Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Dragon Ball Z Gaiden: Saiyajin zetsumetsu keikaku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragon Ball Z Gaiden: Saiyajin zetsumetsu keikaku
ドラゴンボールZ 外伝 サイヤ人絶滅計画
(Doragon Bōru Zetto Gaiden Saiya-jin Zetsumetsu Keikaku)
Dragollzgaiden.png
I guerrieri all'arrivo di Freezer
Genere azione, fantascienza
OAV
Autore Akira Toriyama
Regia Shigeyasu Yamauchi
Produttore Kozo Morishita
Soggetto Takao Koyama
Dir. artistica Kenichi Tajiri
Musiche Keiju Ishikawa, BATTLE COMMANDO
Studio Bird Studio, Fuji TV, Toei Animation
1ª edizione 6 agosto 1993
Episodi 2 (completa)
Aspect ratio 1.85:1
Durata ep. 26 min
Seguito da Dragon Ball: Piano per lo sterminio dei Super Saiyan

Dragon Ball Z Gaiden: Saiyajin zetsumetsu keikaku (ドラゴンボールZ 外伝 サイヤ人絶滅計画 Doragon Bōru Zetto Gaiden Saiya-jin Zetsumetsu Keikaku?, lett. "Storia parallela di Dragon Ball Z: Il piano per lo sterminio dei Saiyan"), noto anche come Dragon Ball Z Gaiden, è l'unico OAV tratto da un videogioco per il NES di Dragon Ball Z, distribuito ad agosto del 1993 in Giappone. Il video fu realizzato con esplicito collegamento al videogioco e inserito in due videocassette intitolate Avventura sulla Terra e Avventura nello Spazio.

Data la presenza all'interno del film di Future Trunks e del piccolo Trunks, Gohan che può diventare Super Saiyan e l'uso di Vegeta del Final Flash l'episodio può essere posizionato durante i 10 giorni prima del Cell Game. Questo OAV non è mai uscito in Italia, ed in madrepatria è edito solo in VHS.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un piccolo numero di saiyan atterra su Plant per un'avaria alla propria astronave: appena sbarcati chiedono aiuto agli abitanti del pianeta, gli Tsufuru, i quali li accolgono e permettono loro di stabilirsi definitivamente sul pianeta. Ma i saiyan, col trascorrere degli anni, si moltiplicano a dismisura. I saiyan approfittano così di una luna piena per sterminare gli Tsufuru e conquistare il pianeta e la loro tecnologia. I Saiyan ormai vincitori rinominano il pianeta in Vegeta, in onore del loro re. Il dottor Raichi è l'unico superstite della razza tsufuru, abitante del pianeta Plant; mentre è impegnato a realizzare una macchina alimentata dall'odio che gli Tsufuru covano verso i Saiyan, capace di generare dei "combattenti fantasma" per eliminare i saiyan, viene attaccato e ucciso da questi ultimi. La navicella che contiene la macchina e il corpo senza vita del Dr. Raichi parte verso lo spazio infinito. Ma la macchina, ancora attiva, inizia a evolversi e a completarsi da sola. Al suo completamento inizia a produrre combattenti fantasma, con lo scopo di trovare tutti i saiyan rimasti nell'universo e sterminarli.

I guerrieri vengono attaccati da strane creature, generate da Hatchyack, la macchina degli tsufuru costruita dal Dr. Raichi: queste creature proteggono delle macchine che generano un gas letale il Destron Gas (デストロンガス Desutoron Gasu?). Le prime due creature, Skud e Kintarn vengono eliminate, così come tutti i generatori, tranne l'ultimo. A protezione dell'ultimo generatore Hatchyack ha messo quattro vecchie conoscenze dei guerrieri: Cooler, Freezer, Lord Slug e Turles; essi sono in realtà dei guerrieri fantasma che ogni volta che vengono colpiti sono in grado di rigenerasi, allo stesso modo di Majin Bu. Gohan, Trunks del futuro, Goku, Piccolo e Vegeta sono impressionati e increduli dalla rinnovata forza dei loro vecchi nemici e vengono messi con le spalle al muro quando, Re Kaio del Nord, contatta Goku con la telepatia e lo aggiorna della situazione. Goku allora dice agli avversari che loro non sono i suoi vecchi nemici e questo basta per togliergli il potere di rigenerarsi e quindi vengono facilmente sconfitti. Re Kaio avverte Goku che l'ultimo generatore non può essere distrutto poiché possiede una barriera indistruttibile. Per eliminarla è necessario sconfiggere colui che l'ha creata, ovvero il Dr. Raichi, ultimo rimasto degli tsufuru. Per questo i guerrieri sono costretti a raggiungerlo su un pianeta lontano.

Usando una navicella della Capsule Corporation, i guerrieri arrivano sul pianeta, dove si trova la macchina del Dr. Raichi, scoprendo che il creatore della macchina era in effetti morto. Dopo un violento scontro il Dr. Raichi genera il suo ultimo guerriero: Hatchyack. La situazione sembra davvero impossibile, Hatchyack combatte senza alcun problema contro i saiyan portandoli allo stremo delle forze. Per fortuna Piccolo riesce a dare un senzu a Gohan che a sua volta ne dà altri tre a Goku, Trunks del futuro e a Vegeta, in questo caso Piccolo rinuncia alla possibilità di salvarsi per aiutare i suoi amici, anche se poi viene portato in salvo. Allora i quattro guerrieri saiyan lanciano un'onda energetica combinata uccidendo il mostro e facendo esplodere il pianeta. Fortunatamente, un attimo prima dell'esplosione, Goku usa il teletrasporto per portare in salvo se stesso e i suoi compagni.

Nuovi personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Dr. Raichi o Lychee (ライチー Raichī?) è un geniale scienziato appartenente alla razza tsufuru, originaria del pianeta Plant. Durante la conquista del pianeta da parte dei saiyan, stava costruendo uno speciale robot in grado di creare "combattenti fantasma", alimentato dall'odio degli tsufuru verso i saiyan e che, una volta accumulatane una grande quantità, si sarebbe totalmente completato e sarebbe stato anche in grado di combattere. Viene però trucidato da un saiyan e così, insieme al robot, il corpo senza vita di Raichi vaga nello spazio a bordo di una navetta. Intanto, però, Hatchyack (questo il nome della macchina), che era già attivo, inizia ad evolversi e completarsi da solo. In questo modo riesce a creare numerosissimi "combattenti fantasma", tra cui anche un clone dello stesso Raichi, che lo aiuterà nei suoi progetti finché non verrà sconfitto da Goku, Vegeta, Gohan e Trunks, così come in seguito accade anche ad Hatchyack stesso. Il suo nome deriva da un frutto, infatti Lychee significa litchi in inglese.
  • Hatchyack (ハッチヒャック Hatchihyakku?) appare come un essere molto alto e robusto, di color rosso e rosa con delle particolari placche azzurre posizionate sugli arti superiori, arti inferiori, fronte e torace, dalle quali emette i suoi potenti colpi energetici. La sua morfologia deriva alla forma della macchina dal quale si crea. Inizialmente Hatchyack, non è altro che un enorme computer-macchina elaborato e costruito dal Dr. Raichi al solo scopo di eliminare l'ostile razza saiyan. Successivamente, tramite l'assorbimento dell'odio da parte di tutti gli abitanti tsufuru e poi dei guerrieri fantasma di Freezer, Cooler, Lord Slug e Turles, si materializza in una potentissima creatura. Hatchyack ha il punto debole di dover interrompere il combattimento per circa 15 secondi, abbassando tutte le sue difese, per caricare un qualsiasi tipo di attacco fisico ed energetico. Questa debolezza consentirà a Goku, Gohan, Piccolo, Vegeta e Trunks di colpirlo al momento giusto con un attacco energetico collettivo. Inizialmente, come computer, Hatchyack aveva il potere di incanalare l'energia dell'odio delle persone defunte per poi riportarle in vita come non morti, o per meglio dire "guerrieri fantasma", come ha fatto con Freezer, Cooler, Slug, Turles e il Dr. Raichi. Dopo essersi trasformato in una creatura umanoide, Hatchyack ha dato prove di essere un combattente eccezionale. Il suo colpo più potente è il Cannone vendicatore, un potente attacco energetico che richiede almeno 15 secondi di tempo per essere caricato. All'interno del videogioco Saiyajin zetsumetsu keikaku, vengono proposti tre finali alternativi nei quali vengono mostrate due trasformazioni di Hatchyack.
  • Kincarn (キンカーン Kinkān?) è una creatura creata dal Dr. Raichi, che insieme ad Arbee attacca Goku, Gohan e Piccolo. Ha la particolarità fisica di non avere collo, bensì testa e tronco completamente uniti. Kincarn ha una colorazione uniforme blu con grandi occhi bianchi e una lunga coda. Il suo nome deriva da kinkan (キンカン?), nome giapponese del frutto della fortunella.
  • Arbee (アービー Ābī?) è una creatura creata dal Dr. Raichi, che insieme a Kincarn attacca Goku, Gohan e Piccolo. Arbee non ha una grande forza combattiva, ma grazie alla sua tecnica di moltiplicazione del proprio corpo, riesce a mettere i seria difficoltà Goku, Gohan e Piccolo. Nonostante ciò verrà comunque sconfitto da Gohan con un potente pugno. Appare come un mostro di color verde e viola, con una folta criniera anch'essa viola e due corni neri collocati sulla testa. Il suo nome deriva dalla parola giapponese biwa (枇杷?), il nespolo del Giappone.
  • Bontan (ボンターン Bontān?) è una creatura creata e ai servizi del Dr. Raichi, che ha il compito di vegliare e proteggere sulla terza macchina di Destron Gas, situata sul Vulcano Poco Poco. Bontan è della stessa razza di Kincarn in quanto gli è fisicamente unguale tranne per il colore che è rosa. Il suo nome deriva da bontan (ブンタン?), il nome giapponese del pomelo.
  • Godgadon (ゴッドガードン Goddogādon?) è una creatura creata dal Dr. Raichi con il compito di impedire a Goku e i suoi amici, di penetrare nella sua dimora, situata sul Pianeta Oscuro. Godgadon viene eliminato facilmente da Goku, il quale lo trapassa con un potente pugno. Appare come un robot di color grigio munito di due armi da fuoco collocate all'apice degli arti anteriori.
  • Skud (スカッド Sukaddo?) è una creatura creata e ai servizi del Dr. Raichi, che ha il compito di proteggere e vegliare sulla quinta macchina di Destron Gas, situata nelle Terre dei Ghiacci. Skud, assieme a tutte le altre creature della sua razza, si scontrano contro Goku e gli altri, ma vengono facilmente sconfitti. Skud appare come una creatura di colore giallo, con una folta criniera blu. Il suo nome deriva dal giapponese Masukatto (マスカット?), il nome della capitale dell'Oman Mascate.

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 la Toei Animation in collaborazione con la Namco Bandai, ha eseguito un remake del film: Dragon Ball - Il piano per lo sterminio dei Super Saiyan (DRAGON BALL 超サイヤ人絶滅計画 DRAGON BALL: Sūpā Saiyajin zetsumetsu keikaku?). Invece di restaurare la vecchia pellicola del 1993, la quale vantava un ottimo staff di disegnatori, si è voluto crearne una completamente nuova. Come si può notare anche il titolo è cambiato: si è tolta la lettera "Z" e la parola "Gaiden" inserendo la parola Super Saiyan. Il film ha debuttato l'11 novembre 2010 allegato al videogioco Dragon Ball: Raging Blast 2.[1]

Finali alternativi[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del videogioco, vengono mostrati 3 tre finali alternativi. Il giocatore può scegliere, grazie ai comandi, quale dei tre finali visualizzare. Inoltre, tali finali possono essere intrecciati e collegati tra di loro.

Hacthyack moltiplicato[modifica | modifica wikitesto]

Come nella storia originale, Goku, Vegeta, Gohan e Trunks attaccano Hatchyack con un ultimo disperato attacco energetico collettivo. I Guerrieri Z però si accorgono che il loro attacco non ha sortito alcun effetto e che Hatchyack si è ulteriormente trasformato divenendo più potente. I guerrieri allora si gettano in combattimento nel tentativo di eliminarlo, venendo però surclassati. Hacthyack ritorna al suo stadio normale e si moltiplica, divenendo cinque terribili Hacthyack, i quali ancora una volta hanno la meglio sui guerrieri. Goku successivamente si accorge che Hacthyack non si è affatto moltiplicato, ma sta semplicemente usando il Colpo Immagine Residua Multipla, sfruttando la sua immane velocità. Così, Goku scaglia contro Hacthyack una potente Kamehameha, la quale distrugge una volta per tutte il terribile avversario. Oltre ad eliminare il terribile nemico, la Kamehameha danneggia incredibilmente il pianeta, il quale si appresta a esplodere. Goku quindi, usando il Teletrasporto, riporta tutti sani e salvi a casa. Nelle ultime scene vengono mostrati Goku e Gohan che mangiano di buon gusto a casa loro, Trunks che si allena nel giardino di casa e Vegeta che si allena dentro la navicella della Capsule Corporation.

Hacthyack gigante[modifica | modifica wikitesto]

Come nella storia originale, Goku, Vegeta, Gohan e Trunks attaccano Hatchyack con un ultimo disperato attacco energetico collettivo. I Guerrieri Z però, si accorgono che il loro attacco non ha sortito alcun effetto. Hacthyack decide di trasformarsi divenendo un vero e proprio gigante. Tuttavia, quando sembra essere ormai tutto perduto, compare una fatina, la quale si era già incontrata con Goku precedentemente, durante la ricerca nello spazio del Pianeta Oscuro. La fatina consiglia a Goku di entrare nella bocca di Hacthyack, per poi eliminarlo da dentro. Così, mentre Piccolo, Gohan, Vegeta e Trunks intrattengono Hatchyack, Goku, alla prima occasione, si infila dentro la bocca del gigante avversario. Goku inizia a percorrere una strada in un'interminabile tubo, arrivando davanti ad un bivio. Indeciso su quale via prendere, appare di nuovo la fatina che gli illustra la corretta via. Poco prima di arrivare al nucleo centrale di Hacthyack, la fatina viene fatta prigioniera da dei tentacoli dell'organismo di Hatchyack, i quali costringono Goku a proseguire da solo. Dopo poco, Goku arriva finalmente al nucleo centrale di Hacthyack, situato in una grande stanza spaziosa. Senza esitare un altro secondo, Goku colpisce il nucleo con una Kamehameha, che innesca un processo di distruzione del terribile Hacthyack.

Goku inizia allora a ripercorrere il lungo tunnel al contrario, salvando poi anche la fatina precedentemente intrappolata. Infine, usando il Teletrasporto, Goku riesce a uscire da Hacthyack mettendosi in salvo. Oltre ad eliminare il terribile nemico, l'esplosione danneggia incredibilmente il pianeta, il quale si appresta a esplodere anch'esso. Goku quindi, usando il Teletrasporto, riporta tutti sani e salvi a casa. Nelle ultime scene vengono mostrati Goku e Gohan che mangiano di buon gusto a casa loro, Trunks che si allena nel giardino di casa, e Vegeta che si allena dentro la navicella della Capsule Corporation.

La Super Genkidama[modifica | modifica wikitesto]

Come nella storia originale, Goku, Vegeta, Gohan e Trunks attaccano Hatchyack con un ultimo disperato attacco energetico collettivo. I Guerrieri Z però, si accorgono che il loro attacco non ha sortito alcun effetto e che Hacthyack si è ulteriormente trasformato. I guerrieri allora si gettano in combattimento nel tentativo di eliminarlo, venendo però surclassati. Gohan e Trunks si rialzano e più determinati che mai si gettano ancora una volta contro il temibile nemico, riuscendo a tenegli testa. Mentre Gohan, Vegeta e Trunks lo tengono occupato, Goku escogita con Piccolo un ultimo tentativo di salvezza, cioè la Sfera Genkidama. Inizialmente Piccolo appare scettico a tale proposta in quanto Goku, essendo trasformato in Super Saiyan, non può eseguire tale tecnica perché il suo cuore è colmo di collera. Goku però si decide ugualmente ad usare la tecnica, chiamadola poi "Super Genkidama" (超元気玉 Chō GenkiDama?) visto che sarà usata nello stadio di Super Saiyan. Così deciso, Goku inizia ad appellarsi al lontano pianeta Terra e ai pianeti vicini, mentre Piccolo si reca da Gohan, Vegeta e Trunks, aiutandoli a guadagnare il tempo necessario alla creazione della "Super Genkidama".

Mentre Goku si appresta a finire la creazione della "Super Genkidama", Hatchyack riesce a sconfiggere Gohan, Vegeta, Trunks e Piccolo, accorgendosi poi della creazione della Super Sfera di Goku. Hatchyack, consapevole del pericolo, decide di attaccare Goku con il suo miglior attacco energetico: il "Cannone Vendicatore". Vegeta, accortosi del pericolo, si getta tra Goku e Hatchyack, venendo tramoritito dall'attacco di quest'ultimo. Grazie all'intervento di Vegeta, Goku riesce a completare la "Super Genkidama" e a lanciarla contro Hacthyack, che finisce finalmente distrutto in mille pezzi. Oltre ad eliminare il terribile nemico, la Super Sfera danneggia incredibilmente il pianeta, il quale si appresta a esplodere. Goku quindi, usando il Teletrasporto, riporta tutti sani e salvi a casa. Nelle ultime scene vengono mostrati Goku e Gohan che mangiano di buon gusto a casa loro, Trunks che si allena nel giardino di casa, e Vegeta che si allena dentro la navicella della Capsule Corporation.

Scene inedite[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del videogioco, vengono mostrate alcune scene tagliate o semplicemente non utilizzate nell'OAV. Nel videogioco viene mostrato come Goku, incuriosito da uno strano pianeta, ci si rechi con il teletrasporto. Il pianeta appare come una grande distesa di terra inabitata, con una grande torre al centro. Goku entra nella torre dove trova sul pavimento delle strane sfere di vetro. Goku si accorge che una di queste contiene un fatina (la stessa che poi aiuterà Goku in un dei finali alternativi sopra descritti), che farà la sua conoscenza. Terminato il suo viaggio di esplorazione, Goku ritorna nell'astronave, continuando il viaggio per il Pianeta Oscuro.

All'interno del videogioco, vengono mostrati Goku, Gohan e Vegeta che si scontrano con numerosi robot uguali a Godgadon, prima di ritrovarsi nella dimora del Dr. Raichi. Nonostante il numero alto di robot, i guerrieri riescono ad avere la meglio; Goku usa una Kamehameha per eliminarli, Vegeta un Big Bang Attack, e Gohan una serie di potenti pugni.

Musiche[modifica | modifica wikitesto]

Per OAV, sono state composte 11 tracce sonore, spesso tagliate e riusate più di una volta, nel corso del film. Le 11 tracce possono essere ascoltate acquistando il CD "Dragon Ball Z Gaiden: Saiyajin zetsumetsu keikaku" pubblicato poco dopo la creazione del film. Le musiche usate per i tre finali alternativi sono diverse da quelle dell'OAV.

Lista musiche
  1. Main Theme of "Gaiden"
    Tema principale "Gaiden"
  2. Search for Destron Gas
    Alla ricerca del Destron Gas
  3. The Earth Field
    Il campo della terra
  4. Pacify a Storm
    Calmare una tempesta
  5. A Skirmish
    Una scaramuccia
  6. Four Emperores
    Quattro imperatori
  7. Grand Battle
    Grande battaglia
  8. Polluted Town
    Città inquinata
  9. Planet Darkness
    Pianeta oscuro
  10. A One-Eyed Old Doctor
    Un anziano dottore con un solo occhio
  11. Ephemeral Requiem
    Requiem effimera

Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Rapporto con la serie TV[modifica | modifica wikitesto]

In questo film si parla della razza Tsufuru (della quale fa parte anche Baby di Dragon Ball GT) e della storia dei Saiyan; è la prima volta che viene data questa versione tra serie TV e gli OAV in ordine temporale, in opposizione alla precedente versione data da Re Kaio (nella puntata n° 20 di Dragon Ball Z) a Goku. Re Kaio racconta della coesistenza tra la tribù dei Saiyan e gli Tsufuru (chiamati Tafli nell'edizione italiana di quell'episodio), sul pianeta Vegeta (cioè il nuovo nome dato dai Saiyan al pianeta Plant dopo la sua conquista), mentre in questo episodio i Saiyan arrivano sul pianeta e vengono aiutati dagli Tsufuru a sopravvivere.

Mentre in Dragon Ball GT, Plant, ricreato da Baby, appare verde con striature bianche e nel film "Le origini del mito" lo stesso pianeta appare rosso con sfumature bianche, questa volta invece appare totalmente grigio con un'atmosfera azzurra. Come in Dragon Ball GT, gli Tsufuru hanno grandi occhi con bulbi bianchi e iride rossa, al contrario degli Tsufuri descritti da Re Kaio che hanno occhi umani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga