Thriller (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Thriller
Thriller (singolo) Michael Jackson.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Michael Jackson
Tipo album Singolo
Pubblicazione 12 novembre 1983
Durata 5 min : 58 s
(album version)
4 min : 09 s
(Remixed Short Version)
13 min : 43 s
(video version)
Album di provenienza Thriller
Genere Disco
Dance
Funk
Etichetta Epic Records
Produttore Quincy Jones
Registrazione 1982
Certificazioni
Dischi d'argento Regno Unito Regno Unito[1]
(Vendite: 200.000+)
Dischi d'oro Italia Italia[2]
(Vendite: 25.000+)
Messico Messico[3]
(Vendite: 30.000+)
Dischi di platino Australia Australia (2)[4]
(Vendite: 140.000+)
Canada Canada[5]
(Vendite: 100.000+)
Francia Francia[1]
(Vendite: 975.000+)
Giappone Giappone
(Vendite: 250.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[6]
(Vendite: 1.500.000+)
Michael Jackson - cronologia
Singolo precedente
(1983)
Singolo successivo
(1987)

Thriller è una canzone di Michael Jackson pubblicata nella maggior parte dei paesi il 12 novembre 1983 e negli Stati Uniti il 12 novembre del 1984, tratta dall'omonimo album ritenuto il disco più venduto nella storia della musica con una stima di oltre 110 milioni di copie all'attivo.[7]

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

Prima che il singolo fosse pubblicato, Michael Jackson aveva deciso di chiamarlo Give Me Starlight , poiché l'album Thriller doveva intitolarsi Starlight. In seguito l'idea fu scartata e sia l'album che il singolo vennero chiamati entrambi Thriller. Thriller è stato il singolo di maggior successo di Michael Jackson dopo Billie Jean (sempre dell'album Thriller), si piazzò quarto nella Billboard Hot 100 statunitense, decimo in quella inglese, ventunesimo in quella tedesca, primo in quella francese, quarto in Australia, terzo in Danimarca, primo in Belgio ed infine primo nella classifica dance americana di Billboard (posizione che mantenne per undici settimane consecutive, record). La canzone vendette oltre 6 milioni di copie nel mondo ed è ancora oggi molto richiesta in radio. Il cantante la eseguirà in tutti e tre i tour da solista quali il Bad World Tour, il Dangerous World Tour e infine l'HIStory World Tour, cantata live solo nel Bad World Tour e in playback (ma con straordinarie coreografie) negli altri 2 tour. La canzone è di genere dance, funk ed è stata scritta e composta da Rod Temperton mentre è stata prodotta da Quincy Jones (amico di Jackson che con lui ha prodotto tre album, Off the Wall nel 1979, Thriller nel 1982 e Bad nel 1987).

Il video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip di Thriller è stato il primo video musicale ad avere una trama ed una coreografia (prima di allora i video venivano svolti semplicemente per accompagnare la canzone), con questo video è mutato quindi il concetto di video musicale.

Durante un soggiorno a Londra, Michael Jackson andò al cinema a vedere il film Un lupo mannaro americano a Londra per la regia di John Landis. Michael s'innamorò dello stile del film, e decise di realizzare il suo prossimo videoclip con uno sfondo horror. Quando però propose l'idea alla sua casa discografica, quest'ultima la accantonò immediatamente ritenendola assurda. L'album Thriller infatti era uscito da più di un anno, e la realizzazione di un video da un budget milionario era secondo la Sony uno spreco di denaro. Abbandonato dalla sua casa discografica, Jackson decise di fare da sé, investendo lui stesso il denaro necessario a realizzare il videoclip. Al contrario di quanto pensasse la Sony il video si rivelò un successo senza precedenti. Subito dopo la messa in onda di Thriller, l'omonimo album triplicò le vendite balzando di nuovo in testa alle classifiche di tutto il mondo.

Il video ha 3 versioni: quella integrale dalla durata di 13 minuti e 40 secondi, quella della durata di 8 minuti e quella più trasmessa dalle tv dalla durata di 7 minuti; il video è stato diretto dal regista cinematografico John Landis, ed è costato complessivamente più di 500.000 dollari (all'epoca divenne il video più costoso della storia). L'eccessivo costo del video però, ridusse pesantemente il budget della casa discografica (inizialmente contraria alla produzione di un video così costoso), per rimpinguare le casse quindi, si decise di pubblicare la videocassetta Michael Jackson: The Making of Thriller che ottenne un clamoroso successo, divenendo la videocassetta musicale più venduta di sempre con 9 milioni di pezzi venduti.

Il video inizia, in un'ambientazione anni '50, con il ragazzo (Michael) che si dirige, a bordo di una macchina, verso la campagna con una ragazza di nome Diana (la modella Ola Ray). Improvvisamente finisce la benzina e i due scendono. Mentre passeggiano per il bosco il ragazzo le chiede se vuole essere la sua ragazza e dà così un anello di fidanzamento. Tuttavia le dice però di essere diverso dagli altri ragazzi ma lei risponde che è la ragione per cui lei lo ama, sebbene il ragazzo non capisca cosa intendesse. Ad un certo punto appare la luna piena e il ragazzo inizia a trasformarsi in un orribile lupo mannaro, gridando alla ragazza di fuggire via. La ragazza fugge scioccata attraverso il bosco, inseguita dal lupo. La bestia, dopo aver mandato un'agghiacciante ululato, la raggiunge e si scaglia contro di lei, uccidendola con i suoi artigli.

Poco dopo, la scena si sposta nella sala d'un cinema di film horror, infatti tutti si ritraggono guardando l'ultima scena. Solo Michael Jackson sta mangiando tranquillamente dei popcorn e la sua ragazza (sempre interpretata dalla Ray), spaventata, si stringe a lui: vorrebbe andarsene, ma Michael non vuole perché il film gli piace troppo. Alla fine la ragazza non resiste più ed esce dalla sala. Jackson la raggiunge all'esterno del cinema dicendo che è solo finzione, ma la donna se ne va. A questo punto Michael comincia a cantare, ballandole intorno, dandole poi la mano. La ragazza si rincuora e si incammina insieme al fidanzato.

Passano però vicino ad un cimitero, dove una voce sommessa e perentoria (quella dell'attore Vincent Price) fa resuscitare degli zombi che s'alzano dalle tombe e vanno verso l'esterno. La coppia non si avverte di nulla e procede per la strada, quando all'improvviso, ecco apparire gli zombie che si dirigono verso di loro. Essi li accerchiano e la coppia cerca di non farsi toccare, ma quando la ragazza si volta, il fidanzato ha la pelle rinsecchita e gli occhi incavati come gli zombie stessi. Lei s'allontana ed i morti iniziano a ballare, facendo una danza strisciante, a volte cadente, che però diventerà famosa. La ragazza, alla fine del ballo macabro, si rifugia in una casa abbandonata e chiude imposte e finestre, ma gli zombie la raggiungono. Allora la donna si cinge la testa con le mani, chiude gli occhi e grida.

Quando riapre gli occhi, trova il suo fidanzato che le porge la mano nella stessa stanza, però illuminata e del tutto normale, scoprendo che era un'incubo. Lui gentilmente l'aiuta a rialzarsi, lei lo abbraccia teneramente e fanno per andarsene a casa di lei. A questo punto, Jackson si volta verso la telecamera con un sorriso malizioso, mentre ha gli occhi gialli e le pupille verticali, come il lupo mannaro all'inizio del video. Non era tutto un sogno, forse....

Nel 2009 il video è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[8]

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La risata nel finale è di Vincent Price, noto attore horror, che risulta nei crediti della canzone come "narratore". Questa risata fu in seguito campionata dai Public Enemy per il loro brano "911 Is a Joke".
  • Nel video di Thriller, quando Michael Jackson e Ola Ray escono dal cinema, vi sono due locandine dei film La maschera di cera (interpretato da Vincent Price) e Slok di John Landis.
  • Durante le riprese del video, Michael Jackson ha rischiato di riportare dei seri danni agli occhi dovuto al prolungato uso delle lenti a contatto gialle.
  • Starlight, la demo di Thriller, è stata di recente pubblicata sul web ma mai pubblicata discograficamente (sul web è possibile trovare anche canzoni scritte per l'album di Thriller che poi furono scartate)
  • Il finale del video di Britney Spears, "I wanna go", (uscito il 14 giugno 2011), è una chiara citazione del finale del video di Thriller: infatti, alla fine della canzone, si scopre che l'attacco dei robot era solo un sogno. Dopo il risveglio il ragazzo che si era rivelato essere un robot nel sogno porta Britney Spears fuori dalla sala e, voltandosi all'indietro fa una risata malvagia con gli occhi illuminati di rosso.
  • Al minuto 6,27 (della versione del video da 13 minuti) si possono chiaramente notare le luci di scena dello studio illuminare il cimitero.
  • Thriller è stato girato nella "Union Pacific Avenue, 3600 E", a Los Angeles
  • Nel film Una notte da paura di Claudio Fragasso, nella scena dove Miranda e la strega Calia lanciano una maledizione contro Leopoldo, si mettono a ballare a ritmo di una canzone ""Zombie"" di Andrea Felli, con una coreografia simile a quella del corto-musical Thriller. Questo vuole dire che Fragasso ha voluto citare il videoclip.
  • Nel videogioco "Piante contro Zombi" esiste un personaggio chiamato "Zombiller", lo zombi ballerino che evoca altri zombi ballerini che è un chiaro riferimento al videoclip di Michael Jackson.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

versione 7" 1984[modifica | modifica wikitesto]

  1. Thriller (7" edit) - 4:37
  2. Things I Do For You (live with The Jacksons) - 3:31
    versione tratta dall'album live dei Jacksons del 1981 The Jacksons Live!

versione 12" maxi 1984[modifica | modifica wikitesto]

  1. Thriller (12" edit) - 5:57
  2. Thriller (Remixed Short Version) - 4:09
  3. Things I Do For You (live with The Jacksons) - 3:31
    versione tratta dall'album live dei Jacksons del 1981 The Jacksons Live!

versione CD singolo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Thriller (Remixed Short Version) - 4:09
  2. Can't Get Outta the Rain - 4:05

The Visionary Single 2006[modifica | modifica wikitesto]

lato CD
  1. Thriller (remixed short version) - 4:09
  2. Thriller (album version) - 5:58
lato DVD
  • Thriller (Videoclip)

Versioni Ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1983/1984) Posizione
massima
Belgio[9] 1
Canada[10] 3
Francia[11] 1
Irlanda[12] 4
Italia 2
Spagna 1
Regno Unito[13] 10
Stati Uniti[14][15] 4
Stati Uniti (R&B)[14][16] 3
Stati Uniti (Adult)[14] 24
Stati Uniti (Dance)[14] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b InfoDisc : Les Certifications (Singles) du SNEP (les Disques de Platine)
  2. ^ Certificazioni download FIMI (PDF), Nielsen Music. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  3. ^ https://www.facebook.com/media/set/?set=a.237164359741516.1073741828.167176543406965&type=3
  4. ^ [1]
  5. ^ http://www.musiccanada.com/GPSearchResult.aspx?st=Thriller&sa=Michael+Jackson&smt=0
  6. ^ RIAA - Gold & Platinum Searchable Database - July 18, 2014
  7. ^ (EN) Michael Jackson Photo Gallery 迈克•杰克逊影集, BBC China. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  8. ^ (EN) Michael Jackson, the Muppets and Early Cinema Tapped for Preservation in 2009 Library of Congress National Film Registry, Library of Congress, 30 dicembre 2009. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  9. ^ (NL) Radio 2 - Top 30 van zaterdag 31 december 1983, VRT Top 30. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  10. ^ (EN) Top Singles - Volume 40, No. 1, March 10, 1984, RPM, 10 marzo 1984. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  11. ^ (FR) Toutes les Chansons N° 1 des Années 80, InfoDisc. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  12. ^ (EN) Search the charts, Irish Singles Chart. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  13. ^ (EN) Thriller, Chart Stats. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  14. ^ a b c d (EN) Stephen Thomas Erlewine, Thriller, AllMusic. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  15. ^ (EN) Week of March 3, 1984, Billboard.com. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  16. ^ (EN) Week of March 10, 1984, Billboard.com. URL consultato il 23 febbraio 2012. [collegamento interrotto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]