Thymus capitatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Thymus capitatus
Thymus capitatus.jpg
Thymus capitatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Lamiales
Famiglia Lamiaceae
Genere Thymus
Specie T. capitatus
Nomenclatura binomiale
Thymus capitatus
(L.) Hoffmanns. & Link
Sinonimi

Coridothymus capitatus
Thymbra capitata

Il timo capocchiuto (Thymus capitatus (L.) Hoffmanns. & Link) è una pianta appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Rami e foglie

È una specie a portamento arbustivo, alta circa 20-30 cm, intensamente aromatica.
Ha fusto legnoso con corteccia biancastra e rami ricoperti da una fitta peluria.
Le foglie sono piccole, sessili, revolute sui margini, di colore grigio-verde.
I fiori sono piccoli e tubolari, di colore dal bianco al roseo-purpureo, riuniti in infiorescenze a grappolo. La parte superiore del calice è tipicamente piatta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie comune in tutto il bacino del Mediterraneo.
In Italia è diffusa sui litorali del Salento (Puglia) nonché in Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Vive bene in terreni sabbiosi e soleggiati, esposti alla salsedine.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

  • Le foglie sono utilizzate in fitoterapia in quanto contengono un olio essenziale con proprietà antisettiche, disinfettanti e deodoranti.
  • Molto apprezzato in apicoltura per la produzione del pregiato miele di timo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sandro Pignatti, Flora d'Italia, Edagricole, Bologna 1982. ISBN 88-506-2449-2
  • T.G. Tutin, V.H. Heywood et Alii, Flora Europea, Cambridge University Press 1976. ISBN 0-521-08489-X

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica