Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Fusione (Dragon Ball)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nel manga e anime Dragon Ball, la fusione (融合 Yūgō?) è una tecnica che consiste nell'unione di due persone in una sola. In Dragon Ball Z, la prima serie in cui la tecnica compare, viene eseguita in due modi: tramite l'uso della danza di Metamor oppure tramite l'utilizzo degli orecchini Potara. In Dragon Ball GT, inoltre, la fusione può avvenire anche fra due cyborg.

Alcuni personaggi poi, come Majin Bu e Baby, possiedono delle abilità speciali che permettono loro di unirsi con chiunque vogliano.

Fusione tramite la danza di Metamor[modifica | modifica wikitesto]

La danza di Metamor (detta anche "Fusion dance") è un insieme preciso di posizioni e movimenti che consentono a due individui distinti di unirsi in un solo essere, dotato di una potenza enormemente superiore a quella di coloro che eseguono la tecnica.[1] È stata inventata dai guerrieri del Pianeta Metamor, che l'hanno insegnata a Goku nell'aldilà, nel periodo compreso fra la saga di Cell e la saga di Bu.[1]

Prerequisiti[modifica | modifica wikitesto]

(JA)

« あるふたりの力やカラダの大きさがかなり近いばあいだけにできる
(Aru futari no chikara ya karada no ookisa ga kanari chikaibaai dake ni dekiru) »

(IT)

« Si può usare soltanto quando la forza e la corporatura di due persone è sufficientemente simile. »

(Goku spiega la tecnica di fusione Metamor.[2])

Perché la fusione avvenga sono necessari due prerequisiti: i combattenti che si apprestano ad unirsi devono avere forza (problema non sussistente per i guerrieri che sono capaci di controllare la loro forza spirituale) e corporatura sufficientemente simili.[1]

Quando una fusione si esaurisce, è necessario aspettare mezz'ora per eseguire nuovamente la tecnica con successo.

La prima edizione del manga italiano, i cui testi sono stati riproposti in tutte le edizioni precedenti alla Evergreen Edition (ossia la più recente edizione italiana del fumetto), riportava una traduzione sbagliata dei prerequisiti, facendo dire a Goku che i due guerrieri devono avere stessa forza e stessa altezza. In realtà in originale Goku afferma che i due guerrieri devono semplicemente avere forza e corporatura sufficientemente simili (come correttamente riportato nell'adattamento dell'anime italiano e nella Evergreen Edition), per tal motivo infatti è possibilissima una fusione tra Goku e Vegeta (proposta ben due volte da Goku nel manga e anime di Z, e poi usata nel 12° film e nella serie GT).

Passi del balletto[modifica | modifica wikitesto]

Goten e Trunks effettuano la fusione
  1. Restare a sei passi di distanza uno dall'altro, fianco a fianco. Tenere le braccia distese in modo che non siano puntate verso il partner, con i palmi aperti e orientati in avanti.[3]
  2. Mentre si dice "FU...", spostare lateralmente i propri piedi verso il partner: in questa fase bisogna fare esattamente tre passi. Mentre si fa questo, spostare le braccia al di sopra della propria testa in modo tale che finiscano per essere orientate verso il partner.[3]
  3. Poi, mentre si dice "...SIO...", spostare le braccia dall'altra parte del corpo, girandole in modo che il palmo sia orientato verso il basso e chiudendo i pugni. Contemporaneamente, muovere la gamba più esterna in modo tale che sia ad angolo retto, in modo che il piede alzato sia al livello del ginocchio.[3]
  4. Infine, gridare: "...NE!!".[3][4] e inclinare il torace in modo che sia rivolto verso il partner. Portare in alto le braccia al di sopra della testa, in modo che le punte degli indici si tocchino. Se entrambi i partecipanti eseguono tutti i movimenti in modo perfettamente simmetrico, la fusione sarà riuscita.

La coordinazione tra i partecipanti è essenziale, tanto che quando Goku e Vegeta si fondono, in Dragon Ball GT, trasformati in Super Saiyan di quarto livello, anche le loro code sono disposte in modo perfettamente simmetrico.[5]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Il guerriero creato somiglierà a coloro che lo hanno generato, pur avendo, ad ogni modo, un lato dominante nell'aspetto o nel carattere, o in entrambi. Il personaggio prodotto ha il vestiario caratteristico dei guerrieri di Metamor, composto da un gilet nero e corto, con decorazioni bombate di colore dorato, aderenti polsini neri, pantaloni ampi bianchi, tenuti da un'ampia fascia azzurra.[6]

Durata[modifica | modifica wikitesto]

L'effetto della danza di Metamor dura mezz'ora[7]; tuttavia, nel caso venga utilizzata una trasformazione dall'elevato consumo di energia, la Fusion dura meno[8]: infatti Gotenks è capace di rimanere trasformato in Super Saiyan 3 per soli 5 minuti, per poi sciogliersi in Goten e Trunks. Curiosamente, però, la durata dello stadio di Super Saiyan della fusione non sembra dipendere dal tempo trascorso dal conseguimento della fusione stessa nella forma normale: se i 5 minuti di Gotenks Super Saiyan 3 equivalessero ai 30 minuti di Gotenks allo stato normale, Gotenks non potrebbe trasformarsi negli ultimi 5 minuti sperando che la trasformazione duri tutti i 5 minuti: essendo trascorsi 5/6 della durata della fusione, Gotenks potrebbe infatti restare trasformato per 1/6 di 5 minuti, ovvero solo per 50 secondi. Invece, trasformandosi alla fine della mezz'ora, il guerriero riesce a conservare lo stadio massimo per più tempo, e precedentemente, venuto a conoscenza del maggior dispendio di energie dovuto alla trasformazione in Super Saiyan (che si traduce appunto in tempo detratto alla fusione), Gotenks aveva appunto dichiarato che avrebbe raggiunto lo stadio del Super Saiyan solo negli ultimi minuti, proprio come se trasformarsi all'inizio o verso lo scadere della mezz'ora fosse ininfluente per la durata del Super Saiyan stesso. Anche su Gogeta si avrà lo stesso effetto, visto che in Dragon Ball GT la fusione che da vita a Gogeta SSJ4 dura 10 minuti, tempo maggiore dei 5 minuti di Gotenks trasformato in SSJ3.

Guerrieri nati dalla Danza di Metamor[modifica | modifica wikitesto]

Fusione con gli orecchini Potara[modifica | modifica wikitesto]

Gli orecchini Potara permettono una fusione simile a quella ottenuta con la Fusion dance, ma permanente (nel caso in cui uno dei partecipanti sia un Kaioshin) o comunque della durata di un'ora (per i mortali, una trasformazione accorcia ancora di più il tempo della fusione) e, a detta di Kaiohshin il Sommo, più efficace, ma non si sa se si riferisse ad un livello di combattimento maggiore o semplicemente al fatto che la suddetta fosse sottoposta a limiti di tempo più lungo.

Prerequisiti[modifica | modifica wikitesto]

L'uso dei Potara non richiede né un pari livello di combattimento né una corporatura simile (Kaiohshin il Sommo è nato dalla fusione fra due soggetti di sesso opposto, cioè un Kaiohshin ed una strega).[11]

Esecuzione[modifica | modifica wikitesto]

Per eseguire la tecnica è sufficiente che i due guerrieri intenzionati ad unirsi indossino gli orecchini sull'orecchio opposto rispetto al compagno, dopodiché i due saranno attirati l'uno contro l'altro venendo uniti in un nuovo guerriero.[12][13]

Aspetto e personalità[modifica | modifica wikitesto]

Il guerriero nato con la fusione assomiglia a coloro che lo hanno generato, ma può avere un lato dominante, come nel Sommo, sia come aspetto che come carattere. A differenza della danza di Metamor, il vestiario non è standard, ma risulta essere un mix degli abiti dei guerrieri unitisi.[13][14]

Guerrieri nati dalla fusione tramite i Potara[modifica | modifica wikitesto]

Durata della Fusione[modifica | modifica wikitesto]

Nata in un contesto divino, la fusione tramite Potara risulta essere eterna[13], tuttavia era inizialmente considerata spezzabile da forti cariche di energia negativa (come quella presente all'interno del corpo di Bu che provoca la divisione di Vegeth in Goku e Vegeta)[15] oppure da un desiderio espresso attraverso le Sfere del Drago (come quello richiesto da Kibitoshin con le sfere namecciane nel manga di Dragon Ball Super).

In Dragon Ball Super viene inserita una retcon circa la durata della fusione tramite una spiegazione di Gowasu su richiesta di Goku, che chiedeva come mai all'epoca lui si sfuse con Vegeta; l'anziano infatti spiega che la fusione è eterna solo se usata dai Kaioshin, altrimenti dura un'ora. In Super, Vegeth nello stato di Super Saiyan Blue si sfonde dopo soli pochi minuti; questo sempre secondo Gowasu è avvenuto per il consumo eccessivo della trasformazione[16], analogamente a come può accadere con la fusione dei Metamor.

Fusione fra cyborg[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie GT la fusione può avvenire anche fra due cyborg. Alcune dimostrazioni di questa fusione sono:

  • quella tra due C-17, quello originale e quello creato nel regno degli inferi: Super C-17 mantiene la personalità di entrambi ossia la crudeltà del secondo C-17 e la personalità del primo C-17, visto che sembra tenere particolarmente ai suoi vestiti. La fusione si scioglie quando Super C-17 viene ucciso e il C-17 originale viene resuscitato.
  • quella che vede come protagonisti C-13, C-14 e C-15 nel film Dragon Ball Z: I tre Super Saiyan, in cui si fondono in Super C-13.

Fusioni di Majin Bu[modifica | modifica wikitesto]

Majin Bu è in grado di assorbire le persone in un modo molto particolare: si divide in più parti, manda una di queste ad assorbire l'obiettivo e successivamente vi si unisce.[17] È in grado di assorbirle anche trasformandole in un cioccolatino (che ha la stessa forma della persona da assorbire), che poi Bu inghiotta. Inoltre, nella serie di Dragon Ball GT, si unisce a Ub, mentre sta per morire, in un'insolita fusione.

Prerequisiti[modifica | modifica wikitesto]

Non è necessario nessun prerequisito per unirsi a Majin Bu.

Aspetto e personalità[modifica | modifica wikitesto]

La personalità è sempre quella di Majin Bu, o comunque dell'esecutore il quale verrà a conoscenza delle tecniche dell'essere assorbito ed anche dello stile di combattimento. Quanto all'aspetto, esso rimane quello del mostro rosa, con qualche modifica somatica; i vestiti, invece, sono quelli della vittima.[18][19][20]

Durata della fusione[modifica | modifica wikitesto]

Il termine della fusione lo determina l'esecutore. Tuttavia, nella serie di Dragon Ball Z, Vegeth riesce ad entrare nel corpo di Majin Bu e a liberare Gohan, Piccolo, Goten e Trunks, i quali erano imprigionati dentro dei bozzoli.[21]

Fusioni presenti nei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Tramite la Danza di Metamor[modifica | modifica wikitesto]

  • Gogeta, dalla fusione di Goku e Vegeta.
  • Gotenks, dalla fusione fra Goten e Trunks.
  • Tiencha: fusione fra Tenshinan e Yamcha apparsa nel videogioco Dragon Ball Z Budokai 2.

Tramite l'utilizzo degli orecchini Potara[modifica | modifica wikitesto]

  • Vegeth, fusione fra Goku e Vegeta.
  • Kibitoshin, fusione fra Kibith e Kaiohshin dell'Est.
  • Mister Gotan ("Gokule" nella versione inglese): è l'ipotetica fusione fra Goku e Mr. Satan (compare sia nel manga che nell'anime quando Goku immagina il risultato della fusione fra lui e Satan, ma non viene mai realizzata per via dell'arrivo di Vegeta).

Tramite assorbimento di Majin Bu[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco Dragon Ball Z Budokai 2 Majin Bu, oltre ad assorbire Gotenks e Gohan, è in grado di assorbire anche:

  • Vegeta
  • Tenshinan
  • Yamcha
  • Freezer
  • Cell

Fusione namecciana[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Namecciani.

È un tipo di fusione in uso solo tra Namecciani. Tale tecnica si chiama assimilazione, consiste nell'unione di due corpi in uno solo, che resta quello di base di uno dei due individui ma aumenta la potenza e la conoscenza. È usata da Piccolo in due occasioni:

  • Quando si fonde con Nail in fin di vita, poggiandogli una mano sul corpo e "assorbendolo" dentro il suo. Dopo questa fusione Piccolo è in grado di tenere testa a Freezer al Secondo Stadio.
  • Quando si fonde con Dio, diventando molto simile al Namecciano dal quale si è separato il Grande Mago Piccolo (il Figlio di Kattatsu). In questa forma è in grado di fronteggiare e forse anche uccidere Cell Prima Forma. Inizialmente si farà chiamare "il Super Guerriero Namecciano".

Nomi delle fusioni[modifica | modifica wikitesto]

Nella maggior parte delle fusioni, i nomi dei due partecipanti si combinano, formando un nuovo nome per il nuovo personaggio.

Vegeta + Goku = Vegeku nella serie TV italiana (Potara)
Vegeta + Kakaroth = Vegeth nel manga (Potara)
Bejita (Vegeta) + Kakarotto = Bejitto (Vegetto) nella serie TV giapponese (Potara)
Goku + Vegeta = Gogeta (Fusione)
Goten + Trunks = Gotenks (Fusione)
Kibith + Kaiohshin dell'Est = Kibitoshin (Potara)
Kaiohshin dell'Est + Kibith = Kaiobith (come riportato nelle lamincard italiane)
Vegeta + Goku = Veku (Fusion grassa del 12º film)
Tenshinhan + Yamcha = Tencha
Mister Satan + Goku = Mister Gotan
Goku + Hercule (adattamento inglese del nome di Mister Satan) = Gokule nella serie TV inglese e nei videogiochi della serie Budokai 2
Dende + Goku = Denku
Crili + Piccolo = Criccolo
Kami + Piccolo = Kamiccolo, come Goku chiama scherzosamente la fusione tra Kami (il Supremo) e Piccolo (Junior) nella versione giapponese e inglese dell'anime

Altre fusioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Denku: nell'anime, oltre alla possibile fusione effettuata con Satan, Goku immagina il risultato di un'eventuale fusione con Dende.[22]
  • Criccolo: nell'anime, per spiegare la fusione a Goten e Trunks, Crilin e Piccolo eseguono la Fusion dance senza fondersi, in quanto non hanno né regolato l'aura né sono dotati di corporatura simile (appartengono a due specie diverse).
    Il risultato dell'ipotetica fusione viene mostrato su una copertina di Shōnen Jump.
  • Altra tipologia di fusione insolita è quella che vede protagonista Goku al termine della serie Dragon Ball GT, in cui si fonde con il Drago Shenron volando via lontano con esso.

Il doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anime originale, le fusioni (con danza metamor o con gli orecchini potara) possiedono una caratteristica doppia voce, risultato della sovrapposizione della recitazione dei doppiatori di coloro che si sono uniti per formare il nuovo guerriero. Nonostante ciò, Kibitoshin, Kaioshin il Sommo e Zamasu fuso, possiedono un unico doppiatore. La caratteristica della doppia voce viene però persa nell'edizione italiana dell'anime, dove ogni fusione ha la voce di uno solo dei guerrieri unitosi: Vegeth e Gogeta hanno la voce di Goku, mentre Gotenks ha quella di Trunks (non è mai stato chiarito se questa scelta sia stata fatta per uniformare tutte le unioni o per altri motivi). Nei film (sia quelli con doppiaggio Mediaset sia quelli con doppiaggio Dynamic), viene utilizzata invece la doppia voce.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Dragon Ball Deluxe, Volume 39 pagina 129
  2. ^ Dragon Ball cap.469 "Una piccola speranza" Evergreen Edition pag. 132
  3. ^ a b c d Dragon Ball Deluxe, Volume 40 pagina 56
  4. ^ Nel doppiaggio italiano i passi sono accompagnati dalle sillabe FU-SIO-NE
  5. ^ a b Anime di Dragon Ball GT, episodio 60
  6. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 40 pagina 96-104
  7. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 39 pagina 170
  8. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 108
  9. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 40 pagina 104
  10. ^ Film di Dragon Ball: Il diabolico guerriero degli inferi
  11. ^ a b Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 219
  12. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 211, 212
  13. ^ a b c d Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 216
  14. ^ a b Dragon Ball Deluxe, Volume 42 pagina 14, 15
  15. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 42 pagina 50
  16. ^ Dragon Ball Super episodio 66 dell'anime
  17. ^ Dragon Ball Deluxe. Volume 41 pagina 184-189
  18. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 188
  19. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 228
  20. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 41 pagina 230, 231
  21. ^ Dragon Ball Deluxe, Volume 42 pagina 54, 55
  22. ^ http://www.dragonball-z.it/dragonballz/fusioni-altro/denku.jpg