. In seguito, ricompare in prigione insieme ai suoi compagni.[41] Successivamente, sempre nell'anime, viene visto quando assiste allo scontro tra Goku e Majin Bu attraverso una grande sfera posta nel regno degli inferi.[42]

Dragon Ball GT[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dragon Ball GT.

Freezer appare anche in Dragon Ball GT ( serie non canonica al manga e all'anime di Dragon ball Z), dove lui e Cell si accordarono col Dottor Gelo e il Dottor Myuu per attirare e intrappolare Goku nel regno degli inferi, per poi affrontarlo.[43] In questa occasione, sicuri di ottenere una facile vittoria, sia per via dell'incremento dei loro poteri combattivi, sia perché essendo già morti non potevano essere uccisi, affrontano subito il Saiyan, che però si prende apertamente gioco di loro, affrontandoli senza nemmeno trasformarsi in Super Saiyan. Alla fine, Freezer e Cell utilizzano la prigione degli inferi per imprigionare Goku,[44] che però si rivela inefficace, in quanto funziona solo sui defunti. Lo stesso Goku infatti riesce a liberarsi e a usare la medesima tecnica sui suoi avversari, imprigionandoli.[45]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Film di Dragon Ball.

Freezer è l'antagonista che compare in più film di Dragon Ball. Oltre che negli special Le origini del mito[6] e Dragon Ball: Episode of Bardock nei quali compare mentre è intento a distruggere il pianeta Vegeta, Freezer fa brevi comparse in altri film, questa volta non canonici con la storia narrata nel manga e nell'anime. Nel film Dragon Ball Z: Il destino dei Saiyan Freezer compare mentre distrugge il pianeta Vegeta nello schermo dell'astronave del fratello Cooler.[46] Un guerriero fantasma che si spaccia per Freezer appare negli OAV Dragon Ball Z Gaiden: Saiyajin zetsumetsu keikaku e Dragon Ball: Piano per lo sterminio dei Super Saiyan. Nel film Dragon Ball Z: Il diabolico guerriero degli inferi Freezer riappare insieme a tutti i malvagi tornati sulla Terra, dove però viene nuovamente ucciso da Gohan con un solo pugno.[47] Freezer viene anche menzionato nei film Dragon Ball Z: La grande battaglia per il destino del mondo, Dragon Ball Z: Il Super Saiyan della leggenda e Dragon Ball Z: La battaglia degli dei. Freezer sarà inoltre il principale antagonista nel film del 2015 Dragon Ball Z: La resurrezione di F.[48], dove, grazie a due soldati sopravvissuti alla distruzione delle sue armate da parte dei Saiyan di nome Sorbet (ソルベ) e Tagoma (タゴマ), è resuscitato.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Freezer è sicuramente un guerriero dalle capacità straordinarie, ed è ritenuto uno tra gli esseri più potenti dell'universo di Dragon Ball. Freezer era considerato il guerriero più potente dell'universo fino alla comparsa del Super Saiyan. Le sue capacità combattive sono di molto superiori a quelle di qualsiasi guerriero d'élite suo servitore. Come la gran parte dei personaggi di Dragon Ball, Freezer possiede forza, velocità e riflessi enormemente sviluppati, ma è anche dotato di abilità uniche, quali la capacità di vivere nello spazio, la capacità di sopravvivere a mutilazioni estreme e l'abilità di estendere la coda al fine di colpire i nemici a distanza. Queste doti lo rendono un avversario molto ostico, anche a causa della sua grande esperienza nel combattimento e nel suo vastissimo arsenale di tecniche: tra di esse vi sono il Raggio Letale, il Soffio letale, il Tornado spirituale, la Bakuhatsuha, la Telecinesi, la Daichiretsuzan, l'Eye Beam, la Bukujutsu, la Barriera e lo Tsuibi Kienzan, una variante del Kienzan che Freezer usa nello scontro con Goku, con la quale finisce col tagliarsi a metà.[49][50] Naturalmente, le sue tecniche più forti sono la Sfera Letale e la Supernova, ovvero due gigantesche sfere di energia che potrebbero tranquillamente disintegrare un pianeta.[51] Nella serie di Dragon Ball GT utilizza una tecnica appresa nel regno degli inferi in combinazione con Cell: la Prigione degli Inferi che consiste nell'imprigionare l'avversario in una sorta di gabbia energetica per poi inviarla nell'area più profonda degli inferi imprigionandolo per sempre.[44] In Dragon Ball Z: La resurrezione di F, si viene a sapere che Freezer non si era mai allenato in tutta la sua vita e che era nato già così forte. In tale film viene infatti detto che Freezer è un prodigio che possiede un enorme potenziale latente. Allenandosi per soli 4 mesi riesce infatti a raggiungere una potenza simile a quella del Super Saiyan God, diventando molto più forte di Cell, Majin Bu e degli altri nemici comparsi dopo la sua prima morte.

Trasformazioni[modifica | modifica wikitesto]

Come rivelato da lui stesso, Freezer non riesce a controllarsi completamente nella sua forma originale[21] (l'ultima che mostra nel manga e nell'anime). Preferisce quindi ridurre il suo livello di potere fino alla prima forma.[35]

Freezer 1ª forma[modifica | modifica wikitesto]

Freezer 1ª forma (フリーザ第一形態 Furīza Dai ichi Keitai?) è lo stadio originale del tiranno. Nonostante la bassa statura e la modesta massa muscolare, in questa forma Freezer si può già considerare il più potente dello spazio (a parte Re Cold[52]), infatti è dotato di un livello di combattimento pari a 530.000[30], già sufficiente a distruggere il Pianeta Vegeta. In questa forma si presenta minuto, con braccia e gambe completamente di colore rosa, testa molto grossa a proporzione del corpo e con due corna dritte di colore nero. Nel film Fukkatsu no F dopo i suoi primi quattro mesi di allenamento Freezer aumenta di moltissimo il suo potere in questa forma raggiungendo un livello di forza tale da poter sconfiggere Gohan con un solo pugno, fermandone addirittura il cuore per alcuni secondi, anche se va tenuto in conto che gran parte dei poteri di Gohan erano tornati sopiti dopo la saga di Majin Bu, a causa del fatto che egli aveva abbandonato gli allenamenti.

Freezer 2ª forma[modifica | modifica wikitesto]

Freezer 2ª forma (フリーザ第二形態 Furīza Dai ni Keitai?) è la prima trasformazione dell'alieno. Nonostante non ne abbia alcun bisogno, Freezer decide di utilizzare tale forma sia perché provocato da Vegeta, sia per provare il piacere di gettare nel panico i suoi avversari.[21] L'unico che riesce a tenergli testa in questa forma è Piccolo, dopo essersi unito a Nail.[33], mentre Crilin e Gohan vengono sconfitti facilmente.

In questa trasformazione Freezer assomiglia moltissimo a suo padre Re Cold, accresce enormemente la statura e la massa muscolare, mentre i suoi lineamenti rimangono praticamente invariati. Le corna si piegano, assumendo una forma simile a quelle di un toro.[21] Ultimata la mutazione raggiunge un livello di circa un milione (1.000.000)[21], tuttavia si è dimostrato capace di innalzare ulteriormente la sua forza.[53]

Freezer 3ª forma[modifica | modifica wikitesto]

Freezer 3ª forma (フリーザ第三形態 Furīza Dai san Keitai?) Freezer decide di ricorrere a questa trasformazione dopo un breve combattimento con Piccolo, il quale si era dimostrato superiore rispetto alla seconda forma.[34]

Questa trasformazione muta enormemente l'aspetto di Freezer. Il cranio si allunga a dismisura, mentre sulla schiena e sul cranio stesso spuntano delle escrescenze ossee, simili a spunzoni; il volto si appiattisce, diventando assolutamente disumano, e il naso scompare.[34] Non si conosce il livello di combattimento di questa trasformazione, tuttavia si sa per certo che anche in questo caso aumenta vertiginosamente. Piccolo, infatti, prima superiore al mostro, non riesce più a colpirlo né a schivarne i colpi e viene sconfitto con la tecnica Raggio Impazzito.[34]

Freezer 4ª forma[modifica | modifica wikitesto]

Freezer forma finale (フリーザ最終形態 Furīza Saishū Keitai?), chiamato anche corpo perfetto, è lo stadio che Freezer decide di raggiungere solo per gettare i suoi avversari nel panico più totale, in quanto essi avevano infranto il suo sogno d'immortalità. A detta di Freezer, questo è il suo vero aspetto[35] ma preferisce mantenere una forma depotenziata per controllare meglio la sua forza.[21] Il suo corpo ritorna minuto, con dimensioni e forma simili alla forma base, scompaiono le corna e la pelle diventa completamente bianca, eccetto in alcuni punti (cranio, spalle, avambracci, addominali e stinchi), in cui vi sono delle placche viola[36]. Il suo livello di potenza sale vertiginosamente e può davvero ritenersi in assoluto il più forte del cosmo (superando ormai anche il padre), tanto che appena trasformato sconfigge un potenziato Vegeta (grazie al potere curativo di Dende e allo Zenkai Power) utilizzando meno del 2,5% della propria forza combattiva.[54] Impegnandosi maggiormente egli si dimostra un avversario estremamente difficile anche per Goku, tanto che con metà della sua potenza riesce a pareggiare la forza del saiyan moltiplicata di venti volte grazie al Kaioken (60.000.000)[55][56], respingendone la Kamehameha[57].

Prima dello scontro con Son Goku, Freezer non ha mai avuto occasione di utilizzare la propria Massima Potenza (フルパワーフリーザ Furupawā Furīza?)[58] Per liberare oltre la metà del proprio potere Freezer necessita di alcuni secondi di concentrazione, ed il processo provoca in lui un progressivo incremento della massa muscolare.[59]. Liberando i pieni poteri Freezer raggiunge una livello di combattimento pari a 120.000.000,[56] a discapito di un enorme consumo di energie, che provoca l'esaurimento delle forze dell'alieno in pochi minuti. Negli adattamenti animati Dragon Ball Z e Dragon Ball Kai i massimi poteri di Freezer sono stati incrementati. Il tiranno galattico, infatti, raggiunta la massima potenza non solo dimostra di possedere un livello di potere pari o superiore a quello di Son Goku (che nel manga ha invece un livello maggiore a quello dell'avversario)[60], ma è anche in grado di sostenere la trasformazione molto più a lungo rispetto al manga, soccombendo all'avversario solo nel momento in cui le forze gli vengono meno.[61][62] In particolare, utilizzando il Colpo Nova, nell'anime Freezer riesce a tramortire l'avversario per alcuni minuti[63], mentre nel manga il guerriero viene solo atterrato per pochi secondi.Nella versione italiana il narratore afferma che Goku sia stato ferito mortalmente dall'attacco e che si sia ripreso grazie al desiderio di Shenron di resuscitare le vittime di Freezer e dei suoi uomini, ma ciò è un evidente errore: se Goku fosse stato solo moribondo il drago non lo avrebbe curato poiché ciò non era quanto richiesto con il desiderio, mentre se fosse stato ucciso il saiyan non sarebbe potuto resuscitare una seconda volta. Dopo essere resuscitato ed essersi allenato per quattro mesi nel film Fukkatsu no F, Freezer riesce ad aumentare spropositatamente il suo potenziale massimo e a riuscire ad utilizzare i pieni poteri senza aumentare in muscolatura e senza perdere energie come in precedenza. Nel film Freezer è capace di combattere contro Goku che ha assorbito e perfezionato il potere del Super Saiyan God acquisito nel precedente film La Battaglia degli dei , seppur dimostrandosi inferiore a quest'ultimo. In questa forma Freezer può distruggere il pianeta Terra nel giro di pochi secondi semplicemente imprimendo la sua energia nel suolo come dimostra nello scontro con Vegeta.

Mecha Freezer (メカフリーザ Meka Furīza?)[modifica | modifica wikitesto]

Sconfitto da Son Goku e dato per morto, Freezer riappare a circa un anno di distanza mentre si dirige verso la Terra in cerca di vendetta. In tale occasione egli viene mostrato nella sua forma finale ma, a causa delle enormi mutilazioni subite a seguito della lotta contro il Super Saiyan, egli è divenuto un cyborg costituito per più di due terzi da impianti bionici.[38] In particolare, le parti del corpo artificiali sono:

  • La parte superiore destra del cranio, l'occhio destro ed il mento sono stati ricostruiti completamente, con alcune valvole in rilievo sulla parte destra del cranio e una grossa placca marrone sulla sinistra, mentre sulla parte sinistra della fronte vi è una grande cicatrice.[38]
  • Il braccio sinistro è stato ricostruito completamente a partire dalla spalla.[38]
  • La parte destra del petto è metallica e presenta due valvole simile a quelle del cranio, mentre il pettorale sinistro è sfregiato da una grossa cicatrice diagonale.[38]
  • Tutta la parte inferiore del corpo a partire dallo stomaco è stata ricostruita, compresa la coda.[38]
  • Si è fatto impiantare un Radar, infatti riesce a conoscere l'esatta posizione della navicella di Goku.[38]

Questi miglioramenti cibernetici hanno potenziato ulteriormente Freezer, permettendogli di superare il picco della sua precedente Massima Potenza. Freezer infatti afferma che, dopo l'intervento, la sua forza è molto cresciuta, tanto da ritenersi in grado di sconfiggere Son Goku con le sue sole forze,[64] ma la sconfitta inflittagli da costui nella linea temporale originale smentisce tale convinzione. Nella linea temporale seguita dal manga è invece Trunks a uccidere Freezer, anche se va tenuto conto del fatto che il tiranno galattico è stato sconfitto tramite un attacco a sorpresa, quando ancora non aveva raggiunto la sua massima potenza.[39]

Nel videogioco Super Dragon Ball Z Akira Toriyama, il creatore della saga, è stato chiamato per ideare una versione alternativa molto più potenziata di Mecha Freezer. Questa versione di Freezer è ancora più potente della precedente, in quanto possiede i seguenti rinnovamenti: un lanciarazzi incorporato sulla sua spalla destra, dei lanciagranate sulla spalla sinistra, vari ordigni al livello della cintura e una coda con lama tagliente e con l'aggiunta di bombe e di esplosivi.[65]

Golden Freezer (Quinta forma) (ゴールデンフリーザ Gōruden Furīza?)[modifica | modifica wikitesto]

A detta di Freezer, questa è la sua evoluzione definitiva, è una trasformazione che il tiranno riesce a raggiungere nel film Dragon Ball Z: La resurrezione di F, al termine dei suoi 4 mesi di allenamento. È esteticamente quasi uguale al corpo perfetto, sebbene appaia meno minuto e un po' più muscoloso in questa forma, che inoltre cambia la colorazione del suo corpo facendolo diventare prevalentemente dorato (da qui il nome) ad eccezione della faccia, le mani e dei piedi che diventano viola, così come le placche che diventano viola scuro. Inoltre la sua aura diventa di un colore rosso fiamma. Questa trasformazione è considerata canonica al manga, ed è l'unica trasformazione che Freezer ottiene per diventare più forte, diversamente dalle prime tre forme che servivano per risparmiare energia. Grazie a questa forma, Freezer raggiunge un livello di potenza incommensurabile, considerando che aveva già migliorato di gran lunga la potenza della sua quarta forma. Durante un'intervista, Ryūsei Nakao, il doppiatore Giapponese di Freezer afferma che a suo parere il livello di forza di quest'ultimo raggiunga almeno 100 quintilioni[66] in questa forma. Tale trasformazione permette a Freezer di avere un vantaggio in potenza persino su Goku trasformato in Super Saiyan God Super Saiyan, il quale all'inizio dello scontro appare in serie difficoltà nel tentativo di tenere testa al tiranno in questa forma. Grazie a questa evoluzione Freezer stava avendo la meglio sul Saiyan, se quest'ultimo non si fosse accorto della sua debolezza. Infatti non essendosi ancora abituato del tutto alla nuova trasformazione, l'energia di Freezer viene consumata rapidamente da essa, un pò come accaduto con la sua massima potenza su Namecc. A causa di ciò Freezer continua a perdere potenza durante il combattimento fino a quando non riesce più a sostenere un duello alla pari contro un Super Saiyan God Super Saiyan e finendo addirittura col retrocedere alla sua precedente quarta forma. Nel film viene detto che se Freezer avesse passato più tempo ad abituarsi a questa evoluzione non avrebbe perso energie durante lo scontro e quindi avrebbe avuto la meglio su entrambi Goku e Vegeta Super Saiyan God Super Saiyan.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione originale giapponese, Freezer è doppiato in tutti i media dal doppiatore Ryūsei Nakao.

Nella versione italiana, invece, Freezer ha avuto due doppiatori:

  • Gianfranco Gamba (voce principale): che ha doppiato il personaggio, per conto della Mediaset, in tutte le sue apparizioni. (2000-2003)
  • Gerolamo Alchieri: che ha doppiato il personaggio solo nel primo doppiaggio dei film di Dragon Ball Z per conto della Dynit. (1997)
  • Loris Loddi: doppierà il personaggio nel prossimo film Dragon Ball Z: La resurrezione di 'F'

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Diversi sondaggi di critica hanno messo in evidenza Freezer, ritenendolo un personaggio troppo cruento per i fan, sia per il suo aspetto[67] che per la brutalità con la quale attacca i suoi avversari[68] (ad esempio impala Crilin ad uno dei suoi corni leccandone il sangue colante,[69] e strangola Vegeta con la sua coda colpendolo poi con ripetuti pugni dietro la schiena[70]).

Altre critiche lo hanno definito un incrocio tra "un alieno e Mr. Freeze di Batman"[71].

Alcuni suoi tratti, come la sua voce ed le labbra colorate di scuro, sono stati criticati perché indurrebbero confusione di genere.[72].

Gode comunque di una grande popolarità[73]. Si classifica al primo posto nella lista dei migliori cattivi degli anime secondo watchmojo.com[74].

Nel sito TheTopTens viene votato come il miglior nemico della serie[75] e tra i migliori degli anime[76].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Frieza strikes back in 2015’s latest Dragon Ball Z movie, Lazy Gamer, 17 novembre. URL consultato il 23 gennaio 2015.
  2. ^ (EN) DBZ 2015 Movie Updates: Official Website, Poster, Etc., Kanzenshuu. URL consultato il 30 dicembre 2014.
  3. ^ Daizenshuu 2: Story Guide,  pp. 261-262
  4. ^ Shonen Jump (numero # 1 ed.). Viz . Gennaio 2003.
  5. ^ (EN) Daizenshuu 1: Complete Illustrations, Kanzenshuu. URL consultato il 23 gennaio 2015.
  6. ^ a b c d e f Dragon Ball Z: Le origini del mito
  7. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 24 pagg. 134 - 139
  8. ^ Dragon Ball Z, episodi 58 e 120
  9. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 22 pag 34
  10. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 21 pag. 115 e pag. 121
  11. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 25 pag. 84
  12. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 25 pagg. 106 - 107
  13. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 26 pagg. 14 - 15
  14. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 26 pag. 40
  15. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 27 pagg. 7 - 9
  16. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 27 pag. 88
  17. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 27 pag. 178 e vol. 28 pag. 24
  18. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 22 pag. 163
  19. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 28 pag. 84
  20. ^ Dragon Ball Deluxe, vol. 28 pag. 69
  21. ^ a b c d e f Dragon Ball,  vol. 25, cap. 296
  22. ^ Dragon Ball Z, episodio 78
  23. ^ Dragon Ball,  vol. 22, cap. 257
  24. ^ a b c Dragon Ball,  vol. 26, cap. 307
  25. ^ Dragon Ball,  vol. 21, cap. 246
  26. ^ Dragon Ball,  vol. 22, cap. 264
  27. ^ Dragon Ball,  vol. 23, cap. 272
  28. ^ Dragon Ball,  vol. 24, cap. 278
  29. ^ Dragon Ball,  vol. 24, cap. 285
  30. ^ a b Dragon Ball,  vol. 24, cap. 286
  31. ^ Dragon Ball,  vol. 25, cap. 291
  32. ^ Dragon Ball,  vol. 25, cap. 294
  33. ^ a b Dragon Ball,  vol. 25, cap. 300
  34. ^ a b c d Dragon Ball,  vol. 26, cap. 302
  35. ^ a b c Dragon Ball,  vol. 26, cap. 303
  36. ^ a b c Dragon Ball,  vol. 26, cap. 304
  37. ^ Dragon Ball,  vol. 28, cap. 327
  38. ^ a b c d e f g Dragon Ball,  vol. 28, cap. 329
  39. ^ a b Dragon Ball,  vol. 28, cap. 331
  40. ^ Dragon Ball,  vol. 28, cap. 332
  41. ^ Dragon Ball Z, episodio 195
  42. ^ Dragon Ball Z, episodio 280
  43. ^ Dragon Ball GT, episodio 42
  44. ^ a b Dragon Ball GT, episodio 43
  45. ^ Dragon Ball GT, episodio 44
  46. ^ Dragon Ball Z: Il destino dei Saiyan
  47. ^ Dragon Ball Z: Il diabolico guerriero degli inferi
  48. ^ ドラゴンボールZ  復活の「F」, Dragonball2015.com. URL consultato il 20 novembre 2014.
  49. ^ Dragon Ball,  vol. 27, cap. 325
  50. ^ Dragon Ball,  vol. 28, cap. 326
  51. ^ Dragon Ball,  vol. 27, cap. 320
  52. ^ Dragon Ball,  vol. 26, cap. 310
  53. ^ Dragon Ball,  vol. 26, cap. 301
  54. ^ Il livello massimo di Freezer è 120 milioni, ma mentre affronta Vegeta usa una forza inferiore a 3 milioni, dato che con tale livello Son Goku lo atterra con facilità.
  55. ^ Battle Power Guide, Kanzentai.com. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  56. ^ a b Shonen Jump n. 31, 1989
  57. ^ Dragon Ball,  vol. 26, cap. 313
  58. ^ Dragon Ball Deluxe vol. 27, pag. 111
  59. ^ Dragon Ball Deluxe vol. 27, pagg. 108 - 115
  60. ^ Dragon Ball Deluxe vol. 27, pagg. 119 - 120
  61. ^ Dragon Ball Z episodio 102 "Ultimo round".
  62. ^ Dragon Ball Z episodio 103 "Fine del gioco?!".
  63. ^ Dragon Ball Z episodio 100 "Shenron in azione"
  64. ^ Dragon Ball,  vol. 28, cap. 330
  65. ^ Fabrizio Cirillo, Super Dragon Ball Z. Gli eroi del Toriyama World sono di nuovo fra noi, gamesurf.tiscali.it, 21 luglio 2006. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  66. ^ By the way, how high do you suppose Freeza’s battle power has gotten now? He’s a nice guy, so maybe 100 quintillion? http://www.kanzenshuu.com/translations/flying-postman-press-april-2015-ryusei-nakao/
  67. ^ (EN) Ramsey Isler, What's Wrong With Dragon Ball Z Part One, Even Goku's popular anime franchise isn't perfect, IGN, 10 aprile 2008. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  68. ^ (EN) Dragon Ball Z, Lakeland Ledger, 9 dicembre 1999.
  69. ^ Dragon Ball,  vol. 25, cap. 297
  70. ^ Dragon Ball,  vol. 26, cap. 306
  71. ^ (EN) Jimmy Fowler, International incident, Dallas Observer, 20 gennaio 2000. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  72. ^ (EN) What's wrong with Dragon Ball Z Part One Page Two.
  73. ^ (EN) Game Pro.
  74. ^ (EN) Top 10 Anime Villains su watchmojo.com.
  75. ^ (EN) Top 10 Dragon Ball Z Villains su www.thetoptens.com.
  76. ^ (EN) Best Anime Villains su www.thetoptens.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Akira Toriyama, Dragon Ball, Tokyo, Shūeisha, 1984-1995, ISBN non esistente.
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga