Bunium persicum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cumino nero
Bunium persicum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Apiales
Famiglia Apiaceae
Genere Bunium
Specie B. persicum
Nomenclatura binomiale
Bunium persicum
B. Fedtsch., 1915

Il cumino nero (Bunium persicum B. Fedtsch., 1915) è una pianta della famiglia Apiaceae che cresce selvatica nel sud-est europeo e asiatico.

I suoi frutti essiccati vengono utilizzati come una spezia in India, Iran e Tagikistan. È praticamente sconosciuto al di fuori di queste zone.

Denominazione[modifica | modifica sorgente]

I nomi locali per questa spezia sono:

  • kala jeera (hindi) che significa, appunto, Cumino nero (questo porta a confondere la Nigella con questa spezia, dal momento che nella cucina bengalese quest'ultima è chiamata cumino nero)
  • shahi jeera (cumino imperiale)(hindi)
  • زيره كوهی (zireh kuhi, che significa "cumino selvatico" in persiano)

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Raggiunge circa 60 centimetri di altezza e 25 cm di larghezza, ha foglie increspate e fiori ermafroditi.

Usi[modifica | modifica sorgente]

Culinario[modifica | modifica sorgente]

Il piccolo e arrotondato fittone è commestibile crudo o cotto, e ha un gusto dolce come di castagne. La foglia può essere usata come una guarnizione in modo simile al prezzemolo. La spezia, come può suggerire il nome, ha gli stessi usi del cumino.

Medicinale[modifica | modifica sorgente]

Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Il frutto è una ricca fonte di timolo. Il timolo è utilizzato come antielmintico contro l'anchilostoma (un parassita intestinale) e anche come antisettico in molti preparati farmaceutici. Si tratta di uno stimolante, che stimola la diuresi e allevia la flatulenza. Rafforza le funzioni dello stomaco ed è un ottimo rimedio in caso di emorragia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]