Battaglia di Marsa Matruh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battaglia di Marsa Matruh
parte della Campagna del Nordafrica della seconda guerra mondiale
Advance of the Panzerjager-Abteilung 39-AC1942.jpg
carri armati tedeschi
Data26-29 giugno 1942
LuogoMarsa Matruh, Egitto
EsitoVittoria italo-tedesca
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Tedesco: 60 carri armati tedeschi e 40 carri armati italiani200 carri armati
Perdite
8 000Oltre 3 000 tra morti e feriti
40 carri armati
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Marsa Matruh fu combattuta dal 26 al 29 giugno 1942, in seguito alla sconfitta dell'ottava armata (guidata dal generale Sir Claude Auchinleck) nella battaglia di Ain el-Gazala e fece parte della campagna del deserto occidentale della seconda guerra mondiale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 giugno 1942 la 90ª Divisione Leggera guidata dal generale tedesco Ulrich Kleeman con soli 1 500 uomini[1] riuscì ad aprirsi un varco tra il 10° (del generale William Holmes) e il 13º Corpo (del generale William Gott) britannici, portando letteralmente lo scompiglio tra le linee nemiche. Durante la notte del 28 e del 29 giugno, i britannici tentarono di contrattaccare senza successo.[2] Il giorno dopo, le forze britanniche si ritirarono anche da Marsa Matruh, lasciando nelle mani nemiche altri 6 000 prigionieri e un gran quantitativo di materiale vario.[3]

La caduta di Marsa Matruh provocò un cambio al vertice dell'8ª Armata britannica: il generale Neil Ritchie venne sostituito dal parigrado Claude Auchinleck.[4] Dal Medio Oriente vennero fatti affluire nuovi rinforzi in uomini e mezzi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "'Ulrich Kleeman led the 90th Light through some of the worst fighting of the North African war, including the battles of the Gazala Line, the Cauldron, Bir Hacheim, the capture of Tobruk, and the invasion of Egypt. From an authorized strength of 15,000 men, the 90th Light was gradually reduced to a strength of less than 1,500 troops. A very daring officer, Kleemann drove east with almost reckless abandon and cut off the British X Corps (10th Indian and 50th Infantry Divisions) east of Mersa Matruh on June 27, despite the fact he had only 1,600 men at the time, was outnumbered more than 10 to 1, and was 15 miles from the nearest Axis unit." Rommel's Desert Commanders, Samuel W. Mitcham, Greenwood Publishing Group, 2007, pag. 146
  2. ^ "'During the night of 28 June, groups of the Indian 10th Division tried a breakout of the Mersa Matruh position at the head of Wadi Ngamish, but they were driven back by the Littorio Armoured Division." World War II in Europe: An Encyclopedia, Volume 1, David T. Zabecki, p. 1578, Taylor & Francis, 1999
  3. ^ "Marsa Matruh, investita da più parti, fu occupata il 29 giugno dal 7º bersaglieri del colonnello Scirocco... A Marsa Matruh furono catturati seimila nemici, quaranta carri e moltissimo materiale" Ferrea Mole Ferreo Cuore, Dino Campini, Italia Storica, 2015, pag. 180
  4. ^ "Fino a El-Alamein l'armata di Rommel - superato il campo trincerato di Marsa Matruh dove il 29 giugno irruppe il 7º reggimento bersaglieri, catturando seimila prigionieri - procedette sull'abbrivio. Il nemico era disorientato e demoralizzato, Auchinleck si era personalmente sostituito allo sconfitto Ritchie, e gli Alti comandi, al Cairo, a Londra ed a Washington, prendevano già in considerazione l'ipotesi di una evacuazione forzata del Delta." L'Italia del Novecento, Indro Montanelli, Mario Cervi, Rizzoli, 1998, pag. 217

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]