4K

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il 4K (chiamato spesso erroneamente anche Ultra HD[1]), è uno standard emergente per la risoluzione della televisione digitale, del cinema digitale e la computer grafica.

Il nome "4K" deriva dall'inglese 4kilo (in italiano "4 mila") che indica l'approssimazione dei suoi circa quattromila pixel orizzontali di risoluzione; il fatto che il nome ne descriva la risoluzione orizzontale è l'esatto contrario dei suoi predecessori: il 720p e il 1080p (i quali erano stati denominati tali per convenzione) indicano infatti il numero di pixel sull'asse verticale.

Confronto fra le risoluzioni digitali: 720p, 1080p, 2K e 4K

Formati informatici[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 2160p.

Il suo formato informatico si chiama: Quad High Definition (Quad HD)[2], con 3840×2160 pixel, il doppio dello standard 1080p HD sia per altezza che per larghezza. Nel luglio 2010, YouTube ha iniziato a trasmettere video con risoluzione da 4096×2304 (in rapporto 16:9) a 4096×3072 (4:3). Gli utenti registrati potranno vedere video di qualità superiore a 1080p.

Cinema digitale[modifica | modifica wikitesto]

Nel cinema digitale, la risoluzione in pixel dipende dal tipo di rapporto d'aspetto. Esempi di cineprese 4K sono dell'azienda Dalsa Origin (annunciata nel 2003 ma lanciata nel 2006 come prima cinepresa commerciale digitale in 4K) e la Red One (annunciata nel 2006 e lanciata nel 2007). La Dalsa Origin registra in 4096×2048 mentre la Red One in 4096×2304. La prima macchina da presa e di proiezione in 4K per il grande schermo è stata presentata da Sony per pellicole digitali in 3D, sistema generalmente conosciuto come Sony 4K con la sua relativa tecnologia, battezzata 4K SXRD.

Il primo documentario commercializzato con questa tecnologia, è uno di Tom Lowe: TimeScapes[3].

Il primo film italiano interamente girato in 4K con tre cineprese RED è un lungometraggio drammatico di Giuseppe Lazzari Sentirsi dire - Quello che i genitori non vorrebbero mai (2011) distribuito dalla major americana Universal Pictures dal 14 dicembre 2011.

Il blu-ray del film Captain Phillips - Attacco in mare aperto è stato masterizzato in 4k.

I film di Peter Jackson, Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato, Lo Hobbit - La desolazione di Smaug e Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate erano previsti per essere girati in 4K, risoluzione sostituita poi dai 5K della nuovissima Red Epic, che ha permesso inoltre, viste le sue modeste dimensioni, di riprendere in stereoscopia in maniera più semplice di come lo sarebbe stato con la più ingombrante Red One Camera (i master finali dei film sono tuttavia in risoluzione 2K).

Il 15 ottobre 2013, il gruppo musicale alternative rock britannico Muse hanno annunciato che il loro concerto tenuto allo Stadio Olimpico Roma del 6 luglio 2013 è stato registrato in 4K per essere distribuito nei cinema. Il film concerto, intitolato Muse - Il concerto allo Stadio Olimpico di Roma, è il primo in assoluto ad essere stato registrato con questa tecnica.[4]

Standard per film in digitale[5]
Standard Risoluzione RdA Pixel
Apertura massima 4K 4096 × 3112 1,32:1 12 746 752
Academy Standard 4K 3656 × 2664 1,37:1 9 739 584
Anamorphic Scope 4K 4096 × 1714 2,39:1 7 020 544
Academy Flat 4K 3996 × 2160 1,85:1 8 631 360

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'Ultra High Definition è riferito all'8K
  2. ^ Roberto Caccia, Monitor Samsung Serie 9 con risoluzione Quad HD! in Tom's Hardware, l'Espresso, 05 gennaio 2012, pp. 1. URL consultato il 10 febbraio 2013.
  3. ^ Ecco il primo documentario girato interamente in 4K: TimeScapes
  4. ^ (EN) Muse - Live At Rome Olympic Stadium, Muse.mu, 15 ottobre 2013. URL consultato il 30 ottobre 2013.
  5. ^ 4K resolution Definition from PC Magazine Encyclopedia, PC Magazine, 1º dicembre 1994. URL consultato il 28 maggio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]